MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



OlliOlli World

OlliOlli World - provato in anteprima

Per molti titoli indie popolari arriva, ad un certo punto della loro storia, il salto della fede. Quando il successo porta budget e ambizioni più alte, permettendo al gioco di ambire a qualcosa di più grande. E' quanto accaduto alla saga di skateboard OlliOlli, che con il nuovo capitolo OlliOlli World si prepara ad una vera rivoluzione. L'abbiamo provato in anteprima per voi: ecco cosa abbiamo scoperto!
img
Se avete giocato con i due skater bidimensionali OlliOlli ed OlliOlli 2, non vi sar difficile notare, al primissimo impatto con OlliOlli World, un upgrade visivo davvero sostanziale. La grafica pixellosa dei titoli precedenti lascia infatti il posto ad ambientazioni 3D disegnate a mano e renderizzate con grafica cel shading, ricche, piene di dettagli e dai tenui colori pastello, con tanti personaggi da conoscere e aree totalmente differenti da scoprire. L'influenza di grandi classici come Jet Set Radio o Splatoon è indubbia, ma il gioco presenta comunque una forte identità stilistica. Una volta messi i piedi sulla tavola, il senso di familiarità ritorna in un baleno: gameplay a scorrimento laterale, le trick mono-tasto, la velocità elevate e le acrobazie al cardiopalma che riattivano la nostra memoria muscolare in pochi istanti.

MX Video - OlliOlli World

Una cosa che cambia drasticamente rispetto al passato, però, è la struttura dei livelli: se nei vecchi episodi seguivamo il nostro skater che andava quasi autonomamente da sinistra verso destra cercando di sfruttare rampe, ringhiere ed altri elementi utili per acrobazie spettacolari, stavolta abbiamo molto più controllo sul percorso seguito. Novità primaria è la possibilità di scegliere percorsi paralleli in appositi intersezioni. Qui possiamo generalmente scegliere tra strade più tortuose ma con acrobazie migliori e altre con minori difficoltà e per le quali è più facile arrivare in fondo, ma troviamo anche deviazioni che ci impegnano in folli gare di velocità, costringendoci a mantenere velocità elevatissime per riuscire a superare dei salti ostici.

img
La presenza di percorsi multipli, che spesso vediamo a schermo come piani paralleli, permette l'introduzione di un'altra novità interessante: i salti tra halfpipe. Questi risultano abbastanza magnetici come quelli di Tony Hawk, il rischio di sbagliare è quindi molto ridotto, ma non sono solo delle occasioni ulteriori per fare trick imponenti, ma anche un modo veloce per cambiare percorso e direzione. Atterrando su un altro halfpipe infatti, la direzione del gioco cambia, con lo skater che va da destra verso sinistra, costringendoci quindi ad abituarci ad uno stile di gioco quasi invertito. Sembra la cosa più ovvia del mondo, ma dopo ore ed ore passate su OlliOlli, il passaggio ad un percorso al contrario non è così automatico!

Come da tradizione della serie, arrivare alla fine di ciascun percorso non è il fine ultimo: con il solo movimento dello stick possiamo creare trick di ogni genere mentre siamo in volo: rotazioni, grind su ringhiere e così via, rischiando numeri da circo in cambio di punteggi e combo devastanti. Ci troviamo così a scalare le classifiche del gioco ed a completare una serie di obiettivi secondari che ci sfidano ad ottenere determinati punteggi o realizzare trick molto specifici. Queste sfide aggiuntive ci vengono assegnate dai numerosi personaggi simpatici che andiamo a conoscere nei colorati mondi di gioco, tra una discesa e l'altra.

img
I livelli, comunque, sono molto impegnativi. Difficile capire a primo impatto quale possa essere il percorso migliore, e la ricerca di trick al cardiopalma porta spesso a cadute rovinose. Ci sono i checkpoint, ma anche così è facile sbagliare e sbagliare ancora. Del resto, gli sviluppatori sono stati i primi a dirlo: il fallimento fa parte dell'esperienza di gioco. Sbagliando si impara, direbbe qualcuno, ed effettivamente c'è una buona dose di trial and error nei percorsi di OlliOlli World. Del resto, andare in skate è proprio questo: si può cadere cento volte, ma quando il trick finalmente riesce, è una scarica di adrenalina come poche.

Come il titolo suggerisce, in OlliOlli World siamo chiamati ad esplorare aree molto differenti in giro per il globo: ci troviamo quindi a fare acrobazie tra spiagge, città e foreste, ognuna che introduce nuovi elementi di gioco. Incontriamo così corse con lo skate sui muri, scale a pioli da superare con salti lunghi e alti ed incroci di strade multiple sempre più creativi, con il livello di difficoltà che sale sempre di più. Il gioco ci offre anche livelli extra con obiettivi specifici, dove in apposite arene dobbiamo ottenere punteggi estremi in tempi ridotti.

img
Durante questa prova ho potuto provare diversi livelli, ma il gioco lascia intravedere che ce ne saranno tantissimi altri, con obiettivi extra, classifiche e arene sfida che aggiungono varietà e rigiocabilità al tutto. Il gameplay non è rivoluzionato, ma evoluto a sufficienza per soddisfare vecchi e nuovi fan, con il grande salto di qualità che riguarda soprattutto la realizzazione tecnica e artistica. Insomma, OlliOlli World ha tutte le carte in tavola per presentarsi di gran lunga come il miglior capitolo della fortunata serie ed uno dei migliori titoli arcade in uscita; non vediamo l'ora di provare la versione completa, attesa per fine anno!

c Commenti (1)


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

caricamento Caricamento commenti...