MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Foreclosed

Recensione - ForeclosedXbox Series X | S Xbox One DigitalGame

Continua il boom del cyberpunk nei videogiochi, ma da un team che in tempi non sospetti aveva già toccato questi temi con l'interessante GRIDD: Retroenhanced. Foreclosed è la nuova avventura futuristica dei milanesi Antab Studio. Scopriamola insieme!
img

Il Gioco

Cosa fareste se la vostra vita vi venisse tolta dalle mani? Se la vostra identità fosse requisita dal governo? Se i vostri conti bancari fossero congelati? Se veniste sfrattati? Se non poteste più affidarvi a nessun servizio o tecnologia che vi circonda? E, se ciò non bastasse, se non poteste nemmeno chiedere aiuto a chi vi circonda? E' la distopica premessa dietro a Foreclosed, con il protagonista Evan Kapnos che inizia la sua storia proprio in questo modo. Una funesta mattina Evan si vede requisita identità, abitazione, controllo della sua arma e persino la possibilità di identificare gli altri cittadini, che per via di un impianto di realtà aumentata gli appaiono con i volti offuscati; gli viene chiesto di presentarsi in tribunale per risolvere la situazione, ma lungo la strada viene attaccato da brutti ceffi vestiti di un elegante nero.

Parte così la storia creata dai ragazzi di Antab Studio, con la necessità per Evan di scappare prima di essere terminato per motivi a lui ignoti. Una ricerca della verità all'interno di un mondo futuristico distopico in cui tutti possiedono un impianto n-eurale che gli permette di vedere informazioni in realtà aumentata davanti ai proprio occhi, dai messaggi ricevuti fino addirittura alla pubblicità. Ma non solo: questo impianto, modificato ad hoc per tutti, permette alle persone di interagire con macchinette di bibite, bancomat, porte e molto altro, facendo da dispositivo di riconoscimento per permettere al governo di tenere sempre sotto controllo le azioni delle persone.

MX Video - Foreclosed

Evan non è però solo nella sua disavventura: viene presto contattato da un misterioso personaggio che lo aiuterà a sfuggire dai primi pericoli e lo preparerà per i prossimi, dotandolo di un'arma molto speciale e "sbloccandogli" dei poteri speciali che lui stesso non sapeva di possedere e che scopriremo essere legati ai suoi guai. Questa prima fase di gioco ci vede sfuggire alla vostra delle telecamere di sicurezza o dei nostri inseguitori con una meccanica stealth e visuale a telecamera fissa, ma in gran parte il titolo si svolge con una visione in terza persona, con un gameplay che rimane comunque più vicino a titoli stealth come Hitman o agli immersive sim alla Deus Ex. Si combatte infatti anche con armi da fuoco, ma molti degli incontri è meglio affrontarli stealth quando possibile, osservando i pattern dei nemici dell'IA e sistemarli uno per volta.

Per questo ci sono numerose tecnologie a nostra disposizione. Un upgrade all'impianto neurotico permette a Evan di vedere la posizione dei nemici anche attraverso i muri, in una specie di wallhack degno dei migliori cheat dei titoli multiplayer. E' anche possibile sovraccaricare gli impianti di altre persone, potendole così stordire da dietro le spalle senza dover nemmeno mettergli un dito addosso. Similmente al recente Cyberpunk 2077, anche in Foreclosed è possibile interagire anche con gli oggetti tecnologici circostanti, creando così diversivi o trappole letali per i poco sospettosi avversari controllati dall'intelligenza artificiale.

img
C'è anche una blanda componente RPG che permette non solo di sbloccare e potenziare abilità, ma anche di modificare la propria pistola, unica arma a disposizione di Evan. Queste modifiche possono di fatto cambiarne l'essenza, creando per esempio una mitraglietta che spara colpi a una velocità incredibile, o addirittura farla diventare un preciso fucile simil-cecchino con precisione e danni enormi, dotato però di rateo di fuoco molto più limitato.

Il gameplay sicuramente prende spunto da tanti titoli disponibili sul mercato, senza proporre troppe idee nuove, ma lo stesso non si può dire del lato artistico, estremamente azzeccato. Il mondo di gioco è un accattivante futuro cyberpunk con colori neon, tecnologie che hanno preso il sopravvento e un governo fin troppo oppressivo nei confronti degli individui, privandoli di privacy e libertà. Si vedono in combattimento i flussi degli impianti cibernetici all'interno del corpo di Evan, ogni apparecchio elettronico è programmato per interagire in maniera personale con le persone, e così via.

