MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Forza Horizon 5
copertina

Recensione - Forza Horizon 5Xbox Series X | S Xbox OneGame

La nuova opera motoristica dei britannici Playground Games, Forza Horizon 5, è finalmente pronta a tagliare il traguardo portando con sé le coloratissime e variegate ambientazioni messicane: Microsoft ci ha permesso di testare a fondo il gioco con una settimana d'anticipo sul lancio e siamo quindi pronti ad offrirvi la nostra opinione: allacciate le cinture e ¡vamos!
img

Il Gioco

Il Festival di Horizon è finalmente tornato, spostandosi stavolta in Messico ed arricchendo la nazione sudamericana con la sua incredibile mole di contenuti. Le prime fasi del gioco sono le stesse già viste in diversi video e che noi stessi abbiamo potuto provare in anteprima il mese scorso, con un aereo cargo che ci paracaduta letteralmente sulle affascinanti strade del Messico. Veniamo così subito a contatto con una delle caratteristiche principali di Forza Horizon 5, ossia i differenti biomi, diversissimi tra loro, che l'enorme mappa di gioco ci offre. Cominciamo la nostra corsa dalla bocca della Caldera, il grande vulcano che domina l'area di gioco, per poi perderci nel mezzo di una terribile tempesta di sabbia, passando poi per le rigogliose foreste disseminate di antichi templi Maya ed arrivando infine alle distese sabbiose della Baja California, dove ad attenderci troviamo il palco principale di questo quinto Horizon Festival, il tutto in un'introduzione davvero evocativa.

MX Video - Forza Horizon 5

Una volta giunti a destinazione possiamo creare il nostro avatar grazie ad un piccolo editor che ricalca quello visto nel capitolo scorso, ma aggiungendo qualche gradita opzione extra. Possiamo scegliere il nostro personaggio tra quelli disponibili, ma è possibile anche modificarne l'acconciatura, dotarlo o meno di arti prostetici, deciderne il pronome e la voce. Naturalmente in seguito potremo stravolgerne completamente il look grazie al gran numero di vestiti ed accessori di cui il gioco ci ricompenserà, e nulla ci impedirà di cambiarne completamente l'aspetto qualora lo vorremo. Dopo aver completato questa fase preparatoria, inizia il gioco vero e proprio con la parte iniziale che rappresenta una grande introduzione ai vari aspetti che da sempre compongono questa serie. Questa parte non può certo non cominciare dalla scelta della nostra prima autovettura: il gioco ci offre tre auto per iniziare, una Corvette Stingray, una Ford Bronco e la riedizione dell'iconica Toyota Supra. Qui possiamo sceglierne solo una, ma non disperate: tutte e tre le auto in questione saranno nostre e le due che non utilizzeremo andranno nel nostro garage, pronte ad essere utilizzate quando vorremo.

Forza Horizon 5 parte spingendo forte sull'acceleratore, e quale modo migliore per presentarci al pubblico messicano se non tramite una delle folli Esibizioni che da tempo caratterizzano questa serie? In questo caso dovremo sfidare lo stesso aereo cargo che ci ha precedentemente portato in gioco, correndo anche contro due motociclisti per le coloratissime strade di Guanajuato,con tanto di sorpresa finale quando uno dei due centauri abbandonerà la propria moto per sfidarci con la sua tuta alare, il tutto perfettamente in stile Horizon. Completata questa prima folle corsa il gioco continuerà a guidarci per mano offrendoci una panoramica delle molte attività che potremo intraprendere. Verremo quindi a contatto con le prime Storie Horizon, che sono composte da una decina di sfide per ognuna e che ci caleranno in diversi contesti. Le prime due che il gioco ci propone sono quelle dedicate alle Sfide Fotografiche e quella dedicata al Vocho, il classico Maggiolino della Volkswagen, che ci racconta l'importanza di questo iconico veicolo nella cultura Messicana. Proseguendo nel gioco troveremo molte altre di queste Storie, strettamente collegate alla nuova meccanica di sviluppo dell'Horizon Festival che vi illustrerò a breve. Questo enorme tutorial giungerà alla fine quando avremo accesso alla nostra prima abitazione, offrendoci finalmente quella totale libertà che è il fiore all'occhiello della serie Forza Horizon.

