MondoXbox

Live your
passion!

img LEGO Marvel Super Heroes

Recensione - LEGO Marvel Super Heroes

L'invasione dei mattoncini è inarrestabile: dopo aver toccato gli universi cinematografici più famosi, i ragazzi di TT Games hanno ora messo le loro capaci mani sui supereroi Marvel, "blocchettizzandoli" per la gioia di tutti gli appassionati di comics e videogiochi. Scopriamo insieme cosa aspettarci da LEGO Marvel Super Heroes.

Il Gioco

Il divoratore mi mondi Galactus è nuovamente affamato e, come tradizione vuole, invia il suo araldo Silver Surfer a cercare un mondo adatto a soddisfare i suoi appetiti. L'argenteo surfista arriva così sulla Terra, ma viene improvvisamente abbattuto dal Dottor Destino il quale distrugge la sua potente tavola, frammentandola in una serie di "mattoncini cosmici" che si disperdono sulla Terra. Destino si allea così con Loki per organizzare un gruppo di supercattivoni con lo scopo di recuperare i potentissimi mattoncini, ma non hanno fatto i conti con Nick Fury e gli Avengers, oltre a tutti gli altri supereroi del mondo Marvel: parte così una lotta contro il tempo per impedire ai cattivi di mettere le mani sui pericolosi oggetti, che vedrà eroi del calibro di Capitan America, l'Uomo Ragno, Thor, Iron Man, Hulk, i Fantastici Quattro e tanti altri visitare numerose location famose dell'universo Marvel.

La storia di LEGO Marvel Super Heroes ci vede affrontare 15 diverse missioni visitando altrettante location molto care ai fan Marvel, dal palazzo di Tony Stark al Baxter Building (dimora dei Fantastici Quattro) passando per una fortezza dell'Hydra, la villa degli X-Men, Asgard, Latveria e così via. In ogni missione ci viene affidato un gruppo di eroi diverso, alcuni dei quali sono più ricorrenti di altri: oltre a quelli già citati troviamo la Cosa, Wolverine, Ciclope, la Torcia Umana, Mister Fantastic e molti altri, che dovranno scontrarsi contro supervillain del calibro dell'Uomo Sabbia, Loki, Magneto, Green Goblin, Dottor Octopus, ecc. La struttura è quella ormai nota dei titoli LEGO più recenti: ogni missione si svolge in un ambiente chiuso da percorrere linearmente combattendo nemici e risolvendo enigmi, mentre tra una missione e l'altra abbiamo a disposizione un'ambientazione open world, in questo caso la città di New York, dove muoverci liberamente con qualsiasi personaggio sbloccato, anche a bordo di veicoli, e accettare incarichi dai cittadini, trovare nuovi personaggi da utilizzare, svolgere gare o anche iniziare missioni secondarie, sbloccabili raccogliendo un certo numero di mattoncini d'oro. Queste si svolgono in maniera analoga a quelle principali all'interno di diversi edifici di New York, e vengono narrate tramite delle tavole di fumetto dal mercenario chiacchierone, Deadpool. Come estensione del mondo open world troviamo poi l'elivelivolo dello SHIELD, la grande portaerei volante alla quale possiamo accedere tramite delle stazioni di trasferimento sparse per la città che possiamo esplorare per sbloccare ulteriori personaggi e trovare altri incarichi secondari.

Anche a livello di gameplay LEGO Marvel Super Heroes non si presenta molto differente dagli altri titoli della serie: abbiamo quindi a che fare con un titolo action-platform con una blanda componente puzzle, ma la differenza la fanno i molti personaggi utilizzaibli.Ogni personaggio è infatti dotato di un diverso set di poteri: ci sono quelli che volano, quelli con raggi laser/calorifici, c'è Mister Fantastic che si può insinuare nelle grate e assumere forme diverse, c'è il potente martello di Thor, gli artigli di Wolverine, le frecce di Occhio di Falco e via dicendo, per non parlare dei "colossi" come Hulk, in grado di afferrare e lanciare grossi oggetti oppure abbattere grossi muri. Ogni missione che prevede un certo team d'eroi è quindi progettata per permetterci di avanzare solo utilizzando in sinergia i loro poteri, costringendoci a capire come superare determinate barriere passando dall'uno all'altro personaggio. Una volta terminate le missioni, è sempre possibile rigiocarle in modalità libera con la possibilità di cambiare i personaggi usati, così da sbloccare magari nuove aree grazie a diversi poteri.

La storia principale vi terrà occupati per circa 10-11 ore, mentre se vorrete sbloccare tutte le missioni secondarie e completare le varie attività distribuite tra New York e l'elivelivolo, potrete tranquillamente superare le 15 ore totali di gioco. Come sempre presente anche la modalità cooperativa locale a due giocatori, nella quale possiamo giocare insieme ad un amico o familiare che controllerà un secondo personaggio, ancora una volta con l'ottimo split-screen dinamico tipico della serie che interviene solo quando i personaggi sono troppo distanti tra loro.

