Ultime recensioni

img

Rogue Legacy 2

di Győző Baki / Baboy P 9 mag 2022
Rogue Legacy 2 sceglie un approccio cauto, non andando a stravolgere quelli che sono gli elementi alla base della saga, ma espandendo e migliorando quasi ogni elemento del titolo: la folle varietà dei personaggi giocabili e dei mondi generati, le rifiniture al look e ai comandi, ma anche un endgame migliorato. Ne paga le conseguenze forse un po' l'accessibilità, perché per ovviare alla relativa facilità dei boss del primo capitolo, questi combattimenti sono stati resi molto ostici anche per i veterani del primo episodio. C'è però la possibilità di adattare difficoltà e altri parametri alle nostre necessità. Perseverare alla difficoltà standard comunque è molto soddisfacente e ci invoglia a giocare continuamente: per questo Rogue Legacy 2 ha tutte le carte in regola per rimanere un ospite fisso dei vostri hard disk nei mesi a venire. 8.7
img

Loot River

di Győző Baki / Baboy P 3 mag 2022
Dietro un look non troppo originale ma certamente accattivante, ed un comparto sonoro davvero riuscito, si nasconde un roguelike con meccaniche alquanto peculiari, dove il giocatore può spostare il suolo sotto i propri piedi oltre a numerose altre mosse di combattimento, creando sfide davvero insolite e anche qualche divertente puzzle simil-Tetris. Il pieno potenziale di Loot River non è però realizzato, perché il sistema di combattimento di stampo souls-like non è così preciso o divertente come si poteva pensare. Si tratta comunque di un titolo originale e divertente, pur peccando di ripetitività, capace di catturare l'attenzione grazie alla sua resa artistica e alle infinite possibilità che ci dona il lo stick destro per controllare il terreno. Vista la sua presenza nel Game Pass, vale la pena di dargli una chance. 7.6
img

Slipstream

di Győző Baki / Baboy P 18 apr 2022
Slipstream replica al meglio molti degli elementi visivi e di gameplay che hanno reso giochi come Out Run indimenticabili. Il gameplay non avrà il feeling di guida dei migliori esponenti del genere, ma cerca di compensare con la quantità notevole di modalità di gioco e la presenza del multiplayer, seppur solo locale. Resta qualche perplessità sulla difficoltà incostante, ma il titolo di Ansdor Games sa essere davvero adrenalinico e nostalgico, e al conveniente prezzo di lancio di 8,99 Euro mi sento di consigliarlo caldamente a tutti gli amanti dei giochi di guida retrò. 7.8
img

Dawn of the Monsters

di Győző Baki / Baboy P 15 apr 2022
Dawn of the Monsters riesce nell'intento di portare enormi kaiju e robottoni a combattersi in scenari urbani, tra scazzottate atomiche e grattacieli che vanno giù come tessere del domino. La sensazione di controllare colossi giganteschi è ben trasmessa dal "peso" dei pugni e calci sferrati, anche se per il resto si discosta poco dai canoni di un genere che di recente ha saputo rinnovarsi un po' di più con titoli come Streets of Rage 4 e Battletoads, e non riesce nemmeno a toccarne le vette qualitative. Insomma, il gameplay non è poi così ispirato, con la presentazione stile manga e la grandezza di questi combattenti che tappano solo in parte le falle del titolo. 6.8
img

Road 96

di Alessandro Rindolli / Marius Vader P 14 apr 2022
Road 96 è la letteratura del viaggio, nella sua essenza principale. L'opera di DigixArt oltre che essere un'ottima avventura in soggettiva, con elementi da rogue-like perfettamente amalgamati, è un'esperienza travolgente. Con i suoi momenti intimi, pone saggiamente da parte l'idea di mettere in scena un grande racconto epico. Entrare nel mondo di Road 96 vuol dire aprire un'antologia degli anni ‘90, con la sua musica e il suo stile, mentre viviamo attraverso gli occhi di questi ragazzi il passare di un'estate magnifica, sotto i raggi del sole e la bellezza delle stelle. Il motore del gioco assemblato da DigixArt funziona, grazie a un sistema che rende ogni viaggio un'esperienza unica, premiando il giocatore con il desiderio di rigiocabilità, complice la libertà di scelta che il gioco offre. Certo, alcune tematiche non sono approfondite abbastanza, ci sono imperfezioni grafiche e il sistema di transizione tra i vari stage a volte si intoppa, ma poco importa. Perché mentre vi trovate sul ciglio della strada, a fantasticare un futuro migliore, con attorno a voi il destino di Petria che prende forma, bramerete che quel viaggio non finisca mai. Vorrete rigiocarlo, completare al 100% ogni possibilità, conoscere ogni sfumatura di questo mondo. Ed è questo forse uno dei più grandi pregi di Road 96: mettere la vostra meta al secondo posto, e rendere invece il viaggio l'esperienza protagonista. Quindi, indossate lo zaino in spalla e mettetevi in marcia. Riposate quando potete, mangiate appena ne avrete la possibilità, non perdete mai di vista il vostro obiettivo, ma soprattutto… pensateci bene prima di chiamare un taxi. Non si ha mai la certezza di chi so potrebbe incontrare. Io vi ho avvertito. 8.0
img

