MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Obscure (Xbox)
copertina

Recensione - Obscure (Xbox)XboxGame

Decine di ragazzi affollano il giardino di una scuola, discinte ragazze sono in attesa di qualcuno, con i libri sottobraccio. In palestra qualcuno si allena a basket, una bella ragazza bionda ad osservarli dalle gradinate. In sottofondo i Sum 41. Ci troviamo di fronte all'ennesimo serial adolescenziale ambientato in una scuola?


  • img
  • img
  • img


Come molte altre scuole, la Leafmore Highschool non è più la struttura che fu costruita quasi cent'anni prima: le mura sono piene d'infiltrazioni, i bagni sono sporchi e maleodoranti, le attrezzature e i libri sono ultra-datati, e i professori non hanno più la scintilla dell'insegnamento che li animava una manciata di anni prima. Una situazione di degrado in una scuola in cui le stranezze non mancano, non ultimo il fatto che uno dei suoi fondatori sia tutt'ora vivo e ne sia il preside; ma a parte queste piccole stranezze, la vita scolastica procede normalmente.
Siamo in palestra con Kenny, il capitano della squadra di basket della scuola; dopo aver mandato a casa sua sorella minore Shannon, decide di rimanere ad allenarsi ancora un po', fino a quando non riceve la telefonata di Ashley, la sua ragazza, con cui ha un appuntamento per quella sera. Appuntamento a cui Kenny non si presenterà.
Mentre il ragazzo si allena, infatti, sente squillare il suo telefono cellulare dallo spogliatoio, ma una volta arrivato lì scopre che il suo borsone è sparito; una porta sbatte, impossibile non lanciarsi all'inseguimento, senza pensare alle possibili conseguenze.
Kenny arriva nei sotterranei della scuola, dove trova una pistola abbandonata, che subito raccoglie, ma soprattutto molte stranezze: dagli strani vegetali che crescono sui muri e sembrano dotati di vita propria, alle stanze arredate come un perfetto manicomio criminale abbandonato.
In una delle celle, un malridotto studente della scuola ci chiederà di aiutarlo a scappare da quel luogo infernale, e sarà l'inizio dei nostri guai: verremo infatti assaliti da mostri spaventosi, su cui le pallottole della nostra arma non avranno assolutamente alcun effetto.
Inevitabile soccombere sotto i loro colpi.
Terminata questa prima fase di gioco, più che altro un tutorial che servirà a immedesimarci nella storia e a farci capire le meccaniche del titolo, inizierà la nostra avventura vera e propria, quando la sorella di Kenny, la sua ragazza e un terzo ragazzo che collabora con il giornale scolastico, decidono di nascondersi nella scuola dopo l'orario di chiusura e mettersi alla ricerca del capitano scomparso.

  • img
  • img
  • img


La luce, nostra migliore alleata
Il gioco rientra nella categoria dei survival-horror di ispirazione Resident Evil, e chiunque abbia giocato almeno una volta questo titolo, non avrà alcuna difficoltà a capirne il funzionamento. Il sistema di controllo è abbastanza comune a quello di tutti i giochi del genere, nessuna novità dunque, ma semplicità e immediatezza, componenti molto importanti in un gioco di questo genere.
Obscure ci dà la possibilità di scegliere quale dei cinque personaggi (inizialmente solo tre) interpretare, tutti e cinque fondamentali ai fini del gioco; ognuno di essi ha infatti un'abilità speciale che lo distingue dagli altri: Shannon, ad esempio, è molto brava a medicare le ferite, mentre Ashley sa combattere molto meglio di altri.
In aggiunta al personaggio scelto, potremo farci "seguire" da un secondo adolescente (mentre gli altri personaggi rimarranno in una zona sicura, sempre disponibili), e qui entra una delle particolarità che rende Obscure unico nel suo genere: questo secondo personaggio può essere controllato tanto dalla IA, quanto da un giocatore in carne e ossa, tramite un secondo pad collegato alla nostra console; la possibilità, per dirla in due parole, di giocare un survival-horror in cooperativa con un nostro amico.
Indipendentemente dal fatto che sia controllato da un altro giocatore o dalla IA, ci accorgeremo però ben presto che l'ausilio di un secondo personaggio sarà a dir poco fondamentale in diverse situazioni, tanto nei combattimenti, per una doppia potenza di fuoco, quanto per l'esecuzione di alcune azioni per cui abbiamo bisogno di essere in due.
Nel caso in cui il secondo personaggio sia controllato dalla IA, avremo la possibilità di impartirgli alcuni semplici comandi grazie al D-Pad, oppure decidere di cambiare il personaggio controllato, con una semplice pressione su un pulsante.
Durante l'avventura dovremo sempre prestare attenzione a ciò che troviamo lungo il nostro percorso, infatti tutti gli oggetti che potremo raccogliere potrebbero tornarci utili, da soli o combinati con altri; grazie ad un pezzo di nastro adesivo, ad esempio, potremo fissare una torcia alla nostra pistola, il che ci darà qualche speranza in più di sopravvivere, per motivi che vedremo in seguito.
Un oggetto assolutamente fondamentale per la nostra avventura sarà il disco, reperibile in vari luoghi della scuola: in Obscure, infatti, i salvataggi verranno gestiti in maniera leggermente diversa dal solito; potremo salvare in ogni momento, ma solamente se avremo un disco con noi, il quale, ovviamente, scomparirà dal nostro inventario non appena usato.
Stiamo quindi attenti a come usiamo i nostri dischi, o rischiamo di far morire il nostro personaggio prima del previsto.
Volutamente non ho utilizzato l'espressione "terminare la nostra avventura", perché in Obscure questo succederà solamente quando avremo portato a termine la nostra missione, o tutti i nostri personaggi saranno stati uccisi; non basterà quindi morire con uno, o due personaggi per concludere il gioco, ma dovranno ammazzarceli tutti, e ovviamente noi non vogliamo lasciarglielo fare tanto facilmente, no?
Venderemo cara la pelle, e riempiremo di piombo tutti i mostri che incontrer... no, c'è qualcosa che non va: un intero caricatore e il mostro non è a terra. Che succede?
Molto semplice: i nostri nemici sono circondati da un'aura nera, che li rende pressoché invulnerabili dai nostri confetti di piombo; come tutti i mostri venuti dalle tenebre, anche questi temono però la luce, ed è qui che torna in gioco la torcia fissata alla pistola. Non solo per illuminare gli angoli bui dunque, ma anche (e soprattutto) per indebolire l'aura dei nostri nemici, e renderli finalmente vulnerabili. Allo stesso modo, potrebbe tornarci utile rompere il vetro sporco di una finestra, e far entrare così la luce nella stanza in cui ci troviamo.
Obscure, infatti, permette una grande interazione tra i personaggi e gli ambienti: oggetti che si spostano se vi andiamo a sbattere, vetri e distributori automatici che si rompono, serrature da scassinare, griglie da svitare, e molto altro ancora.
Durante il gioco avremo a disposizione vari tipi di armi, tanto da fuoco quanto da "impatto" (spranghe, mazze da baseball...), e una serie enorme di oggetti quali appunto torce, nastro adesivo, fil di ferro e kit medici, questi ultimi fondamentali per addentrarsi nell'oscurità di questo titolo.
Un'altra particolarità di Obscure risiede nell'inventario, non più gestito tramite i macchinosi sotto-menu, come molti altri giochi del genere, ma direttamente tramite un comodo sistema ad icone, richiamabile in qualsiasi momento dell'azione, mentre ai sotto-menu veri e propri rimane affidata la gestione della mappa e la lettura dei documenti trovati in giro per la scuola.
La storia scorre abbastanza agevolmente, con alcuni bei colpi di scena e momenti di tensione che corroborano una trama di buon livello, forse un po' troppo breve, ma comunque nella media dei titoli di questo genere. Da segnalare la presenza di alcune modalità bonus sbloccabili durante il gioco, che contribuiscono ad aumentare un po' la longevità del titolo.

