MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



McDROID

Recensione - McDROIDXbox One DigitalGame

No, non è il nuovo panino di una nota catena di fast food: McDROID è un nuovo misto di strategia e tower defense di stampo robotico e con grafica in cel shading. Vediamo cosa offre il titolo dello sviluppatore Elefantopia.

Il Gioco

Un deterrente per molti giocatori dei tower defense è l'input effettivo piuttosto ridotto che il giocatore solitamente può avere. Certo, ci vuole strategia nel gestire le proprie risorse e nel posizionare le torri, ma poi solitamente si tratta di aspettare e vedere se la propria strategia sia adeguata o meno, con poche chance di intervenire a lotta in corso. In McDROID il giocatore è invece chiamato all'azione costante, muovendo in terza persona un simpatico robottino quadrupede che dovrà gestire ogni aspetto della lotta, anche in maniere piuttosto insolite, per riuscire a difendere la base (una navicella caduta) da orde di alieni di ogni genere, da minuscole larve fino a mostri giganteschi.

MX Video - McDROID

Qui entra in gioco l'insolita giocabilità del titolo. Come accennato, il giocatore è chiamato a gestire una gran quantità di fattori. Il primo in ordine cronologico di quasi ogni livello è la gestione delle risorse. Raccogliendo una serie di "semi", è possibile iniziare a raccogliere risorse. Si parte dal piantare fragole passando per la raccolta di gemme, il tutto per comprare torrette e potenziamenti per il proprio robot. Quest'ultimo non è di norma dotato di sistemi di combattimento, ma può trasportare cose. Le risorse raccolte, ma non solo, anche le torrette comprate.

Sul livello infatti sono presenti delle basi sulle quali è possibile piazzare delle torri, con i nemici che solitamente attaccheranno o esse, o il giocatore, o infine la base - ciò che trovano più vicino insomma. Il robottino protagonista può infatti piazzare i sistemi di difesa acquistati con le risorse sulle già citate basi, ma può anche utilizzarne uno in movimento, trasformando il giocatore di fatto un'arma in movimento, capace non solo di fare buoni danni ma anche e soprattutto attirare i nemici dove vuole, rendendo il gameplay a 360 gradi del titolo (non esistono infatti le classiche "rotaie" dei tower defense qui) ancora più varia e tattica.


Non ci sono però soltanto le torri, ma anche trappole come barili e mine che scattano al passaggio dei nemici, capaci di danneggiare pesantemente chi si trova intorno, e magari creando danni duraturi nel tempo in quella determinata zona. Questi effetti però possono essere usare anche dai nemici, quindi attenzione a dove si mettono i propri piedi robotici. Prevedibilmente il tutto è strutturato in un sistema di ondate, dove a ogni round arrivano nemici sempre più forti e numerosi e da sempre più spawn. Si vince se si riesce a difendere la propria base fino alla fine (c'è la possibilità di riparare per fortuna), e si ottiene una valutazione alta se nel frattempo si riescono a raccogliere un gran numero di oggetti lasciati dai nemici caduti, ovviamente rischiando di lasciare la base incustodita nel frattempo.

La campagna è formata da numerosi livelli completabili fino a una valutazione di 3 stelle ciascuno nella classica modalità di sopravvivenza. Nel mezzo comunque è possibile affrontare sfide ed arene specifiche con regole cambiate dove andare a battere i propri record di volta in volta. La difficoltà alta di certi livelli e la mole di contenuti, nonché la buona rigiocabilità, permettono una varietà piuttosto notevole, peccato solo per l'assenza di qualsiasi forma di cooperativa o multiplayer, locale oppure online che sia. Infine, McDROID è interamente in inglese ma a parte qualche dialogo abbastanza irrilevante ciò non dovrebbe causare troppi guai ai giocatori meno esperti in tale lingua, visto che è quasi tutto ben spiegato a video senza troppe scritte.

Amore

Unico nel suo genere

- Pur avendo palesi elementi gestionali, strategici, e soprattutto di tower defense nonché elementi dalle classiche modalità "orda", McDROID presenta un gameplay unico con un robottino che deve coltivare risorse, costruire e trasportare sistemi di difesa, nonché attirare i nemici e riparare quanto danneggiato dalla mole di feroci alieni. Non credo ci sia molto del genere nel mondo videoludico.

Sarà un lungo viaggio

- Tanti titoli indie (e purtroppo non solo) soffrono di una durata eccessivamente ridotta, ma direi che non è il caso di McDROID. I livelli presenti sono veramente tantissimi, e con 3 livelli di valutazione da ottenere, sfide e arene multiple e punteggi da battere, nonché una miriade di strategie diverse da utilizzare specialmente nei livelli avanzati, se non vi annoiate prima della fine avrete un bel po' di ore di gioco per i vostri soldi.

Odio

E il testing?

- Non saranno difetti che rovinano completamente l'esperienza di gioco, ma McDROID è pieno di stranezze, bug e scelte di design che un discreto testing avrebbe fatto emergere. Tantissimi problemi di collisioni (o di mancanza di esse), spiegazioni confusionarie, menu non sempre reattivi, ma anche occasionali ma vistosi cali di frame-rate. Urge qualche patch.

Frenesia gestionale

- Con il giocatore chiamato a gestire una miriade di aspetti, spesso le partite si trasformano in una frenetica corsa avanti e indietro per riuscire a fare tutto piuttosto che in situazioni tattiche. Le risorse e i collezionabili hanno un tempo limite per essere raccolti. Ogni edificio va riparato di volta in volta. Sui livelli sono spesso presenti obiettivi secondari, come casse per esempio delle casse da aprire. Non si ha quindi molto tempo per ragionare perché bisogna essere in un sacco di posti in contemporanea, andando a rovinare parzialmente i buoni propositi tattici del titolo.

Tiriamo le somme

McDROID è un ibrido di tower defense con elementi di azione in terza persona, di giochi gestionali e strategici, presentato in una salsa abbastanza comica e un cel shading marcato per dare un effetto cartoonesco. Il gioco in sé è piuttosto originale e molto longevo, ma varie falle nel design e innumerevoli bug non gli permettono di brillare. Mi sento di consigliarlo comunque ai più sfegatati fan di tower defense, perché sotto i vari problemi c'è comunque un titolo valido che con qualche patch potrebbe raggiungere livelli più che soddisfacenti.
7.1

Recensione realizzata grazie al supporto di Grip Digital e Xbox.


c Commenti


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...