MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox




F1 2017
copertina

Recensione - F1 2017

Codemasters si presenta puntuale anche quest'anno all'appuntamento con la Formula Uno, offrendoci con F1 2017 una serie di novità ed un gradito ritorno al passato. Analizziamolo insieme.

Il Gioco

La storia dei videogiochi è costellata di titoli di automobilismo, un matrimonio indissolubile nato nelle prime sale giochi. Quelli che hanno visto nascere videogiochi dell’era moderna, ricordano ancora l'ebbrezza della velocità in videogame 2D dove solo la nostra fantasia poteva trasformare pochi pixel in scintillanti bolidi. Di anni ne sono passati tantissimi, e la tecnologia ha fatto passi da gigante introducendo ad ogni passo una nuova simulazione sempre più convincente. E questo F1 2017 incarna la migliore simulazione possibile dell’affascinante mondo della velocità a quattro ruote. La stabilità di sviluppo, al netto dei cambiamenti regolamentari che vanno implementati ogni anno insieme all'introduzione di nuove livree e geometrie, ha permesso anche di aggiungere un po' di poesia con l’introduzione della possibilità di correre su vecchie, intramontabili glorie della storia della Formula 1 come la Mclaren MP4/4, la Williams FW14B, la Ferrari F2002 e tante altre.

La presenza di queste macchine rappresenta una straordinaria occasione per vivere l’evoluzione della tecnologia di questo sport automobilistico, saggiandone sia le differenze dal punto di vista dinamico che, cosa importantissima per gli appassionati, del sound e delle dotazioni delle auto. La fruizione di questa deliziosa aggiunta è anche ben inserita nel flusso di gioco della modalità Carriera e delle prove a tempo con modalità di gara diversificate, permettendoci di mettere alla prova i bolidi storici in diversi contesti. In particolare nella modalità Carriera le gare sono un gradito diversivo dalla monotona ricorrenza dei weekend di gran premio.

I weekend di gara sono anch'essi stati arricchiti di componenti che costituiscono ormai una parte fondamentale della moderna Formula 1, quali lo sviluppo della vettura e la gestione delle componenti prima, durante e dopo il weekend. Per il primo, in continuità con la precedente versione, è necessario accumulare punti sviluppo con il completamento dei programmi di prove ed il raggiungimento di buoni risultati nelle competizione. E’ invece cambiata molto la modalità di scelta dello sviluppo delle vettura, che adesso segue un albero decisionale per le varie componenti permettendo una maggiore scelta rispetto alle singole componenti; queste sono comunque vincolate in una dipendenza funzionale che rende più profonda ed interessante questa parte tattica della competizione. Ulteriore profondità viene aggiunta dalle incognite dello sviluppo che possono protrarre nel tempo la disponibilità delle modifiche e quindi bloccare lo sviluppo della macchina, esattamente come avviene durante la stagione reale. Segue la stessa traccia di realismo anche l’usura delle componenti del motore, sia in gara che nelle prove: tutti i macro-componenti delle moderne power unit sono sottoposte ad un'usura che è ulteriormente aumentata dallo stile di guida, dalle situazioni di gara nonché dal grado di sviluppo della vettura.

MX Video - F1 2017

Prima di ogni weekend di gara è opportuno valutare le condizioni dei vari componenti valutando attentamente il loro stato e la vita residua di ognuno di essi; è possibile così sostituirli con uno dei quattro set di componenti disponibili per assicurarsi un rendimento standard. Purtroppo, come spesso accade anche nella realtà, anche componenti apparentemente in efficienza vengono sollecitati e possono rompersi o, semplicemente, non funzionare in maniera corretta. Dunque in prova o in gara può arrivare la segnalazione dai box che qualcosa non va, come il cambio che perde una marcia o il motore che cede in potenza. Tutte queste variabili, inclusa la gestione degli pneumatici e del consumo di carburante, mantiene costantemente alta l’attenzione e contribuisce a rompere una monotonia che nelle precedenti versioni poteva impossessarsi della modalità Carriera spegnendo ogni entusiasmo.

