MondoXbox

Live your
passion!

Dynasty Warriors: Gundam 2

Recensione - Dynasty Warriors: Gundam 2

di Davide Mapelli / MAPO78 P 26 apr 2009
Dopo il primo non certo entusiasmante capitolo, Koei ci riprova e ci propone ancora questo particolare crossover, che ci mette al comando dei Mobil Suit della serie animata Gundam uniti alle ipercollaudate meccaniche di gioco della celebre serie Dynasty Warriors. Vediamo insieme se Dynasty Warriors: Gundam 2 sia riuscito a far meglio del suo predecessore.

Il Gioco

Gundam è da sempre uno degli anime più sfruttati nella storia dei videogiochi, quindi non è una sorpresa che Koei abbia voluto proporci un secondo episodio della saga "dynastiana". il primo episodio, commercializzato nel 2007, non era certamente un capolavoro ma ebbe comunque un discreto successo, soprattutto tra i fan storici delle saghe Hack and Slash di massa da sempre prodotte dai prolifici ragazzi di Koei. Anche in questo secondo capitolo ci troviamo di fronte a centinaia di robot tratti dall'universo Gundam, mescolati al classico gameplay che da sempre contraddistingue questi giochi, con l'aggiunta di nuovi mech giganti che richiedono l'uso di particolari tattiche offensive, spiegate ottimamente in un tutorial appena prima dello scontro. I controlli sono davvero semplici ed intuitivi, con i classici attacchi normali concatenabili in combo più dannose per i nemici e che ci permetteranno di caricare un attacco speciale nettamente più letale. Proseguendo nel corso dell'avventura possiamo migliorare sia il nostro Mobile Suit che il pilota da noi scelto, apprendendo nuove abilità, nuove combo sempre più forti ed aumentando il nostro livello di combattimento.

  • img
  • img
  • img


Abbiamo la possibilità di affrontare due diverse campagne: quella Ufficiale che, una volta scelto il nostro pilota tra quelli disponibili, ci consentirà di rivere le stesse esperienze tratte dall'anime, e l'inedita modalità Missione. In questa nuova esperienza di gioco abbiamo a disposizione tante altre sotto-modalità: si comincia con la Missione Storia, incentrata sulle vicende del personaggio selezionato, passando per la Missione Libera e le Missioni Extra, ben più impegnative del normale, arrivando sino ad alcune, interessanti, missioni particolari. Nelle Missioni Raccolta abbiamo l'opportunità di collezionare componenti extra per personalizzare e potenziare il nostro Mech, mentre nelle Missioni Licenza possiamo sbloccare degli appositi permessi per pilotare nuovi robot. Infine troviamo le Missioni Amicizia, che ci consentono per la prima volta in assoluto di controllare e gestire il nostro rapporto con gli altri personaggi della saga animata. Tante nuove introduzioni che contribuiscono notevolmente alla varietà ed alla longevità di questo Dynasty Warriors: Gundam 2.

Oltre a tutte queste succose novità, è stata introdotta anche un'ottima componente Versus: è possibile competere in due sulla stessa Xbox 360, sfidandosi per soddisfare prima del nostro rivale i requisiti della missione. E finalmente fa la comparsa anche la modalità mutliplayer tramite Xbox Live, che ci propone gli stessi tipi di missione del Versus, ma giocabili con quattro giocatori collegati. Inoltre per gli amanti della cooperativa, segnaliamo la possibilità di svolgere l'intera campagna in due giocatori a schermo condiviso.

Amore

Il miglior Gundam di sempre

- Tecnicamente è stato svolto un lavoro più che buono. La modellazione dei Mobile Suit, dei nemici e degli enormi Mech che incontriamo in alcune missioni è ineccepibile, tutto è realizzato con estrema cura e ricalca alla perfezione l'inimitabile stile della storica serie animata. Ovviamente si è dovuto scendere a compromessi per via della grande quantità di nemici presenti contemporaneamente su schermo, ma il risultato è più che buono visto anche che mai nel corso dell'avventura ci è successo di incontrare rallentamenti degni di nota. Ad impreziosire il buonissimo lavoro svolto dai programmatori la grande quantità di effetti speciali , in particolare nell'esecuzione delle mosse speciali, davvero piacevoli, scintillanti e gradevoli. Encomiabile anche la telecamera virtuale che ci permette di vedere l'azione in maniera chiara, senza mai essere di intralcio o infastidendoci negli immensi scontri su larga scala a cui prendiamo parte. Tutti elementi che ricreano alla perfezione lo stile dell'anime e che faranno felici gli amanti di Gundam.

Tantissime Modalità

- La varietà non è certo un problema: l'introduzione di tantissime modalità diverse rende questo il primo titolo di questo genere che riesce a distaccarsi dalla media, riuscendo ad essere più profondo e offrendoci situazioni sempre diverse, arricchite dalla possibilità di sbloccare tantissimi extra a partire da nuovi personaggi giocabili, nuovi robot e nuovi componenti per migliorare i nostri Mobile Suit.

  • img
  • img
  • img


Odio

Mobile Suits nel deserto

- Le ambientazioni e gli scenari son da sempre uno dei maggiori punti deboli di questo particolare genere, e Dynasty Warriors: Gundam 2 non fa eccezione: gli ambienti sono piuttosto spogli e l'interattività degli stessi si mantiene al minimo sindacale, con qualche piccolo componente distruttibile e poco altro. A volte capita inoltre di assistere alla fastidiosa apparizione di oggetti dal nulla, fenomeno comunque ristretto alle sole strutture più lontane e che ci sentiamo di non criticare in maniera troppo aspra.

E' pur sempre un Hack and Slash

- Coi relativi, irrinunciabili limiti che questo genere di nicchia porta con sè. Se non siete appassionati del genere, questo gioco non vi farà cambiare idea. Nonostante le moltissime modalità, il gameplay è sempre uguale a se stesso ponendoci sempre in mezzo ad orde di nemici con un'intelligenza artificiale non certo raffinatissima: il gioco potrebbe annoiarvi molto presto. Tutti difetti congeniti degli Hack and Slash che vengono trascurati facilmente dagli appassionati dei brand Koei, ma che, inevitabilmente, possono tenere alla larga eventuali nuovi acquirenti.

Tiriamo le somme

Rispetto al titolo precedente siamo su un altro pianeta: ogni singolo aspetto, da quelli prettamente tecnici e stilistici all'introduzione di nuovi tipi di missioni e delle modalità multigiocatore, hanno notevolmente migliorato l'intera esperienza di gioco. La solita enorme varietà di personaggi e Mobile Suit, unita all'inedita abbondanza di modalità di gioco, saranno accolte a braccia aperte dagli appassionati della serie animata e dagli aficionados dei brand Koei. Se avete distrutto l'intero esercito di Zeon nel primo capitolo, sarete felicissimi di poterlo rifare in questo seguito ben riuscito. Se invece non vi ha interessato il predecessore, probabilmente in questo secondo atto non troverete nulla che possa farvi venire l'acquolina, e quindi ci sentiamo di consigliarlo senza esitazione ai soli fan. Se invece vi approcciate per la prima volta ad un gioco simile, vi consigliamo di provarlo comunque, potrebbe rivelarsi una gradevole sorpresa. 6.8

c Commenti


c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
Caricamento commenti...