L'autore

autore

Classe '79, sound designer di professione. La sua incrollabile passione per i videogiochi nasce solo all'inizio degli anni '90 e viene presto affiancata da quella per il doppiaggio. Col passare del tempo la sua carriera di videogiocatore onnivoro si focalizza sulla scena PC, ma poi assume sembianze più mature con l'avvento di PlayStation e di tutte le successive console che prenderanno lentamente possesso di casa sua.

  • Articoli (75)
  • News (5)

RECENSIONE - Prey

P 10 mag 2017
Prey è un ottimo titolo che garantisce una trama profonda e stratificata, numerose missioni alternative e finali multipli. Il tutto condito da dinamiche di gameplay uniche, capaci di farci giocare come ci pare e piace a patto di conoscere i nostri limiti e studiare bene le nostre strategie per affrontare i nemici. Il livello di sfida è notevole ed il gioco si presenta come un'appassionata lettera d'amore a titoli come Half-Life e System Shock grazie ad elementi come l’originale arsenale a disposizione di Morgan e l’esigua quantità di approvvigionamenti che dovremo centellinare e fabbricare con fatica e dedizione. Al netto delle sue 15-20 ore di durata per quanto concerne la sola storia principale, Prey promette ore e ore di gioco nel tentativo di espugnare gli innumerevoli segreti dell’immensa Talos I, proponendo un comparto tecnico che non stupisce ma che è impreziosito da un ottimo gusto artistico, da un’eccezionale colonna sonora e, non ultima, una completa localizzazione in italiano. 8.8

SPECIALE - The Walking Dead: A New Frontier - Episode 4: Thicker Than Water

P 27 apr 2017
Puntualissimi sulla tabella di marcia, i ragazzi di Telltale Games si apprestano a sparare la quarta di cinque cartucce del loro caricatore videoludico targato The Walking Dead, proponendoci forse il miglior episodio di tutta la terza stagione, in bilico tra azione e alcune scelte morali che ci faranno attorcigliare le budella. Siete curiosi? Allora leggete il nostro resoconto di The Walking Dead: A New Frontier - Episode 4: Thicker Than Water.

RECENSIONE - Little Nightmares

P 22 apr 2017
Avete presente quella sensazione d’impotenza e angoscia che vi attanaglia durante gli incubi notturni, per via di quel piatto di salsicce e peperoni mangiato prima di andare a dormire? Ecco, se volessi descrivere in breve la mia esperienza con Little Nightmares userei proprio questa allegoria. Il titolo sfoggia un comparto artistico bellissimo e originale ed un'altrettanto sorprendente realizzazione tecnica visiva e sonora, elementi che rendono l’avventura dei Tarsier Studios unica nel suo genere. Il senso di oppressione e impotenza che si respira nei panni della misteriosa protagonista dall’impermeabile giallo è opprimente, complici le numerose sezioni in cui si alternano i macabri giochi di luce e buio, e soprattutto quelle in cui ci troviamo al cospetto degli immondi custodi della struttura che incarnano sotto forma di demoni gli stereotipi dei traumi infantili più reconditi. Peccato solo per qualche sbavatura sui controlli e la durata di appena cinque ore di un’avventura da cui era lecito forse aspettarsi qualcosa in più in termini di varietà di ambientazioni e personaggi. Un’avventura che non si perde in chiacchiere in merito a delucidazioni sulla trama e che ci seduce con le sue inquietanti vicissitudini per poi abbandonarci con un epilogo che genera più interrogativi che risposte. 8.5

RECENSIONE - Late Shift

P 18 apr 2017
Late Shift è un vero thriller interattivo, con un sistema di scelte morali che ci permettono di modificare l’evolversi della trama sfruttando i numerosi snodi narrativi presenti. Un titolo che convince sotto l’aspetto visivo e sonoro, entrambi ottimi, e impreziosito da buone performance dell’intero cast. La durata di circa un’ora e mezza può essere modificata dalle scelte che operiamo per arrivare a uno dei sette finali disponibili, e questo significa che i più curiosi potranno rigiocarlo (o sarebbe meglio dire riguardarlo) più volte per esplorarne tutte le ramificazioni. Peccato per qualche sbavatura tecnica che genera fin troppo spesso dei cali di fluidità del video e delle perdite di sync audio, e per l’assenza di una vera e propria componente ludica. Ad ogni modo, se valutato come un film interattivo, l’opera cinematografica dei CtrlMovie AG è spettacolare e convincente, e tiene lo spettatore incollato alla sedia per tutta la durata dell’avventura grazie a una sceneggiatura semplice ma efficace. 8.0

