MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



FUSER
copertina

Recensione - FUSERXbox OneGame

Harmonix, lo studio americano che ben 15 anni fa fu il protagonista assoluto della rivoluzione dei titoli musicali con i suoi Guitar Hero e Rock Band, continua a produrre giochi di questo tipo pur avendo abbandonato chitarre e altri strumenti di plastica. Il loro FUSER è destinato agli aspiranti DJ: ecco di cosa si stratta.

Il Gioco

Il modo migliore per approcciare FUSER e capirne il senso è buttarsi immediatamente nella campagna: qui vestiamo i panni di un DJ alle prime armi, mentre personaggi di spicco di festival internazionali ci portano a diventare dei veri artisti della consolle, assegnandoci ruoli da headliner sempre più importanti agli eventi musicali più trendy del momento. Un'eccellente premessa per farci imparare le meccaniche del nuovo titolo musicale di Harmonix, che si basano sui classici software di mixaggio audio come Virtual DJ, estendendoli però a quattro tracce e aggiungendo numerose opzioni per automatizzare meglio le operazioni tramite il controller.

img
Nei primi livelli si vanno dunque ad apprendere le basi: è possibile mettere assieme, da un pool totale di 75 brani nell'edizione base del titolo e fino a 102 per chi ha preso la VIP Edition, 4 tracce musicali a scelta sui propri "piatti" virtuali. Ogni canzone, che si tratti di un brano dance, pop, country o rock, presenta 3 o 4 strumenti che possono variare dalla base di batteria agli accompagnamenti di chitarra, violino o synth, fino alle tracce vocali. Come succede per gli "stem" che vengono resi disponibili dagli artisti per i remix, ognuno di questi elementi della canzone è separata e pulita, permettendoci così accedere anche solo a un pezzo particolarmente riuscito di un brano, invece del pacchetto completo.

MX Video - FUSER

E la tracklist del titolo è davvero ampia e variegata, comprendendo brani EDM iconici di artisti come Benny Benassi o Deadmau5, i ritmi latinoamericani di Sean Paul, rock di ogni genere dall'aggressività dei Rage Against the Machine fino ai ritmi più calmi dei Coldplay, icone pop di ogni generazione, da Donna Summer a Carly Rae Jepsen, comprendendo infine anche un'ampia selezione di rap e country di più epoche. Questa notevole varietà di sound e stili permette la creazioni di mix davvero eclettici, passando da un beat rap a un basso potente in un istante, con una calma voce country che può rapidamente dar spazio alla voce aggressiva di Dave Mustaine dei Megadeth.

Già così il gioco ci propone molte opzioni, ma andando avanti nella campagna si spalancano nuove porte. Oltre a poter sbloccare nuovi elementi cosmetici per il nostro DJ e festival, nonché lo sblocco di ulteriori canzoni da cui scegliere, si aprono infatti meccaniche di gioco che rendono il mixaggio ancora più creativo e illimitato. Ben presto infatti si impara a lavorare con meno di 4 dischi per volta, ad usare parti simili sovrapposte come per esempio 2-3 tracce vocali in syncro, a creare ritmi con una loop machine, a mettere dischi in attesa per poterli poi far partire rapidamente, a giocare con i BPM e il pitch vocale, a creare snapshot per richiamare immediatamente un mix di elementi già usato in precedenza, e così via. Ed è tutto a portata di controller con una comodità sorprendente.

img
Lo scono nella storia del gioco non è però solo creare mix fini a sé stessi: anche il pubblico va accontentato con sequenze variegate e divertenti. E siccome la qualità musicale è molto soggettiva, il titolo si limita a valutare il tempismo dei passaggi (con tanto di note colorate ad indicare i momenti migliori per l'inserimento di un elemento), mentre il pubblico chiede brani e generi specifici di volta in volta. Non esaudire le loro richieste, sbagliare il tempismo degli inserimenti o non variegare abbastanza i mix fa sì che l'hype dei presenti si abbassi, e questo influirà sulla valutazione finale della nostra performance. Bisogna dunque tenere tante cose sotto controllo per un evento di successo.

Una volta padroneggiate per bene nella campagna, queste meccaniche possono poi essere utilizzate per sfidare giocatori di tutto il mondo in battaglie all'ultimo mix, facendo così scattare l'aspetto competitivo in una disciplina come quella del DJ che tende ad essere individuale, salvo sessioni a quattro mani che, peraltro, sono disponibili come modalità in locale anche su FUSER. Il titolo dà però il meglio di sé quando dà carta bianca al giocatore, permettendogli di creare il proprio mix senza limitazioni o indicazioni. Qui la nostra creatività può scatenarsi in maniera totale, permettendoci di creare ciò che vogliamo. E' anche possibile registrare sequenze da un minuto per immortalare le parti migliori dei nostri set, da condividere poi con la community che può riviverli e votarli.

