MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Laser League

Recensione - Laser League

A circa un anno dal primo rilascio su PC 505 Games e Roll7 portano Laser League anche su console, permettendoci di mettere alla prova questo particolare action game dal sapore retro ma pensato per rendersi protagonista del mondo degli eSport. Scopriamo insieme se ha tutte le caratteristiche per avere successo.

Il Gioco

Alla fine lo studio indipendente inglese Roll7 ce l’ha fatta. Dopo circa un anno di early access su PC, Laser League ha ora raggiungo la release finale proponendoci il suo gameplay ispirato all’età dell’oro dei giochi arcade, ossia gli anni 80, quando si passò dai giochi in bianco e nero ai primi giochi vettoriali e non in technicolor, da Tempest al primo Tron ma con influenze anche da titoli usciti successivamente come l'indimenticabile Speedball dei Bitmap Brothers. Siamo nell’anno 2150 e lo sport più popolare è, appunto, il Laser League: in un’arena si scontrano due squadre per il controllo di nodi che, una volta toccati, irradiano una sorta di muri laser mobili permanenti per un tempo più o meno lungo, e mortali per i giocatori dell'altra squadra. Il gioco si svolge tutto con visuale dall'alto, e le due squadre si distinguono dai diversi colori: quando un giocatore attiva un nodo "accendendone" i laser, questi avranno il colore della sua squadra e saranno tranquillamente oltrepassabili dai propri alleati, mentre gli avversari dovranno cercare di evitarli per non venire uccisi.

Evitando i raggi di luce avversari, i giocatori devono tentare di sconfiggere i propri nemici utilizzando velocità, forza e strategia. Ma non solo: ogni giocatore (che controlla un solo atleta senza poter passare dall'uno all'altro) può scegliere una Classe con speciali abilità offensive e difensive, e può attivare speciali potenziamenti che compariranno casualmente sul campo da gioco. Infatti prima di ogni gara possiamo scegliere un potere selezionando tra le sei Classi a disposizione: Sfonda, Scossa, Lama, Etereo, Killer e Ladro. Le abilità vanno da quelle prettamente offensive, come Lama che attiva un attacco diretto all’avversario tramite una lama laser, fino a quelle più strategiche come Ladro, che permette di cambiare colore ai nodi avversari. Una volta utilizzate, queste abilità richiedono un breve tempo per essere ricaricate prima di poterle utilizzare di nuovo. Ogni Classe può infine applicare una modifica tra due disponibili per aumentare l’effetto del proprio potere.

MX Video - Laser League

Diverso discorso per quanto riguarda i 15 potenziamenti che appaiono nel corso della gara in modalità assolutamente imprevedibile e che, una volta attivati, sono in grado di alterare le sorti dei match grazie alla possibilità di cambiare il colore di tutti laser, aumentarne la velocità, o anche facendoci diventare invulnerabili.

Il gioco ci mette a disposizione quattro arene internazionali con tanto di pubblico a supporto: Londra, Detroit, Doha e Tientsin. Nelle arene troviamo 16 mappe caratterizzate da un diverso posizionamento e movimento dei laser. Ogni partita è composta da tre round che, a loro volta, sono da giocare al meglio dei tre. E, per non farci mancare nulla, possiamo trasformare esteticamente il nostro personaggio grazie a 250 personalizzazioni da sbloccare al superamento di ogni livello.

Come avrete intuito, Laser League non ha una storia a supporto, si passa da uno scontro all’altro senza riprendere il fiato. Non esiste nemmeno una modalità single player locale: l'unica possibilità è quella di scontrarci con amici in locale oppure online, dove possiamo cercare partite 2v2 o 3v3 con la possibilità di essere affiancati dall'IA (non molto sveglia, però) nel momento in cui dovesse esserci penuria di giocatori connessi.

Amore

Semplicità ed Immediatezza

- Due soli comandi e ci sentiamo subito padroni dell’arena. Con uno ci si muove e con l’altro si attiva il potere della Classe. Non ci poteva essere soluzione migliore per ottenere da un gioco di questo genere il massimo con poco.

Non è un gioco di meditazione

- Dimenticatevi le pause riflessive per decidere la strategia da adottare. Frenesia, divertimento e sudore avranno il sopravvento su tutto. Certo, qualche strategia dovrà essere adottata per vincere, ma la decisione dovrà esser presa rapidamente, senza perdere tempo, con intuito e improvvisazione.

Un nuovo eSport

- Laser League sembra avere tutte le carte giuste per trovare un suo spazio nel sempre più emergente mondo degli sport online fatti di squadre composte da 2 o da 3 giocatori. Da tenere d'occhio.

Prezzo

- Laser League è chiaramente un gioco che non ha richiesto una mole di lavoro immensa, e quindi la variabile prezzo è intrinsecamente dalla sua parte. Già in prenotazione lo si poteva trovare ad un’offerta interessante, il fatto poi che sia disponibile gratuitamente agli abbonati Game Pass lo mette in una posizione privilegiata.

Odio

Modalità limitate

- In effetti, il gioco non offre chissà quali varianti. E’ sbilanciatamente online-dipendente e se, non si hanno amici nei paraggi, anche il divano resta vuoto. Una modalità a giocatore singolo in locale sarebbe stata auspicabile.

Il rischio del caos

- La modalità 2 vs 2 è perfetta, mentre la 3 vs 3 è giocabile ma con qualche riserva. All'aumentare dei giocatori le partite si trasformano sempre più in un caos incontrollabile; sarebbe forse stato preferibile avere delle arene pensate specificamente per team più grandi, più vaste o magari con un minor numero di nodi.

Tiriamo le somme

Laser League dimostra di essere un titolo sportivo molto divertente, e non solo: è semplice, intuitivo, frenetico, colorato e coinvolgente al punto che il tempo passerà senza che voi ve ne accorgiate, purché però amiate questo tipo di esperienza prettamente multigiocatore (pensate a titoli come Rocket League, Overwatch e simili). Gli sviluppatori di Roll7 adottano lo stile e la semplicità dei vecchi giochi arcade geometrici attualizzandoli con grafiche di ultima generazione. Se avete adrenalina e sudore in eccesso, questo è il vostro gioco.
8.0

c Commenti (2)


L'autore

autore

Amante degli animali, tecnologo, videogiocatore da sempre, passa dai Laboratori di Ricerca in Biologia Molecolare alle Multinazionali IT Americane nei gloriosi anni ‘90. La giornata perfetta: un paio di Martini molto secchi, Frank Zappa nelle orecchie, 3-4 ore divise tra Doom e Half-Life e al fianco la sua "ferocissima" bassottina a pelo duro.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
caricamento Caricamento commenti...