RECENSIONE - Blackwood Crossing

P 4 apr 2017
Blackwood Crossing è un titolo che sfoggia un look cartoonesco e coloratissimo, con ambientazioni magiche e personaggi caratterizzati in modo deliziosamente credibile. Tuttavia la sua facciata multicolore è solo un vezzo estetico molto ben riuscito, un ironico escamotage che cela dietro il rosso sipario del mantello di Finn un racconto struggente di amore fraterno e di paura della separazione e di diventare adulti. La fiaba moderna di PaperSeven ci conquista con i suoi deliziosi protagonisti, con i loro dialoghi ottimamente recitati (e sottotitolati in italiano) e le loro improbabili disavventure, facendoci volteggiare come in un walzer all’interno di ambienti lussureggianti pervasi dal bailamme di colori e dalla magia della mente di un bambino, per poi lasciarci attoniti con un finale tenero e commovente. 8.5

SPECIALE - The Walking Dead: A New Frontier - Episode 3: Above The Law

P 30 mar 2017
Con un gradito anticipo di qualche giorno sulla tabella di marcia, i ragazzi del team Telltale rendono disponibile il terzo episodio di The Walking Dead: A New Frontier apprestandosi così a raggiungere la vetta di una collina che, a giudicare dagli avvenimenti presenti in questo ultimo episodio della serie, preannuncia una tortuosa discesa verso l'epilogo. Curiosi di sapere che ne è stato di Clementine e dei suoi compagni di sventura? Allora leggete la nostra recensione di The Walking Dead: A New Frontier - Episode 3: Above The Law.

RECENSIONE - Candleman

P 7 feb 2017
Candleman è stato una vera sorpresa, un titolo tanto bello da vedere quanto lo è da giocare. Il lavoro svolto dai ragazzi pechinesi di Spotlightor è impressionante dal punto di vista tecnico e sublime da quello artistico, sfoggiando un carisma e stacchi visivi degni delle più costose produzioni dell'industry videoludica. Tutta l'avventura è estremamente misurata e scorre in punta di piedi lungo le sue tre ore di durata, senza mai pretendere troppo dal giocatore ed ammaliandolo con la sua atmosfera morbida e malinconica. L'unico vero punto debole dell'opera di Spotlightor, fatta eccezione di una traduzione italiana dei testi di dubbia fattura, è la sua telecamera non spostabile a piacimento, che in alcune sezioni occlude la visuale e che fa precipitare nel vuoto il giocatore durante alcuni salti calcolati. Comunque l'improbabile viaggio del coraggioso Candleman vi ispirerà e vi condurrà attraverso scenari onirici in cui la luce e l'oscurità si alternano come in una magica danza e dove l'una non può coesistere senza l'altra, mettendo alla prova i vostri riflessi; se avete amato avventure platform come Inside e Unravel, questa piccola gemma proveniente dal cuore della Cina non mancherà di affascinarvi. 8.5

RECENSIONE - Knee Deep

P 3 feb 2017
Knee Deep è un titolo molto particolare e altrettanto difficile da giudicare. Sebbene l'idea di Prologue Games di inscenare un'avventura episodica in tre atti come fosse uno spettacolo teatrale mi abbia letteralmente conquistato, grazie anche ad un comparto artistico accattivante e originale che sfoggia tutta la sua personalità fin dai menu di sistema, l'assenza di giocabilità, che si riduce ad un impianto di risposte multiple e sporadici minigame a prova di errore, mi ha lasciato perplesso. A far traballare ulteriormente le già sottili fondamenta su cui si poggia il titolo ci pensano un comparto tecnico vecchio di due generazioni e la recitazione dei voice talent poco più che amatoriale. Ciliegina (avariata) sulla torta, l'assenza di una qualsiasi localizzazione italiana, che rende Knee Deep pane per gli anglofoni più temerari, che non temono una full immersion di circa due ore per episodio nell'inglese americano della costa occidentale. 6.5

RECENSIONE - The Assembly

P 27 gen 2017
The Assembly è un'avventura grafica con visuale in prima persona che propone con parsimonia enigmi da risolvere e esplorazione, raccontando una trama attraverso le gesta di due persone con finalità differenti, ma entrambe inconsapevolmente accomunate dallo stesso destino. Il titolo propone un'atmosfera tesa molto riuscita, sfoggiando un buon design e apprezzabili compromessi dal punto di vista video e audio, scoprendo tuttavia il fianco a qualche incertezza tecnica sul caricamento delle texture di alcuni modelli poligonali. La mancata localizzazione in lingua italiana è ormai un fattore comune a molte produzioni indipendenti, e anche in The Assembly la musica non cambia. Inoltre la sua brevità di appena 4 ore non aiuta la trama a decollare e i fatti salienti si ammucchiano verso le ultime battute di gioco, che termina sul più bello lasciando appesi a fin troppi interrogativi. 7.0

RECENSIONE - The Walking Dead: A New Frontier - Episodes 1 e 2

P 1 gen 2017
I primi due episodi di The Walking Dead: A New Frontier propongono tante certezze quante perplessità. Infatti, se sul fronte del gameplay non innovano nulla, anzi, copiano e incollano pedissequamente le stesse meccaniche viste nel passato della saga, fatte di quick time events, enigmi ambientali, bivi morali e dialoghi a scelta multipla, sul fronte narrativo propone un punto di vista inedito rispetto alle prime due stagioni, introducendo un protagonista e personaggi interessanti nuovi di zecca che sapranno farsi apprezzare non poco. A infiocchettare il tutto ci pensa il comparto tecnico, il migliore mai sfoggiato finora da una produzione Telltale, privo dei vistosi difetti dei giochi passati dovuti ai cali di framerate, animazioni legnose e fuori sync di labiale, complice sicuramente il buon lavoro di ottimizzazione del motore grafico già visto all’opera sulla serie Batman. Ora, cara Telltale, ci sarebbe solo bisogno dei sottotitoli in italiano e poi saremmo davvero a posto. 8.5

