MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox




Stereo Aereo

Recensione - Stereo Aereo

Con l'arrivo su Xbox One del Creators Program, anche sull'attuale console di Microsoft si aprono le porte per i giochi indipendenti interamente autoprodotti, come succedeva ai tempi su Xbox 360. Uno dei titoli più intriganti presenti al lancio è Stereo Aereo, un bizzarro shoot 'em up musicale fantascientifico. Eccovi le nostre impressioni al riguardo.

Il Gioco

Vista la natura spesso amatoriale dei titoli presenti nella nuova sezione "Raccolta Creatori" dello Store, questi titoli sono spesso gratuiti o hanno comunque prezzi piuttosto bassi; Stereo Aereo ricade nella seconda categoria, proponendosi al prezzo di 3,99 Euro ma con valori produttivi decisamente maggiori di buona parte della concorrenza, fatta in molti casi da porting veloci di giochi mobile gratuiti. Il titolo di The Stonebot Studio presenta infatti numerosi disegni fatti a mano, un'ampia colonna sonora ed un doppiaggio, ed ha persino testi e sottotitoli in italiano, una cosa che titoli ben più famosi a volte hanno omesso; insomma, si tratta di un titolo che non avrebbe certo sfigurato nel più blasonato programma ID@Xbox di Microsoft, e chissà che gli sviluppatori non ci possano pensare per titoli futuri.

Ma non corriamo troppo: oltre ad avere un titolo che suona davvero bene, cosa offre Stereo Aereo? Si tratta di un insolito mix di shoot 'em up verticale e gioco musicale alla Guitar Hero... al contrario. Troviamo infatti cinque corsie in un percorso verticale inclinato verso il centro dello schermo, similmente appunto alla saga musicale di Activision, ma qui invece delle note arrivano nemici, ostacoli e colpi da schivare o distruggere. L'obiettivo qui non è quindi colpire le note che si materializzano sul tracciato, ma di schivare tutto per tempo, distruggendo più possibile quanto è distruttibile.

MX Video - Stereo Aereo

Ogni area ha i suoi ostacoli, che possono essere piloni, campi elettrici, asteroidi, e questi oggetti ricoprono buona parte del gioco. Solamente i colpi o gli oggetti viola possono essere distrutti con l'unica arma disponibile sulla nostra navicella dalla forma di uno strumento musicale. A volte distruggere questi ostacoli è l'unico modo per passare, poiché bloccano l'unica corsia libera, mentre altre volte colpirli è interamente opzionale.

Ciò che si guadagna con la precisione e la distruzione sono naturalmente i punti. Schivare ostacoli all'ultimo, colpire quanto è possibile a ritmo di musica (c'è una barra verde convenientemente posizionata che indica dov'è ideale andare a segno) e non farsi colpire porta a combo notevoli che permettono così di fare punti a carrellate, oltre alla possibilità di poter rigenerare le proprie vite.

Sotto a questo mash-up di generi c'è inoltre anche una trama, o quantomeno un concept discretamente dettagliato per essere un gioco musicale che generalmente ha bisogno di poche presentazioni o spiegazioni. Seguiamo le vicende di un gruppo emergente, gli Stereo Aereo appunto, chiamati a fare da band di supporto dall'altra parte della galassia al gruppo più in voga del momento. Arrivarci però non è cosa semplice tra inseguimenti con la polizia, il recupero del proprio batterista finito in prigione e altre peripezie, che vanno a dare così un contesto ai 10 livelli di gioco, affrontabili sia in sequenza nella modalità Storia che singolarmente nella variante Arcade.

Oltre ai già citati personaggi disegnati egregiamente a mano, note di merito vanno anche al resto della direzione artistica di Stereo Aereo, con un look che ricorda la fantascienza degli anni '80 ed una colonna sonora rockeggiante con occasionali elementi synth. Le fasi più creative sono sicuramente i boss, con le loro musiche personalizzate ed i loro pattern da schivare: è qui che il gioco dà il meglio di sé in quanto ad idee.

