MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Can't Drive This

Recensione - Can't Drive ThisXbox One DigitalGame

Lo studio tedesco Pixel Maniacs ci propone con Can't Drive This un'idea completamente nuova di titolo automobilistico, introducendo una meccanica co-op in cui un giocatore deve guidare il proprio bolide mentre l'altro gli costruisce la pista davanti. Vediamo meglio come funziona.
img

Il Gioco

Can't Drive This si basa su una premessa molto semplice: uno schermo diviso in due indipendentemente dal fatto che si giochi online o in locale, con un giocatore incaricato di guidare e l'altro di posizionargli davanti i segmenti di pista utilizzando diversi blocchi man mano che arrivano in maniera casuale, andando a creare una sorta di folle mix tra i grandi classici Tetris e Pipe Mania, dove dove l'improvvisazione è la vera protagonista del gameplay. L'obiettivo: arrivare il più lontano possibile e realizzare così i punteggi più alti.

MX Video - Can't Drive This

Si tratta quindi di un titolo pensato principalmente per due giocatori, anche se presenta modalità single player così come per 4 giocatori, di cui vi parlerò più in basso. La modalità principale è la Sopravvivenza e prevede che un giocatore guidi in terza persona una jeep, dotata di una guidabilità estremamente arcade e una fisica volutamente esagerata che porta a grandi salti e sgommate ma anche a facili ribaltamenti. Il tutto avviene in percorsi creati sul momento in mezzo ai cieli. Il pilota del bolide non può guidare troppo lentamente poiché, come avviene nell'iconico film Speed, andare troppo lento per qualche secondo porta all'esplosione immediata del proprio mezzo, risultando in un game over istantaneo. Serve dunque correre rischi costanti, anche perché cadere nel vuoto permette poi il respawn se ce n'è il tempo.

Oltre a sopravvivere infatti, si corre anche contro l'orologio. In mezzo alla struttura quadrettata di questo vuoto dei cieli, si intravedono in lontananza dei checkpoint da raggiungere, con il giocatore incaricato di piazzare i blocchi rettangolari di strada in quella direzione. Passare da un checkpoint dona ulteriori secondi di tempo di gioco, ma crea anche un punto di respawn qualora si cada giù nell'oblio. Conviene dunque maggiormente cadere che fermarsi, perché nel primo caso si riparte perdendo solo un po' di tempo, nella seconda ipotesi invece è partita persa. E così, il pilota designato dovrà fidarsi del suo compagno, che gli posiziona curve, incroci, salti, turbo, ostacoli in base a come arrivano, dovendo entrambi prendere decisioni in pochissimi istanti, comunicando al meglio le proprie intenzioni e navigandosi a vicenda, poiché solo chi guida vede bene dove si trovano i checkpoint e solo chi sta costruendo sa in anticipo che pezzi sono usciti.

img
La già citata modalità single player prevede invece un solo giocatore che alterna la fase di costruzione e guida, con la fisica del gioco che si ferma mentre si costruisce, anche qualora la jeep sia a mezz'aria. Andando invece dai 3 giocatori in su, si apre la possibilità di sfidarsi in più piloti sul percorso del costruttore designato, mentre con 4 sfidanti si può addirittura avere due coppie di piloti e costruttori che si sfidano in tempo reale a chi improvvisa meglio. Purtroppo non ci sono bot ad aiutare a riempire le fila: la quantità di giocatori a disposizione decide quali modalità sono a disposizione, impedendo completamente l'utilizzo degli altri.

