MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox




img Xbox One
copertina

E3 2016: quattro chiacchiere con Microsoft Italia

Durante l’E3 abbiamo avuto il piacere di sederci e fare quattro chiacchiere con Paolo Bagnoli, direttore della divisione Xbox per l’Italia. Abbiamo discusso del futuro del brand Xbox, di Xbox One S, della visione di Microsoft per quanto riguarda Project Scorpio e dell’avvenire dell’ecosistema Xbox in generale. Eccovi la nostra intervista!
MondoXbox:Parlaci un po’ delle novità di Xbox qui all’E3.
Paolo Bagnoli: Qui a Los Angeles abbiamo annunciato tantissime novità per il mondo Xbox. La prima è un cambio di strategia: siamo passati da una strategia console-centrica, o comunque hardware-centrica, ad una strategia gamer-centrica. Abbiamo messo il giocatore al centro della nostra strategia di marketing. Il primo aspetto che vogliamo valutare è la line-up dei giochi. La nostra line-up è strepitosa, abbiamo 8 esclusive per il prossimo anno targate Xbox One e Windows 10 e gli utenti potranno giocare a queste nuove esclusive sulla piattaforma che preferiscono, sia essa una console Xbox One o un PC Windows 10. Questo è possibile grazie a Play Anywhere, l’altra vera innovazione che abbiamo annunciato durante la conferenza. L’importante per noi è che il giocatore possa giocare indipendentemente dalla piattaforma, e addirittura diamo la possibilità al giocatore di coinvolgere il maggior numero di amici possibile. Con il coinvolgimento di Windows 10 possiamo allargare la base di amici che giocano su quel titolo.

Per quanto riguarda i giochi abbiamo presentato svariati titoli, tra cui molti indipendenti. Una cosa che vogliamo sottolineare è l’attenzione che abbiamo non solo per i titoli tripla A ma anche per quanto concerne il mondo indie. Tra i tripla A c’è ovviamente Gears of War 4, forse il più atteso dalla comunità di Xbox tanto che la sala della conferenza è impazzita quando abbiamo mostrato il video di gioco. Il feedback è stato molto caloroso e positivo. Gears of War 4 uscirà l’11 di ottobre in Europa. Forza Horizon 3 è stato un altro titolo che ha scosso un po’ la sala, complice il fatto che c’era una Lamborghini Centenario fuori dal Galen Center, la stessa auto che troviamo anche qui nello show floor. La Lamborghini Centenario sarà la cover car del gioco che sarà disponibile dal 27 di settembre. Essendo il franchise di auto più venduto al mondo sappiamo che i nostri utenti lo stanno aspettando.

Poco prima di Forza lanceremo ReCore, una nuova IP. Non solamente titoli conosciuti ma anche nuovi. ReCore è in uscita a inizio settembre, è qui in fiera da provare e abbiamo visto una grande fila di giocatori che esce dalla demo col sorriso, questo vuol dire che è un gioco che sta funzionando! Come nuova IP abbiamo anche Scalebound, nuovo gioco che lanceremo nel nostro secondo semestre (fiscale, ndr) dell’anno, dopo il natale. Questo gioco presenta un'ambientazione che siamo sicuri riuscirà a coinvolgere e a portare a bordo un buon numero di utenti. Sempre nello stesso periodo dell’anno abbiamo anche Halo Wars 2, gioco di strategia legato al mondo Halo e, non essendo la sua prima edizione, ben conosciuto dagli utenti Xbox e che siamo sicuri che molti giocatori stanno aspettando. Ho dimenticato il Natale, un momento importantissimo in cui avremo Dead Rising 4, che anche ha sconvolto la sala con una presentazione veramente divertente, e siamo sicuri avrà un gran successo. Insomma, abbiamo una bella line-up che non solo a Natale ma durante tutto l’anno accompagnerà i nostri utenti.

