MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Megaton Rainfall

Recensione - Megaton Rainfall

In attesa che case ben più blasonate ci propongano un vero simulatore di Superman, ci pensano i ragazzi di Pentadimensional Games a soddisfare con Megaton Rainfall la curiosità di com'è vestire i panni di un uomo volante dotato di superpoteri. L'abbiamo messo alla prova, ed ecco cosa ne pensiamo!

Il Gioco

Il titolo dello sviluppatore spagnolo Pentadimensional Games non propone trame ricche di colpi di scena o incredibili messaggi filosofici, ma ci pone quasi immediatamente al centro di un evento cataclismatico che sembra lasciarci ben poche speranze. Questo almeno finché non si manifesta una voce mistica che ci spiega che c'è un'invasione aliena in corso, e tramite un cubo magico ci dona dei superpoteri rendendoci di fatto dei supereroi, con un compito a questo punto scontato: fermare la temibile invasione extraterrestre.


Ottenuti i poteri, scopriamo ben presto scopre di avere poteri davvero niente male, e molto simili a quelli di Superman. Si comincia con la capacità di volare a velocità supersoniche, con la possibilità di sfrecciare a qualche centinaio di chilometri orari in mezzo ai grattacieli delle città, o anche velocizzare il passo e fare il giro del pianeta in pochi minuti sorvolando le nuvole e finendo nello spazio senza doverci preoccupare degli effetti della velocità, dell'ossigeno o di eventuali schianti. Una libertà totale, con una Terra piena zeppa di città, laghi e montagne da esplorare, e con addirittura la possibilità di esplorare altri pianeti della nostra splendida galassia. Il tutto in prima persona con comandi intuitivi e comodi.

Megaton Rainfall però non è solo un simulatore di volo superumano: dopotutto c'è l'invasione aliena da fermare. Le diverse aree del pianeta vengono infatti attaccate da enormi astronavi, robot giganti, meteoriti, laser spaziali e quant'altro, chiamandoci a fermare gli enormi nemici prima che possano distruggere palazzi, quartieri o intere città. A questo scopo siamo dotati di diversi poteri sbloccabili man mano nel corso dell'avventura: sfere energetiche stile Dragon Ball Z, dei veri e propri getti laser dal palmo della mano, la possibilità di caricare il nemico con il nostro corpo e così via: la distruzione dei nemici è l'obiettivo primario.

MX Video - Megaton Rainfall

Ma da grandi poteri derivano grandi responsabilità, come tanti fumetti e film di supereroi ben ci hanno insegnato, perciò bisogna anche fare molta attenzione a non causare troppe vittime civili. Ogni missione infatti fallisce qualora muoia un certo numero di innocenti, sia per mano degli alieni o per colpa di nostri attacchi poco attenti. Questo ovviamente conferisce un certo senso di urgenza al tutto perché non possiamo perdere troppo tempo mentre i nemici falciano i cittadini indifesi, ed al contempo dovremo stare attenti a non fare troppi danni noi stessi. Ci sono comunque anche momenti di esplorazione libera e senza la fretta di salvare vite innocenti, con un'intera galassia generata proceduralmente da esplorare a una velocità impressionante, volando in mezzo ai pianeti e con la possibilità di esplorarli al meglio.

Di fatto, però, le missioni si svolgono tutte sulla Terra o nelle sue immediate vicinanze, ed è quindi lì che si passerà gran parte del gioco. Una campagna completabile in poche ore ci presenta un attacco alieno dopo l'altro, con classifiche e risultati per ogni livello, ed oltre all'esplorazione libera non ci sono poi altre modalità, cosa che sicuramente limita la longevità del gioco. E' invece presente la localizzazione italiana di tutti i testi.

Amore

Sono il re del mondo!

