MondoXbox

Live your
passion!

G.I. Joe: La Nascita dei Cobra

Recensione - G.I. Joe: La Nascita dei Cobra

di Ampsicora Caddeo / DvKz P 29 ott 2009
Capita spesso di trovarci davanti a titoli che, ispirati a pellicole cinematografiche, ne integrano la storia mostrandoci eventi non visti al cinema: è questo il caso di G.I. Joe: La Nascita dei Cobra, che riprende il filo da da dove il film ci aveva lasciato. Saranno riusciti Hasbro e EA a portare nelle nostre case un prodotto valido? Scopriamolo insieme!

Il Gioco

G.I. Joe: La Nascita dei Cobra arriva nelle nostre case contemporaneamente all'uscita dell'omonima pellicola nei cinema: la storia inizia per noi giocatori essattamente dove finisce il film. Desiderosi di calarci subito nei panni dei nostri Joe preferiti, decidiamo subito di avviare la partita in modo da poter finalmente mettere le mani sulla trasposizione videoludica di quelli che, per noi e per molti di voi, sono sicuramente stati tra i personaggi più amati dell'infanzia. I protagonisti con cui andremo in battaglia sono all'incirca una decina, tra cui ovviamente l'immancabile Snake Eyes, forse, insieme al suo antagonista Storm Shadow, il personaggio più accattivante sia del film che del gioco. Ovviamente ognuno dei Joe selezionabili si differenzia per abilità e peculiarità sul campo di battaglia: selezionando Snake Eyes potremo portare a termine le nostre missioni utilizzando la sua agilità e le arti marziali, mentre selezionando Heavy Duty potremo usufruire di armi pesanti e delle sua abilità nel pilotaggio di veicoli corazzati; ogni personaggio è, inoltre, dotato di un'abilità speciale davvero divertente da usare e da vedere. Una volta arrivati sul campo d'azione, dopo il filmato di “briefing” iniziale, si nota subito che il gioco si svolge con due personaggi su schermo, quello controllato da noi più un partner che ci aiuterà a tenere a bada il fuoco nemico. Sostanzialmente il titolo fa man bassa di features da Gears of War e Contra: sistema di copertura, sistema di puntamento del bersaglio, armi di ogni tipo, proiettili ovunque.

  • img
  • img
  • img


Amore

G.I. Joe

- Chi non li ricorda? Chi non ci si è divertito da piccolo? L'arrivo del film nelle sale è stato per molti appassionati un ritorno all'infanzia e l'arrivo di un videogame su piattaforme di nuova generazione che ci metta nei panni dei nostri eroi è sicuramente un evento benvenuto.

Modalità Cooperativa

- Dato che per tutta la durata dell'avventura il nostro Joe avrà sempre al suo fianco un partner gestito dall'IA, perchè non dare il controllo di quest'ultimo ad un nostro amico? E infatti è possibile: l'avventura risulta senz'altro più giocabile e divertente con un amico seduto a fianco a voi con cui ridere, commentare e stringere i denti sotto il fuoco dei Cobra. Se volete un consiglio, è così che dovete giocare il titolo.

Odio

Controlli

- Sicuramente un po' confusionaria la configurazione del pad, anche se dopo i primi minuti ci si familiarizza facilmente. La nota dolente è l'aver assegnato, come spesso accade, ad un unico tasto più funzioni: il problema deriva anche da altri fattori quali la scarsa cura nel sistemare lo spazio di fruibilità di un'azione su un tasto, come ad esempio il poter azionare un terminale. Vi capiterà purtroppo di attivare la tuta acceleratrice proprio quando volete semplicemente aprire una porta o usare un computer, per colpa del fatto che entrambi si attivano con la pressione dello stesso tasto. Inoltre il sistema di puntamento del nemico è totalmente automatico e, una volta sconfitto un avversario, passerà direttamente al prossimo senza che dobbiate togliere il dito dal grilletto o prendere la mira: sicuramente va bene per dei bambini ma non per giocatori che cercano un certo livello di sfida.

Telecamera

- Il sistema di telecamere è a dir poco fastidioso: in molte occasioni ci siamo trovati a doverci spostare solo perchè la telecamera non ci permetteva di avere piena visione del campo di battaglia, rendendo quindi l'azione confusionaria e ben poco chiara. Inoltre l'impossibilità da parte del giocatore di manovrare le visuali come ormai accade in moltissimi titoli rende il tutto molto meno intuitivo e soggetto al caso, da cui ne deriva un'azione molto più frammentata e monotona, capace di causare enorme frustrazione nel giocatore.

Veicoli

- Stendiamo un velo pietoso sulle parti di gioco a bordo dei veicoli: confusione, inquadrature improponibili e controlli ostici. Sicuramente potevano essere evitate o almeno più curate, invece così danno l'idea di qualcosa di incompleto e aggiunto solo per “fare numero”.

Sonoro

- Al di là delle musiche di accompagnamento, che potrebbero anche risultare orecchiabili a seconda dei gusti, abbiamo trovato degli effetti sonori davvero datati e per nulla azzaccati. Ovviamente si tratta sempre degli stessi effetti: armi da fuoco, esplosioni, rumori di lame che scalfiscono metalli... tutta roba già vista, già sentita e sempre riprodotta in maniera migliore di questa.

Grafica

- Quando si parla di Tie-In si è sempre scettici sulla loro realizzazione, oltre che in generale soprattutto tecnica. Certo, non ci aspettavamo un lavoro encomiabile come quello che può essere stato fatto con Riddick o Batman, ma ci saremo aspettati senz'altro qualcosa di meglio. Ciò che vediamo su schermo ha un'aria datata, quasi polverosa. Al di là delle textures oscene e degli effetti degni di un gioco per la prima generazione Xbox, i modelli poligonali sono poco definiti e scarni mentre la palette di colori con cui è stato reso il tutto è a dir poco imbarazzante, poco varia e improntata tutta ad un onnipresente grigio/sabbia. Una buona grafica e dei buoni effetti avrebbero forse fatto dimenticare altri difetti che, in questo modo, non possono che essere accentuati.

Multiplayer Online

- Abbiamo spiegato che la modalità cooperativa è il modo migliore, o forse anche l'unico, per godere l'avventura proposta da G.I. Joe: La Nascita dei Cobra. Allora perchè parlare negativamente del multiplayer online? Problemi di lag o a trovare compagni? Niente di tutto questo, dato che il vero problema è la totale assenza di una modalità multiplayer cooperativa online! Purtroppo, per divertirvi in cooperativa vi servirà un amico che si sieda a fianco a voi: davvero un peccato!

  • img
  • img
  • img


Tiriamo le somme

Quando si parla di tie-in cinematografici si pare sempre molto scettici, ma stavolta la nostra diffidenza si è dimostrata giustificata. Un gameplay semplicistico mirato principalmente ai più piccoli e casual gamers è comunque minato da problemi di telecamere e controlli onnipresenti. Il divertimento viene quasi esclusivamente dalla modalità cooperativa, purtroppo disponibile solo in locale. Se aggiungiamo alla ricetta un sonoro scadente e un comparto grafico indegno di far parte di questa generazione, otteniamo un titolo facilmente dimenticabile, a meno che non siate dei veri fanatici dei G.I. Joe o vogliate far felice qualche bambino. 4.5

c Commenti


c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
Caricamento commenti...