MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Xbox 360
copertina

La Xbox che verrà (prima parte)

Uno sguardo alla console Microsoft di prossima generazione tra rumors e dati ufficiali (Parte 1)




Il countdown è iniziato da molto tempo ma Microsoft è rimasta finora abbottonatissima sulla console che avrà il compito di proiettare nel futuro il marchio Xbox. In attesa del debutto ufficiale, prevista a maggio durante la fiera losangelina dell'E3, possiamo farci un' idea di cosa aspettarci basandoci sulle (molte) voci e (pochi) dati ufficiali che hanno inondato la rete nei mesi passati.

Per ora genericamente indicata dalle fonti ufficiali come "next generation console" oppure col suo nome in codice Xenon, è da tempo iniziato lo stillicidio di rumor sulla rete che fanno, ogni volta, sobbalzare i fanatici della console crociata. Questo articolo tenterà di mettere ordine su quello che è certo e quello che non lo è, arricchendo quando necessario con la nostra opinione a riguardo. Ovviamente, soprattutto rumors e opinioni sono tutt’altro che certezze ma libere deduzioni su quello che pensiamo sarà all’interno della nuova console Microsoft.

GDC Report

Iniziamo dalle certezze, ossia quello che si sa di ufficiale sulla console. Durante l' edizione 2005 del GDC (Games Developers Conference, una importante conferenza americana dedicata agli sviluppatori di videogiochi), il vicepresidente di Microsoft J. Allard ha dichiarato che una serie di nuove caratteristiche della console di prossima generazione traghetteranno giocatori e sviluppatori verso quella che ha definito la "HD Era", ossia l'era dell'alta definizione, probabilmente intesa non solo in termini di grafica ma come qualità complessiva dell'esperienza di gioco.

L’ HD Era si concretizza, come un passaggio netto dalla 3D Era, in alcuni cambiamenti radicali descritti dai seguenti punti:

  • L’on-line come una necessità e non più una novità
  • Divertimento personalizzato e non più di massa
  • Wireless
  • Multipiattaforma
  • Contenuti sul disco e anche on demand
  • Il gioco come creatore di comunità e non come consumatore delle stesse

Questa visione si realizza attraverso tre punti chiave: l’hardware, il software e i servizi. Microsoft è assolutamente determinata a dare il massimo in tutti e tre questi settori per offrire ai giocatori il meglio del meglio. Un hardware potentissimo e progettato appositamente per le esigenze di sviluppatori e giocatori, un solido software di supporto (come una sorta di sistema operativo) che permette ai giocatori di godere di una serie di servizi di base in tutti i giochi ed Xbox Live, il servizio di gioco online più avanzato in circolazione, dovrebbero garantire il pieno successo dell'operazione. A questo si unisce XNA, la tecnologia che Microsoft ha sviluppato per unificare e facilitare al massimo lo sviluppo di videogiochi sia sulla piattaforma PC che su Xbox consentendo il facile porting dei titoli da una piattaforma all'altra (Xbox Live, ad esempio, arriverà anche su PC), e che dovrebbe garantire un grande supporto da parte di tutti gli sviluppatori già dai primi giorni di vita della console.

Se ci si poteva aspettare una mossa simile sul software, terreno di leadership ed innovazione nativo di Microsoft, l’hardware non poteva essere da meno e quindi Microsoft, con IBM ed ATI, ha costruito una macchina che Allard definisce “un mostro” di potenza, arrivando a dichiarare che può raggiungere potenze di calcolo dell'ordine di un Teraflop, ossia mille miliardi di operazioni al secondo (l'attuale Xbox, per confronto, raggiunge più o meno un decimo di tale velocità, ossia 100 GigaFlop).

  • img
  • img
  • img

Ma la cosa che differenzia il disegno della società di Redmond da quella di Sony è che l’hardware è stato pensato sempre con gli sviluppatori di giochi in mente. Niente di troppo scientifico e troppo incentrato sul processore: per Microsoft è la piattaforma nel suo complesso che vince. Ed una buona piattaforma non può fare a meno di alcuni servizi di base che consentano di connettere, attraverso una esperienza coerente, i giocatori ai giocatori, gli sviluppatori ai giocatori creando una economia on-line.

Ed è proprio questo il primo segreto svelato della prossima generazione di console: la "Xbox Guide".