Ma la parte più originale del gioco è sicuramente la presentazione in stile comic, una realizzazione che ricorda molto lo sparatutto di Ubisoft degli anni 2000, XIII. Similmente a quel titolo infatti, ogni elemento del mondo di gioco è realizzato con contorni fumettistici in cel shading, con colori pastello e un filtro video che dà quasi l'impressione di giocare su fogli stampati. Ci sono persino le onomatopee che sottolineano gli effetti sonori, come "BLAM!" o "BOOM!", proprio come in un fumetto. Persino le cutscene e le inquadrature del gioco spesso si dividono in vignette multiple come la pagina di un comic, per offrirci più punti di vista su una stessa situazione. Non è la prima volta che viene realizzato un gioco in questo stile, ma qui la realizzazione è particolarmente soddisfacente.

img
La narrativa del gioco è chiave, con la storia che ha diversi risvolti abbastanza imprevedibili nel corso della campagna divertente campagna, che ci porta attraverso locali al neon, vicoli desolati e a bordo di mezzi futuristici. Non ci sono modalità di gioco ulteriori, single player o multiplayer che possano essere, ma la componente RPG del titolo dà qualche spunto per un eventuale replay del titolo, potendo infatti puntare a stili di gioco e costruzioni dell'arma differenti. Il tutto si lascia giocare per circa 5-6 ore, e come potreste aspettarvi dall'opera di un team italiano, anche se il parlato è un inglese, testi e sottotitoli sono tutti nella nostra lingua.

Amore

Un fumetto da giocare

- Indubbiamente, il primo elemento che salta all'occhio in Foreclosed è la presentazione in stile fumetto del titolo. Filtri e colori che donano un look al pastello, una visuale spesso suddivisa in vignette multiple, didascalie che appaiono sopra l'azione spiegando che succede, fino addirittura alle meravigliose onomatopee di urli ("ARGH!"), spari ("BLAM!") o esplosioni ("KABOOM!"). Volente o nolente, parte integrante di questo format è anche il font Comic Sans! Scherzi a parte, questa scelta stilistica dona davvero tanto carattere al titolo di Antab Studio.

La società del futuro

- Molto interessante il futuro distopico presentato in questo gioco, che ricalca i classici del genere come Blade Runner o, per rimanere in chiave videoludica, Deus Ex. Tutto ruota intorno agli impianti neurali che ogni persona ha, che definiscono la propria identità, la propria storia, l'accesso ai servizi, il proprio conto bancario e così via. Addirittura, come succede al protagonista Evan, è possibile anche essere esclusi da questo sistema, impedendo per esempio l'accesso a certe zone, censurando la faccia di chi ci circonda o disattivando ogni nostra interazione con le tecnologie circostanti come porte o distributori di bibite. Non avrà le architetture incredibili di The Ascent o Cyberpunk 2077, ma il mondo di Foreclosed rimane decisamente accattivante.

Bella storia

- Continuo a tenermi abbastanza abbottonato sull'evolversi della trama, volendovi evitare eventuali spoiler. Posso però dire che la storia di Foreclosed è piacevole e talvolta sorprendente, con diversi personaggi interessanti, ben caratterizzati anche da un ottimo doppiaggio - purtroppo solo in inglese però, anche se completo di sottotitoli in italiano. La premessa che vede Evan perdere tutto e doversi ribellare così allo stesso sistema è ben fatta e merita sicuramente di essere provata dagli appassionati del futurismo distopico.

Il proprio compagno... da fuoco

- Foreclosed presenta una sola arma, ma molto speciale e personalizzabile al punto da poter diventare un po' di tutto, persino una mitraglietta velocissima o una pistola con proiettili curvanti alla Wanted. Uniti agli upgrade neurali, che sbloccano anche poteri quali la telecinesi, il giocatore ha un notevole arsenale e varietà di modi per far male a propria disposizione, nonostante abbia "solamente" una pistola tra le mani.

Odio

Gameplay poco originale

- Come sempre, non biasimerò team di sviluppo composti da pochi individui per non aver creato un nuovo genere. Detto questo, Foreclosed prende le basi dei giochi in terza persona degli ultimi anni, con tanto di sparatorie e segmenti stealth, inserendo un po' di componenti minori da gioco di ruolo minori e sezioni con telecamera fissa. I livelli di gioco sono però piuttosto lineari, con poco spazio di manovra per esplorare o attuare tattiche avanzate, impedendo al titolo di eccellere nei numerosi stili di gioco a cui attinge. E' un gameplay loop piacevole, ma talvolta si ha l'impressione che ci sia più stile che sostanza.

Sezioni frustranti

- Sfortunatamente ci sono diverse sezioni del gioco dove Foreclosed manda una quantità veramente alta di nemici contro il giocatore aggirando l'aspetto stealth, e non sempre è facile trovare le coperture e le strategie ottimali per centellinare il loro arrivo e sistemarli poco per volta. Questo aspetto è peraltro peggiorato da un sistema di mira non efficientissimo e da un posizionamento un po' troppo rado dei checkpoint. Il titolo funziona sicuramente meglio quando si ha il tempo di ragionare e pianificare le proprie mosse, perché farsi uccidere dal decimo nemico di una lunga ondata e ripartire da un checkpoint che ci vede ripartire da diverse ondate di nemici prima, non è molto piacevole.

Tiriamo le somme

Foreclosed è un salto in avanti notevole in termini di ambizione per i talentuosi ragazzi di Antab Studio, capaci di realizzare con risorse limitate un'avventura futuristica stilisticamente accattivante, ben realizzata e memorabile. Non sarà troppo originale dal punto di vista del gameplay, non avrà la profondità di molti altri titoli in terza persona e possiede anche qualche poco piacevole picco di difficoltà, ma Foreclosed sa farsi giocare con piacere fino ai titoli di coda, catturandoci nel suo fumettistico mondo distopico.
8.3

c Commenti


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
caricamento Caricamento commenti...