Per questi giochi tutti quanti, tramite Xbox Live, potranno beneficiare del “gioca ovunque”, Play Anywhere su Xbox One e Windows 10. In più su Xbox Live abbiamo annunciato nuove funzioni come i Club, dove gli utenti possono radunarsi virtualmente per gruppi di interesse. Abbiamo poi il cerca amici, legato sempre ai gruppi, in modo tale che gli utenti possano cercare di combinare e di trovare la miglior squadra multiplayer per giocare al titolo che interessa loro. In questo modo la console diventa ancora più social, cerchiamo di mettere sempre più in comunicazione gli utenti che ora si sono allargati includendo anche quelli di Windows 10. Altra novità che abbiamo introdotto è l’Arena, che permette tramite Xbox Live di giocare in modalità competitiva a qualunque livello, sia tra principianti che super esperti. Questo possiamo farlo anche cross piattaforma, quindi grazie al cross play possiamo far giocare gli utenti Windows 10 contro, o in modalità collaborativa, con quelli Xbox One.

Per quanto riguarda Xbox One la console si è rinnovata e diventerà Xbox One S a partire da agosto con la versione da 2TB, e poi durante il corso dell’anno verranno rilasciate anche le versioni da 500GB e 1TB. La versione da 2TB sarà disponibile da agosto al prezzo di 399€ come prezzo suggerito di lancio. I preorder sono già partiti su tutti i principali siti e retailer del mercato italiano. La nuova console ovviamente è un grande successo, ovazione da parte della sala, una Xbox totalmente ridisegnata. Come dal nome, Xbox One S, è molto più sottile e piccola rispetto alla precedente e addirittura con l’alimentatore integrato. Ovviamente la console porta anche delle novità come l’HDR, una gestione dei colori molto più vividi e accesi, pensiamo a un Gears of War 4 che è abbastanza scuro come ambientazione e che grazie a questa funzione può spingere al massimo quella che è l’esperienza di gioco. Altra cosa importante è il supporto al 4K per i Blu-ray e per i servizi di video streaming come Netflix. Abbiamo veramente fatto un buon lavoro di ingegneria e, lasciami dire, serviva per rilanciare il brand. Queste sicuramente le notizie più importanti della conferenza.

Grande ovazione anche alla presentazione di Scorpio, o meglio, all’introduzione del progetto Scorpio che rappresenta la console più potente mai realizzata fino ad oggi. Una console strepitosa. Le caratteristiche che sono state condivise per adesso sono ancora poche, ma di tutto rispetto: la GPU ha 6 teraflops, qualcosa di veramente importante e il 4K nativo, oltre ad aprire nuovi scenari per quanto riguarda la realtà virtuale o la realtà aumentata su cui sappiamo che Microsoft sta già lavorando.

Parlando di realtà virtuale abbiamo presentato un titolo per Oculus che è Minecraft, che incarna perfettamente il concetto di multipiattaforma. Giocare con Xbox su Minecraft ci permette però anche di giocare su PC, Xbox One, telefoni Android e iOS fino ad arrivare addirittura alla realtà virtuale. Veramente un progetto molto completo che è stato annunciato. Un segnale molto forte che è stato lanciato al mercato, perché Scorpio va a dire che noi puntiamo ancora moltissimo sulle console e va a settare quello che sarà il nuovo trend, il nuovo standard per lo sviluppo dei giochi che saranno da qui a un anno. Perché ricordiamo che Scorpio sarà disponibile a Natale 2017, quindi ci vorrà ancora un po’ di tempo. Ma il messaggio che vogliamo mandare agli sviluppatori è che quella è la direzione in cui stiamo andando, seguiteci perché l’hardware evolverà. Abbiamo visto che oggi ci sono più evoluzioni rispetto a quando le console venivano lanciate una volta ogni tanto, mentre adesso abbiamo stretto il numero di lanci in termini di tempo e vogliamo che i contenuti siano pronti al lancio. L’annuncio di Scorpio è servito a questo, a settare la direzione per gli sviluppatori.


