MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Red Dead Revolver
copertina

Anteprima - Red Dead Revolver

Gli sviluppatori di Rockstar Games sono famosi per aver realizzato una delle serie videoludiche di maggior successo degli ultimi anni, ossia quella di Grand Theft Auto, e per aver successivamente prodotto quel Manhunt che ha tanto fatto discutere nella sua incarnazione su PS2, ora in arrivo anche su Xbox. Dopo due titoli così violenti, si preparano ad immergerci in un mondo in cui la violenza era compagna di vita e dove le abilità più apprezzate erano la velocità di estrazione dalla pistola dalla fondina ed una mira infallibile. Ci riferiamo ovviamente al mondo del selvaggio west, teatro di gioco in Red Dead Revolver.
Con evidente orgoglio, gli sviluppatori (Rockstar San Diego, ex Angel Studios) del gioco affermano di essersi ispirati alle saghe cinematografiche in stile spaghetti western, dalle quali il titolo eredita le classiche situazioni drammatiche ed eroiche, per non parlare delle immancabili colonne sonore "fischiate" alla Morricone. La trama è una classica storia di vendetta: impersoneremo Red Harlow, un pistolero che da bambino vide massacrare tutta la sua famiglia, dei cercatori d'oro, dagli scagnozzi che il Generale Diego aveva inviato per impadronirsi delle loro fortune. Il ragazzo scampò al massacro e da allora giurò di vivere solo per vendicare la morte dei suoi cari: per fare questo iniziò a vagare per le terre dell selvaggio ovest diventando un temibile pistolero. Noi prenderemo il controllo della sua vita da questo momento, mettendoci nei suoi panni alla ricerca dei carnefici della sua famiglia per rendere la pariglia a suon di piombo.

  • img
  • img
  • img


In Red Dead Revolver l'attività sparatoria (in terza persona) sarà ovviamente la componente preponderante del gioco, e la trama ci vedrà affrontare una moltitudine di situazioni diverse organizzate in circa venti di missioni, ognuna delle quali ci porterà sempre più vicino al compimento della nostra vendetta. Dovremo affrontare molte situazioni diverse, dalle classiche sparatorie per le strade della città, ad un attacco ad un treno in corsa a cavallo del nostro destriero, a combattimenti con mitragliatrici a manovella e cannoni. Avremo a nostra disposizione le classiche pistole a tamburo così come fucili ed altre armi (gli sviluppatori promettono fino a 30 armi diverse) e starà a noi decidere con quale equipaggiamento affrontare ogni missione, potendo avere con noi solo tre armi: una pistola, un fucile ed un'arma da lancio (es. coltelli, dinamite o altri esplosivi). Visto che una delle maggiori caratteristiche di un pistolero è quella di riuscire a sparare raffiche di colpi con la sua colt centrando con ognuno un bersaglio diverso, gli sviluppatori hanno pensato di renderci possibile questa cosa inserendo un sistema di mira molto particolare, chiamato "Dead Eye". Red avrà infatti la possibilità di rallentare il tempo, e durante questa fase potremo "lockare" fino a sei bersagli diversi: quando il tempo ricomincerà a scorrere normalmente, Red farà sputare fuoco alla sua pistola colpendo tutti i bersagli indicati in precedenza, ed ottenendo così un effetto devastante. Non mancheranno ovviamente i classici duelli testa a testa, in cui dovremo estrarre la pistola e freddare il nostro nemico prima che ci faccia fuori, e siamo molto curiosi di vedere come sarà implementata questa fase di gioco. Red inoltre non sarà l'unico personaggio che impersoneremo: nel gioco incontreremo altri cinque personaggi nei quali dovremo immedesimarci in momenti particolari della storia. Ogni personaggio potrà correre, saltare, rotolare, scalare pareti ed ovviamente sparare, ed inoltre ognuno avrà una propria capacità speciale, con la già citata "Dead Eye" ad esclusivo appannaggio di Red. L'uso di queste abilità non è gratuito e farà cosumare una barra di energia che si ricaricherà man mano che uccidiamo dei nemici.

  • img
  • img
  • img


Dal punto di vista grafico, quel che abbiamo potuto vedere finora sembra molto promettente. Tutte le ambientazioni sono realizzate con estrema cura riproducendo i classici scenari da film western (città fantasma, saloons, miniere, canyon e praterie), ed ogni "set" offre molti ripari naturali e non da utilizzare durante gli scontri a fuoco. Anche il look dei personaggi, Red in primis, ci sembra molto ispirato, con espressioni facciali ottimamente realizzate. Tecnicamente sembra attestarsi su buoni livelli pur senza esagerare in virtuosismi, ma la resa globale sembra senza dubbio più che sufficiente alla realizzazione di un titolo molto godiblie dal punto di vista visivo.


Red Dead Revolver sembra sulla buona strada per fornirci una esperienza di gioco all'altezza dei miti cinematografici ai quali si ispira, con una buona varietà di azione e situazioni pur rimanendo di base uno shooter in terza persona. Speriamo che gli autori riescano a renderlo interessante, con una trama avvincente ed una giocabilità all'altezza, magari fornendoci anche qualche multiplayer. Se così sarà, saremo felicissimi di cavalcare insieme a loro sulle verdi praterie del selvaggio west.

c Commenti

copertina

L'autore

autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, nel 2002 è cofondatore di MX. Il sito parte per gioco ma diventa una parte sempre più importante della sua vita insieme a lavoro, famiglia e troppi altri interessi: questo lo costringe a rimandare continuamente i suoi piani di dominio sul mondo.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...