E' la "Guida" di Xbox 2, ossia l'equivalente della Dashboard della console attuale, che nella prossima generazione assumerà la conformazione di un applicazione sempre presente e richiamabile indipendentemente dal gioco in esecuzione. Alcune delle caratteristiche di questa sorta di ambiente operativo, particolarmente rivolte al servizio Xbox Live, saranno:

  • Gamer Cards - Una specie di "carta di identità" del giocatore su Xbox Live, che permetterà di dare uno sguardo in dettaglio a tutti gli utenti Live, con la possibilità di cercare quelli della nostra nazione, con gli stessi interessi e così via. Gli utenti potranno scegliere anche un proprio avatar da usare nei giochi Live, come si usa sui forum online.
  • Marketplace - Una locazione unica nella quale ricercare gli aggiornamenti scaricabili dei giochi, navigabile per genere, gioco ed altri modi. Nel Marketplace sarà possibile reperire tutti i contenuti realizzati dagli sviluppatori dei giochi ma anche quelli realizzati dai giocatori stessi, per i giochi che supporteranno tale funzionalità. Immaginate di realizzare una mappa multiplayer per un gioco online e metterla a disposizione di tutti i giocatori: una possibilità unica che finora è stata di dominio esclusivo del mondo PC, ora arriverà anche su console come uno standard.
  • Micropagamenti - Gli sviluppatori potranno usare prezzi microscopici per i contenuti scaricabili a pagamento: una macchina speciale per un gioco di corse potrà costare ad esempio anche 0,99 Euro/Dollari, rendendo così accessibili questi download a tutti i giocatori.
  • Playlist personalizzate - Gli sviluppatori non dovranno più gestire nei loro giochi le colonne sonore personalizzate dagli utenti: per qualsiasi titolo i giocatori potranno decidere se usare la colonna sonora fornita dagli sviluppatori oppure utilizzare le musiche personali presenti nella console.

Queste sono le novità mostrate al GDC e non sono poche! L’enfasi sulle possibilità di questo approccio, sulla facilità con cui coinvolgere l’utente nell’esperienza di gioco, sulla possibilità di facilitare lo sviluppo di contenuti senza cambiare ogni volta metodi e procedure ci fa pensare che quello che abbiamo visto è solo la punta dell’iceberg.

  • img
  • img
  • img

Rumori di fondo dal web

Armati di muta termica, immergiamoci ora nell'oceano di rumors relativi ad Xbox 2 andando a scoprire tutte quelle caratteristiche che Microsoft potrebbe rivelare all’E3 e che invece sono state rivelate (o inventate) sul web da fonti più o meno attendibili ma sempre rigorosamente non ufficiali: la parte sommersa dell’iceberg.

