MondoXbox

Live your
passion!

Kinect Sports Stagione 2

Recensione - Kinect Sports Stagione 2

Tutti i franchise videoludici sportivi hanno immancabili iterazioni annuali, e sembra che la regola valga anche per quelli meno seri e dalla compenente maggiormente festaiola come Kinect Sports: Microsoft e Rare hanno infatti portato nei negozi Kinect Sports Stagione 2, introducendo una serie di nuove attività da svolgere davanti all'ormai famoso sensore di movimento. Eccovi la nostra opinione al riguardo.

Il Gioco

Dopo averci divertito l'anno scorso con giochi come calcio, pugilato, bowling, ping pong e atletica, la prima serie sportiva per Kinect torna quest'anno offrendoci un nuovo set di sport con i quali confrontarci; il menu di Kinect Sports Stagione 2 è composto da football americano, sci, baseball, freccette, golf e tennis. La struttura è simile a quella dell'anno scorso: dopo aver scelto uno sport possiamo decidere se affrontarlo da soli, contro la CPU, in compagnia giocando in co-op o uno contro uno, oppure su Xbox Live. Come ormai da prassi Kinect, tutti i giochi ci richiedono di mimare i loro movimenti tipici davanti al sensore, giocando accanto ad un nostro amico nel caso di partite a due. Ecco quindi che, nei panni del nostro Avatar, ci troviamo nel tennis a respingere con potenza le palle tirateci dall'avversario, nel football ci improvvisiamo quarterback o ricevitori, nello sci dovremo seguire col corpo la giusta traiettoria e così via.

Trattandosi principalmente di un titolo da godere in compagnia, rispetto all'episodio precedente è stata potenziata la componente party game: ogni sport ha infatti una versione più "arcade" in cui fare punti in vari mini-giochi legati a quello sport, come il colpire una serie di bersagli con la palla da tennis, far atterrare la pallina da golf su dei bersagli galleggianti, correre con gli sci lungo un percorso a ostacoli, scoppiare dei palloncini con le freccette e così via. A questo si affianca la modalità Gioco Veloce, in cui due squadre si affrontano in partite tra sport e modalità scelti casualmente tramite una specie di grande roulette, cercando di segnare più punti dell'avversaria.

Chiudono l'elenco delle novità la nuova funzione di controllo vocale, che ci permette si selezionare giochi, modalità e impartire altri comandi direttamente con la voce, e la modalità Sfida tramite la quale possiamo lanciare delle sfide ad amici sul Live o altri utenti della stessa console.

Amore

Green e terra battuta

- Gli sport più divertenti di questa nuova edizione del titolo Microsoft sono senza dubbio tennis e golf. Il primo non offre tecnicismi particolari ma è sempre molto divertente ingaggiare qualche scambio con gli amici, mentre il secondo risulta davvero ben fatto: mettendoci in posizione facendo finta di avere la mazza in mano, possiamo simulare il tiro prima di colpire la palla, cambiare mazza sia con i gesti che con comandi vocali, spostarci lateralmente per cambiare la mira e variare la potenza del tiro compiendo semplicemente un movimento con le braccia più o meno veloce. Bisogna persino tener conto del vento; Non raggiungerà le vette simulative di un PGA Tour Golf, ma giocandolo viene quasi da pensare che ne potrebbe uscire un titolo stand-alone.

Gioco asincorno

- Ottima idea quella della modalità Sfida: in quest'area del gioco possiamo raccogliere le sfide lanciateci dai nostri amici o inviarne di nostre, cercando di ottenere punteggi migliori dello sfidante o sfidato. Una bella alternativa al multiplayer classico, che non richiede ad entrambi i giocatori di essere online contemporaneamente.

Gioco di gruppo

- Molto buona anche la modalità Gioco Veloce, con la scelta casuale del gioco da fare insieme ai nostri amici. Ottima per le serate in compagnia, anche se sarebbe stato bello se, oltre ai titoli di questa edizione, venissero riproposti anche quelli di maggior successo di quella precedente, come calcio e bowling.

Controllo vocale

- La funzionalità di controllo vocale funziona egregiamente, permettendoci di selezionare velocemente menu e opzioni di gioco senza dover ricorrere ai comandi manuali: l'unico problema può essere la troppa vicinanza del Kinect alle casse della TV, infatti nel mio caso ho dovuto abbassare il volume della televisione per evitare che la musica impedisse alla periferica di captare la mia voce.

Odio

Sport dallo scarso appeal

- A differenza dell'episodio dell'anno scorso, ho trovato gli sport presenti in questa edizione poco interessanti con l'eccezione di quelli già citati tra le note positive: nel caso di football e baseball bisogna conoscere un minimo questi sport molto americani per riuscirsi a divertire o anche solo capire quel che avviene sul campo, mentre il gameplay dello sci è troppo semplificato limitandosi di fatto a spostare il corpo a destra e sinistra e saltare ogni tanto.

Freccette

- Il gameplay delle freccette in particolare è quello che ho trovato più problematico, con problemi di riconoscimento del movimento e incomprensibili spostamenti della mira nel momento di effettuare il tiro. Se giocato in compagnia può risultare comunque divertente, ma a volte si ha l'impressione di non avere il pieno controllo della situazione.

Poco adatto ai più piccoli

- A causa dello scarso appeal di alcuni sport e del gameplay piú complesso di altri, come il pur ottimo golf, Kinect Sports Stagione 2 risulta poco adatto per i più piccoli tranne che per giochi come tennis e sci. L'anno scorso i piccoli giocatori potevano invece divertirsi più agilmente tra tutti gli sport presenti.

Tiriamo le somme

Nonostante l'inclusione di interessanti novità come la modalità Sfida e sport molto divertenti come tennis e golf, Kinect Sports Stagione 2 risulta essere un passo indietro rispetto all'edizione precedente soprattutto per lo scarso carisma dei giochi inclusi ed un minore appeal per i più piccoli: forse la cosa migliore sarebbe stata includere anche i titoli dell'anno scorso, magari riveduti e corretti, insieme alle novità, così da avere un pacchetto più completo e divertente per tutti. 7.6

c Commenti (1)


L'autore

autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, nel 2002 è cofondatore di MX. Il sito parte per gioco ma diventa una parte sempre più importante della sua vita insieme a lavoro, famiglia e troppi altri interessi: questo lo costringe a rimandare continuamente i suoi piani di dominio sul mondo.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...