Il resto del gioco è rimasto più o meno lo stesso dello scorso anno, sia in termini di modalità di gioco che di dinamica della rivalità con il proprio compagno di squadra, con i relativi rapporti con la squadra. Ci sono le modalità a tempo, la possibilità di fare gran premi singoli (con o senza prove libere e cronometrate) e, immancabile, la modalità multiplayer con, anche in questo caso, la possibilità di utilizzare le macchine della storia recente della Formula 1 su tracciati ricavati da sezione dei circuiti presenti nel gioco.

Amore

Ci vuole un fisico bestiale

- F1 2017 non presenta solo un aspetto grafico impeccabile, frutto di continui miglioramenti anno dopo anno ma, finalmente, una fisica e strategia pienamente aderenti alla realtà della Formula 1, fatta di mille piccole sfumature e di tanta cura per i dettagli. E' un gioco in cui non si vince solo col il piede pesante ma con testa, cuore e anima per curare ogni piccolo dettaglio di ogni singola gara.

Giocare con i sentimenti

- Inserire quelle che sono state, negli ultimi anni, le auto vincenti che hanno caratterizzato le varie stagioni della Formula 1 nell’alternarsi delle regolamentazioni tecniche solletica le corde più profonde degli appassionati. Poter sentire il sound diverso dei vari V12, V10, V8 che hanno dominato i campionati mondiali permette di assaporare anche la diversità di guida e tenuta di strada e ricordare le gesta di piloti che non ci sono più.

Operazione diversificazione

- Uno dei punti più deboli della serie F1 era la rigiocabilità per coloro che sono meno che super appassionati e non trovano divertente fare giri su giri, cercando il limite, provando un settaggio, un tipo di gomma o una staccata al limite. Questa volta la profondità della modalità Carriera è molto più elevata, le modalità di gioco variano grazie all’inserimento delle gare su invito e tutto questo allarga anche agli appassionati meno maniaci la platea dei potenziali acquirenti del gioco.

Odio

Rientro ai box

- Nonostante non sia il primo F1 che Codemasters realizza, ho sempre trovato la scena del rientro ai box come qualcosa di costantemente mal riuscito. Sembra che ad un certo punto tutto si velocizzi come quando, in streaming, si perdono dei frame che vengono recuperati furiosamente dal player per mantenere il timing della scena. Non ci siamo proprio, e quello che maggiormente stupisce è che la differenza tra frenare da 80km/h a zero è così diverso in pitlane rispetto alla pista.

Guardarsi intorno

- Mi chiedo a cosa serva l’opzione guardarsi intorno durante la permanenza nell’ospitalità, mentre quelle che sembrano quasi delle statue di cera dei vari membri delle squadre accennano qualche raro movimento e noi siamo costretti ad accedere al PC per entrare in pista. Magari in futuro sarà espanso con una maggior vitalità e la possibilità di interagire e dialogare con i membri della squadra, con la possibilità di muoversi liberamente; al momento, però, rimane solo un inutile orpello.

Tiriamo le somme

F1 2017 si conferma come uno dei migliori giochi di Formula 1 mai realizzati, non solo per fedeltà dinamica e visuali ma, finalmente, anche grazie ad un gameplay più profondo e variegato. Codemasters può ancora lavorare per rifinire qualche dettaglio di contorno, ma se amate la F1 questo è il gioco da prendere quest'autunno.
8.8

c Commenti (1)

copertina

L'autore

autore

Nato nel 72, cresciuto ad insalate di matematica e libri di cibernetica non poteva che sviluppare una naturale inclinazione verso tutto quello che è tecnologia. Ha iniziato a giocare a Radar Rat Race sul Vic-20, a International Soccer su C64 e da quel momento in poi non ha mai tradito la sua passione, passando per quasi tutte le piattaforme di gioco e finendo ancor oggi per consumare tutto il suo tempo libero tra hobby e lavoro. Sperando che prima o poi coincidano perfettamente: ci siamo quasi.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
caricamento Caricamento commenti...