MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox




Aaero

Recensione - Aaero

Gli "sparatutto musicali" come Rez e Child of Eden hanno avuto la loro buona dose di successo tra gli appassionati, ma a differenza di altri generi hanno visto ben pochi emuli. A seguire la strada tracciata da Tetsuya Mizuguchi ci provano ora i britannici Mad Fellows con il loro Aaero, che unisce meccaniche da sparatutto su rotaia a incalzanti ritmi EDM. Ecco cosa vi aspetta.

Il Gioco

Immaginate ambientazioni sci-fi poligonali e psichedeliche che si muovono a ritmo di musica: città distopiche, condotti alla Matrix, castelli oscuri in mezzo al nulla, ed in tutto questo una piccola astronave che sfreccia affrontando numerosi nemici. Questo è il setting di Aaero che ci vede controllare, seppur limitatamente, la nostra navetta: sì, perché il percorso della navicella segue un binario preimpostato, all'interno del quale però possiamo muoverci come se scorressimo sulle pareti di una sorta di cilindro invisibile. Usando lo stick analogico sinistro spostiamo la navicella per seguire delle linee che appaiono in alcuni tratti seguendo la musica: quando non riusciamo a seguirle esattamente, "salterà" una parte della canzone, un po' come quando sbagliavamo le note in Guitar Hero. Le parti di canzone da seguire in questo modo possono essere la linea di basso, la melodia vocale o qualunque altro elemento e possono essere lunghissime, con poche variazioni oppure estremamente complesse, degne dei pezzi dubstep più deliranti degli ultimi anni.

Non ho citato la dubstep a caso, perché la colonna sonora del gioco parla chiaro: Aaero ha uno spirito elettronico, ricco di brani EDM. Passiamo dai classici della dubstep UK di inizio decennio come Flux Pavilion e Katy B fino ai giorni nostri con i pezzi caotici di Barely Alive o Habstrakt. Non mancano nemmeno brani intermedi come alcune uscite dell'etichetta Monstercat o i suoni drum and bass originali dei Noisia, senza dimenticare qualche accenno di electro house qua e là. Con ben 15 tracce differenti, gli appassionati dell'EDM dell'ultimo decennio troveranno sicuramente pane per i propri denti.

Ma seguire le "linee ritmiche" non è l'unico scopo di Aaero. Troviamo anche fasi in cui dobbiamo schivare ostacoli fissi o mobili, ma ancor più importante è l'elemento di combattimento, che con un meccanismo molto simile a Rez e Child Of Eden ci vede usare lo stick analogico destro per lockare fino ad 8 bersagli per poi sparargli dei rapidissimi missili a ricerca. Questo ci permette di affrontare i numerosi nemici che incontriamo sul nostro cammino, anch'essi posizionati seguendo il ritmo della musica; tra questi ci sono nemici semplici da annientare con un colpo, ma anche dei bestioni notevoli che non solo hanno molta vita ma ci sparano anche contro, costringendoci a sparare a nostra volta contro i loro proiettili. Ci sono addirittura dei nemici dove usare tattiche specifiche, come per esempio uno del quale dobbiamo distruggere i nodi che ne tengono acceso lo scudo. Per non parlare dei boss...

MX Video - Aaero

Ogni 5 livelli, infatti, incontriamo i livelli boss dove ci attendono creature gigantesche e discretamente spaventose. Un gigantesco sandworm (un verme gigantesco che si muove sotto e sopra la sabbia), un ragno robotico enorme, un calamaro gigantesco che ci tira rocce... in questi livelli oltre a dover cercare di seguire le linee musicali ed eliminare i nemici classici, bisognerà anche combattere contro il gigantesco boss. Il livello può essere completato anche senza ridurre il mostro principale a zero di vita, ma naturalmente per un completamento totale e un punteggio dignitoso è necessario eliminarlo. In questi livelli, come in tutti gli altri, si hanno a disposizione solo 3 vite, quindi se veniamo colpiti per tre volte è automaticamente game over.

Oltre alla sopravvivenza nei livelli, il gioco ci offre anche altri obiettivi; ad esempio più rimaniamo aderenti alle linee musicali e più sale il nostro punteggio grazie ad appositi moltiplicatori, e questo ci serve per scalare le classifiche mondiali ma anche e soprattutto per migliorare la valutazione di fine livello, necessaria per sbloccare nuovi brani e le difficoltà aggiuntive. Oltre a Facile e Normale disponibili da subito, infatti, troviamo anche Difficile e Master. Qui le linee sono più complesse, i nemici più numerosi e resistenti, e il margine d'errore per non perdere il moltiplicatore è ancora più ridotto: da provare soltanto se siete diventati esperti del gioco.