LEGO Star Wars: La Saga degli Skywalker

di Mirko Rossi / Thor P 10 apr 2022
LEGO Star Wars: La Saga degli Skywalker rappresenta senza ombra di dubbio un punto di svolta per i giochi basati su licenza LEGO. Le novità introdotte da TT Games permettono al nuovo capitolo di lasciarsi alle spalle buona parte degli elementi obsoleti presenti nelle ultime versioni e, cosa ancora più importante, di proporre un gameplay capace di soddisfare praticamente qualunque tipologia di giocatore, dai più giovani che non conoscono nulla della saga ai fan che potrebbero recitare praticamente tutti i copioni a memoria. Un'esperienza capace di regalare tantissime ore di divertimento, ma che deve inevitabilmente fare i conti con l'inspiegabile assenza di una componente cooperativa online e con alcuni elementi che, nonostante l'impegno profuso, non riescono a dare un apporto sensibile al bilanciamento generale. Si tratta fortunatamente di difetti perdonabili e che, una volta impugnato il pad da soli o in compagnia di un amico, passano rapidamente in secondo piano per lasciare spazio al miglior videogioco a mattoncini realizzato finora. 8.5
img

Stranger of Paradise: Final Fantasy Origin

di Andrea Giuliani / Linker360 P 7 apr 2022
Stranger of Paradise: Final Fantasy Origin è un gioco che aveva un grande potenziale ma non è stato in grado di sfruttarlo al meglio. L’idea di base è intrigante, ma la storia viene rovinata da un susseguirsi di eventi quasi casuali e frettolosi che lasciano il giocatore confuso, mentre i cinque protagonisti risultano delle macchiette fin troppo anonime sia in termine di design che di caratterizzazione. Il finale risolleva la situazione ma non riesce a giustificare il problematico viaggio fatto per arrivarci. Anche il comparto tecnico non rende giustizia all’avventura di Jack e compagni risultando fin troppo datato, specialmente sulle attuali console. Vale comunque la pena giocarlo per il gameplay non proprio originale (buona parte è ripresa da Nioh) ma comunque solido e in grado di dare grandi soddisfazioni, inoltre se non siete avvezzi al genere souls-like può essere un eccellente punto d'ingresso. 6.7
img

Tiny Tina's Wonderlands

di Matteo Merlano / maguzzolo P 4 apr 2022
Come ultimo arrivato tra i membri della prestigiosa saga Borderlands, Tiny Tina's Wonderlands non sfigura di certo. Non è un Borderlands 4 e non ne ha l’ambizione, andando a riprendere nella sostanza tutte le principali meccaniche del suo predecessore. La rilettura in chiave fantasy si rivela comunque un’idea vincente: azzardata forse in teoria, ma nella pratica assolutamente naturale e ideale per valorizzare quella componente di role-playing game (senza troppe pretese) che è parte integrante di questa IP e che nel recente passato era forse finita un po’ in ombra. Si poteva introdurre qualche innovazione più marcata al gameplay loop? Forse. Si avverte la mancanza di una campagna capace di avvincere davvero il giocatore? Sicuramente. Ma al tempo stesso Tiny Tina's Wonderlands riesce benissimo in quegli elementi che sono il marchio di fabbrica della serie: una scrittura talentuosa che garantisce dialoghi spassosi e irriverenti, un gunplay appagante e vario ed un end-game che difficilmente viene a noia, alimentato dalla ricerca di loot sempre più prestigioso e potente. 7.5
img

Shredders

di Davide Mapelli / MAPO78 P 21 mar 2022
Shredders è un indie ambizioso, caratterizzato certamente da qualche spigolo di troppo che tende a farlo sembrare un po' grezzo e meno ottimizzato di quanto mi sarei aspettato, ma che ha una gran dote, ossia quella di offrirci un gioco di Snowboard che trasmette passione per questa disciplina. Il sistema di controllo è profondo e complesso, per alcuni potrebbe essere troppo impegnativo, ma se avrete la pazienza di superare qualche fallimento di troppo saprà regalarvi soddisfazioni e tanto divertimento sia da soli che in compagnia. Il Game Pass potrebbe essere poi la rampa perfetta per il gioco di FoamPunch, capace di offrirgli un enorme bacino di utenza e magari chissà, col giusto riconoscimento, potremo averne un seguito più curato e rifinito. 7.0
img

Tunic

di Győző Baki / Baboy P 16 mar 2022
Tunic è finalmente arrivato, e non voglio girarci attorno: non delude assolutamente le aspettative. Forse alcuni elementi di design legati ai combattimenti mi hanno lasciato un pochino perplesso, ma nemmeno questi sono stati capaci di rovinare una delle esperienze indie più memorabili, profonde e misteriose degli ultimi anni. Dietro a un look carino e simpatico e meccaniche di gioco che ricordano The Legend of Zelda, si nasconde infatti un gioco profondo, variegato e affascinante, capace di rivelare nuovi volti anche tante ore dopo il finale. Il nuovo titolo di Andrew Shouldice e Finji entra così di diritto nell'olimpo degli indie games, e ne discuteremo ancora a lungo per anni a venire. 9.0
img

