MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



img Xbox One
copertina

ID@Xbox: un nuovo sguardo ai giochi in arrivo

Pochi giorni fa si è tenuto a Milano quello che ormai da qualche anno è diventato un piacevole appuntamento annuale: il tour ID@Xbox, durante il quale il coordinatore per l'Europa del programma indie Xbox ci ha mostrato alcuni dei titoli più interessanti in arrivo, produzioni italiane comprese. Ecco cosa abbiamo visto!
Nella suggestiva e ormai ben nota Microsoft House, la sede operativa di Microsoft Italia sita in Porta Garibaldi a Milano, siamo stati accolti al nuovo appuntamento annuale con i titoli ID@Xbox tra maxischermi e Xbox One X, anche se un paio di titoli ancora giravano su PC (ma con controller Xbox One) perché non ancora ottimizzati per Xbox. Ci ha accolti all'evento Cédric Mimouni, da quest'anno responsabile Xbox per l'Area Mediterranea (Italia, Grecia, Malta e Cipro), che ci ha brevemente ricordato uno dei mantra del recente E3 per la casa di Redmond: un forte investimento per quel che riguarda la produzione di giochi e nuove affascinanti esclusive, volontà dimostrata dall'acquisizione di importanti software house. Il focus di Microsoft non sta però tutto nella produzione di titoli first party, anzi: grazie agli accordi stretti con numerosi studi indipendenti, il futuro di Xbox ci prospetta una serie di titoli di assoluto spessore ed interesse che ci sono stati introdotti da Agostino Simonetta, responsabile del programma ID@Xbox per l'Europa ed ormai nostra vecchia conoscenza.

img
Dopo averci mostrato nuovamente il trailer del programma ID@Xbox presentato all'E3, con giochi affascinanti come Sable e il promettente DLC per l'incredibile Cuphead, siamo passati subito al dunque. E' il terzo anno consecutivo per l'evento ID@Xbox Milanese, e da allora il successo dell'iniziativa ha spronato Microsoft ad organizzare incontri analoghi anche in altre parti del mondo, come ad esempio Parigi. Il programma ID@Xbox è giunto ormai al suo quinto anno e i suoi numeri fanno davvero girare la testa. Già oltre 800 titoli usciti da quasi 500 studios in giro per il mondo, da ogni continente eccetto l'Antartide. Sono stati distribuiti oltre 2800 kit di sviluppo ai programmatori di tutto il mondo, di cui due gratis per ogni studio che si è registrato per il programma. Al momento ci sono oltre mille titoli in sviluppo. Sicuramente non tutti vedranno la luce, molti magari non saranno grandi successi né tantomeno esclusive Xbox, ma è un programma in costante evoluzione che in questi anni non solo è stato di ampio successo, ma che ha anche mostrato la via ad altri colossi come EA e Nintendo sulle potenzialità dei giochi indie.

In questi cinque anni, i giocatori di tutto il mondo hanno passato oltre 4 miliardi di ore (che sono più di 450mila anni) sui giochi ID@Xbox, ma anche gli incassi sono schizzati alle stelle. Se al Gamescom dell'anno scorso si parlava di mezzo miliardo di dollari dopo 4 anni di attività circa, a marzo di quest'anno siamo arrivati a oltre un miliardo: in meno di un anno, quindi, gli introiti fatti in quattro anni sono stati raddoppiati, complice il successo planetario di titoli come PlayerUnknown's Battlegrounds e Cuphead. Un mercato in costante espansione e un programma sempre più ampio e apprezzato da tutti, non a caso quest'anno la line-up è più impressionante che mai, con alcuni dei titoli indie più attesi di qualunque piattaforma, molti dei quali che sfoggiano grafiche ormai fotorealistiche grazie all'accessibilità a tutti gli studi di motori grafici come l'Unreal Engine 4.