Deep Down Below
Pur non facendo mai gridare al miracolo, bisogna riconoscere che i ragazzi di MC2 hanno fatto un buon lavoro tecnico, sia per quanto riguarda la grafica che per il sonoro.
Dal punto di vista grafico, le ambientazioni sono realizzate ottimamente: gli ambienti sono molto particolareggiati e realistici, grazie anche al sapiente uso delle palette dei colori e degli effetti di illuminazione in tempo reale, e si nota con piacere la maestria di chi ha curato questo aspetto del gioco. Tutte le stanze infatti "trasudano" una grande atmosfera, perfettamente cucita addosso al genere e all'ambientazione scelta.
Non si può invece essere così felici della realizzazione delle animazioni dei personaggi durante il gioco: l'effetto "modellino" si fa notare molto, tanto nei movimenti, che spesso sembrano "finti" quanto nelle espressioni facciali dei personaggi, poche e tutte uguali tra loro. Similmente, anche l'utilizzo delle telecamere non si rivela sempre ottimale, e diverse volte capita di rimanere uccisi da un mostro non visibile da quell'angolazione.
Una nota a parte meritano invece i filmati d'intermezzo, realizzati davvero ottimamente, in cui, finalmente, il labiale dei personaggi è realistico, e non un movimento più o meno casuale delle labbra.

Questo aspetto guadagna ulteriore valore considerando l'aspetto sonoro del gioco: Obscure è infatti completamente localizzato in italiano, e il doppiaggio è tutto sommato ben fatto.
Certo, come al solito si sarebbe potuto fare di meglio, ma più che in fase di doppiaggio, in fase di adattamento: capita infatti talvolta che il tono della voce non sia adeguato all'espressione facciale del personaggio, ma fortunatamente sono episodi piuttosto rari.
Di grande livello sono invece le musiche e gli effetti sonori, caratteristiche queste che sono imprescindibili per un titolo basato sull'atmosfera e sul coinvolgimento: il sottofondo musicale è molto vario e ben realizzato, con musiche che passano dai vocalizzi gotici alle tonalità più cupe dei momenti di maggior tensione.
Gli effetti sonori presenti nel gioco sono davvero moltissimi, dagli spari ai gorgoglii dei mostri, dalle urla lontane ai passi dietro l'angolo, tutti davvero di ottima fattura.

  • img
  • img
  • img


L'obiettivo dei programmatori era quello di portare una forte ventata di novità in un genere che, dalla sua nascita, non ha mai saputo davvero evolversi, ma solo ripetere gli stessi schemi. Obscure è un titolo che poggia su solide basi sia per la trama che per la realizzazione tecnica, e l'ambientazione in un liceo è sicuramente una nota d'originalità, ma per il resto, purtroppo, rimane legato ad un genere che sembra davvero incapace di rinnovarsi.
Alla fine di tutto, rimangono però il piacere di aver giocato una bella avventura, e la consapevolezza che, seppur non completamente riuscito, il tentativo dei ragazzi di MC2 getta solide basi per una possibile evoluzione di questo genere.
In definitiva, Obscure è un titolo in cui gli appassionati del genere survival-horror sapranno trovare una valida alternativa a Resident Evil e Silent Hill, mentre tutti gli altri avranno la possibilità di godere per qualche ora di un buon gioco d'atmosfera.

Ringraziamo Microids per la collaborazione.
8.0

c Commenti

copertina

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...