Elden Ring

di Mirko Rossi / Thor P 13 mar 2022
Elden Ring è la naturale evoluzione del percorso di crescita di From Software. Un action-gdr che incanala tutta l’esperienza accumulata dagli sviluppatori nel corso degli anni e che abbraccia senza lasciarsi contaminare le meccaniche open world più tradizionali, per dare vita a un’avventura epica capace letteralmente di risucchiare il giocatore per tante, tantissime ore. Il gameplay affinato nel corso degli anni si sposa alla perfezione con la libertà di azione concessa al giocatore dagli sviluppatori, che non prendono mai davvero per mano il protagonista lasciandolo libero di vivere la propria avventura dall’inizio alla fine. Un’opera sontuosa e imperfetta, che nonostante i passi in avanti fatti non riesce a eliminare del tutto alcuni dei difetti che, da sempre, accompagnano le produzioni della software house guidata da Hidetaka Miyazaki. Difetti che innegabilmente impediscono al gioco di raggiungere la perfezione ma che, a conti fatti, non possono in alcun modo ridimensionare la portata di un capolavoro destinato non solo a lasciare un segno indelebile nel mondo dei videogiochi, ma anche a settare nuovi standard per il genere dei souls-like, e soprattutto, per quello degli open world. 9.2
img

WWE 2K22

di Luca Di Lullo / KIDNEYONE P 13 mar 2022
WWE 2K22 riesce a dare nuova linfa e dignità ad un franchise molto amato, facendoci dimenticare il passo falso del precedente episodio. Il nuovo motore grafico, il gameplay ricreato quasi da zero, la ricchezza dell’offerta e l’atmosfera generale che si respira nel gioco riescono a mettere all’angolo quelle piccole imperfezioni sulle quali c’è sicuramente ancora da lavorare. La base di (ri)partenza è, quindi, decisamente solida e Visual Concepts merita il nostro plauso come studio finalmente degno di portare avanti il futuro del franchise WWE. 8.0
img

KungFu Kickball

di Győző Baki / Baboy P 8 mar 2022
[CONCLUSIONE] KungFu Kickball avrebbe tutte le carte in regola per essere il party game perfetto, combinando l'azione al cardiopalma a scorrimento laterale di Smash Bros. con una formula calcistica acrobatica in stile Rocket League. Purtroppo però la profondità e la varietà non sono nemmeno lontanamente paragonabili a tali colossi, e ne paga la giocabilità che già dopo un paio di partite dà l'impressione di aver mostrato tutto quello che può offrire. L'assenza di una vera modalità storia, la qualità non eccelsa dell'IA e una community online pressoché inesistente non aiutano, dunque mi sento di consigliarvi il gioco solo ed esclusivamente se avete già un gruppo di amici con cui giocare. 6.5
img

Cyberpunk 2077

di Giuseppe Genga / Neural P 2 mar 2022
La versione "definitiva" per console di Cyberpunk 2077 si è fatta attendere a lungo, ma ne è sicuramente valsa la pena. Quello che era comunque un gioco assolutamente consigliabile oltre un anno fa grazie ad uno splendido storytelling, un city-building eccezionale ed un gameplay vario seppur non privo di problemi, risulta ora maggiormente rifinito, arricchito e finalmente con prestazioni e visuali degne delle nuove console. Non mancano purtroppo le sbavature ed alcuni problemi residui, e questo è imperdonabile per una produzione di questo tipo che ha potuto contare su un anno di patch, ma rimane comunque un eccellente RPG in prima persona, ambientato in un mondo retro-sci-fi affascinante e ricco di cose da fare e avvincenti storie da vivere. Se avete una Xbox Series X o S e non l'avevate ancora giocato, non c'è momento migliore per farlo; se invece l'avete già completato da mesi, vale senza dubbio la pena di rifare una capatina nella Night City tirata a lucido dai ragazzi di CD Projekt RED. 9.3
img

ELEX II

di Alessandro Rindolli / Marius Vader P 1 mar 2022
ELEX II è esattamente quello che ci si aspetterebbe da un titolo Piranha Bytes. Un gioco vasto, libero e coinvolgente, ma allo stesso tempo rozzo e imperfetto. Elementi sopraffini si scontrano con verità amare, dettate da un comparto tecnico zoppicante e una IA nemica ridotta all’osso, in un continuo ottovolante fatto di emozioni contrastanti. C’è la possibilità che il gioco vi coinvolga profondamente, tenendovi incollati per decine e decine di ore, rendendo difficile staccarsi. Eppure c’è anche la possibilità concreta di odiare il gioco, per la sua costante imperfezione e quella difficoltà punitiva, che specialmente nelle prime fasi, vi metterà alla prova. Quello che posso assicurarvi è che, sotto la sua natura contraddittoria, pulsa violentemente un gioco creato con il cuore. 7.5