MondoXbox: Possiamo quasi dire che vi state spostando da una visione tradizionale della console a renderla più simile al mercato smartphone, in cui l’evoluzione è molto più rapida? In fondo c’è gente che cambia lo smartphone una volta l’anno. Possiamo immaginare che Microsoft stia pensando di andare in una direzione simile?
Paolo Bagnoli: Quello che abbiamo annunciato è questo. Una line-up molto più veloce da questo punto di vista, con l’introduzione di nuovi prodotti. Questo se vogliamo guidato un po’ dall’evoluzione di mercato. Microsoft si posiziona come innovatore nel mercato di gioco e a 360 gradi nel mercato della tecnologia. Se leggiamo nuovi standard di mercato su cui dobbiamo aggiornare l’hardware, sicuramente modificheremo i cicli di refresh della piattaforma. Importante è innovare e dare ai nostri giocatori la migliore esperienza d’uso, indipendentemente dalla piattaforma su cui stanno giocando.


MondoXbox: Una delle novità viste alla conferenza è la personalizzazione dei gamepad. Sappiamo che non è ancora prevista per l’Europa perché Microsoft sta aspettando di vedere come sarà recepita negli States. Ma il progetto arriverà anche in Europa oppure per il momento non c’è nulla di definito?
Paolo Bagnoli: Il progetto c’è assolutamente. È una questione di roll-out tecnologico. Facciamo prima partire gli Stati Uniti e altri paesi a cui Microsoft ha dato la priorità di lancio. Il progetto è ovviamente quello di espandere questa nuova innovazione commerciale a tutto il resto del mondo e ovviamente l’Europa ne farà parte. Ma purtroppo non abbiamo ancora una data precisa perché la cosa non dipende al 100% da Microsoft, ci sono diversi fattori che vanno valutati. La personalizzazione del controller è una cosa che è piaciuta moltissimo al pubblico durante la conferenza e c’è il massimo interesse da parte nostra nel portare a casa il più velocemente possibile questa innovazione.

Nel frattempo lanciamo sul mercato dei nuovi controller, abbiamo un controller per Xbox One S totalmente ridisegnato con un nuovo materiale antiscivolo. In più avrà connettività bluetooth, quindi sarà possibile connetterlo alla console via bluetooth ma non solo: questo apre lo scenario anche a una connettività per PC e tablet. Questo è un po’ nel DNA di Microsoft, il fatto di garantire una retrocompatibilità dei propri prodotti. Questo anche per proteggere l’investimento che il consumatore ha fatto, basti pensare agli oltre 100 titoli che abbiamo portato da Xbox 360 a Xbox One e su cui continuiamo a lavorare. La lista aggiornata è sempre disponibile sul nostro sito e piano piano continua a crescere. Quindi chi ha investito dei soldi nelle nostre piattaforme, in particolare su 360, si è visto riportare i giochi anche su One. Questa cosa sarà possibile anche da One a One S e da One S a Scorpio. Questo è un altro messaggio importante che andiamo a dare al mercato. Restare con Xbox One vuol dire investire soldi perché proteggiamo consumatori in termini di giochi e questa cosa sarà vera anche per l’hardware. I controller che usiamo oggi su One S saranno compatibili anche con Scorpio.


MondoXbox: Per quanto riguarda il modello attuale di Xbox One, andrà a sparire?
Paolo Bagnoli: Noi annunciamo il lancio di One S ad agosto con la versione da 2TB. Capienza che non è disponibile sulla One attuale. Iniziamo con l’affiancare i due modelli introducendo prima il modello di fascia più alta da 2TB e continuando con Xbox One da 500GB e 1TB, visto che comunque in termini di tecnologia la console (attuale) è più che aggiornata e supporta tutti i nostri giochi. Durante il corso dell’anno affiancheremo le due console fino a una sostituzione delle console.


MondoXbox: Grazie per il tuo tempo!

c Commenti (11)

copertina

c

Commenti

x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...