MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Xbox Series X

Xbox Series X: SÌ, MA I GIOCHI? Uno sguardo al futuro dei titoli Xbox nella next-gen

L'avrete sicuramente visto più di una volta, sui social o nei commenti dei vari siti di notizie: ogni volta che si parla delle straordinarie caratteristiche di Xbox Series X, arriva il detrattore di turno a sentenziare, lapidario: "SÌ, MA I GIOCHI?". E, se guardiamo il passato di Xbox, per certi versi non gli si può dar torto... ma da questo punto di vista il futuro della console verdecrociata appare più roseo che mai, perfino più di quanto appaia sul fronte hardware. Vi spieghiamo perché.

All'inizio di questa generazione, Xbox One è partita svantaggiata per diversi motivi: il prezzo troppo alto a causa dell'inclusione di Kinect, un pessimo marketing che ha aiutato a mettere la console in cattiva luce presso i fan, un hardware meno potente rispetto alla concorrenza ed una line-up di giochi esclusivi poco convincente soprattutto presso il grande pubblico. Ed anche se ha presentato dei titoli assolutamente interessanti ed amati dal pubblico hard-core come Sunset Overdrive, Quantum Break, Sea of Thieves ed i due Ori unitamente a killer app come Forza Horizon 4, non è riuscita ad avere lo stesso dirompente impatto sul grande pubblico rispetto alle esclusive Nintendo e Sony. Persino brand una volta invincibili, come Gears of War ed Halo, pur proponendoci degli ottimi titoli non sono riusciti a catalizzare sufficientemente l'interesse delle masse.

Da quando Phil Spencer è stato nominato direttore dell'intera divisione Gaming di Microsoft, però, la casa di Redmond è riuscita a rimettersi sulla giusta strada in quasi tutti gli aspetti: ha riguadagnato il vantaggio prestazionale con Xbox One X e lo manterrà con Xbox Series X, già riconosciuta come più potente di un buon margine rispetto alla concorrenza, soprattutto per quel che riguarderà le prestazioni grafiche, la CPU e le capacità di ray tracing, inoltre il marketing di Xbox e Game Pass sembra più in forma che mai e determinato a massimizzare tutta la comunicazione relativa alla nuova console, mentre la console All-Digital può fregiarsi di essere la console più economica sul mercato e la prima che, in periodo di saldi natalizi, ha raggiunto l'ambita meta dei 99 Euro.

SÌ, MA I GIOCHI?

E' vero. Avere la console più potente della next-gen ed anche la più economica (se i rumor su Lockhart, come pensiamo, si dimostreranno veri), non servirà a molto senza titoli interessanti da giocare, ma chi sfodera questa frase ogni volta che ne ha l'occasione dimostra di non avere una gran conoscenza dei passi fatti da Microsoft per non ricadere negli errori del passato.

Ad oggi gli Xbox Game Studios, ossia l'insieme di studi first party di Microsoft, conta ben 15 società tra le quali sviluppatori storici come Obsidian, inXile (entrambi fuoriusciti dalla leggendaria Interplay), Ninja Theory e Double Fine, oltre a veri colossi come Turn10, Playground Games, The Coalition e 343 Industries ed il nuovissimo ma estremamente ambizioso The Initiative; e questo senza considerare gli studi multipli all'interno della stessa software house, come i 3 studi di Ninja Theory ed i due di Playground, uno dei quali apparentemente al lavoro sul nuovo Fable.

Di tutti i nuovi studi di cui Microsoft si è arricchita negli ultimi anni, non si è ancora visto nulla di sostanzioso sia perché erano impegnati a terminare i progetti già in sviluppo, sia perché ovviamente la società americana sta tenendo le sue carte ben coperte, in attesa del momento in cui potrà rivelare i progetti AAA a cui stanno lavorando molti di questi. Quel momento, ne siamo sicuri, arriverà a giugno quando si svolgerà una diretta durante la quale, ora che conosciamo le caratteristiche hardware di Xbox Series X, si parlerà esclusivamente di giochi. E, soprattutto, dovreste far caso al fatto che molti dei nuovi studi, tra quelli acquisiti ed aperti, sono dedicati quasi esclusivamente alle esperienze single player: tanti di questi sono specializzati negli RPG, nei platform games e negli action games, cosa che arricchirà la line-up Xbox di titoli narrativi, dall'ampio respiro e spesso privi di una componente multigiocatore, un bel cambio di passo rispetto a quello che si è visto finora.

Sì, c'è sicuramente margine di miglioramento, soprattutto sul fronte dei titoli giapponesi: anche se si sono fatti ottimi passi avanti con quelli di terze parti (emblematico l'arrivo su Xbox di Kingdom Hearts e di Yakuza), manca qualche titolo esclusivo di rilievo come quelli che produsse Mistwalker nei primi anni di Xbox 360. Ma anche qui Phil Spencer promette di starci lavorando, e noi non abbiamo dubbi sul fatto che produrrà ottimi risultati come già fatto per il resto.

SÌ. MA. I. GIOCHIIII?