Amore

Shmup + gioco musicale... al contrario?

- Stereo Aereo è uno di quei giochi che, belli o brutti che siano (ma per fortuna siamo nella prima categoria), merita di essere provato anche solo per l'inusuale e piuttosto innovativa premessa. Prendete la struttura di gioco musicale di Guitar Hero con le corsie, ma invece di riempirle di note da colpire metteteci ostacoli da schivare, nemici da eliminare, colpi da evitare o distruggere con un'astronave musicale in fondo allo schermo. Naturalmente il tutto a ritmo di musica, portando le sparatorie in giro per la galassia tra autostrade futuristiche, nello spazio profondo in mezzo agli asteroidi o su lontani pianeti. E funziona alla grande!

Rock 'n' roll, baby

- Il revival anni '80 è tornato prepotentemente di moda negli ultimi anni grazie all'esplosione di fenomeni come Stranger Things e il ritorno in voga del synthpop, ma Stereo Aereo non si accontenta di imitare gli altri. Anzi, dice piuttosto apertamente che chi abusa dei synth per ogni canzone non è proprio un grande artista. Ciò che ci vuole è il rock 'n' roll, il vero rock 'n' roll: bassi potenti, assoli di chitarra da sogno, energia a volontà. Tutto ciò senza abbandonare la fantascienza tanto cara a chi ha vissuto in quel periodo fatto di sogni tecnologici. Non sarà la colonna sonora più memorabile di sempre, ma risulta tutto molto piacevole e azzeccata.

Odio

Tecnicamente altalenante

- Non si tratta della grafica che, prevedibilmente, non è certamente al livello di titoli con budget e team di sviluppo esponenzialmente più grandi, ma a livello di performance Stereo Aereo singhiozza fin troppo. Il frame-rate è piuttosto instabile, con non occasionali freeze durante le canzoni che possono far perdere più di una vita nei momenti meno opportuni. Anche le collisioni sembrano poco precise: tantissime volte dove l'ostacolo mi sembrava abbondantemente schivato ma mi ha comunque danneggiato l'astronave, per non parlare della musica che ogni tanto si blocca e altre piccolezze. Qualche patch potrebbe migliorare molto la situazione.

Difficoltà calibrata male

- Mi stavo comodamente godendo la prima metà di Stereo Aereo, senza particolari intoppi, quando poi è arrivato il boss del sesto livello. Di colpo, ho conosciuto cosa vuol dire morire nel gioco a qualunque difficoltà, trovando di colpo numerosi problemi a superare sezioni davvero complesse anche per chi è discretamente abile coi giochi musicali e con gli shmup. Un po' per i problemi tecnici già citati prima, un po' per i pattern non sempre chiari, i problemi si moltiplicano di colpo. Eventualmente sono andato oltre e la difficoltà si è di nuovo abbassata a livelli quasi risibili, per poi tornare infernale di colpo con certi pattern davvero complessi degni dei più cattivi bullet hell shooter. Di certo non è un crescendo lineare o prevedibile, e una maggiore calibrazione non avrebbe certo guastato.

Tiriamo le somme

Stereo Aereo è un ottimo modo per introdurre il nuovo Creators Program di Microsoft, grazie ad un concept particolare che miscela abilmente gioco musicale e shoot 'em up ridefinendo i canoni di entrambi i generi, dovendo pensare più a schivare tutto che alla distruzione fine a sé stessa. Il tutto con una tematica fantascientifica ben riuscita che porta i giocatori in ogni angolo dell'universo a suon di rock 'n' roll duro e puro. Non avrà il budget o la potenza tecnica di titoli comunque ben più costosi e questo è palese vista la presenza di numerosi problemi tecnici, ma ciò non toglie tutti i meriti a questo interessantissimo titolo, che con un'ammirabile cura per i dettagli e un gameplay appassionante dà una dimostrazione più che valida di ciò che potrebbe portarci in futuro il promettente nuovo programma per gli sviluppatori Xbox.
7.0

c Commenti


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...