SPECIALE - Batman: The Telltale Series - Episode 5: City of Light

P 16 dic 2016
All'ombra dei mirabolanti annunci di Telltale Games durante i Videogames Awards, arriva anche per la prima stagione di Batman: The Telltale Series il momento di salutare la curva proponendo il suo quinto episodio conclusivo, la resa dei conti dell'intensa epopea videoludica dell'uomo pipistrello di Gotham. Come se la saranno cavata i ragazzi di Telltale in questo finale di stagione? Scopritelo leggendo la nostra recensione di Episode 5: City of Light.

RECENSIONE - ABZÛ

P 6 dic 2016
Dare un giudizio ad ABZÛ in qualità di videogioco è particolarmente difficile, essendo questo un titolo che non verte su una giocabilità complessa o su una chissà quale trama elaborata. L’esperienza che ci offre l’avventura di ABZÛ ha delle connotazioni mistiche, per certi versi sacre. La totale assenza di una trama rende il titolo un’esperienza visiva e sonora onirica, più che un videogioco in senso stretto. Alcuni momenti offerti da ABZÛ sono davvero alti dal punto di vista emozionale e difficilmente potranno essere dimenticati. Sotto questi aspetti il titolo è davvero eccellente, anche se rischia di deludere profondamente chi si aspettava un’avventura con componenti action o un contesto narrativo più didascalico. Per cui siete avvisati: ABZÛ non è un titolo adatto a tutti i videogiocatori. Se quello che cercate è un meraviglioso sogno a occhi aperti artisticamente sublime e accompagnato da una strepitosa colonna sonora, allora l’acquisto è obbligato. Altrimenti per dormire basta sciogliere in due dita d’acqua una ventina di gocce di valeriana e il gioco è fatto. 9.5

SPECIALE - Batman: The Tellatale Series - Episode 4: Guardian of Gotham

P 1 dic 2016
Dopo averci lasciati appesi a testa in giù come pipistrelli con il cliffhanger del precedente episodio, i ragazzi di Telltale Games tornano a far faville con il penultimo capitolo di Batman: The Telltale Series. Ma saranno riusciti a bissare l’ottimo lavoro dell’episodio precedente? Scopritelo nella nostra recensione di Episode 4: Guardian of Gotham.

RECENSIONE - Silence: The Whispered World 2

P 28 nov 2016
Con Silence: The Whispered World 2 i ragazzi di Daedalic Entertainment ci propongono il seguito diretto di The Whispered World, affascinante avventura grafica uscita sette anni or sono per PC, calandoci nuovamente nelle atmosfere sospese del magico regno di Silence: The Whispered World 2, che si dipanano attraverso gli occhi dei Noah e di sua sorellina Renie. Come il capitolo precedente, anche Silence: The Whispered World 2 può contare su una storia divertente, mai frustrante e dai toni scanzonati, sebbene non priva di momenti commoventi, intrisa di coraggio e amore fraterno. Lo stile grafico e sonoro hanno subito un restyling tecnico senza precedenti rispetto al passato, compreso il comparto artistico, davvero affascinate. A chiudere il cerchio ci pensano l'interfaccia di gioco molto intuitiva e ben disegnata e la localizzazione italiana dei testi, cosa rara di questi tempi sui titoli distribuiti solo in digitale. Le reali perplessità sul titolo sono legate ai costanti rimandi narrativi a The Whispered World, cosa che rischia di tagliare fuori chi non ha giocato la precedente avventura di Sadwick, e alla navigazione a tratti ostica dell'interfaccia, palesemente concepita per essere utilizzata con il mouse. 8.0

RECENSIONE - Wheels of Aurelia

P 18 nov 2016
Wheels of Aurelia è un titolo indipendente tutto italiano, ed orgoglioso di esserlo. Ci propone un’avventura on the road con una protagonista emancipata e molto ben caratterizzata, raccontandoci uno spaccato di vita del nostro paese alla soglia degli anni ’80 attraverso gli aneddoti, le idee e le opinioni di gente comune, il tutto accompagnato dalla magnifica colonna sonora originale. Un titolo dall’atmosfera strepitosa, per il quale gli unici dubbi risiedono in un sistema di guida troppo abbozzato e in una quantità di finali che non giustifica la ripetitività di doverlo rigiocare tante volte. Indipendentemente dai tecnicismi, Wheels of Aurelia si conferma comunque un titolo molto interessante che andrebbe seriamente tenuto in considerazione soprattutto se, come me, siete amanti di esperienze videoludiche che privilegiano la narrazione. 7.5