MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Xbox Series X

Xbox Series X dichiara guerra all'input lag: ecco le tecnologie impiegate dalla nuova console

Finora, a proposito di Xbox Series X, si è parlato principalmente di velocità della CPU e GPU ed altre caratteristiche architetturali che la renderanno la console di prossima generazione più potente sul mercato, ma lo scopo di Microsoft è quello di renderla la console migliore, per giocatori e sviluppatori, anche in altri contesti, come quello dell'input lag.

Il ritardo tra la pressione di un comando sul controller e l'effetto che questo ha sullo schermo può infatti fare la differenza tra un'esperienza di gioco soddisfacente ed una più frustrante, soprattutto nei titolo che richiedono controlli veloci e precisi come platformers e picchiaduro, ma anche shooter ed action games.

Per migliorare le prestazioni che oggi i titoli hanno su questo fronte, con Xbox Series X Microsoft metterà in campo una serie di tecnologie pensate appositamente per ridurre i tempi di ritardo nel riconoscimento dei comandi da controller, in tutta la "filiera" che va dalla pressione di un tasto alla visualizzazione su schermo del suo effetto. A tal fine, gli ingegneri di Redmond si sono concentrati su tre aspetti cruciali: il controller, l'architettura interna della console e la trasmissione dati alla TV. Vediamo come ognuno di questi aspetti migliorerà la nostra esperienza di gioco sulla nuova console.

IL CONTROLLER

Gli attuali controller effettuano, per motivi di risparmio energetico e di comunicazione con la console, una trasmissione ogni 8ms alla console dei comandi premuti; questo significa che la pressione di un tasto o lo spostamento di una levetta analogica potrebbe avere un ritardo di 8ms se fatto immediatamente dopo la precedente trasmissione. Un ritardo che si va a sommare agli altri aggiunti da tutta la filiera di gestione dei comandi e che può talvolta risultare fatale in quei giochi in cui servono comandi super-istantanei.

Il controller di Xbox Series X risolve questo problema con il nuovo sistema denominato Dynamic Latency Input, che permette di acquisire i controlli impartiti dal giocatore e trasmetterli al gioco esattamente nel momento in cui questi vengono dati; in questo modo console e gioco sono sincronizzati in maniera istantanea con quello che premiamo sul controller, riducendo notevolmente l'eventuale ritardo di trasmissione. Questo avviene anche grazie al protocollo proprietario ad alta velocità Xbox Wireless, impiegato anche dalle attuali Xbox One per connettere controller ed headset wireless; inoltre se terrete collegato il controller tramite il cavo USB la latenza verrà ulteriormente ridotta perché si velocizzeranno anche i tempi di trasmissione del segnale rispetto al canale wireless, e questo permetterà di limare ulteriormente i tempi. Con i controller odierni, anche se connessi via USB c'è comunque il problema della tramissione ogni 8ms.

LA CONSOLE

Ma trasmettere in maniera immediata e senza ritardi gli input dei giocatori è solo uno dei meccanismi che contribuiscono a ridurre l'input lag; una volta che la console ha ricevuto le informazioni sulle azioni dei giocatori, queste vanno processate dai giochi. Ed anche su questo fronte Xbox Series X introdurrà importanti novità: tutta la gestione dei segnali di input è stata completamente rivista ed ottimizzata rispetto ad oggi, per permettere ai giochi di avere le informazioni più aggiornate nei tempi più veloci possibile.

Inoltre la nuova console disaccoppierà la gestione dei comandi dalle operazione più intensive lato CPU, permettendo ai giochi di gestire in maniera istantanea ogni comando anche durante le operazioni più complesse ed impegnative e soprattutto rendendo indipendente la trasmissione dei controlli dalla generazione di frame grafici. Inoltre questo permetterà, agli sviluppatori che lo vorranno, di dimezzare i tempi di latenza creando titoli che vanno a 120 FPS: questo non darà solo vantaggi visivi, ma permetterà anche di analizzare l'input del controller con una frequenza molto più alta rispetto ai 60 o 30 fps, offrendo così titoli molto più reattivi anche se, ovviamente, al costo della qualità grafica. Potrebbe ad esempio essere interessante valutare i miglioramenti introdotti da un picchiaduro che vada a 120 fps.

LA CONNESSIONE ALLA TV

Su questo fronte, più che vere novità, Microsoft capitalizzerà sul lavoro già fatto negli ultimi anni per introdurre all'interno del consorzio HDMI, di cui fa parte, con un supporto immediato da parte di Xbox One S e X, una serie di tecnologie che migliorano la latenza e la trasmissione dati verso le TV più moderne. Parliamo di tecnologie come l'HDMI 2.1 con supporto 4K a 120 Hz che permette di trasmettere un singolo fotogramma in 8,3ms anziché 16.6ms (quindi con tempi dimezzati), il Variable Refresh Rate (VRR) che permette agli schermi di avere la latenza più bassa possibile quando un gioco salta dei frame per problemi prestazionali, ed il sistema Automatic Low Latency Mode (ALLM) che fa sì che le TV abilitate attivino automaticamente la modalità Gioco a bassa latenza quando connesse alla console, senza che il giocatore debba impostarla su quel canale HDMI come avviene oggi. Si tratta di tutte funzionalità introdotte nelle TV uscite dal 2019 in poi e sulle quali Microsoft ha spinto molto, per far sì che al lancio di Xbox Series X ci siano già molti schermi che le supportano.

Infine, la console stessa includerà un cavo HDMI Ultra High Speed, ad altissima velocità che garantirà una trasmissione del segnale più veloce possibile verso gli schermi abilitati HDMI 2.1.

Insomma, Xbox Series X farà di tutto per limare qualsiasi tempo morto tra la pressione di un tasto sul pad ed il suo effetto a schermo, rendendo tutte le esperienze di gioco più dirette e soddisfacenti. Sono queste le piccole/grandi accortezze che rendono speciale una console!

MX Video - Xbox Series X
headerimage

Altro su MondoXbox e sul web

Amazon Offerte in evidenza

TUTTE LE OFFERTE

L'autore

autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, nel 2002 č cofondatore di MX. Il sito parte per gioco ma diventa una parte sempre pių importante della sua vita insieme a lavoro, famiglia e troppi altri interessi: questo lo costringe a rimandare continuamente i suoi piani di dominio sul mondo.

Xbox Italia, il gruppo Facebook ufficiale di MondoXbox
c

Commenti

x Invio commenti disattivato per le notizie pių vecchie di un mese.
caricamento Caricamento commenti...
logo