MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Battle Worlds: Kronos

Recensione - Battle Worlds: Kronos

Gli strategici su console hanno da sempre vita molto ardua, ma gli appassionati in cerca di questo tipo di esperienze non mancano; Battle Worlds: Kronos cerca di proporsi propri a questi, offrendo loro combattimenti fantascientifici a turni e su larga scala. Scopriamo insieme con quali risultati.

Il Gioco

Il progetto di Battle Worlds: Kronos nasce un po’ di anni fa, grazie a un Kickstarter per PC. Lo sviluppatore, King Art Games, chiese agli appassionati di strategici quali fossero le features che avrebbero voluto nel loro gioco ideale ed in questo modo la community ha aiutato lo sviluppo del gioco, che giunge ora su console casalinghe. Appena lanciamo il gioco, gli sviluppatori ci avvisano che Battle Worlds: Kronos è un gioco estremamente difficile. Non è neanche possibile selezionare un livello di difficoltà, né è possibile tornare indietro e annullare l’ultima mossa fatta, se questa si è rivelata sbagliata. L’unica nostra possibilità di rimediare a un errore è data da salvataggi frequenti. Fortunatamente però la difficoltà del gioco non viene intralciata da un cattivo sistema di controllo, che invece di rivela azzeccatissimo, con le varie azioni assegnate ottimamente ai tasti del controller, rendendo le battaglie veramente semplici da impostare.

Il gioco, che nella sua versione console è sprovvisto di un comparto multiplayer, è tuttavia fornito di un buon assortimento di modalità a giocatore singolo: sono infatti presenti tre campagne complete che garantiscono una trentina di ore di gioco in tutto (sempre che, a causa dei continui fallimenti, non diventino più lunghe): queste non sono però disponibili tutte da subito e vanno sbloccate in sequenza. Sono inoltre presenti una serie di “mappe sfida”, che ci permettono di staccare dalla routine delle missioni della campagna per dedicarci a un po’ di sana azione gratuita.

MX Video - Battle Worlds: Kronos

Ma al di là delle missioni e delle modalità vere e proprie, la caratteristica peculiare attorno a cui ruota tutto Battle Worlds: Kronos è certamente il gameplay. Come già detto, il gioco è estremamente difficile e questo lo si nota già dalla prima missione che funge anche da tutorial: ho impiegato quasi tre ore e svariati tentativi per superarla. L’azione si svolge con i ritmi tipici degli strategici a turni: si seleziona l’unità e la si muove di tot caselle o si imposta un'azione da farle fare. Ogni unità ha a disposizione un certo numero di azioni, che possono essere di movimento o di attacco. L’ordine delle azioni è rigido e le azioni di attacco possono essere sostituite da azioni di movimento, ma mai il contrario. Sono presenti una buona varietà di unità, ognuna con le proprie abilità peculiari: dai mezzi di terra, alla fanteria, ai mezzi volanti, alle navi. La difficoltà di Battle Worlds: Kronos si basa non tanto sull’intelligenza tattica del nemico quanto sulla numerosità delle sue unità; le orde di avversari che ci troviamo ad affrontare sono veramente mastodontiche e super aggressive.

Nel gioco sono presenti anche una serie di strutture conquistabili che forniscono unità, protezione sul territorio oppure risorse. Parlando di risorse, è presente una piccola componente dedicata al crafting, che comunque riveste un ruolo decisamente marginale; il gameplay è infatti più improntato al combattimento nudo e crudo che al resto. In ogni momento (o quasi) è poi possibile richiedere rinforzi attraverso la pressione di un tasto: in questo modo i nostri ranghi vengono rimpolpati di qualche unità, permettendoci di sopravvivere ancora per qualche turno.

Dal punto di vista grafico Battle Worlds: Kronos non esprime lo stato dell’arte, il dettaglio è appena sufficiente a garantire un’esperienza godibile per il tipo di gioco che stiamo giocando. La musica, invece, accompagna le varie missioni risultando spesso ripetitiva. Peraltro il tema principale che possiamo ascoltare nei menu è un chiaro “omaggio” al tema principale di The Avengers!

Amore

Nice try, cowboys!

- Battle Worlds: Kronos si porge al panorama console come un nuovo tentativo di accostare gli strategici alla difficile interfaccia del pad. Il risultato, ottimo per quel che riguarda i controlli, vuole avvicinare i giocatori veramente appassionati. Questi ultimi troveranno pane per i loro denti, con un gameplay improntato sulla difficoltà bruta, con nemici aggressivi e molto numerosi. Occorre veramente sudare sette camicie per portare a termine le varie missioni.

Odio

Stupidità artificiale

- La difficoltà di Battle Worlds: Kronos, purtroppo, non è basata tanto sull’Intelligenza Artificiale dei nemici quanto sulla loro superiorità numerica; i nemici sono male organizzati e puntano tutto sull’attacco in massa, quindi per avere ragione di un grosso gruppo di queste “bestie assatanate”, la strada più semplice è quella di incolonnarle in qualche strettoia della mappa e affrontarle una alla volta, oppure affrontarle con un gruppo più numeroso (magari fattibile all’inizio, quando le truppe non sono ancora state decimate dal nemico). L’unico impulso che muove le unità nemiche è l’attacco: appena a portata di tiro, queste corrono verso le nostre unità e iniziano a bersagliarle con tutto quello che hanno a disposizione. Insomma, non si ha certo l'impressione di giocare una partita a scacchi con un fine stratega.

Difficoltà non scalabile

- Come accennato il gioco non presenta alcun livello di difficoltà da selezionare, ma solo quella che hanno deciso per noi gli sviluppatori. Come conseguenza, i neofiti o i non appassionati dei giochi di strategia troveranno enormi difficoltà, abbandonando presto il gioco. Visto che tutta la difficoltà si basa sul numero di nemici, che ci voleva a mettere qualche livello che generasse meno nemici sulla mappa?

Eccessivamente lento e macchinoso

- Lo so, leggendo il titolo penserete: “è uno strategico a turni, cosa pretende?”. Invece no, il fatto che ogni missione debba per forza seguire una strategia pressochè perfetta, che non si possa tornare indietro da una mossa sbagliata (oltre a ricaricare un salvataggio), oppure che non si possano selezionare più unità contemporaneamente, rendono il gioco molto lento, anche per essere a turni.

Niente multiplayer

- E’ un vero peccato che un gioco come Battle Worlds: Kronos, non disponga di un comparto multiplayer serio. Le possibilità di giocare infinite partite contro gli amici c’erano. Probabilmente, però, il basso budget del gioco non ha permesso l’introduzione di questa modalità, come nella sua controparte PC.

Tiriamo le somme

King Art Games partiva già con un enorme svantaggio: portare uno strategico su console, e fare in modo che questo abbia successo rappresenta già di per sé una sfida di notevole difficoltà. Purtroppo alcune scelte azzardate fanno sì che Battle Worlds: Kronos sia un esperimento in gran parte fallito. Un gioco che verrà apprezzato solo da chi è un drago degli strategici a turni, mentre sarà abbandonato da tutti gli altri.
6.0

c Commenti


L'autore

autore

Quando gli hanno chiesto di comporre una Bio, ha pensato subito alla natura e all’ambiente. Una volta rinsavito, ci ha raccontato di essere un appassionato di Basket e Calcio, videogiocatore accanito, predilige RPG, FPS e TPS. In generale però non si tira indietro di fronte a nulla. A tempo perso è anche speaker in una Web Radio.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...