MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Drake Hollow

Recensione - Drake HollowXbox One DigitalGame

Con Drake Hollow lo studio The Molasses Flood ci propone un survival game con elementi creativi e cooperativa dove dobbiamo prenderci cura di simpatiche creature interdimensionali, i Drake. Un concetto affascinante: vediamo com'è stato sviluppato.

Il Gioco

Drake Hollow inizia permettendoci di creare un personaggio che, per stile artistico, non sfigurerebbe in un film Pixar o in Fortnite, dopo di che si parte con… un cuore spezzato. Il/la protagonista che abbiamo appena creato è infatti seduto su una collina con tanti pensieri turbolenti per la testa dopo essere stato "mollato" tramite un messaggio di testo. Forse proprio per via di questi pensieri contrastanti decide di seguire un corvo con un orologio al collo che gli vola davanti, lontano dalla città e verso la foresta. Qui scopre che il corvo è addirittura in grado di parlare, e lo invita ad affrontare un'avventura per salvare i "Drake", qualsiasi cosa questi siano, entrando in un portale dentro un edificio distrutto e abbandonato. Un inizio senza dubbio interessante per questa avventura che possiamo affrontare da soli oppure insieme ad altri 3 amici connessi online.

img
Dopo aver varcato il portale, veniamo catapultati in una versione parallela della nostra realtà: ci sono macchine, edifici, bidoni della spazzatura come rimasugli del mondo tecnologico che conosciamo, ma qui è tutto più naturale e soprattutto abitato da creature magiche. Ed è proprio qui che troviamo i Drake, piccolissime e simpaticissime bestioline dagli occhioni neri che si nascondono sotto la terra, con arti che ricordano radici e foglie per nascondersi meglio. Questi esserini vivevano in pace in questa splendida landa magica, ma l'arrivo di oscuri demoni ferali ha cambiato tutto. Ora una fitta nebbia malefica e mortale circonda alcuni punti chiave della regione, con cattivi demoniaci completamente neri che attaccano chiunque vi si avvicini. Siamo quindi chiamati all'interno di questo mondo, Hollow, per riportare la pace e salvare i Drake.

MX Video - Drake Hollow

I Drake sono piccole creature, dalle dimensioni di animali domestici e non combattono: sta quindi a noi difenderli. Ma Drake Hollow non è un gioco d'azione, quanto piuttosto un survival game. Siamo infatti chiamati a raccogliere risorse in giro per il mondo: legna tagliando gli alberi, cibo raccogliendo bacche o anche oggetti utili come lacci, succhi di frutta o armi improvvisate come mazze da golf o... uno sparachiodi. Queste ultime sono utilissime, visto che nelle nostre esplorazioni incapperemo nei famosi guardiani neri che attaccano chiunque si avvicini. Ma soprattutto perché questi "cattivoni" organizzano anche attacchi coordinati in cui vanno a colpire la base in cui risiedono i poveri Drake indifesi!

img
Ecco quindi che subentra la gestione del nostro villaggio, che inizia con davvero poco: una cassetta delle lettere dentro un albero per mettere il materiale in eccesso e un'area centrale attorno alla quale possiamo posizionare man mano tutti gli elementi che sbloccheremo e che ci serviranno. Tavoli da lavoro, calderoni con cibo per i Drake che devono naturalmente alimentarsi per sopravvivere, e così via. Non basta però tenerli in vita, devono anche stare comodi e divertirsi. Eccoci quindi impegnati a costruirgli i letti e creargli giocattoli nuovi di volta in volta, perché queste creaturine possono letteralmente morire anche di noia, non solo di fame o sete. Fortunatamente il nostro personaggio non ha di questi problemi ed ha anche un respawn abbastanza comodo in caso di morte. L'ampliamento e l'abbellimento costante del nostro villaggio è dunque indispensabile per tenere vivi e col morale alto questi piccoli animaletti, che però non sono solo un peso: oltre ad essere davvero graziosi, ci fanno infatti continuamente regali di materiali e punti costruzione, ma soprattutto possiamo prendere "in prestito" un'abilità da un Drake per volta. Si tratta di perk per guadagnare più materiali in giro, per rendere più efficace il combattimento e così via; c'è qualcosa per ogni stile e situazione di gioco.

img
Le aree di gioco sono diverse, tutte collegate tra loro. La malefica nebbia che blocca le varie zone ha bisogno di appositi cristalli per essere ripulita, altrimenti è letale, ma in compenso è possibile creare dei punti collegati tra loro con dei cavi luminosi tra cui viaggiare rapidamente in qualunque momento, così da evitare di passare sempre per la nebbia che ritorna di continuo. Le varie aree non hanno risorse illimitate ed una volta ripulite sarà necessario passare altrove, quindi questo ci spinge a esplorare zone sempre nuove, alla ricerca di nuovi elementi sbloccabili e di quanto serve per difendere i Drake. La storia non è particolarmente corposa o coinvolgente, ma prevede qualche altro misterioso personaggio umano da scovare all'interno del mondo di Hollow.

img
Man mano che progrediamo il gioco ci propone sempre più armi, edifici e Drake, con un gameplay loop che non cambia drasticamente ma che si amplia costantemente, aiutandoci anche con pratici tutorial sotto forma di missioni che ci spiegano come utilizzare le novità che vengono di volta in volta introdotte. La modalità Storia è l'unica presente nel gioco, ma è corposa anche se non molto rigiocabile nonostante l'elemento creativo. Per sfoggiare davvero una creatività senza limiti si dovrà attendere l'arrivo della modalità Sandbox, presente come voce di menu ma per ora non disponibile, che sarà rilasciata in una data ancora non specificata. Nota purtroppo dolente in fondo; Drake Hollow non ha spiegazioni troppo cervellotiche e anche i dialoghi non sono molti, ma purtroppo manca totalmente la localizzazione italiana.