Amore

Magia Marvel

- Pur in questa rappresentazione edulcorata e comicizzata tipica delle produzioni LEGO, gli sviluppatori di TT Games sono riusciti a catturare appieno lo spirito del mondo e dei personaggi Marvel, realizzando quello che potrebbe essere considerato uno dei migliori videogiochi dedicati alla Casa delle Idee fatti finora. Dondolare tra i grattacieli di New York nei panni dell'Uomo Ragno oppure sfrecciare nei cieli come Iron Man o la Torcia Umana, così come dispensare tonnellate di "Hulk Smash!" contro i poveri malviventi dà davvero grandi soddisfazioni, e poter controllare poi anche i vari villain dopo averli sbloccati aggiunge ancor più carisma all'esperienza open-world del gioco. Non parliamo poi della esilarante possiblità di sbloccare anche Stan Lee, con il suo mix di poteri tratti dai più famosi eroi Marvel. Per True believers!

Splendore a mattoncini

- Visivamente LEGO Marvel Super Heroes è davvero splendido. Non solo le ambientazioni sono ricche di dettagli e con numerosi oggetti distruggibili, ma il motore di rendering e illuminazione dinamica riesce a conferirgli un aspetto talvolta quasi fotorealistico, qualcosa che non ci si aspetterebbe da un titolo del genere. Gettarsi dall'elivelivolo vedendo New York ingrandirsi sempre di più sotto di noi è spettacolare, così come ottimi sono l'effetto fiamma della Torcia Umana e tanti altri dettagli del gioco. Sono davvero curioso di vedere come gli sviluppatori evolveranno l'engine sulle nuove console, una volta passato questo periodo di transizione cross-generazionale.

Gameplay solido e cooperativa

- Come da tradizione LEGO, il gameplay del gioco è efficace e ben realizzato, anche se non particolarmente impegnativo per permettere anche ai più piccoli di svolgere le missioni. E come sempre la co-op in locale si dimostra un'aggiunta importante anche per i genitori che vogliono divertirsi un po' insieme ai propri bimbi. Ancora niente co-op online, purtroppo.

Odio

E il doppiaggio dov'è?

- Premetto che ritengo questo fattore talmente importante da sottrarre almeno un punto pieno alla valutazione finale del gioco, per cui mi dilungherò un po'. LEGO Marvel Super Heroes è un gioco destinato tanto ai fan "cresciutelli" che ai giocatori più in erba, e deve quindi risultare egualmente accessibile a tutti. Mi chiedo quindi in base a quale criterio abbiano pensato, in Warner Bros. Italia, che si potesse evitare di doppiarlo in italiano lasciando i dialoghi in inglese: in questo modo si preclude la comprensione della storia - e talvolta degli stessi obiettivi di missione - ai più piccoli che magari non riescono a leggere i sottotitoli, che seppur in italiano scorrono troppo velocemente. Io stesso ho avuto problemi, giocando con mio figlio di 7 anni, a leggergli i sottotitoli perchè sparivano prima che avessi finito di leggere. Peraltro le versioni francese, tedesca e addirittura spagnola sono tutte completamente localizzate anche nei dialoghi, per cui sembra che WB Italia abbia semplicemente pensato di risparmiare penalizzando i giocatori più piccoli, che sono poi i principali destinatari di questo gioco. Un vero peccato, qualcosa che impedisce al titolo di competere a testa alta con i vari Skylanders e compagnia, qualcosa che sarebbe sicuramente stato in grado di fare. Allo stato attuale, lo sconsiglio a chiunque voglia acquistarlo come regalo di natale per i propri piccoli, almeno quelli sotto i 10 anni.

New York, un'occasione sprecata

- La New York (costituita dalla sola isola di Manhattan, per la verità) del gioco è molto vasta e ben popolata, ma sa un po' di occasione sprecata per com'è stata utilizzata, riducendosi ad un semplice hub open-world la cui esplorazione non è essenziale per lo svolgimento della storia principale. Visto l'ottimo lavoro fatto da TT Games con il loro LEGO City Undercover per Wii U, mi sarei aspettato che simili meccanismi fossero riproposti anche qui: spero comunque che sia questa la strada verso la quale si muoveranno i prossimi titoli della serie.

E' ora di novità

- Anche se l'ambientazione Marvel dona un grande carisma al titolo, si sente una certa "stanca" per una serie che è ormai da troppo tempo sempre uguale a sé stessa. Rimane sempre un gioco godibilissimo, questo è chiaro, ma mi piacerebbe vedere TT Games e Warner evolvere la serie verso nuove meccaniche, una cosa che hanno iniziato a fare con il già citato LEGO City Undercover e che spero non si fermi a quel singolo episodio.

Tiriamo le somme

Il carisma del mondo Marvel Comics incontra l'ironia ed il collaudatissimo gameplay della serie LEGO, regalandoci un titolo imperdibile per i fan della Casa delle Idee, che si divertiranno moltissimo mettendo alla prova i tanti personaggi e relativi poteri anche se si inizia a sentire una certa necessità di innovazione all'interno della serie. Purtroppo sconsigliato invece per i più piccoli a causa dell'inspiegabile assenza del doppiaggio italiano, qualcosa che non dovrebbe mai mancare in un prodotto di questo tipo. 7.8

c Commenti (7)


L'autore

autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, nel 2002 è cofondatore di MX. Il sito parte per gioco ma diventa una parte sempre più importante della sua vita insieme a lavoro, famiglia e troppi altri interessi: questo lo costringe a rimandare continuamente i suoi piani di dominio sul mondo.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...