- In quasi tutti i videogiochi di supereroi è facile sentirsi piuttosto limitati, ma del resto che sfida ci sarebbe per esempio se in Injustice Superman potesse far fuori senza sforzo alcuno pressoché qualunque avversario? In Megaton Rainfall, essere "overpowered" è il vero raison d'être del titolo con velocità supersonica ed abilità potentissime, il tutto senza doversi preoccupare di limitazioni arbitrarie come barre di stamina o altro. Questo è un gioco fatto apposta per sentirsi davvero potenti, e anche se è tutto l'opposto di ciò che consiglia il gioco, sapere che basta un colpo per disintegrare mezzo quartiere saprà sicuramente soddisfare il megalomane che c'è in ognuno di noi.

Combattimenti su vasta scala

- Anche i giochi più esplosivi delle ultime generazioni, titoli come Crysis, Just Cause 3, Saints Row 4 o Battlefield 4, solitamente mettono i giocatori in spazi abbastanza ridotti, in mezzo magari a qualche edificio da buttare giù o in giungle da far esplodere a suon di bombe. Niente male, ma Megaton Rainfall sa fare molto meglio: nei panni del protagonista possiamo sfrecciare alla velocità del suono in mezzo ai palazzi, distruggendo interi quartieri con i nostri poteri e finendo in pochi secondi nello spazio dove possiamo addirittura visitare altri pianeti. Ed i nemici attaccano intere metropoli, con palazzi giganteschi che crollano come castelli di carte, perché la guerra questa volta è davvero su una scala enorme.

Odio

Quasi una tech demo

- Megaton Rainfall è un'esperienza davvero unica, ma il problema principale è che il gioco in sé non è all'altezza dell'esperienza interattiva che offre. Volare in giro, eliminare enormi astronavi, esplorare la galassia e buttare giù interi palazzi che si sfasciano in mille pezzi è incredibilmente soddisfacente, ma per tutta la durata della prova del titolo ho avuto l'impressione di giocare alla demo di qualche motore fisico piuttosto che a un videogioco pensato per essere divertente o appassionante a lungo termine. Manca il mordente e qualcosa capace di coinvolgerci oltre lo stupore iniziale per la scoperta dei nostri poteri.

Gameplay estremamente ripetitivo

- Uno dei motivi per cui Megaton Rainfall fa fatica ad intrattenerci a lungo è che si tratta di un gioco estremamente ripetitivo. Affrontare per la quarantesima volta gli stessi nemici in mezzo ai palazzi risulta alquanto monotono nonostante la presenza di diverse abilità che si vanno a sbloccare nel corso dell'avventura, soprattutto perché le missioni altro non sono che una sequenza di astronavi che invadono la Terra, senza particolari varianti o una trama che renda il tutto più interessante. Affascinante nei primi minuti, decisamente stancante dopo pochi livelli.

Pensato per la VR

- Il titolo di Pentadimensional Games è stato inizialmente pensato per la realtà virtuale, e si nota fin troppo quanto gli sviluppatori si siano focalizzati su elementi di gioco che risultano fuori posto su una normale TV: assistiamo ad esempio ad intermezzi con lettere 3D che svolazzano in mezzo al nulla che sicuramente affascinano in VR ma che sembrano effetti speciali da anni '90 sulla TV, oppure vediamo le classiche mani trasparenti del giocatore tipiche dei titoli in realtà virtuale, ed anche il sistema di movimento è parzialmente su binari per non creare troppi problemi di motion sickness quando giocato in VR. Insomma, a tutti gli effetti giocare a Megaton Rainfall è come guardare qualcuno che gioca in VR, senza però godere di tale esperienza.

Tiriamo le somme

Megaton Rainfall presenta un concept interessante immergendoci in prima persona nei panni di un super-essere alla Superman, ma risulta fin troppo basilare e monotono nel gameplay tanto da sembrare la tech demo di quello che avrebbe potuto essere un titolo molto più ambizioso. Peccato, perché quando funziona riesce a trasmetterci una sensazione di potenza impressionante, come mai nessun titolo supereroistico è riuscito finora.
6.0

c Commenti (1)


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...