L'editor è rapido e funzionale, la guida è a tratti impegnativa per gli ostacoli sul percorso ma è puramente arcade, dunque accessibile a tutti. Anche i caricamenti sono pressoché inesistenti, rendendo molto invitante fare ancora una partita alla fine di una, visto anche che le modalità principali solitamente finiscono in pochi minuti al massimo. Continuando a giocare è anche possibile sbloccare una gran quantità di oggetti di personalizzazione e vernici per il proprio bolide, e persino modificare il look e i colori della strada che andiamo a costruire, offrendo così qualche sblocco concreto a cui ambire nel corso del gioco. Infine, i testi del gioco sono davvero pochi, ma comunque sottolineiamo con piacere la presenza di ogni fase tradotta in italiano.

img

Amore

Improvvisiamo

- L'idea di base di Can't Drive This è davvero eccezionale: un giocatore costruisce velocemente un percorso in tempo reale con pezzi di strada assegnati casualmente, con un altro che deve essere bravo ad improvvisare per guidare attraverso un percorso che viene creato sul momento. La velocità e la precisione vengono ricompensati con partite più lunghe e punteggi più alti, con la difficoltà dei pezzi e della distanza tra checkpoint che aumenta di volta in volta. Concept geniale che inevitabilmente dona una personalità unica al titolo di Pixel Maniacs.

Party game eccezionale

- Seppur abbia il suo perché anche in singolo o con qualche compagno online dedicato, Can't Drive This dà il suo meglio quando ci si siede assieme in 3-4 in salotto e ci si sganascia dalle risate con le esilaranti scene che si creano con la creazione e la guida totalmente improvvisata delle piste a blocchi. Che si sfidino due squadre o che 2-3 piloti facciano a gara sul percorso dell'unico costruttore, il risultato è in ogni caso delirio puro.

Buona selezione di modalità

- Che siate da soli, in due, in tre o in quattro, e che siate tutti sullo stesso divano o in giro per il mondo, Can't Drive This offre qualcosa per tutti i giocatori. Dalla classica modalità a sopravvivenza, fino a modalità competitive o dove bisogna anche schivare droni comandati dall'IA attraverso round differenti. Giocando in quattro, è persino possibile giocare in competizione, con i due team formati da costruttore e pilota che lottano per il punteggio più alto. Naturalmente, il numero di giocatori in gioco determina quali modalità sono a vostra disposizione.

Odio

Scarsa varietà di blocchi

- Il numero di blocchi a disposizione non è per forza bassissimo, ma la loro varietà effettiva è ridotta dal fatto che ci sono numerosi blocchi davvero simili tra loro, come per esempio tantissimi incroci con lievi ostacoli che sono funzionalmente identici tra di loro. Dopo poche partite dunque inevitabilmente si creano strategie per gestire ogni tipo di combinazione di blocchi, rendendo il gameplay un po' ripetitivo alla lunga. Sarebbe gradito un aggiornamento che porta un po' di varietà in più, magari portando più strade che creano dislivelli, più ostacoli differenti, effetti ancor più strambi come l'inversione di gravità, e così via.

Non per i solitari

- Can't Drive This presenta un'unica modalità di gioco per giocatore singolo, dove è la stessa persona che alterna le fasi di costruzione e di guida. E' una variante simpatica, ma nulla a che vedere col delirio del multiplayer. Non ci sono IA o bot ad aiutarci, o modalità alternative, con per altro la popolazione online che già adesso a poco dall'uscita è pressoché inesistente. Comprate questo gioco se avete qualcuno con cui giocarci, altrimenti rischiate di non poter provare il clou del titolo.

Tiriamo le somme

Can't Drive This è un gioco esilarante da giocare in compagnia, che realizza al meglio il suo divertentissimo concept di creazione di piste in tempo reale mentre un pilota deve guidare attraverso questi improbabili percorsi. Pecca di varietà limitata, con le modalità di gioco che sono legate a doppio filo alla quantità di giocatori e rendendolo quindi un po' monco per chi è da solo o ha solo un compagno di gioco a disposizione. Si tratta in ogni caso di un titolo indie davvero originale e spassoso, che mi sento di consigliare a gruppi di amici che cercano qualcosa di nuovo da introdurre alla propria rotazione di party game.
7.6

c Commenti (3)


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...