Insomma, la longevità di Aaero si esprime nella ricerca dei punteggi alti, la conquista delle stelle e lo sblocco delle difficoltà sempre più alte dove poi rifare tutto quanto con sfide ancora più toste. Ci sono però anche numerosi segreti sparsi per i livelli, ben 100 in totale, da scovare e distruggere durante le partite. Infine, capitolo localizzazione: Aaero ha pochi testi, con la parte più corposa che sta nel pratico tutorial, ed è tutto localizzato in italiano.

Amore

Quella linea sottile

- Quando non siamo impegnati nei combattimenti con i nemici, Aaero ci vede seguire delle linee musicali per seguire il ritmo della musica, trasformandosi in un vero gioco musicale ma con un gameplay diverso dalla solita pressione ritmata dei pulsanti tipica del genere. Muovere la navicella sulle tracce musicali con lo stick destro sembra quasi come suonare quelle stesse tracce, restituendo un eccellente feeling. Anche le sparatorie alla Rez sono curate, ma non certo innovative, mentre la parte più musicale del titolo è decisamente originale, curata, e soprattutto davvero divertente!

Astrattismo

- Com'è quasi scontato per un gioco ampiamente ispirato a quel capolavoro che è Rez, anche Aaero offre un look decisamente surreale nei suoi numerosi livelli. Deserti misteriosi, città distrutte, cunicoli claustrofobici, castelli in mezzo al nulla, boss a dir poco impressionanti... il tutto con uno stile artistico astratto e con forme e colori che seguono la colonna sonora. Peccato solo per l'eccessivo aliasing, ma vi sfido a destreggiarvi tra le sfide più toste ad alta velocità e notare le imperfezioni grafiche!

Sfide per tutti i livelli

- La difficoltà Normale (quella default) è troppo difficile perché non capite bene il gameplay? C'è sempre la modalità Facile dove fare pratica. Avete sbloccato quasi tutto in Normale? Ecco a voi Difficile, dove i nemici si fanno più difficili, le linee musicali più variegate e il margine d'errore è ancora più piccolo. Siete riusciti a fare tutto anche qui? Cimentatevi con Master allora, che è al limite dell'impossibile se non siete dei veri esperti. Con ben 75 stelle da sbloccare su 15 canzoni a ogni difficoltà, 100 segreti ben nascosti da trovare e classifiche separate per ogni brano e difficoltà, ci sono sfide per tutti: sia per chi vuole godersi le canzoni del gioco senza troppe difficoltà, sia per chi vuole sudare dal primo all'ultimo secondo di ciascun "banger".

Colonna sonora devastante

- Un gioco musicale funziona anche e soprattutto se ha una colonna sonora eccezionale e, da appassionato di EDM, posso confermare che questo è decisamente il caso in Aaero. La soundtrack del titolo ci presenta i brani iconici drum and bass dei Noisia, storici pezzi dubstep della scena britannica di inizio decennio come I Can't Stop di Flux Pavilion e Katy On A Mission di Katy B, fino ad arrivare a pezzi a dir poco devastanti come la mitica Habby9000 di Habstrakt o una collaborazione tra Astronaut e Barely Alive. Insomma, se siete anche solo minimamente interessati a questi generi musicali troverete dai grandi classici a brani meno conosciuti ma non per questo meno appassionanti. Senza dubbio una delle colonne sonore su licenza più riuscite in questa generazione di console.

Odio

Nessuna modalità alternativa

- Trovare tutti i segreti, sbloccare tutte le difficoltà, fare 5 stelle su ogni canzone e ciascuna difficoltà nonché scalare le classifiche è qualcosa che terrà incollato allo schermo i più esperti per davvero tantissime ore. Per chi non ha la pazienza o la bravura per questo, però, non ci sono altre modalità di gioco. Non potete sfidare i vostri amici al di fuori dalle classifiche globali, e non esiste una modalità allenamento o boss run. Le 15 canzoni offrono una longevità e varietà maggiore rispetto a quanto visto in Rez e Child Of Eden, ma l'assenza di altre variazioni sul gameplay pesa un po' sulla valutazione complessiva e sul valore del titolo.

Tiriamo le somme

Aaero è un riuscitissimo incrocio tra un rythm game ed uno shooter su binari alla Rez, impreziosito da una colonna sonora piena di grossi calibri della scena dubstep e drum and bass. Il risultato è un gameplay appassionante, che attraverso 15 canzoni ben selezionate e memorabili offre percorsi esaltanti da giocare, con sparatorie al cardiopalma e linee musicali da seguire alla ricerca di punteggi sempre più alti. Se avete amato Rez, se siete alla ricerca di qualcosa di originale nel campo dei giochi musicali o se semplicemente amate la musica EDM, Aaero è senza dubbio il gioco giusto per voi.
8.5

c Commenti (3)


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...