MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Skully

Recensione - SkullyXbox One DigitalGame

Lo studio Finish Line Games ci propone l'inusuale Skully, che si ispira a giochi classici come Marble Madness e Super Monkey Ball creando però un inedito mix di platform 3D "a rotolamento" e puzzle game d'esplorazione, il tutto mentre controlliamo… un teschio! Eccovi le nostre impressioni sul gioco.

Il Gioco

Agli albori dell'umanità, un dio con scarso senso della praticità decide di resuscitare un uomo morto, risvegliandone però solo il teschio: nasce così Skully, l'inusuale protagonista di questo gioco che, in assenza di arti, è costretto a rotolare in giro per le aree del gioco. Di livello in livello dobbiamo quindi controllare il simpatico teschietto in ambientazioni naturali come foreste, fiumi e persino la vetta di un vulcano, con l'obiettivo finale di fermare una guerra tra déi, spingendolo tra dislivelli ed asperità come fosse una sfera.

img
Skully è strutturato come un un platform game a livelli separati, dove dobbiamo spesso far leva sull'acrobaticità e la massa della sfera/teschio del protagonista, sfruttando ad esempio la velocità acquisita in discesa per spiccare poi gli ampi salti per raggiungere piattaforme e aree altrimenti inaccessibili. Non si tratta però solo di girare per i livelli con un gameplay "rotolante" alla Super Monkey Ball o Kula World: in giro per i livelli troviamo infatti delle pozzanghere di fango che inizialmente fungono solamente da checkpoint, ma che dopo un paio di livelli diventano qualcosa di più importante.

MX Video - Skully

Da un certo punto della storia in poi, infatti, possiamo immergerci in queste pozze per dotare il nostro teschio di corpi veri e propri, assumendo tre diverse forme come una minuscola e agile con cui è possibile fare grandi scatti in orizzontale oppure una più corposa, pesante, e lenta che può distruggere grossi oggetti e anche i nemici. In Skully infatti non mancano nemmeno i nemici, anche se tendono ad essere solo un contorno alle fasi puzzle-platform.

img
Diventa quindi importante capire al meglio le peculiarità di ogni forma, perché dopo poco i livelli smettono di essere dei percorsi veloci e tecnici alla Sonic iniziando ad offrire enigmi dove alternare al meglio quanto si ha a disposizione, alla ricerca della soluzione per passare oltre. Il ritmo del gioco rallenta quindi sempre più, trasformandosi da un platformer ad un action-adventure ad enigmi.

img
A seconda di quanto ci metterete a risolvere alcuni degli enigmi, i ben 18 livelli del gioco vi richiederanno circa 8 ore per essere completati; è però presente anche un elemento collectathon con la possibilità di raccogliere delle piume sparse per i livelli, e questo vi permetterà di aumentare un po' il tempo di gioco complessivo. Non manca la localizzazione italiana per ogni testo e sottotitolo del gioco.

Amore

Keep rollin', rollin', rollin'

- Le meccaniche di "rotolamento", già viste in classici come Kula World e Super Monkey Ball o titoli più recenti come Rock of Ages, non invecchiano mai e rimangono sempre molto divertenti: rotolare ad alta velocità, sfruttare i saliscendi, sentire l'adrenalina quando si affronta una curva al limite. A differenza degli altri giochi qui non conta la velocità ma la precisione, ma il feeling non cambia: è tutto davvero spassoso.

Tra-passato

- Sono colpevolmente pochi i titoli che presentano mondi preistorici convincenti, e fortunatamente Skully è uno di questi. Pur senza proporre paesaggi troppo ambiziosi, tra aree rocciose, caverne, distese di lava e molto altro si ha davvero l'impressione di trovarsi in un'era remota, ed anche le trasformazioni del protagonista sono simpatiche e decisamente in linea con le ambientazioni.

Odio

Era meglio rotolare

- E proprio a proposito delle trasformazioni che donano un corpo al nostro teschietto, queste sono purtroppo le parti del gioco che risultano meno meno curate e precise, oltre che meno divertenti ed adrenaliniche rispetto alle fasi di rotolamento. Peccato.

Esplorazione e sperimentazione poco premiate

- Quasi ogni area del gioco è pressoché lineare, passando da un puzzle all'altro. Le uniche reali deviazioni portano a scovare piume extra da raccogliere, che altro non fanno che sbloccare artwork del gioco. Anche i puzzle sono in gran parte semplici, con i pochi poteri a disposizione che lasciano poco spazio alla varietà e alla complessità, se non negli ultimissimi enigmi del titolo. Insomma, avanti dritto e poco altro.

Dove stai guardando?

- La telecamera è purtroppo uno degli aspetti meno riusciti in Skully. Spesso diventa davvero difficile controllarla adeguatamente quando si rotola in giro, ed ho persino incontrato diverse aree dove la visuale si bloccava per via di alcuni oggetti di scena, rendendo talvolta complesso navigare i livelli di gioco. Una patch o due non guasterebbero.

Tiriamo le somme

Skully parte come platformer simpatico dove controlliamo un teschio che rotola attraverso suggestivi scenari preistorici, ma rapidamente si trasforma aggiungendo enigmi inutilmente complessi e parti platform trial and error, rese ancora più frustranti da comandi inconsistenti e una telecamera problematica, con la varietà complessiva che non giustifica la durata del titolo. Ammirevole l'idea di aggiungere elementi innovativi alla formula di Super Monkey Ball e simili, ma per un degno erede di questo genere si dovrà aspettare ancora un po'.
6.8

c Commenti


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
caricamento Caricamento commenti...