Quest'anno, a Milano, abbiamo avuto modo di provare titoli intriganti e attesissimi come Below, Ashen, Vigor, Tunic e DayZ, oltre ad interessanti produzioni italiane: il tutto in arrivo sulle nostre console. Ma bando alle ciance, è tempo di far parlare i giochi nell'ordine più logico, quello alfabetico.

All-Star Fruit Racing è un titolo di kart italiano indubbiamente ispirato da Mario Kart a opera dello studio 3D Clouds, e quando l'abbiamo visto brevemente lo scorso anno alla Games Week non ha saputo distinguersi più di tanto, nonostante delle buone premesse. Ora che il gioco è in dirittura di arrivo e abbiamo potuto provare la versione finale, possiamo dirvi che si tratta di un gioco con tanti elementi unici, una marea di contenuti e un gameplay davvero ben riuscito, grazie a una gestione innovativa dei power-up effettivamente miscelabili tra loro per creare combinazioni spettacolari. Ben 23 piste totalmente differenti tra loro a tema "fruttato", 22 personaggi sbloccabili, ampia personalizzazione delle macchine che ricorda quella di Rocket League, 5 modalità di gioco differenti, un gameplay spassoso, una grafica cartoonesca molto riuscita con tanto di supporto Xbox One X (il gioco gira in 4K), multiplayer sia in locale che online... insomma, All-Star Fruit Racing ha tutte le carte in regola per essere potenzialmente il kart racer più completo e spassoso su Xbox One. Il titolo è peraltro uscito questa settimana!

MX Video - Xbox One


Il buon Mirko ha poi potuto provare una demo a tempo dell'intrigante Ashen, che ha fatto girare molte teste alle conferenze in cui ha fatto capolino, e questa volta possiamo finalmente parlare del gameplay vero e proprio. Per quello vi rimandiamo all'articolo apposito recentemente pubblicato.

Sempre Mirko ha messo le mani su un altro titolo a dir poco attesissimo dagli appassionati degli indie game, Below. Questa oscura e misteriosa avventura di Capybara Games era finalmente in prova anche in Italia, e la sua struttura atipica ci ha molto colpito: qui potete leggere le nostre impressioni al riguardo.

Uno dei titoli italiani presenti all'evento era poi la nuova opera di Storm in a Teacup, autori dell'interessante N.E.R.O., che questa volta si sono cimentati con un'avventura in prima persona in salsa vittoriana tra le folli tecnologie di Tesla e un mistero tutto da scoprire: il titolo è Close To The Sun e sembra alquanto promettente: ve ne abbiamo parlato qui.

Guardate un po' chi si vede: DayZ! Annunciato ormai anni or sono anche per console dopo il successo planetario su PC, abbiamo potuto mettere le mani su una versione già abbastanza avanzata della versione console, provata su Xbox One X. Ci sono ancora diversi dettagli da mettere a posto, quali l'inventario ancora da rendere comodo anche per il controller e qualche magagna tecnica, più piccolezze come la direzione in cui si aprono le porte, ma possiamo già dire che DayZ gira piuttosto bene sulla console Microsoft, e l'esperienza survival online con gli zombi sembra rendere bene anche con il pad in mano. A questo punto resta una domanda fondamentale: quando potremo giocarci? Gli sviluppatori contano di poter annunciare una data prima della Gamescom di Colonia in agosto, puntando ad un'uscita in Game Preview in esclusiva console su Xbox verosimilmente prima del massacro dei titoli AAA di questo autunno. Per la versione finale dovremo attendere probabilmente l'anno prossimo, ma i ragazzi di Bohemia Interactive puntano alla quasi parità di versioni e contenuti tra PC e console. Una volta arrivati alla versione completa, però, il supporto non s'interromperà: si pensa già al futuro con veicoli come elicotteri e tante altre chicche. Ma non corriamo troppo e pensiamo all'immediato futuro: DayZ, dopo una lunga attesa, dovrebbe finalmente essere giocabile su Xbox nei prossimi mesi!