img
Finalmente potremo decidere liberamente cosa fare, partecipando ad una qualsiasi delle prime gare disponibili, affrontando le varie acrobazie o anche semplicemente visitando le meravigliose strade che l'enorme mappa di gioco, grande una volta e mezza quella di Forza Horizon 4, ci offre. Completando una qualsiasi delle tante attività che il gioco ci propone otterremo i classici Punti Esperienza, oltre agli irrinunciabili crediti che ci faranno salire di livello sbloccando ogni volta una Ruota della Fortuna che potrà donarci, come da tradizione, ricompense in crediti, capi di abbigliamento o addirittura nuove automobili. Otterremo anche i Punti Riconoscimento, un nuovo sistema di punteggio che si rivela indispensabile per espandere il nostro Festival e che ci introduce ad un'ulteriore novità: le Spedizioni. Queste ci vedono esplorare le varie aree della mappa per sbloccare nuovi Avamposti del nostro Festival che ci daranno accesso a nuovi eventi. Ogni Avamposto ha una propria specializzazione dedicata ad uno dei vari tipi di gare di cui Forza Horizon 5 è composto. Ad esempio, quello sbloccabile sulle meravigliose strade costiere di Tulum è dedicato alle gare su strada, quello posizionato tra i templi Maya alle gare Off Road e così via. Per completare queste Spedizioni dobbiamo ascoltare i consigli di Ramirez, uno dei molti personaggi che incontriamo durante il festival, raggiungendo una determinata zona e compiendo tutte le mini-sfide in essa contenute per raggiungere il nostro obiettivo. Non si tratta di vere e proprie gare, ma piuttosto quasi di viaggi turistici che ci faranno conoscere vari aspetti dei molti biomi che compongono l'area di gioco in una maniera assolutamente godibile e suggestiva.

Le Spedizioni sono il primo tassello di quella che è definita l'Avventura Horizion, che altro non è che la “storia” vera e propria alla base di questo capitolo. Completando gli eventi che ognuno degli Avamposti ci offre andremo a sbloccare nuove gare, nuove Storie Horizon coi relativi e spesso strampalati personaggi, nuove e folli Esibizioni fino ad arrivare alle Finali del Festival, rappresentate dalle mastodontiche gare di cui abbiamo fatto già conoscenza nel capitolo scorso. Tornano quindi il Goliath, il Juggernaut, il Gauntlet e tutti quegli eventi che ci porteranno verso la fine della Storia alla base di Forza Horizon 5, che ci vedrà entrare in una vera e propria Hall of Fame, liberamente consultabile dagli altri giocatori, per suggellare le nostre imprese e consegnarci alla meritata gloria.

img
Naturalmente anche questo quinto capitolo porta con sé la presenza delle Stagioni che ci hanno deliziato in Forza Horizon 4, ma lo fa a modo suo, in maniera molto più dinamica e facendo nuovamente affidamento sulle grandi differenze ambientali che gli 11 biomi del Messico portano necessariamente con loro. Difficilmente troveremo le spiagge innevate d'inverno, limitando questa condizione alle zone montuose, o ancora nella stagione delle piogge non avremo scrosci in tutta la mappa, ma magari incontreremo forti temporali, se non vere e proprie tempeste tropicali, solo in alcune zone, mentre in altre continuerà a splendere il sole come è giusto che sia viste le dimensioni della mappa e il clima tropicale del Messico. Non mancano le stagioni ed, ovviamente, non possono di certo mancare gli eventi stagionali che ricalcano quelli visti nello scorso capitolo della serie e che vanno a creare la Playlist del Festival. Avremo quindi un buon numero di sfide che cambieranno col trascorrere delle stagioni - che dureranno come sempre una settimana - e che ci offriranno eventi di ogni tipo, dai mini-tornei di tre gare contro i Drivatar, alle sfide online come il Trial, passando per acrobazie, a particolari sfide di distruzione o ancora a vere e proprie cacce al tesoro in cui dovremo trovare alcuni forzieri nascosti nella mappa. Ogni missione compiuta elargirà dei punti e, come da tradizione, avremo due obiettivi principali che ci permetteranno di vincere nuove automobili che altrimenti non sarebbero disponibili, andando ad ampliare ulteriormente lo sterminato parco veicoli disponibile composto da oltre 520 mezzi.

