MondoXbox

Live your
passion!

UP: Il Videogioco

Recensione - UP: Il Videogioco

Dopo l’enorme successo di pubblico che il nuovo film della Pixar ha fatto riscontrare nelle sale italiane, Disney regala ai piccoli fan di UP la possibilità di vivere in prima persona le avventure di Russell e Carl. Scopriamo insieme le caratteristiche di questo titolo.

Il Gioco

UP: Il Videogioco ci propone un'avventura che ricalca grosso modo quanto visto nel film di Pixar, arricchendo in alcuni punti la trama con nemici inediti giusto per renderla un po’ più “giocabile”. Pad alla mano il gioco si presenta come il più classico dei platform game: fin dall’inizio avremo modo di utilizzare Carl o Russell se giocheremo in singolo, altrimenti, in caso di compagnia si potrà giocare l’intera compagna in modalità cooperativa offline. Durante la nostra avventura avremo modo di incontrare tutti i personaggi visti nel film ed lcuni saranno parte integrante del gameplay:, come nel caso del cane parlante o lo strano uccello Kevin. Come è facile intuire pilastro portante del titolo è la cooperazione, tutto il gioco si basa infatti sull’aiuto reciproco tra l'anziano ed il boy scout. La maggior parte dei livelli è strutturata appunto per sfruttare questo sodalizio, con sezioni superabili solo grazie alle capacità specifiche di uno o l'altro personaggio.

  • img
  • img
  • img


Durante la nostra avventura avremo modo di raccogliere tutto quello che la natura ci offre, inoltre ci sarà la possibilità di raccogliere e collezionare insetti e farfalle delle più svariate razze. Questo espediente oltre a rendere il gioco un po’ più interessante servirà anche per sbloccare determinati contenuti extra come bozzetti del film e dei brevi filmati tratti dal making of. Il gioco è risultato molto semplice da giocare, e questo è sicuramente un bene dato il target a cui mira. Durante l’avventura non ci è mai capito di trovare sezioni particolarmente ostiche e l’avventura fila liscia dall’inizio alla fine. Anche un bambino piccolo, potrà tranquillamente portare a termine l’avventura dei suoi eroi.

Graficamente il titolo si attesta sulla media dei titoli del genere. La caratterizzazione dei personaggi rispecchia quella vista nel film e anche la magnifiche viste di Paradise Fall che si sono potute ammirare nella pellicola, sono state riproposte in maniera più che soddisfacente. La versione del gioco fornitaci da Disney era in lingua inglese, tuttavia quella che troverete nei negozi dovrebbe essere completamente in italiano. Il titolo dispone inoltre di alcuni piccoli minigiochi da poter affrontare fino a 4 giocatori, abbastanza diversificati tra loro e giocabili solo in locale visto che non è presente il supportomultigiocatore online.

Amore

Cooperazione

- La parte sicuramente più interessante e innovativa del titolo, seppur con tutti i limiti che ne derivano. Come già spiegato, il titolo dà il meglio di sé giocato in cooperativa. Un ottimo espediente da parte di Disney per cercare cosi di coinvolgere così i genitori: una bella avventura da giocare tra papà (o mamma) e figlio.

Design dei personaggi

- Sicuramente uno dei migliori visti in gioco per bambini. La cura nei dettagli è maniacale, complice probabilmente il fatto che Disney ha potuto sfruttare il materiale grafico già creato da Pixar per il film. Inoltre ad arricchire questa caratterista ci sono gli ottimi paesaggi, anch’essi riprodotti fedelmente, che fanno da sfondo alle avventure dei nostri personaggi.

Facile e immediato

- Altra caratteristica da non sottovalutare, essendo un gioco per bambini. Il titolo è giocabilissimo e per niente frustrante, godibile da bambini di tutte le età.

  • img
  • img
  • img


Odio

Longevità

- L’avventura principale è terminabile in meno di 8 ore, a nostro avviso troppo poche per un titolo dal prezzo consigliato di 50 Euro. Inoltre una volta finito non ci sarà nessun motivo che vi spingerà a ricominciare l’avventura, anche se chiunque abbia un bambino sa bene che per loro non è un problema rigiocare o riguardare innumerevoli volte le stesse cose, se gli piacciono.

Ripetitività

- Una sensazione che potrete avere durante il gioco sarà quella di vedere sempre lo stesso paesaggio. Quasi tutti i livelli sono ambientati all’interno della giungla, un po’ di varietà in più non avrebbe guastato.

Tiriamo le somme

Il classico tie-in. Un gioco onesto e per una frangia di videogiocatori che non fanno dell’esigenza qualitativa il loro punto principale in un videogioco. Se voleste regalare un gioco a vostro figlio o ad un fratello più piccolo, soprattutto da giocare insieme, questa potrebbe essere una scelta sicuramente valida. 6.0

c Commenti


L'autore

autore

Nel 1990 gli viene regalato un commodore 64 e da quel giorno capisce che i videogiochi saranno il suo futuro. A distanza di anni, nonostante ripetute richieste di "trovarsi un lavoro serio", continua a barcamenarsi nel campo del giornalismo videoludico. Collaboratore di MX dal 2006 è uno strenuo sostenitore della filosofia "il primo amore non si scorda mai".

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...