  • Hard Disk opzionale
    Da molto tempo sulla rete si vocifera della mancanza di un hard disk sulla nuova console, che si ipotizzava avesse comunque diversi MB di Flash RAM per il caching dei dati di gioco ed i download. Solo negli ultimi tempi si è fatta pressante la voce secondo la quale l'hard disk sarà reso disponibile come un accessorio, collegabile alla console ma anche utilizzabile separatamente: connesso ad un PC sarebbe capace di immagazzinare files MP3 e WMA per poi riprodurli tramite cuffia esattamente come molti dei player ora disponibili. Proprio per quest’ultima caratteristica verrebbe visto come un serio antagonista del famosissimo iPod di Apple, ed infatti molti fan gli hanno già affibbiato il nomignolo di xPod. Alcuni rumors più recenti però vedrebbero abbandonare questa ipotesi, con l'hard disk che diventa semplicemente una sorta di "maxi memory-card" trasportabile da una console all'altra, ed assolutamente non obbligatorio per l'esecuzione dei giochi Xbox. C'è addirittura chi suggerirebbe che il dispositivo consentirà di copiare su hard disk i giochi per una esecuzione più veloce e che sarebbe venduto con già precaricata una versione migliorata di Halo 2, ma l'attendibilità di tali voci è altamente discutibile.
  • Pulsanti dorsali
    Microsoft avrebbe ascoltato i giocatori che trovano di scomodo utilizzo i pulsanti bianco e nero, e si preparerebbe ad eliminarli dal joypad di prossima generazione. Saranno sostituiti da due pulsanti dorsali posti sul retro del controller, sopra la posizione dei due grilletti. Una soluzione molto simile a quella adottata da Sony nel suo controller Dual Shock.
  • Alta definizione
    Ovviamente che "HD Era" sarebbe senza il video in alta definizione? Bene, sembra che la console sarà dotata nativamente di output in alta definizione, e che tutti i giochi avranno come risoluzione minima 780p. Ovviamente sarà possibile collegarla anche ad una TV classica, e la console penserà a ridurre automaticamente la risoluzione allo standard "low definition".
  • Wireless controllers
    Non può mancare una delle cose che il mercato ha già chiesto ed ottenuto come accessorio dall’attuale generazione di console. Sembra che i joypad senza fili costituiranno la dotazione standard della Xbox di prossima generazione, ed a conferma di questo rumor abbiamo identificato una finestra di avvertimento relativa alle batterie quasi esaurite del controller durante la presentazione della Xbox Guide di J.Allard al GDC. I cavi spariranno per sempre oppure si manterrà la compatibilità per i giocatori allergici alle batterie ricaricabili?
  • Webcam USB
    Una videocamera in dotazione di serie con la console che permetterà la chat video online ma anche nuove possibilità nei giochi: inserire la propria immagine all'interno della grafica dei titoli, oppure utilizzare giochi studiati appositamente per la videocamera sulla falsariga dell'EyeToy di Sony. Sembra perfettamente in linea con i principi che sono alla base del progetto e consentirebbe di creare comunità come poco altro.
  • Wi-Fi
    Sembra che la console integrerà il supporto nativo alle reti senza fili, per facilitare ancora di più la connessione agli altri dispositivi informatici della casa. Questo permetterà di collegarsi ad Xbox Live, al proprio computer o ad impianti Windows Media Center senza l'intralcio dei cavi di collegamento e, chi lo sa, magari di poter anche giocare in LAN con i propri vicini di casa.
  • Niente Blu-ray o HD-DVD
    Sebbene per i fanatici della tecnologia sia una brutta notizia, sembra che l'ancora troppo elevato prezzo dei lettori DVD in alta definizione non consentirà l'integrazione all'interno della console, che quindi tornerà ad utilizzare i normali DVD. Per una console devota alla "HD Era" questo sarebbe un notevole controsenso e speriamo che, se vero, questo non la penalizzi alla lunga distanza soprattutto nei confronti degli appassionati di home cinema.
  • Connettività PC
    Microsoft sembra sempre più decisa a spingere l'interazione tra console e PC: alcune indiscrezioni la vorrebbero in grado di collegarsi via rete ad un PC per riprodurne i contenuti sia audio che video, o anche per utilizzarlo come Hard Disk remoto per la memorizzazione di salvataggi e contenuti scaricabili.
  • Demo scaricabili
    Stanchi di acquistare riviste per provare le versioni dimostrative dei giochi in uscita? Sembra che una delle caratteristiche della nuova console sarà quella di poter scaricare direttamente via Xbox Live le demo dei giochi per poterle giocare in tutta libertà. Questo sarebbe un grande incentivo per i giocatori all'adozione del servizio online e speriamo che questo rumor riesca ad avverarsi.
  • Sexy console
    Una delle caratteristiche più criticate della attuale Xbox sono le sue imponenti dimensioni che soprattutto nei primi tempi l'hanno resa vittima di sberleffi e scherzi sul web da parte di giocatori abituati a console di ben più ridotte dimensioni. Microsoft è rinomata per saper apprendere dai propri errori, e sembra determinata a realizzare una console assolutamente attraente, dalle dimensioni contenute e dall'aspetto ultratecnologico. Parrebbe che il colore dominante questa volta non sarà più il nero ma il grigio argento, e che i giocatori saranno in grado di personalizzarla con pannelli sostituibili, un pò come accade oggi con le mascherine dei telefonini.
  • Retrocompatibilità
    Argomento spinoso: molti vorrebbero che la prossima Xbox possa essere compatibile con tutti i giochi attuali, ma le profonde differenze hardware e dissapori con l'attuale produttore dei chip grafici nVidia sembrano porsi come ostacoli insormontabili per il raggiungimento di tale obiettivo. Una possibilità potrebbe essere l'emulazione software: Microsoft potrebbe avere tutti i mezzi per raggiungere l’obbiettivo: grazie alla software house Connectix, acquisita almeno un anno fa, dispone di una forte specializzazione nella creazione di ambienti di virtualizzazione (macchine di emulazione) e questo farebbe sperare che la tradizionale compatibilità col passato possa venire mantenuta. Ma un processo del genere richiede un grande lavoro e si potrebbe non riuscire ad ottenere la compatibilità completa con tutti i titoli, soprattutto con quelli più avanzati, per cui per ora non ci sbilanciamo aspettando gli annunci ufficiali che ci diranno definitivamente se potremo giocare con i nostri giochi attuali anche sulla prossima console.
  • Tre versioni
    Come abbiamo detto, c'è la possibilità che l'hard disk sia venduto come accessorio opzionale. Una delle indiscrezioni circolata sul web è quella che Microsoft potrebbe commercializzare tre versioni della console: una "liscia", senza hard disk e ridotta ai minimi termini, una dotata di hard disk, ed una terza chiamata per comodità "Xbox 2 PC" che rappresenterebbe il punto di incontro tra la console ed il PC: un computer compatto con sistema operativo Windows che integra tutte le funzionalità della console di prossima generazione e capace quindi di eseguire sia giochi ed applicazioni PC che quelli Xbox 2.
  • La pubblicità
    Fonti vicine a Microsoft hanno affermato che la campagna di lancio della console sarà qualcosa di assolutamente imponente e mai visto per un prodotto tecnologico di questo tipo. Sembra che dovremo aspettarci qualcosa come dieci volte tanto la potenza promozionale scatenata per il lancio di Halo 2, e se tanto ci dà tanto questo dovrebbe bastare ad assicurare il successo di vendite della console. Ma gli sforzi della casa di Redmond non saranno rivolti solo al periodo di lancio: ad esempio è già stato annunciato ufficialmente che Xbox 2 sarà la console ufficiale dei Mondiali di Calcio del 2006, e questo fornirà una incredibile spinta alla popolarità della console.

