MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Grabbed by the Ghoulies
copertina

Anteprima - Grabbed by the Ghoulies

Ci siamo quasi: il primo titolo dell'epoca Rare su Xbox sta arrivando, ed ha gli occhi di tutti puntati addosso, perchè molti assumeranno il livello qualitativo di questo gioco come un indice approssimativo della qualità delle prossime produzioni della software house britannica.
La prima cosa che è possibile notare del gioco è che dalle scelte grafiche e stilistiche operate appare evidente unà età media di riferimento decisamente inferiore a quella del tipico utente Xbox: non diciamo che il gioco sarà solo per bambini, ma sicuramente si propone come un titolo adatto anche alle famiglie, ed è un indice degli sforzi di Microsoft nel produrre giochi che possano catturare diversi tipi di utenza. Nel gioco dovremo impersonare Cooper, un teenager la cui fidanzata viene rapita da degli esseri orrorifici e che dovrà quindi avventurarsi al suo salvataggio, entrando nella dimora stessa delle creature: l'inquiteante villa maledetta Ghoulhaven Hall. Dovremo guidare il protagonista alla ricerca della ragazza attraverso le 50 stanze che compongono la villa, ognuna delle quali popolata da mostri di ogni tipo, tra i quali ci faremo largo a suon di calci e sganassoni. Più che di una ricerca si tratterà di un vero e proprio inseguimento, perchè ogni volta che crederemo di aver raggiunto la nostra amata, si farà puntualmente rapire e trascinare in altre stanze, e così via fino alla fine del gioco.

  • img
  • img
  • img


Nonostante abbiamo menzionato mostri ed esseri spettrali, basta guardare qualche immagine del gioco per rendersi conto che l'atmosfera non è certo quella di un survival horror, ma è piuttosto riconducibile a quella che si respirava in cartoni animati come Scooby Doo e Carletto il Principe dei Mostri, molto scanzonata e sdrammatizzante. Innanzi tutto c'è la grafica molto particolare in cel shading, che anzichè richiamare look orientaleggianti come va di moda ultimamamente fa il verso alle produzioni a cartoni animati americane, ed oltre a questo il design stesso dei vari personaggi contribusice a creare una atmosfera molto cartoonosa. Ad esempio tra i mostri ci sono dei piccoli diavoletti che ci volano intorno cercando di colpirci, e che quando riceveranno un nostro calcione schizzeranno via emettendo dei gridolini lamentosi, ed allo stesso modo il look e le reazioni di tutti gli altri mostri sono realizzati più per far divertire che spaventare. A dire il vero l'unico aspetto del design del gioco che finora sembra convincere di meno è proprio il protagonista, stilizzato come un comunissimo teenager con l'aria da bravo ragazzo e senza particolari tratti distintivi.

  • img
  • img
  • img


Uno degli aspetti più interessanti del gioco sarà il gameplay basato su entrambe le leve del joypad, con la sinistra che servirà a muovere in giro il protagonista e la destra che sarà utilizzata per sferrare calci e pugni nella direzione in cui la si muove. Sarà quindi possibile muoverci in una direzione mentre teniamo a bada i mostri che arrivano dalla direzione opposta, fino a situazioni in cui essendo completamente circondati inizieremo a roteare furiosamente lo stick per colpirli tutti. Non dovremo comunque combattere unicamente a mani nude, ma potremo utilizzare gli oggetti che troveremo nelle stanze come corpi contundenti atti a procurare maggior danno possibile ai nostri nemici. Il gioco sembra sicuramente molto interessante, ma c'è il rischio effettivo che si trasformi in un monotono susseguirsi di stanze e mostri, per cui speriamo che gli sviluppatori inseriscano sufficienti elementi da renderlo variegato e mantenere sempre alto l'interesse dei giocatori.

  • img
  • img
  • img


Per quel che ci è dato sapere finora, Grabbed by the Ghoulies si presenta come un titolo piuttosto inusuale, con degli spunti molto interessanti per quanto riguarda la giocabilità ma che crea dei dubbi sul fronte della longevità e della varietà di gioco. Potremo dissipare questi dubbi solo all'uscita del gioco, e MondoXbox sarà sempre qui a raccontarvelo con una recensione esaustiva.

c Commenti

copertina

L'autore

autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, nel 2002 è cofondatore di MX. Il sito parte per gioco ma diventa una parte sempre più importante della sua vita insieme a lavoro, famiglia e troppi altri interessi: questo lo costringe a rimandare continuamente i suoi piani di dominio sul mondo.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...