img
Uno degli aspetti che decretò il successo di Forza Horizon 4 sul lungo periodo fu l'eccezionale supporto post-lancio che andò ad arricchirlo di svariati eventi e competizioni di ogni tipo. Tutti questi aspetti sono già presenti al lanvio in questo quinto capitolo, che quindi offre una mole di contenuti davvero spaventosa sin dal principio. Non manca l'Elimininatore, la particolare versione Battle Royale di Forza Horizon, così come è presente sin da subito il Super 7, una particolare serie di sette carte sfida create da utenti che, una volta compiute tutte, ci offriranno varie ricompense. Naturalmente potremo creare anche noi la nostra carta sfida ed offrirla a tutti gli altri giocatori, grazie ad un particolare tool che ci offrirà una enorme libertà creativa. Potremo decidere il tipo di sfida da compiere, dal semplice percorso da completare entro un determinato tempo, ai rilevatori di velocità, alle zone di derapata e così via, decidendo poi vari aspetti estetici come la stagione, l'ora del giorno ed il meteo, fino alla canzone di sottofondo tra tutte quelle disponibili. Potremo quindi deciderne il percorso e riempirlo di oggetti a nostro piacimento, come rampe di ogni tipo che ne influenzeranno l'attraversamento, o anche oggetti di contorno come bandiere, palchi del Festival, altri veicoli o oggetti particolarmente folli come birilli e pinata per rendere ancora più originale la nostra carta sfida per poi pubblicarla e renderla disponibile a tutti gli altri giocatori di Forza Horizon 5.

Una filosofia simile la segue anche il nuovo Event Lab che, sfruttando lo stesso tool di creazione, ci consente di creare la nostra gara per poi proporla al pubblico. Sarà sufficiente recarsi al punto di partenza di un qualsiasi evento disponibile per poterlo stravolgere creando il nostro percorso. Anche in questo caso potremo contare sulla totale libertà creativa, andando a creare una gara senza alcun limite ad eccezione del punto di partenza e della nostra fantasia. Potremo posizionare i checkpoint dove vorremo, deciderne anche la loro ampiezza rendendo più o meno impegnativa la competizione, arricchire il percorso di rampe o altri oggetti per movimentare ulteriormente la situazione, fino a creare modalità di gioco originali come un ibrido corsa/ bowling. A questo si aggiunge anche la modalità Rivali, disponibile per tutte le corse presenti nel gioco e che ci metterà contro ai fantasmi degli altri giocatori che hanno affrontato in precedenza quella stessa gara.

img
L'unico evento non riconfermato in Forza Horizon 5 rispetto al passato è il Forzathon, sostituito dal ben più movimentato Horizon Arcade; questo altro non è che una serie di tre eventi presenti in una o più aree della mappa. Sarà sufficiente recarsi nel luogo indicato per cominciare questa folle serie di competizioni assieme a tutti gli altri giocatori che si saranno recati nello stesso luogo, il tutto all'insegna del divertimento più sfrenato ed immediato che la serie ci abbia mai proposto. Potremo partecipare a mini-sfide che ci richiederanno di compiere salti di una determinata misura, o di mantenere una velocità di crociera, o ancora di compiere un certo numero di metri in retromarcia o ancora dovremo raggiungere un punteggio totale di acrobazie sommando quello di tutti i giocatori presenti, o di derapata, o ancora di abilità distruzione. Insomma, Horizon Arcade è un vero e proprio frullatore di divertimento all'insegna del gioco cooperativo, perfetto quando ci si vuole cimentare in qualcosa di davvero assurdo e sopre le righe votato interamente al puro divertimento.

