MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox




The Disney Afternoon Collection

Recensione - The Disney Afternoon Collection

Capcom ci propone con The Disney Afternoon Collection un tuffo nel passato, presentandoci una raccolta di sei giochi Disney dei primi anni ‘90 che hanno fatto la storia. Ci siamo quindi addentrati in un vortice di ricordi in compagnia di Zio Paperone e compagnia, e questa è la nostra recensione.

Il Gioco

Non è un segreto che ormai da diversi anni le software house ci ripropongono vecchie glorie del passato in varie collection, remastered o remake sfruttando la nostalgia dei giocatori più “anziani” e la curiosità delle nuove generazioni. Capcom sembra saperlo bene, e dopo la Mega Man Legacy Collection ecco arrivare un altro carico di emozioni dall’infanzia con The Disney Afternoon Collection. Se avete ormai qualche anno sulle spalle ricorderete come uno degli appuntamenti sacri del pomeriggio fosse quello davanti alla TV sintonizzati su Disney Club per vedere i cartoni animati, e subito dopo se si possedeva un NES ci si riuniva con gli amici per giocare ai relativi videogiochi. A cavallo tra gli anni ‘80 e ‘90 Capcom era molto attiva nel settore dei titoli su licenza Disney, e in questa Collection ne troviamo ben sei: DuckTales (1989), DuckTales 2 (1993), Darkwing Duck (1992), TaleSpin (1991), Chip & Chop: Rescue Ranger (1990) e Chip & Chop: Rescue Ranger 2 (1993).

I giochi contenuti in The Disney Afternoon Collection rientrano tutti nella categoria dei platform games a scorrimento orizzontale, con l’unica eccezione di TaleSpin. Qui infatti il protagonista Baloo (l’orso de “Il Libro della Giungla”) veste i panni di un pilota di aereo con il compito di consegnare un importante pacco, il tutto combattendo contro dei pirati che cercano di ostacolarlo. Il gioco quindi è uno sparatutto bidimensionale con più libertà di movimento, mentre ci si destreggia nei cieli sparando all’impazzata ed evitando colpi che arrivano da tutte le parti. Leggermente diverso anche Darkwing Duck, in cui l’omonimo protagonista (che tra l’altro è stato uno dei primi esperimenti di supereroe Disney) oltre a poter saltare è dotato anche di una pistola a gas che necessita di diverse munizioni a seconda dei nemici, oltre ad un rampino per sfruttare maggiormente la verticalità dei livelli.

MX Video - The Disney Afternoon Collection

Nei due DuckTales e Chip & Chop, invece, le azioni sono più limitate, ma non per questo meno divertenti. Se nei primi tuttavia la vena avventuristica della storia e il carisma di Zio Paperone rendono i giochi estremamente godibili, lo stesso non si può dire per i due scoiattoli, che risultano forse l’anello più debole della catena. Sia a livello di storia, ambientazioni e gameplay Chip & Chop ne esce sconfitto, tuttavia è l’unico titolo ad avere il vantaggio di poter essere giocato in cooperativa.

La pietra miliare è quindi sicuramente DuckTales, che tra l’altro è stato completamente rimasterizzato in una nuova versione del 2013, e la prossima uscita della nuova serie animata è sicuramente uno dei motivi per cui il titolo è stato incluso in questa Collection. Se vi aspettavate di vedere la versione recentemente restaurata, tuttavia, rimarrete delusi: tutti i giochi compresi in The Disney Afternoon Collection sono esattamente come le versioni originali, anche se naturalmente sono state effettuate alcune modifiche per adattare le immagini alle moderne televisioni. Per evitare di “stretchare” troppo gli sprite, lo schermo è sempre ridotto e delimitato da una cornice a tema, inoltre si possono applicare diversi filtri per ricreare, se volete, l’effetto delle vecchie TV a tubo catodico. Sono presenti inoltre due modalità extra, ovvero Time Attack, che come suggerisce il nome consiste semplicemente nel completare i giochi nel minor tempo possibile, e Boss Attack, ovvero affrontare tutte le battaglie contro i boss in sequenza con vite illimitate cercando di arrivare alla fine sempre nel minor tempo possibile. I più competitivi possono consultare la leaderboard online per confrontare i propri punteggi con quelli dei giocatori di tutto il mondo, ma anche vedere i replay per imparare le tattiche dei professionisti.

L’unica vera differenza rispetto al passato è la presenza del tasto Rewind, grazie al quale potrete riavvolgere la scena senza nessun limite. In questo modo si può rimediare a qualsiasi errore tutte le volte che si vuole, evitando così la frustrazione che chi ha giocato gli originali conosce fin troppo bene. Chiudono il cerchio la presenza di obiettivi e il Museo, una vera e propria miniera di reliquie del passato con sketch, bozzetti, artwork e curiosità varie per ognuno dei giochi presenti, oltre alla possibilità di riascoltare le varie colonne sonore.