Altro intrigante survival, questa volta dall'Italia: Die Young, già disponibile in Early Access su Steam e in arrivo su Xbox a inizio 2019, è un gioco di sopravvivenza in prima persona con chiare ispirazioni da titoli come ARK e Conan Exiles. Qui però il tutto è focalizzato all'esperienza single player, con un mondo aperto ed esplorabile liberamente ma con una narrativa più lineare, con tanto di personaggi con cui interagire, quest da scoprire e così via. Può capitare che alcune strade siano bloccate, come una rocca della quale ci servirà la chiave d'accesso, ma la libertà d'azione sembra già notevole. A livello di trama il titolo sembra abbastanza semplice, con una scampagnata su un'isola che finisce male, e la giovane protagonista di turno che si ritrova su un'isola dominata dalla natura e da pazzi invasati che sembrano intenzionati a fare fuori tutto ciò che trovano sul loro cammino. Come in molti survival, ci si deve occupare della ricerca di cibo e acqua e della sopravvivenza in generale, resa più movimentata anche dalla presenza di una fauna realistica con animali che possono anche interagire tra loro e che possono avere comportamenti differenti anche nei confronti del giocatore. Ci saranno anche combattimenti, ma per ora sono abbastanza rudimentali: gli sviluppatori intendono creare un sistema più soddisfacente, simile per esempio agli ultimi The Elder Scrolls. Quanto visto sembra interessante e anche graficamente accattivante grazie a un utilizzo sapiente dell'Unreal Engine 4. Quando avremo ulteriori novità, sarete i primi a saperle!

MX Video - Xbox One


Tra i titoli presenti all’evento ID@Xbox c'era anche Remothered: Tormented Fathers, primo capitolo di un'interessante trilogia horror in terza persona sviluppata dagli italiani di Stormind Games che mette i giocatori nei panni della dottoressa Rosemary Reed. La donna, dopo aver appreso della scomparsa della figlia di un suo ex-paziente affetto da turbe psichiche, decide di indagare in maniera più approfondita sulla vicenda finendo per essere risucchiata in una inaspettata spirale di terrore. Il gioco, già pubblicato su PC, arriverà su console il 25 luglio e nel corso dell'evento abbiamo avuto modo di provarne le primissime fasi iniziali, così da farci un'idea in vista della futura recensione. La sensazione è quella di trovarsi di fronte ad un survival horror old school molto ben caratterizzato, nel quale sono gli enigmi, l'esplorazione e le fasi stealth a farla da padroni. La Dott.ssa Reed infatti non può attaccare ma può solo sfruttare a suo favore l'ambiente e l'oscurità mentre cerca di risolvere il mistero che aleggia attorno al maniero del Dr. Felton. Un titolo caratterizzato da una giocabilità lenta ma accattivante, accompagnata da una grande atmosfera, una colonna sonora capace di impressionare sin dai primissimi istanti e da una realizzazione tecnica di buona qualità, affidata anche in questo caso al motore grafico Unreal. La speranza è che tutte queste buone sensazioni trovino conferma anche nella nostra recensione, prevista per le prossime settimane.



Ennesimo titolo italiano promettente all'evento; si tratta di Reverse: Time Collapse, un'avventura in terza persona che combina viaggi nel tempo ad enigmi, sezioni stealth e una narrativa che promette di essere ricca di sorprese. Purtroppo per questioni di tempo non siamo riusciti ad approfondire al meglio il titolo degli italiani Meangrip, ma possiamo confermare che il gioco è in arrivo sia per Xbox che per Windows 10.

MX Video - Xbox One


C'era anche un ritorno: Super Cane Magic Zero, collaborazione tra Sio (noto per i fumetti Scottecs) e i bolognesi Studio Evil, che combina dungeon con visuale dall'alto nello stile dei primi Zelda alla follia dei fumetti Scottecs, vedendoci combattere mostri temibili in aree cartoonesche con personaggi strambi ma amati dai fan come il Dottor Culocane e il Nonno Laser. Il titolo è tuttora in Early Access su Steam e ne abbiamo già parlato in dettaglio all'evento ID@Xbox di due anni fa, ma siamo contenti di apprendere che sia in dirittura d'arrivo con un'uscita prevista quest'anno.