Per quel che riguarda la componente online, avendo testato il gioco quando non era ancora disponibile pubblicamente ho avuto solo un pomeriggio per provare queste modalità insieme agli altri giornalisti e gli sviluppatori stessi del titolo. Anche in questo caso la parola d'ordine è divertimento, ma accompagnato anche da una sostanziosa dose di competizione. Come da tradizione potremo far parte di una carovana di 12 giocatori per poi decidere a quali attività partecipare, potendo cercarne una casuale, una di un nostro amico, o ancora del nostro Club o crearne una nuova per aprirla agli altri giocatori. Potremo anche partecipare a gare di ogni tipo tramite il classico matchmaking, decidendo se cimentarci in gare Open, in gare di Derapata, nella modalità Arena con le sue folli gare di Ruba Bandiera o Re della Collina e nel già citato Battle Royale rappresentato dall'Eliminatore. Ad eccezione dell'Avventura Horizon, che è l'unica parte del gioco interamente dedicata al single Player, ogni altro aspetto di questo gioco può essere affrontato in compagnia dei nostri amici o degli altri giocatori collegati. Per concludere, prima di passare alla nostra solita (e stavolta molto corposa) lista amore/odio, vale la pena di menzionare che, come per l'episodio precedente, anche questo presenta voci in inglese e testi e sottotitoli ottimamente localizzati in italiano.

img

Amore

¡Viva Mexico!

- La scelta dell'ambientazione messicana per questo Forza Horizon 5 sembrava inizialmente deludente (tutti volevano il Giappone, si sa), ma all'atto pratico si è rivelata semplicemente perfetta. I paesaggi che l'enorme mappa di gioco ci offre sono sensazionali e le differenze dovute ai diversi biomi che la compongono sono notevoli rendendo gli scenari sempre interessanti, meravigliosi anche solo da visitare magari per sbloccare tutte le strade o per trovare tutte le insegne bonus di cui la mappa è disseminata. Il contrasto tra le bianche spiagge di Tulum e della Riviera Maya, le lussureggianti foreste del Gran Pantano con le Cascate di Agua Azul, o ancora lo stupendo Copper Canyon ed i favolosi pendii della Gran Caldera per poi arrivare all'incontaminata Baja Californa senza dimenticare la bellissima e coloratissima Guanajuato e tutti gli altri piccoli insediamenti, fanno della mappa di Forza Horizon 5 la più bella, varia ed affascinante dell'intera serie. L'ormai celebre sistema stagionale, ora più dinamico che mai, ed il ciclo giorno/notte, non fanno altro che far risaltare la bellezza di questa nazione. Un vero e proprio tour in un paese meraviglioso che non mi stancherò mai di visitare.