Amore

Nostalgia portami via

- Il punto di forza di The Disney Afternoon Collection è senza dubbio il forte senso di nostalgia che proveranno i giocatori più grandi, quando inevitabilmente risentendo alcune musiche o rigiocando alcuni livelli torneranno con la mente le sessioni di gioco di tanti anni fa, quando si passavano i pomeriggi in compagnia dei cartoni e videogiochi Disney.

Good old times

- Nonostante abbiano ormai quasi 30 anni, alcuni dei titoli presenti in questa Collection riescono ad essere godibili e appassionanti tutt’oggi. DuckTales e Darkwing Duck offrono delle sfide piuttosto impegnative e divertenti, e valgono la pena di essere riscoperti e riapprezzati.

Museo

- Apprezzabile l’aggiunta del Museo, grazie al quale anche chi già conosceva questi titoli può comunque trovare qualche curiosità in più. Poter vedere i retroscena e alcuni passi del processo creativo che portano alla realizzazione di un gioco è sempre interessante, ed è qualcosa che ogni appassionato di videogiochi dovrebbe vedere.

Rewind sì…

- La nuova funzione di Rewind è un plus non indifferente, e basta tenere premuto un tasto per rimediare ai propri errori. Salti calcolati male e attacchi imprevisti dei boss non sono più un problema, per cui dimenticate la frustrazione e le imprecazioni che si facevano da piccoli: potete godervi tutti i giochi con calma e tranquillità, magari sperimentando soluzioni rischiose che prima non avreste avuto il coraggio di provare.

Odio

… Rewind no:

- Il rovescio della medaglia tuttavia sta nella perdita praticamente totale del senso di sfida, che poi era anche parte del fascino di questi giochi. I tempi sono cambiati, e probabilmente Capcom ha scelto questa opzione per venire incontro anche alle esigenze delle nuove generazioni meno abituate a questo tipo di frustrazioni, ma se volete provare un’esperienza più completa cercate di usare il Rewind il meno possibile.

Non è tutto oro quel che luccica

- Come detto prima, alcuni dei giochi presenti in The Disney Afternoon Collection sono invecchiati piuttosto bene e sono ancora appassionanti, ma lo stesso non si può dire di TaleSpin e Chip & Chop. Il gioco di Baloo pur essendo l’unica effettiva variante rispetto agli altri titoli è anche il meno divertente, e anche all’epoca già erano presenti shooter bidimensionali di maggiore qualità, mentre Chip & Chop non riescono a reggere il confronto con DuckTales sotto praticamente ogni aspetto.

Ok il prezzo è giusto?

- The Disney Afternoon Collection viene venduto al prezzo budget di 20 euro, un prezzo piuttosto abbordabile ma comunque soggetto a critiche. La qualità dei giochi presenti come visto è piuttosto altalenante, ma ciò che più mi ha lasciato perplesso è il fatto che per la metà del prezzo ci si porta a casa DuckTales Remastered, una versione rinnovata graficamente dell’unico gioco per cui vale effettivamente la pena acquistare la Collection. Non stiamo parlando certo di una somma enorme, ma considerata la mole di giochi che escono ogni spesa deve essere ben oculata, e spesso mi sono trovato a chiedermi se effettivamente non sarebbe stato meglio vendere i giochi singoli a minor prezzo lasciando libertà agli utenti di scegliere solo quelli a cui sono interessati.

Tiriamo le somme

The Disney Afternoon Collection si è rivelata un’operazione nostalgia riuscita solo in parte. Per quanto l’effetto nostalgia sia sempre presente per i più grandi, dei sei titoli compresi nella Collection solo la metà vale effettivamente il prezzo di copertina, inoltre sul mercato è già presente da tempo una versione rimasterizzata di DuckTales decisamente più interessante sia per i novizi che per chi ha già spolpato il gioco a suo tempo. Se avete qualche anno sulle spalle e volete tornare bambini per qualche ora,o siete relativamente giovani e curiosi di vedere come erano i videogiochi 30 anni fa, potete dargli un’occasione, ma in caso contrario difficilmente troverete dei motivi che vi spingano all’acquisto.
7.0

c Commenti (2)


L'autore

autore

I videogame lo intrigano fin da piccolo nonostante il disappunto della nazi-mamma, che alla fine è costretta a cedere e sopporta anche la sua mania per i Comics, i Manga e il collezionismo di Limited Edition. Spera di farsi strada nel mondo del giornalismo videoludico iniziando nel dicembre 2011 a collaborare per MX, inoltre studia psicologia per cercare di capire il comportamento dei fanboy.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
caricamento Caricamento commenti...