MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Whispering Willows

Recensione - Whispering WillowsXbox One DigitalGame

Una giovane ragazza di nome Elena, nella cui vita esiste praticamente solo il padre, un giorno si ritrova da sola perché suo padre non è tornato a casa. Le sue ricerche la portano a una misteriosa e lussuosa villa che ha tutta l'aria di essere una casa infestata dai fantasmi. Sarà lì suo padre? E cosa sarà successo? E' ciò che il giocatore dovrà scoprire in Whispering Willows, avventura di Night Light Interactive da poco uscita su Xbox One dopo aver fatto il giro di molte piattaforme.

Il Gioco

Whispering Willows è un'avventura nel più classico dei termini. Non ci sono lotte, persino le parti a tempo o dove è possibile fallire sono abbastanza poche. Un gioco pacifico allora? Non proprio, perché presto ci si rende conto che la villa dove il padre della protagonista è disperso è piena di fantasmi, e le loro storie sembrano legate a doppio filo al destino del genitore. Pertanto Elena dovrà aiutare gli spiriti per compiere la sua missione e per questo dovrà trovare oggetti, risolvere enigmi, trovare soluzioni a grattacapi decennali.

Come prevedibile quindi, il gameplay di Whispering Willows è abbastanza semplice: è di fatto un'avventura bidimensionale dove non si può fare molto più che camminare, correre e interagire con gli oggetti. Non ci sono combattimenti, sezioni platform, si tratta per lo più di trovare il modo di passare varchi, aprire porte, azionare leve, cercare oggetti e interagire coi fantasmi, dando tempo e spazio a chi i giochi se li vuole godere a un ritmo lento in maniera ragionata. C'è però uno spunto di gameplay interessante, infatti all'inizio dell'avventura Elena trova un misterioso amuleto che permette al suo spirito di uscire dal suo corpo e vagare liberamente, potendosi anche tramutare in una minuscola sfera capace di passare in spazi ristrettissimi. Non si tratta di una meccanica complessa, ma saperla maneggiare al meglio è fondamentale perché dà la possibilità ad Elena di interagire anche con determinati oggetti, muovendoli per esempio, fondamentali per passare certe aree.

Man mano che il gioco va avanti, il mistero si infittisce e diventa chiaro che nella casa sono successe cose davvero strane e pericolose. Alcuni dei fantasmi sono tutt'altro che pacifici, e le ricerche porteranno Elena a fare scoperte macabre - che ovviamente non dettaglierò ulteriormente per evitare spoiler. Queste avventure non si limitano però alla villa ma anche a tutto il suo perimetro. Un giardino con tanto di labirinto, una fontana, una mansarda e molto altro, ogni luogo con i suoi segreti. Nelle zone aperte è possibile correre, unico cambiamento dal gameplay lento e ragionato dei puzzle affrontati man mano, ed è anche comprensibile visto che la zona esterna funziona un po' da hub con le varie aree collegate.

Da un punto di vista artistico, Whispering Willows è assolutamente piacevole da vedere. I personaggi sono disegnati bene nel gioco (un po' meno bene nelle brevi cut-scene), gli ambienti sono dettagliati e comprensibili, gli oggetti ben distinguibili dagli scenari, e le luci sono sempre tali da capire cosa c'è intorno. Fortunatamente non capiterà mai di dover cercare pixel nascosti o cose semi-invisibili, anche perché apparirà sempre una scritta che indicherà che c'è un oggetto con cui è possibile interagire. Le musiche sono atmosferiche e abbastanza inquietanti (ma non troppo, resta un gioco abbastanza leggero), anche se un po' ripetitive. Infine ci sono vari obiettivi segreti da sbloccare per 1000 punti obiettivo comunque piuttosto semplici, fattibili in 2-3 ore anche senza una guida.

Amore

Terrore per tutti

- Whispering Willows è un gioco che sa essere misterioso e spaventoso, ma allo stesso tempo risulta adatto a tutti senza esagerare col macabro e col violento. Sebbene le storie dei fantasmi incontrati siano spesso tragiche e sanguinolente, il modo cartoonesco con cui viene presentato il titolo rende il tutto adatto a un pubblico di qualunque età. A tal proposito anche gli enigmi sono per lo più fattibili anche da un pubblico più giovane, ma allo stesso tempo scovare alcune stranezze richiederà un discreto acume e spirito di osservazione. Un ottimo bilanciamento insomma.

Fantasmi e spiriti

- Se gli spiriti hanno le loro storie interessanti che bisognerà mettere insieme per riuscire a proseguire, è intrigante anche il modo in cui Elena usa il suo spirito per fare viaggi extracorporei, come succede in Prey pressapoco. Questi viaggi permettono di risolvere enigmi abbastanza complessi o esplorare zone altrimenti inaccessibili, talvolta anche dovendo fare attenzione a non lasciare il proprio corpo in una situazione difficile. Non è una meccanica particolarmente innovativa, ma nel contesto del titolo funziona davvero bene, e a differenza di molti giochi spiega anche il senso di questa facoltà.

Odio

Simulatore di passeggio

- Se c'è una cosa che ho trovato un po' fastidiosa in Whispering Willows è che si passa fin troppo tempo a fare cose semplici, banali, ripetitive. Si cammina tanto, ma veramente tanto. Metà degli enigmi riguarda l'apertura di qualche porta, e solitamente la soluzione è molto simile. E vista la complessità delle strutture ci si trova a vagare per cercare di ricordarsi dov'era una determinata cosa. Non è un titolo noioso, ma tra due tratti interessanti rischia talvolta di esserci un po' troppo passeggio e ripetizione.

Tiriamo le somme

Whispering Willows si dimostra essere un'avventura bidimensionale horror di tutto rispetto, che non esagera nello splatter e negli spaventi per adattarsi a tutte le età, ma che allo stesso tempo sa portare sullo schermo una buona trama, degli enigmi interessanti ma non troppo difficili, un'atmosfera elegante e complessivamente si lascia giocare per tutta la sua durata di 2-3 ore, anche se probabilmente lo si deve rigiocare per trovare gli obiettivi secondari per chi li vuole senza usare una guida. Alle volte risulta un po' monotono e ripetitivo per via del molto camminare, ma grazie a un prezzo di lancio molto competitivo si può chiudere un occhio su queste piccole mancanze: chi è alla ricerca di un'avventura interessante può trovare pane per i suoi denti con il titolo di Night Light Interactive, anche se non punta mai a livelli di eccellenza.
7.5

c Commenti


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...