Tecnicamente Impressionante

- Sebbene Forza Horizon 5 sia disponibile sull'intero ecosistema Xbox, e quindi tecnicamente un progetto cross-gen, mai come ora ho visto la bellezza e la potenza della tanto attesa next-gen, mettendo la parola fine alle inutili disquisizioni sul “rallentamento” del progresso tecnologico dovuto a console meno performanti rispetto all'ammiraglia di casa Microsoft. La mia prova si è svolta su Xbox Series X coadiuvata da un pannello OLED, e lo spettacolo offerto è qualcosa di stupefacente, specialmente considerando che stiamo parlando di un gioco open world, praticamente privo di caricamenti se non quelli fulminei non appena si comincia una gara. Il gioco ci propone due modalità visive selezionabili: la modalità Qualità, forte di una definizione nativa in 4K e di un frame-rate a 30 immagini per secondo, e la modalità Prestazioni che opta per una risoluzione dinamica che comunque arriva ai 4K e con un framerate di 60 fps, sempre fluido in qualsiasi occasione. Nella prima modalità la qualità dell'immagine è spaventosa ed anche il senso di velocità ottenuto è ottimo, nonostante i soli 30 fotogrammi per secondo. Questo grazie ad un sapiente uso del motion blur che riesce a sopperire alla mancanza di frame in maniera intelligente, offrendo una resa finale comunque ottima. Personalmente però ho preferito la modalità Prestazioni, forte com'è di un frame-rate granitico a 60 fps che non ha mai mostrato il minimo segno di cedimento, mai! La definizione si mantiene sempre su ottimi livelli e non ho mai notato un calo della qualità dell'immagine che anzi, senza l'intervento del motion blur, si mantiene sempre pulita oltre che incredibilmente fluida. A prescindere dalla modalità video che sceglierete, il gioco è comunque qualcosa di eccezionale. Come avevo già scritto in fase di anteprima, una delle cose che più mi hanno stupito è l'incredibile distanza visiva che Forza Horizon 5 sa offrire, e mai come in questo caso il modo di dire “ a perdita d'occhio” calza a pennello. Oltre a questo anche il livello delle textures è fuori parametro e riesce a dare un effetto reale a qualsiasi oggetto sia presente nel gioco, anche a quelli meno importanti. A partire dall'asfalto mai così dettagliato e definito, passando per la realizzazione dei muri delle case che spesso rasentano il fotorealismo, alla vegetazione cullata dal vento e arrivando alle vetture presenti praticamente perfette in ogni singolo dettaglio, tanto da portarmi ad aprire la modalità foto anche solo per andare a sbirciare da vicino ogni minimo particolare, tutto è realizzato e reso su schermo in maniera sontuosa, senza mai alcuna incertezza. A tutto questo va aggiunto un sistema di illuminazione dinamica davvero spettacolare. Troviamo anche il Ray Tracing, ma è limitato alla sola modalità Qualità ed unicamente nelle fasi ForzaVista, quindi lo possiamo tranquillamente definire completamente assente in-game. Questo non è comunque un problema, grazie al lavoro certosino fatto con l'illuminazione dinamica che domina il mondo di gioco. I riflessi del sole sulle nostre auto, ma anche su quelle che compongono il traffico e su qualunque superficie che ne riflette i raggi è spettacolare, quello delle auto e dei paesaggi sulle pozzanghere in caso di asfalto bagnato è sensazionale, stesso dicasi per gli effetti particellari, sia che siano le scintille dopo aver sfiorato un guardrail, le gocce d'acqua che schizzano dall'asfalto bagnato, o il fango dei percorsi sterrati nelle foreste o ancora la sabbia delle spiagge, tutto è realizzato davvero alla perfezione e tutto va a sporcare inevitabilmente le carrozzerie dei nostri bolidi. Lo stesso discorso vale per il fumo provocato dallo stridere degli pneumatici sul manto stradale, mai così corposo e reale. A questo quadro semplicemente sensazionale non sfuggono anche i vari eventi atmosferici garantiti dal trascorrere delle stagioni. La tempesta di sabbia è qualcosa di epico, oltre che dal punto visivo, anche e soprattutto da quello sonoro, col rumore dei venti che copre qualsiasi altro suono e che dà una vera e propria sensazione di pericolo, quasi di impotenza di fronte alla forza della natura. Notevole anche la resa delle tempeste tropicali, con piogge, lampi e fulmini a farla da padroni. Tanta cura nei particolari la si nota anche in situazioni meno estreme, come ad esempio la lieve foschia nei paesaggi umidi al mattino, o la sabbia sollevata dalle folate di vento che rendono il panorama reale e, soprattutto, meraviglioso. Menzione d'onore anche alla resa del cielo e delle nuvole,davvero suggestivi e ricreati in maniera magistrale. Tecnicamente siamo di fronte al gioco di corse più bello e suggestivo di sempre, anzi, probabilmente al momento Forza Horizon 5 è il più bel gioco disponibile sul mercato dal punto di vista grafico. Un lavoro davvero impressionante.

Il pacchetto completo

- Spesso capita che alcune opere prediligano la quantità a scapito della qualità e viceversa, ma Forza Horizon 5 stravolge anche questo offrendo una qualità fuori parametro in ogni singolo aspetto del gioco, affiancandola ad una quantità di cose da fare semplicemente smisurata. Questo quinto capitolo prende tutto quello che ha reso enorme Forza Horizon 4 nel corso degli anni e ne fa il proprio punto di partenza, e già questo può farvi capire la sterminata mole di contenuti disponibili sin dal lancio. L'Avventura Horizon è il modo ideale per rendere più vivo lo sviluppo del Festival, rendendo il giocatore più partecipe all'azione e non limitandolo al solo guadagno dei punti necessari. La ricchezza di contenuti della modalità a giocatore singolo è enorme e capace di soddisfare i palati dei giocatori più esigenti ed a questa si affiancano le infinite possibilità offerte da aspetti come il Super7, dall'Event Lab e dalle incessanti Sfide Stagionali. Oltre a tutto questo c’è la sterminata offerta multigiocatore che ci propone tutti i contenuti del gioco in singolo uniti all'adrenalina delle gare con altri giocatori, che siano amici di una vita, membri del nostro club o perfetti sconosciuti. La versatilità del titolo è poi qualcosa di imbarazzante: sia che si voglia spingere sullo spirito competitivo affrontando gare all'ultima staccata o che si voglia fare pazze sfide nelle arene, acrobazie, gare di Drag Racing o ancora su percorsi assurdi creati dagli stessi giocatori, o semplicemente girare liberamente per esplorare la meravigliosa mappa a nostra disposizione, Forza Horizon 5 sa offrire praticamente tutto quello che si può desiderare da un racing game di stampo semi-arcade.