Quando?

Quando arriverà Xbox 2? Anche se Microsoft non si è ancora espressa ufficialmente in merito, tutti gli sviluppatori e publishers sono alacremente al lavoro per riuscire a completare i giochi di prossima generazione entro Novembre 2005. Questa sembra quindi la data più probabile di uscita della console in USA, e si fanno sempre più forti le voci che vorrebbero il lancio negli stessi giorni in Europa e qualche settimana dopo in Giappone. Se rispondente a verità, questo rappresenterebbe un primato nel mondo dei videogiochi, con un potenziale altissimo dal punto di vista della forza di impatto sul mercato.

Come?

Come si chiamerà la nuova console? Noi la chiamiamo per convenzione Xbox 2, ma sembra che Microsoft non voglia dargli questo nome per non farla sembrare numericamente inferiore alla futura Playstation 3 di Sony. Conosciuta finora con il nome in codice Xenon, una cosa è sicura: non sarà abbandonato il marchio Xbox. C'è chi si aspetta una Xbox Next, e chi crede maggiormente in Xbox HD, nome che sottolineerebbe l'appartenenza alla "HD Era" tanto cara ad Allard. Un altro dei nomi attualmente più rumoreggiati è Xbox 360, e noi crediamo che questo possa essere un buon candidato: il numero 360 ha un significato internazionale e comprensibile da tutti, e potrebbe fornire lo spunto per numerose campagne pubblicitarie, a partire dalla capacità della macchina di coprire a 360 gradi il mondo del divertimento domestico.

Quanto?

Il prezzo, argomento spinoso. Al lancio di Xbox in Europa, Microsoft commise l'errore di stabilire un prezzo troppo alto (479 Euro) per la console, vedendola così stagnare nei negozi. Dopo un mese decise di correre ai ripari deprezzandola di oltre 100 Euro, e le vendite iniziarono a decollare. Quindi c'è da aspettarsi che Xbox 2 abbia un prezzo assolutamente aggressivo per massimizzare l'impatto sul mercato. L'assenza dell'hard disk, se confermata, giocherebbe a favore di questa politica diminuendo i costi di produzione. Una fascia di prezzo ideale per il lancio sarebbe tra i 300 ed i 400 Euro, con successivi cali di prezzo a seguire (il primo dei quali probabilmente in corrispondenza del lancio della prossima console Sony) .

  • img
  • img
  • img

Coming Soon

Quanto detto è quello che potremmo aspettarci dalla console in termini di funzionalità e caratteristiche. Cosa manca? Ma ovviamente la cosa in assoluto più importante per una console: i giochi! Vi rimandiamo quindi alla seconda parte di questo dossier che sarà pubblicata nei prossimi giorni, e dove vedremo insieme quelli che saranno i giochi della prossima generazione. Ad maiora!


c Commenti

copertina

L'autore

autore

Nato nel 72, cresciuto ad insalate di matematica e libri di cibernetica non poteva che sviluppare una naturale inclinazione verso tutto quello che è tecnologia. Ha iniziato a giocare a Radar Rat Race sul Vic-20, a International Soccer su C64 e da quel momento in poi non ha mai tradito la sua passione, passando per quasi tutte le piattaforme di gioco e finendo ancor oggi per consumare tutto il suo tempo libero tra hobby e lavoro. Sperando che prima o poi coincidano perfettamente: ci siamo quasi.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...