Amore

Piccoli Drake crescono

- Vado subito al sodo: i Drake sono semplicemente adorabili. Queste piccole creaturine che sembrano un bizzarro incrocio tra delle verdurine e dei Porg di Star Wars si fanno subito amare con le loro movenze, le loro vocine, il modo in cui giocano con i giocattoli da noi stessi creati per loro, da come si nascondono sotto terra quando hanno paura. Visto che buona parte del gioco vede il giocatore dover accudire e gestire queste graziose creature, è importantissimo che il gioco riesca a creare un bel legame tra loro e il giocatore. E in questo, Drake Hollow è promosso a pieni voti.

Come un film d'animazione

- Innegabili le ispirazioni ai film di animazione più popolari in circolazione, così com'è difficile non notare come l'iconico stile di Fortnite abbia avuto la sua parte nelle scelte stilistiche di Drake Hollow. Non si tratta però di uno squallido plagio, ma di un titolo con un look davvero godibile. Personaggi (umani e non) cartooneschi e "da videogioco" ma altresì curati e dettagliati, ambienti cupi ma comunque colorati e affascinanti, e un'atmosfera che davvero ci fa sentire di essere finiti dentro un mondo parallelo magico, il tutto reso ancora più piacevole da ottimi effetti di luce che donano carattere al ciclo giorno-notte del titolo.

Elementi survival che non opprimono

- Tanti videogiochi survival risultano quasi asfissianti per la mole di elementi di cui tenere conto. Fatica, temperatura, fame, sete, ossigeno, strumenti che si rompono di continuo, andando spesso a rendere l'esplorazione ansiosa. Hollow Drake trova un eccellente compromesso: il protagonista ha ben poche necessità, gli oggetti durano parecchio e possiede un inventario massiccio, con anche il viaggio rapido e la morte poco penalizzante che rendono l'esplorazione meno asfissiante. Anche i piccoli Drake hanno solo bisogno di cibo, acqua e divertimento, con l'occasionale attacco di creature da abbattere, che però raramente tocca picchi di difficoltà proibitivi. Un eccellente punto di partenza anche per chi è meno abituato al genere o ha paura di perdere ore e ore di gioco per una scelta errata.

Odio

Meglio non uscire troppo dal percorso

- Fin dalle prime aree del gioco mi sono posto come obiettivo di cercare di raccogliere per quanto possibile tutte le risorse a disposizione, scovando ogni pianta, aprendo ogni cassa e abbattendo ogni albero. E' un buon modo per avere materiali in abbondanza per ogni fase di gioco, ma attenzione alle aree più nascoste e alle conformazioni rocciose più strane, perché ho trovato diverse aree dove finivo intrappolato senza via d'uscita o dove si passava attraverso elementi dello scenario finendo poi per suicidarsi per rientrare nel livello. Ci vuole un po' di cautela con l'esplorazione, per il momento.

Alcuni obiettivi poco chiari

- Le prime ore di Drake Hollow non sono altro che un continuo susseguirsi di obiettivi legati alla comprensione delle meccaniche di gioco. La ricerca di determinati materiali, la costruzione di certi edifici e così via. Solitamente l'obiettivo è chiaro, ma a volte non è affatto ovvio dove andare a recuperare un elemento necessario per proseguire, o come muoversi nei menu per arrivarci. Ci sono poi diversi oggetti e materiali che il gioco dà per scontato siano ovvi nel loro utilizzo, solo per scoprire poi casualmente che hanno in realtà utilizzi secondari o logiche interne tutte loro che mai sono state menzionate. Non è necessario che in un titolo survival si tenga la mano del giocatore dall'inizio alla fine, ma fa certamente strano vedere alcune meccaniche di gioco perfettamente spiegate, mentre altre vanno scoperte procedendo per tentativi.

Tiriamo le somme

Drake Hollow è un survival game che non offre grandi innovazioni nelle meccaniche ma che risulta comunque davvero affascinante e divertente. Creare un piccolo regno per i graziosi Drake è soddisfacente, e gli elementi survival e creativi che ci permettono di raggiungere questo obiettivo sono ben realizzati ed ottimamente bilanciati anche per chi è meno pratico di survival games. La trama non è niente di eccezionale, ma il mondo di gioco è carismatico e divertente da attraversare tra i vari capitoli della storia. Qualche ulteriore accorgimento tecnico e meccanico non avrebbe guastato e alcune feature come la modalità Sandbox non sono ancora disponibili, ma Drake Hollow è un titolo decisamente consigliabile per chi cerca un survival game creativo, affascinante e divertente, e peraltro disponibile da subito nel Game Pass!
8.0

c Commenti (2)


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
caricamento Caricamento commenti...