Ottimo modello di guida, anche col volante

- Uno degli aspetti che non aveva bisogno del minimo ritocco in Forza Horizon 5 è certamente il modello di guida. La sua impostazione arcade, ma con molti aspetti assolutamente verosimili, è da sempre uno degli aspetti più amati dell'intera serie ed è giusto che resti così. Disattivando alcuni degli aiuti disponibili può soddisfare chi è alla ricerca di qualcosa dal sapore più realistico, tenendo sempre presente che questa serie non ha alcuna velleità simulativa, mentre chi cerca il divertimento puro troverà tutto ciò che desidera. Sono stati compiuti decisi passi avanti invece per chi desidera utilizzare la propria postazione di guida. Grazie al buon numero di parametri personalizzabili ed al miglioramento del supporto nativo, l'utilizzo dell'accoppiata volante e pedaliera è molto più soddisfacente rispetto al passato. Finalmente il volante è impegnativo, molto più pesante e fisico, quando in passato, anche nella serie Motorsport, aveva sempre il difetto di essere troppo leggero pur mantenendosi sempre preciso. Forse c'è ancora del margine di miglioramento, specialmente nella trasmissione delle asperità dell'asfalto che risulta spesso troppo morbida, ma è evidente il miglioramento globale finalmente raggiunto, specialmente se vediamo questo progresso nell'ottica di un gioco Arcade che non sempre può garantire queste soddisfazioni al volante, anzi.

Libertà creativa

- I già citati eventi personalizzabili ed il tool che li governa potrebbero essere un gioco a sé stante grazie alle molteplici possibilità offerte a chiunque avrà la voglia e le capacità di creare i percorsi più folli e assurdi che il Festival di Horizon abbia mai visto. Avere a disposizione l'intera mappa per creare ogni tipo di percorso e di gara che la nostra mente possa partorire non è un aspetto da poco, e sicuramente ci regalerà percorsi sensazionali nel prossimo futuro. A tutto questo va sommata anche la grande capacità di personalizzazione data dall'editor estetico dei veicoli che, grazie alla sua flessibilità ed al suo sconfinato numero di strati può dar vita a delle vere e proprie opere d'arte su ruote in mano ai designer più capaci. Anche la personalizzazione meccanica ha compiuto qualche piccolo passo avanti, arricchendo il numero di body kit disponibili, permettendoci di trasformare l'aspetto di alcune delle auto disponibili, oltre che a modificarne sostanzialmente le prestazioni grazie alle elaborazioni, cambiando l'intero blocco motore o addirittura il tipo di trazione. Chiude il generoso quadro di personalizzazione la possibilità di modificare più approfonditamente il nostro avatar, non limitandoci alla scelta di un personaggio preconfezionato, ma consentendoci piuttosto di modificarlo in più aspetti rispetto al passato. L'aggiunta degli arti prostetici, ad esempio, può sembrare per alcuni un semplice vezzo, ma per molte persone sarà un piccolo, ma importante aspetto.

Musica per le nostre orecchie

- Come da tradizione anche Forza Horizon 5 ci offre un ottimo accompagnamento musicale, affidandosi alle varie stazioni radio che ci mette a disposizione. Oltre alla nuova XS che ci propone musica rock e Alternative, ritornano le altre frequenze storiche come Horizon Pulse e la sua musica Pop, Block Party per l'Hip Hop e via dicendo. Ritornano anche le canzoni preferite che, durante il loro ascolto, ci permetteranno di raddoppiare il moltiplicatore della nostra catena di abilità. Purtroppo, ed anche questa ormai è una tradizione, il gioco rimane parlato in inglese, con le inevitabili influenze spagnole vista l'ambientazione. La localizzazione in italiano coinvolge comunque tutte le parti scritte. Ottimo lavoro svolto anche per il sound dei motori, ben differenziati tra loro e che fanno sentire la differenza tra un V6 ed un V10 e che, giustamente, cambiano radicalmente in caso di pesanti elaborazioni. Stesso dicasi per i rumori ambientali, a partire dai gabbiani sulle spiagge, passando per l'effetto ovattato quando passiamo nei tunnel o sotto ad un ponte, arrivando infine al potente rumore dei venti nel mezzo della tempesta di sabbia, mi ha totalmente stregato!

