MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Yaiba: Ninja Gaiden Z
copertina

Yaiba: Ninja Gaiden Z - anteprima hands-on

Presso la sede Halifax di Milano ha fatto tappa il Press Tour di Yaiba: Ninja Gaiden Z, dove abbiamo potuto incontrare alcune icone del mondo videoludico giapponese ma soprattutto abbiamo potuto mettere le mani su una versione piuttosto stabile del titolo. Eccovi la cronaca della giornata e le nostre impressioni sulla demo.
Chi pensava che la serie Ninja Gaiden fosse sulla via dell’estinzione non sapeva che il grande Keiji Inafune c’avrebbe messo lo zampino. Yaiba: Ninja Gaiden Z è infatti il frutto della collaborazione di tre studios, Team Ninja, Spark Unlimited e Comcept, che si sono uniti con l’intento di produrre uno spin-off della serie per dare vita ad un nuovo franchise di Ninja Gaiden. Dietro questo progetto ci sono tra i più talentuosi creatori e produttori giapponesi, che stanno girando l’Europa per promuovere la loro ultima fatica e che oggi appaiono proprio di fronte a noi: Keiji Inafune, già autore di titoli come Mega Man, Resident Evil, Dead Rising e Onimusha e qui in veste di Executive Producer, e Yosuke Hayashi, sviluppatore dei più importanti episodi Ninja Gaiden e oggi qui come Executive Producer e leader del Team Ninja.

La loro presentazione parte proprio da ciò che ha inizialmente fatto storcere il naso a molti, cioè l’introduzione nel gioco di quel prezzemolo videoludico noto col nome di zombi: gli autori difendono con convinzione la scelta di sviluppare un Ninja Gaiden pieno di non morti, spiegando che il gioco riuscirà a dissipare ogni nostra perplessità in merito. Si passa poi a descrivere la scelta grafica dove si è optato per un puro stile fumettistico, o meglio, come sottolineato più volte, uno stile da “fumetto vivente” i cui protagonisti sono Yaiba Kamikaze, orde di zombi e l'avvenente Miss Monday in una piccola particina. Insomma zombi, zombi e ancora zombi, ed allora mettiamo subito mano sul controller e iniziamo a far scorrere il sangue.

La demo che ho potuto provare inizia da un filmato-prologo dove Yaiba Kamikaze si scontra con Ryu Hayabusa, il famoso protagonista della serie. Lo scontro è furioso ed epico e, quando sembra che si vada verso la parità, Ryu si produce in un colpo mortale che distrugge completamente Yaiba. La storia ci racconta che Yaiba verrà riportato in vita da una misteriosa organizzazione criminale che lo trasformerà in un cyborg-ninja innestandogli un braccio biomeccanico ed un occhio elettronico al posto di quelli devastati dai colpi di Ryu. L’obiettivo dell’organizzazione è usare il ninja per debellare un’epidemia di zombi e contemporaneamente offrire al nostro eroe la possibilità di ottenere la sua vendetta contro Ryu. Terminato il filmato seleziono il primo livello che mi viene proposto, la War Zone, ed inizio il gioco. A destra dello schermo ci sono tre indicatori che mostrano il livello di salute, i danni e un fantastico Bloodlust Meter (letteralmente indicatore della sete di sangue) il cui nome è tutto un programma. A sinistra appaiono gli indicatori del livello d'esperienza e quello delle combo, che qualificano il nostro livello di bravura nel combattimento. Il gioco è in inglese sottotitolato in Italiano.

MX Video - Yaiba: Ninja Gaiden Z


Mi muovo per la città e quando incontro i primi zombi appaiono i primi suggerimenti su come combattere e come avanzare nei livelli. Apprendo così che, una volta distrutti gli zombi, per uscire da un edificio blindato posso utilizzare la cyber vista per trovare un muro da sfondare e superare il livello. Così mentre ogni tanto mi appare un piccolo schermo con Miss Monday che mi segnala gli obiettivi e mi intrattiene con diverse battutine, comincio ad affrontare zombi sempre diversi che si presentano con vere gag da avanspettacolo per intrattenermi tra un combattimento e l’altro. Superato un livello possiamo spendere i punti di potenziamento guadagnati per sbloccare nuovi attacchi, nuove abilità e migliorare le nostre difese. La struttura del gioco è totalmente lineare, nessuna possibilità di sfuggire dal percorso che ci è stato preparato dagli sviluppatori. Finisco un altro livello di semplici combattimenti e mi trovo all’interno di un palazzo che sta per crollare, vedo a schermo alcuni aiuti che mi permettono di utilizzare un rampino per agganciarmi a sporgenze e dondolare come l’Uomo Ragno. Tra un salto ed un dondolio lascio l’edificio che si sgretola sotto di me, e mi ritrovo alla sommità di un grattacielo pronto ad affrontare un elicottero che alterna mitragliate a missili. Imparo così a parare gli attacchi e cogliere il giusto momento per agganciare il missile e rispedirlo al mittente. Le cose cominciano a peggiorare e, mentre sblocco nuove combo, si presentano anche zombi più cattivi che alternano battutine tra di loro a bombe a mano che mi regalano con generosità. Scappo saltando al piano superiore dove vengo accolto da decine di zombi che mi circondano. La ripresa della telecamera si allontana e, se da un lato questo mi permette di vedere meglio tutta la scena, dall’altro a volte faccio fatica a trovare la posizione di Yaiba in mezzo ai troppi nemici. Mi libero dal groviglio a colpi di katana e spostamenti rapidi, strappo un braccio da uno zombi e lo uso come clava per abbattere tutti gli altri. La versione che sto giocando sembra molto stabile, non vedo rallentamenti nonostante la quantità di personaggi che si muovono a video. Anche questo livello è superato e finalmente arrivo al terrazzo, dove vengo accolto da due elicotteri ed un nutrito numero di morti viventi. Non ce la faccio nemmeno ad abbattere un elicottero e mentre cado a terra tutti i colori svaniscono trasformando lo schermo in un grigio morte. Ci riprovo altre tre volte ma senza successo, e così devo passare la mano ad un collega giornalista.

Il gioco mi è piaciuto molto, devo dire che la scelta di utilizzare grandi dosi di ironia mi ha ricordato molto Deadpool ed infatti tutte le battute recitate dagli zombi riescono a strappare piacevoli risate. Il gioco è sì lineare ma anche molto vario e divertente nei combattimenti, mentre l’impianto grafico è pregevole con un sapiente uso del cel-shading e scale cromatiche che riescono a dare alla storia un feeling sempre diverso. Per tutti i fan dei vecchi giochi Ninja Gaiden è stato inoltre annunciato che si potrà accedere ad una modalità “Ninja Gaiden Z” che sarà un omaggio alle versioni dei classici titoli a scorrimento orizzontale. Yaiba: Ninja Gaiden Z arriverà nei negozi il 28 febbraio 2014 per Xbox 360.

c Commenti (2)

copertina

L'autore

autore

Amante degli animali, tecnologo, videogiocatore da sempre, passa dai Laboratori di Ricerca in Biologia Molecolare alle Multinazionali IT Americane nei gloriosi anni ‘90. La giornata perfetta: un paio di Martini molto secchi, Frank Zappa nelle orecchie, 3-4 ore divise tra Doom e Half-Life e al fianco la sua "ferocissima" bassottina a pelo duro.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...