Ok, ok, calma! Parliamo di giochi allora. Ad oggi Xbox Series X è la console per la quale è stato annunciato il più alto numero di titoli, e l'unica della quale si conoscono i titoli first party in arrivo. Già questo non è male, e se il buon giorno si vede dal mattino, possiamo solo migliorare. Ecco quindi cosa sappiamo dei giochi First Party annunciati finora (che saranno tutti inclusi nel Game Pass):

  • Halo Infinite - il nuovo attesissimo episodio delle avventure di Master Chief è in sviluppo da 5 anni con un team di sviluppo enorme, paragonabile a quello di Rockstar Games: 343 Industries è determinata a rimediare agli errori del passato ed a produrre un "reboot spirituale" che ci restituisca il sense of wonder dei primissimi giochi della serie. Da come ne parlano, dovremmo attenderci un vero kolossal, un evento videoludico come se ne vedono di rado. E questo è quanto ci aspettiamo, ovviamente. Il gioco supporterà inoltre il ray tracing sulla nuova console, dando vita ad una grafica non possibile nell'attuale generazione di console.
  • Everwild - si sa poco della nuova avventura di Rare, ma il breve trailer visto in passato ci promette un mondo bellissimo e rigoglioso, popolato da creature fantastiche e che potremo esplorare in compagnia di altri due giocatori, ma probabilmente anche da soli.
  • Forza Motorsport - non sappiamo ancora se si chiamerà Forza Motorsport 8 o avrà un altro titolo, ma Turn10 ha confermato l'esistenza del progetto ed il fatto che, grazie ai 3 anni di sviluppo del progetto, sarà più realistico che mai, sia dal punto di vista grafico che della simulazione.
  • Senua's Saga: Hellblade II - Ninja Theory è al lavoro sul seguito dell'emozionante avventura narrativa che vede per protagonista la tormentata Senua, ed il trailer rilasciato al TGA lascia intravedere un titolo dal respiro più ampio e dai valori produttivi molto più alti.

A questi si aggiungono altri titoli, alcuni dei quali già usciti ma che riceveranno versioni potenziate esclusivamente per Xbox Series X, che andranno ulteriormente ad arricchirne la line-up. Li elenchiamo velocemente:

  • Cyberpunk 2077 (CD Projekt RED)
  • Gears 5 (The Coalition)
  • Gods and Monsters (Ubisoft)
  • Outriders (Square Enix/People can Fly)
  • Starfield (Bethesda)
  • The Elder Scrolls VI (Bethesda)
  • Rainbow Six Quarantine (Ubisoft)
  • Watch Dogs Legion (Ubisoft)
  • WRC 9 (Nacon/KT Racing)

Ed a questi, come detto, si aggiungeranno i titoli non ancora annunciati e che saranno rivelati nei prossimi mesi. Non sembra proprio una console priva di giochi, vero? E non parliamo neanche di tutti quelli retrocompatibili!

SÌ, MA LE ESCLUSIVE?

Va bene, affrontiamo l'elefante nella stanza. Dite che Xbox Series X non avrà esclusive? Che i giochi arriveranno anche su PC e che quelli del primo anno anche su Xbox One? Tutto vero.

Ma, se questo è vero, c'è anche da dire che ormai il concetto di esclusiva s'è modificato molto rispetto alle mitiche console war di qualche generazione fa: ormai le iscrizioni ai servizi iniziano a contare più della vendita delle console, e soprattutto il fatto che un Halo Infinite uscirà anche su PC e Xbox One non significa che, se amate le console e volete godervelo con la grafica e le prestazioni migliori, non potrete giocarlo al massimo su Xbox Series X. E se invece preferite giocarlo su PC o su Xbox One X, perché no? Sarete comunque all'interno dell'ecosistema Xbox, semplicemente su device diversi.

Se invece avete bisogno di una qualche strana rassicurazione che il gioco che state facendo sia giocabile esclusivamente sulla vostra console, e solo quella (ma perché mai, poi? lo renderebbe più divertente?), allora probabilmente l'ecosistema Xbox non fa per voi. Ma così vi precludereste tanti giochi interessanti e servizi fenomenali come il Game Pass. Ma ad ognuno il suo!

In conclusione, se guardate al futuro di Xbox in maniera razionale, le probabilità che, a fine anno, non ci sarà più motivo per nessuno di dire "sì, ma i giochi?" sono molto alte. Ovviamente gusti e preferenze avranno sempre un loro peso e ci sarà sempre chi preferisce questo o quel gioco, ma il panorama dei titoli Xbox promette di esplodere letteralmente, con tante proposte delle quali ad oggi non sappiamo ancora nulla. Quindi restiamo in attesa di scoprire se sarà davvero così!

MX Video - Xbox Series X
headerimage

Altro su MondoXbox e sul web

Amazon Offerte in evidenza

TUTTE LE OFFERTE

L'autore

autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, nel 2002 è cofondatore di MX. Il sito parte per gioco ma diventa una parte sempre più importante della sua vita insieme a lavoro, famiglia e troppi altri interessi: questo lo costringe a rimandare continuamente i suoi piani di dominio sul mondo.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

caricamento Caricamento commenti...
logo