MX Video - Xbox One


Uno dei giochi che più hanno attratto l'attenzione del pubblico all'E3 è stato Tunic, un coloratissimo e "pucciosissimo" simil-Zelda con protagonista una volpe davvero carina ma non per questo poco coraggiosa. Mirko ha potuto provare al meglio il titolo di Andrew Shouldice e ne è rimasto estasiato: leggete le sue impressioni al riguardo!

Bohemia Interactive, inoltre, non ha portato solo DayZ ma anche Vigor, uno sparatutto survival online dalla grafica estremamente accattivante in arrivo in esclusiva (apparentemente totale, visto che al momento non è previsto neanche su PC) Xbox One. Abbiamo potuto provarne il gameplay in un ambiente controllato e abbiamo finalmente saputo anche novità sull'uscita, sul modello economico del titolo e molto altro: leggete cosa ne pensa Mirko!

In una delle postazioni di gioco allestite presso la Microsoft House era infine possibile testare anche Warhammer: Vermintide II, il sequel del titolo action cooperativo ambientato nell'omonimo universo fantasy pubblicato nel 2015. Il secondo capitolo della saga, arrivato proprio in questi giorni sul Games Store, prosegue come prevedibile sulla strada tracciata da Fatshark con l'obiettivo di limare i piccoli difetti di gioventù. I giocatori possono quindi tornare ad indossare i “pesanti” panni degli eroi di Ubersreik per combattere la minaccia degli Skaven, un razza di pericolosi uomini ratto mutanti che ha invaso la regione e che, in questo capitolo, si sono alleati con le forze del Caos. Il gameplay cooperativo è rimasto praticamente invariato e vede un gruppo di 4 personaggi, ognuno dei quali dotato di precise caratteristiche, affrontare orde di nemici sempre più agguerriti con armi corpo a corpo, a distanza e magie, sulla falsariga del mai dimenticato Left 4 Dead. Oltre alla consueta “carne da macello” il gioco propone infatti boss, alcuni dei quali generati casualmente, e tutta una serie di nemici speciali che contribuiscono a rendere più vario il gameplay. C'è addirittura un'inedita modalità per lo streaming su Mixer che permette ai vostri spettatori di votare quali nemici dovranno attaccarvi! Per quanto visto e provato sembra che il titolo, disponibile anche su Game Pass (ma gli sviluppatori spiegano che potrebbe essere una permanenza temporanea), abbia tutte le carte in regola per bissare e probabilmente superare gli ottimi risultati ottenuti dal primo capitolo.

MX Video - Xbox One


Tra una chiacchierata con uno sviluppatore e l'altro, un gioco provato qua e là, le 4 ore dell'evento di quest'anno sono più che mai volate via in un attimo. Abbiamo messo le mani su titoli indipendenti davvero particolari, alcuni dei quali in uscita tra pochi giorni, altri tra un paio di mesi, altri ancora l'anno prossimo. Ciò che sembra inequivocabile è che rimane un periodo fantastico per essere un gamer, anche dal punto di vista dei giochi indipendenti su Xbox: survival, platform, gioco di guida, avventura, horror o Battle Royale che sia, sembra esserci qualcosa per i fan di ogni genere, in mezzo ai quasi 2.000 tra titoli ID@Xbox già usciti e quelli ancora in arrivo. Agostino Simonetta è stato chiarissimo: l'evento ID@Xbox tornerà ancora in Italia, e state certi che saremo come sempre in prima linea a raccontarvi tutto!

Articolo a cura di Gyozo "Baboy" Baki e Mirko "Thor" Rossi

c Commenti (1)

copertina

L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

c

Commenti

caricamento Caricamento commenti...