MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Sega GT 2002
copertina

Recensione - Sega GT 2002

Eccoci a parlare di un fantastico titolo in esclusiva per Xbox, Sega GT 2002. Devo prima di tutto confessarvi che il sottoscritto non è mai stato un grande appassionato del mondo delle corse virtuali, perché a volte le ritenevo oltremisura lontane dal modello di guida reale, ed anche quando erano più realistiche a volte le ritenevo troppo difficili o noiose. Ma da quando ci sono console come le 128 bit di ultima generazione, ho riscoperto il genere (a parte i vecchi titoli per PSX Gran Turismo e F1 97 del mitico team Bizarre, autore anche di Project Gotham Racing per Xbox).
Recensire significa giudicare sopra le parti ed oltre i gusti personali, ma siamo esseri umani e come tali indirizzati da ciò che la nostra esperienza ed i nostro gusti ci suggeriscono.

L'impatto Grafico
Vi dico subito che Sega GT 2002 mi ha ampiamente convinto, graficamente appare un prodotto quasi fotorealistico, anche se, quasi certamente, il nostro scatolotto potrebbe fare ancora di meglio. Il motore grafico svolge la sua parte egregiamente ed il frame rate si tiene sempre su livelli medio alti, non facendo notare alcun rallentamento neanche nelle fasi di gioco più concitate come le partenze, in cui un maggior numero di macchine si muovono contemporaneamente sullo schermo (e vi assicuro che i poligoni in movimento non sono pochi). Da rivedere le tonalità usate x i colori dell’asfalto e dell’ambiente un poco troppo scure e cupe secondo i miei gusti (comunque ci si abitua presto), prediligo colori più vivi e sgargianti. Buone le texture, non mi piace il pubblico realizzato in bitmap ma pazienza, ottima invece la profondità di visuale che permette sempre di vedere sufficientemente lontano (importantissimo x poter guidare come si deve).

  • img
  • img
  • img


Tante macchine tra cui scegliere
Molto ben fatte anche le varie autovetture, peraltro trasposizioni delle car originali presenti nel nostro mercato: pensate possiamo trovare macchine come la “vecchissima” Fiat 500 con tanto di cofano motore posteriore aperto per permettere l’alloggiamento del propulsore sportivo 900cc e la più moderna ed economica Punto con la quale probabilmente inizierete il gioco, anche perché con i 13000 soldoni che avete a disposizione potete comprare poco altro (al massimo una bella Peugeot 206). Ma nel gioco non ci sono solo le Fiat e l’Alfa Romeo (a cui faccio gli auguri di ritornare presto ai vecchi fasti soprattutto x gli operai che ci lavoravano), possiamo trovare marchi come Lotus con le varie Esprit, Elise, ecc, ci sono anche macchine Honda, Nissan, Opel, Ford Toyota, Mercedes e tante altre tutte presenti con modelli nuovi e vecchi. Una critica che si può muovere alla fedele riproduzione di queste vetture è che quando andiamo a sbattere contro un muro anche a 140 km orari le auto restano sempre perfette linde e pinte, forse questo è dovuto a problemi con la licenza data dai vari costruttori e non da una mancanza dei programmatori di Wow Entertainment, autori del gioco.

Personalizzazione e potenziamento delle vetture
Lo stile di guida è candidamente simulativo, e dà molto da operare ai piloti virtuali per far sì che l’automobile mantenga la giusta traiettoria al proprio veicolo, soprattutto se dotata di molti cavalli ma non delle appropriate modifiche al peso alle gomme, della campanatura, ecc. Ma non abbiate spavento: le modifiche si effettuano agevolmente, il gioco è interamente tradotto in italiano per cui è facile capire il significato di ogni nuovo assetto (non si deve per forza essere uno Schumacher o un Fisichella per capirci qualcosa), basta entrare dal proprio negoziante di fiducia, portare i soldini vinti durante le varie competizioni e comprare le modifiche. Ci sono due tipi di negozi: uno che vende componenti usati meno affidabili e duraturi, ed uno esclusivamente dedicato al nuovo, ovviamtente più caro. Spesso sarete costretti ad acquisire nuove gomme, freni ed ammortizzatori perché la vostra auto correndo nelle varie gare avrà un deterioramento delle componenti, quindi per cercare di vincere e non rimanere in fondo alla griglia bisogna mantenere la propria vetturetta efficiente.

Giocabilità e sonoro
Ottima la gestione del joypad Microsoft, con il quale mi sono trovato benissimo nello scalare e salire di marcia, i due grilletti posteriori sono utilissimi e danno l’idea di usare un cambio stile volante F1. Con lo stick analogico sinistro invece mi sono trovato molto bene nel direzionare in modo preciso (per essere un normale pad e non un volante), la mia auto. Buona l’intelligenza delle auto guidate da Xbox, che tenteranno di superarvi anche tamponandovi con più o meno determinazione.
Il comparto audio fa il suo lavoro,senza lode e senza infamia (disattivate le fastidiose musichette e ascoltate il rombo dei motori però).

  • img
  • img
  • img


Modalità di gioco
La modalità principale è quella in cui è possibile fare la carriera da pilota (Sega GT) e cercare di prendere le varie patenti vincendo le competizioni proposte. In questa modalità è possibile partecipare inoltre alle gare evento, dove sarà possibile vincere molti soldini da sborsare in ricambi auto e modifiche, inoltre in alcuni eventi ci sarà in ricompensa una auto d'epoca. Le altre modalità disponibili sono sono Quick Battle, Chronicle Mode e Time Attack: la modalità Chronicle è simile alla GT ma meno complessa e si corre con auto storiche, in Quick Battle si può gareggiare con un amico in split screen (schermo diviso in due) o contro la CPU, ed il Time Attack è una sfida sul giro più veloce.
8.4

c Commenti

copertina

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...