img
Finire la campagna richiede poche ore, ma questa altro non è che un lungo tutorial per sbloccare le meccaniche avanzate e tutte le tracce del gioco. E' qui che parte la vera esperienza di [TITOLO, tra scontri con altri DJ, l'esplorazione di mixtape della community, la creazione di mix al cardiopalma nella modalità libera nonché eventi settimanali organizzati dagli sviluppatori che spronano la creatività dei giocatori. Con oltre 100 brani a disposizione ed altri sicuramente in arrivo, la varietà non manca per soddisfare per dozzine di ore. Il gioco è peraltro interamente tradotto in italiano anche per quel che riguarda le voci, quindi la lingua non sarà fortunatamente uno scoglio.

img

Amore

Mix folli

- Prendiamo un riff di chitarra dei Rage Against The Machine, buttiamogli sotto il beat di Satisfaction di Benny Benassi, aggiungiamo un po' di pepe con il violino di Call Me Maybe e come voce mettiamo la mitica canzone dei rickroll, Never Gonna Give You Up. Un mash-up folle, che possiamo ulteriormente deviare giocando sul pitch, sulla velocità e creando loop sonori. Suona bene? Molto soggettivo, ma resta il fatto che FUSER dà la possibilità concreta di creare mix folli di questo tipo, con più di 100 brani a disposizione per combinazioni pressoché illimitate.

Festival

- Si vede che gli sviluppatori sono appassionati della musica live e che conoscono l'atmosfera di festival come il Tomorrowland, perché FUSER non si accontenta di offrire solo una divertente esperienza da DJ, ma propone un feeling da evento musicale degno di nota. Palchi massicci con decorazioni sgargianti, fuochi d'artificio, fiamme. Ma soprattutto, un pubblico in delirio che reagisce ai nostri folli mix, con il gioco che li inquadra e li fa sentire. Il nuovo titolo di Harmonix ci dà seriamente l'impressione di essere gli headliner di un importante festival musicale, con migliaia di persone che tengono gli occhi incollati sulle nostre creazioni.

Community ben coinvolta

- Già dai primi giorni di disponibilità del titolo, FUSER ha iniziato ad offrire eventi specifici per spronare la creatività della community, con sfide per i giocatori che propongono stili musicali ed ere specifiche in cui cimentarsi. Tutti possono dunque pubblicare le proprie creazioni, che verranno così ascoltate, vissute e votate da altri aspiranti DJ. Anche i canali social del titolo pubblicano regolarmente mix di sviluppatori e della community, con anche eventi appositi con produttori veri e noti come Diplo. Speriamo che il gioco possa avere un successo tale da spingere Harmonix a continuare un supporto del genere ancora a lungo.

Odio

A volte un po' eccessivo

- Affrontando la storia del gioco, man mano se ne vanno a scoprire le meccaniche realizzando così che, dietro a un sistema che ad un primo sguardo permette solo di mixare un paio di dischi, si nascondano in realtà numerose altre funzionalità avanzate. Alcune di queste servono solo nelle modalità Battaglia, ed è forse lì che talvolta FUSER diventa un po'... eccessivo. Tra richieste di strumenti specifici e tempistiche precise, con il pubblico che chiede solo determinate canzoni, cercare di ottenere i punti massimi rispettando il tempismo di ogni singolo diventa davvero difficile. Il nuovo titolo di Harmonix eccelle quando si mette da parte la competizione e ci si concentra solo nel creare nuovi mixtape per il puro gusto di suonare.

Brani filler

- L'edizione standard del gioco contiene 75 canzoni mentre altre 28 sono ottenibili tra edizione VIP e preordini; si raggiungono quindi facilmente i 100 brani, ma presto ci si accorge che tante di queste tracce sono davvero poco interessanti, con numerose canzoni (soprattutto della categoria dance) utili quasi solo per il loro beat. E a proposito della musica EDM: ci sono artisti come Deadmau5 e Benny Benassi con pezzi leggendari, ma la selezione è fin troppo limitata, con generi di spicco degli ultimi due decenni come dubstep, drum 'n' bass o hardstyle di fatto assenti. Tutto questo limita molto le possibilità di fare il DJ quando, per assurdo, mancano proprio le canzoni che sarebbe più divertente mixare.

Tiriamo le somme

FUSER è un gioco musicale molto differente da quanto siamo abituati a vedere su console. Harmonix ci presenta un titolo che dà il meglio di sé quando il giocatore ha libertà assoluta nel mixare dozzine di brani con strumenti da DJ che non sono stati così semplici da usare dai tempi di Virtual DJ. Per assurdo, l'esperienza funziona meno quando l'esperienza si trasforma in un gioco musicale più classico, chiedendoci di colpire note colorate ed esaudendo richieste specifiche, andando così a limitare il senso di sperimentazione che un titolo del genere può offrire. Nonostante la scarsità di musica elettronica che ne limita la varietà di beat, sono molto curioso per il futuro di questo appassionante titolo musicale, sperando in tante nuove canzoni scaricabili che renderanno i mix futuri davvero variegati.
8.0

c Commenti

copertina

L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
caricamento Caricamento commenti...