Odio

Qualche assenza illustre tra i costruttori

- Lamentarsi di un gioco che al lancio offre qualcosa come più di 520 automobili è da pazzi, me ne rendo conto, ma personalmente ho sofferto nel vedere l'abbandono di alcuni marchi storici, magari presenti nel recente passato della serie. Alfa Romeo, Lancia, Fiat, ma anche Seat con la sua versione racing Cupra, o la tanto chiacchierata Tesla sono tutti marchi completamente assenti al momento tra il parco vetture disponibili. Questo non vuol dire che non torneranno in futuro, Forza Horizon 4 ha visto il proprio roster quasi raddoppiato tra DLC ed automobili introdotte con le sfide stagionali, ma personalmente l'assenza di auto importanti come la Lancia Delta Integrale, la Lancia Stratos, l'Alfa Romeo Giulia, la 155 e molte altre auto come le più recenti due volumi come Golf e Classe A è un piccolo graffio sulla carrozzeria di un gioco praticamente perfetto.

Poche novità per gli artisti delle livree

- Chi vi scrive è appassionato di editor grafici nei giochi, e certamente quello di Forza è stato il riferimento del settore per molto tempo, forte della sua flessibilità e del grande numero di strati messi a disposizione. Non si può negare però che il tempo passa ed i necessari aggiustamenti a questo strumento latitano da molto tempo ormai. In Forza Horizon 5 mi sarei aspettato un piccolo passo avanti anche sotto questo aspetto e non solo un lieve restyling grafico. La tanto richiesta capacità di applicare decals anche sui finestrini e sul lunotto posteriore non è ancora stata introdotta, stesso dicasi della possibilità di decidere il materiale dei vari strati, permettendo così di utilizzare contemporaneamente parti opache con altre lucide. La cosa ironica è che entrambi questi aspetti sono presenti su varie auto presenti in-game, con alcune Formula Drift che presentano decals anche sui vetri, o alcune Hoonigan che offrono livree opache con parti lucide. Al momento sono inoltre presenti piccoli bug che complicano la personalizzazione di alcuni veicoli, come la nuova Supra dotata di Body Kit che distorce gli strati in alcuni punti della carrozzeria. Sono consapevole che questo è un aspetto che interesserà una percentuale minima di giocatori, ma era giusto segnalarlo, anche perché per trovare veri difetti in Forza Horizon 5 bisogna davvero scendere nei più piccoli particolari.

Tiriamo le somme

Forza Horizon 5 è un indiscutibile capolavoro. La nuova ambientazione messicana raggiunge vette mai viste prima d'ora in questa serie e nei racing games in generale, offrendo paesaggi meravigliosi, eterogenei, caratterizzati alla perfezione e impreziositi dal passare delle stagioni in maniera più dinamica e sfaccettata che mai. La realizzazione tecnica è semplicemente maestosa, praticamente priva di qualsivoglia difetto e capace di regalare dei paesaggi da cartolina, con un sistema di illuminazione fantastico associato ad un meteo dinamico ed al ciclo giorno notte che ne mette in risalto le qualità, oltre ai modelli della auto maniacalmente dettagliati: tutto questo lo rende il gioco graficamente più impressionante disponibile ad oggi sul mercato. A livello di contenuti abbiamo solo l'imbarazzo della scelta: che si prediliga il gioco in singolo, quello in cooperativa oppure quello competitivo, Forza Horizon 5 soddisfa praticamente chiunque apprezzi anche solo minimamente i racing games in generale. Playground Games riesce nuovamente a sorpassarsi confezionando un'opera sontuosa, una dichiarazione d'amore ai giochi di corse che merita di essere giocata e vissuta fino in fondo, una vera e propria pietra miliare semplicemente irrinunciabile.
10

c Commenti (29)

copertina

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
caricamento Caricamento commenti...