MondoXbox

Live your
passion!

Injustice: Gods Among Us

Recensione - Injustice: Gods Among Us

Non contenti di essere gli autori di uno dei più famosi picchiaduro della storia, i ragazzi di NetherRealm accantonano temporaneamente il loro Mortal Kombat per porre nelle loro arene unicamente i potenti eroi DC Comics: avete mai sognato di prendere a pugni Superman con un determinatissimo Batman? Se sì, questa è l'occasione per farlo. Eccovi la nostra recensione di Injustice: Gods Among Us.

Il Gioco

La struttura di Injustice: Gods Among Us è piuttosto standard, esattamente come ci si aspetta da un classico picchiaduro: è possibile giocare in singolo con diverse modalità che vanno dalla interessantissima Storia (di cui vi parlo più avanti), alla modalità Battaglia, Laboratori S.T.A.R., incontro singolo e allenamento. Nella modalità Battaglia scegliamo il nostro personaggio che si confronterà con una serie di avversari con modalità diverse che si sbloccano in base al vostro progresso. A parte le prime modalità (Normale, Solo Eroi, Solo Criminali), la cui differenza consiste nei personaggi che si possono scegliere o che si affrontano, nelle successive vengono introdotti elementi che aumentano la difficoltà del gioco influendo sull’energia del giocatore o sulle situazioni di gioco. Per esempio nella modalità Sopravvissuto il livello di energia del nostro lottatore non si rigenera ad ogni incontro, ma l’unico modo per poterlo reintegrare è quello di eseguire mosse avanzate con successo.

La modalità Laboratori S.T.A.R. introduce un ulteriore criterio, oltre alla sconfitta dell’avversario, per superare un livello di gioco: il completamento di alcune sfide che determineranno il vostro punteggio ad ogni episodio. Contrariamente alla modalità Battaglia, qui non si ha un vincolo particolare per quanto riguarda il proseguo della propria avventura. Infatti è possibile saltare un livello non completato andando a quello immediatamente successivo. Le modalità incontro singolo e allenamento sono autoesplicative e sono progettate per aumentare la vostra confidenza con le mosse dei vari personaggi. Ho volutamente lasciato alla fine la modalità Storia che rappresenta, insieme alla parte on-line, la componente più importante e, nella fattispecie, più originale del gioco.

Senza voler rovinare la sorpresa a tutti coloro che vogliono godersi la storia, vi accenno brevemente l’intrigante trama che riesce a mantenere costante la voglia di affrontare il susseguirsi degli scontri. Tutto ruota intorno alla figura del supereroe per antonomasia, Superman. La rabbia per la perdita della moglie e del figlio a causa di una bomba nucleare messa da Joker a Metropolis lo rende furioso fino al punto di convincersi che è necessario cambiare l’ordine mondiale, prendendo direttamente le redini del mondo per un nuovo ordine e la pace mondiale. L’azione si svolge in un mondo parallelo in cui il confine tra il bene ed il male, tra i buoni ed i cattivi, è impercettibile e contribuisce a rendere la trama sufficientemente profonda e intrigante. I diversi capitoli della storia hanno come protagonista uno dei personaggi DC Comics più famosi, la cui azione si inserisce nell’insieme della storia con un susseguirsi di colpi di scena sempre più appassionanti.

Immancabile, in questa tipologia di gioco, la modalità multigiocatore che permette di disputare partite in due sullo stesso schermo (particolarmente divertenti in questa tipologia di giochi) oltre che con avversari connessi alla rete in giro per il mondo. La modalità on-line si divide nelle classiche partite classificate, amichevoli, private e con l’interessante caratteristica di poter assistere agli incontri tra gli amici. Oltre queste opzioni, quasi standard in un gioco che abbia un comparto on-line degno di questo nome, non manca la possibilità di personalizzare il proprio personaggio con quanto guadagnato durante la campagna o gli altri livelli sia in single player che in multiplayer.

Last but not least, trattandosi di un prodotto che sfrutta le proprietà intellettuali di DC Comics, non poteva mancare una sezione interamente dedicata al mondo in cui i personaggi chiave del videogioco sono nati e continuano a vivere. La funzionalità Bonus di Injustice: Gods Among Us sarà sicuramente una delle sezioni più amate dagli appassionati di comics in cui vengono sapientemente mescolati contributi dall’archivio storico DC, creatività concepite appositamente per questo gioco (musica, skin e abiti) con informazioni e rendering navigabili dei propri eroi. Similarmente a quanto è possibile fare nella sezione on-line è possibile personalizzare il proprio eroe in base alle divise sbloccate durante il videogioco nonché la possibilità di ottenere numerosi potenziamenti per guadagnare più rapidamente punti esperienza.

Amore

La trama non è un optional

- Spesso in questa tipologia di videogame la storia non è una cosa importante ma un pallido tentativo di tenere insieme il susseguirsi di combattimenti. Al contrario Injustice: Gods Among Us è realizzato intorno ad una storia che progressivamente ci intriga sempre di più e ci sprona a continuare i combattimenti anche se le nostre dita sono già doloranti.

Sistema di combattimento immediato e intuitivo

- Non vi nascondo che non sono un campione di picchiaduro anche perchè trovo difficile memorizzare tutte le sequenze e combinazioni di tasti che i giochi più tecnici richiedono; proprio per questo ho amato Injustice: Gods Among Us che, sebbene disponga di un set di mosse estremamente ricco, non necessita una profonda e estesa conoscenza di tutte le combinazioni per poter andare avanti nella modalità storia. In multiplayer, ovviamente, il fatto di conoscere un maggior numero di mosse oltre ad avere riflessi d’acciaio per parare i colpi in arrivo e sferzare fendenti dolorosi, è una qualità che non può mancare al giocatore del titolo di NetherRealm Studios. Globalmente la curva di apprendimento e utilizzo è molto più comoda anche per i giocatori occasionali.

Design e grafica

- Sebbene sia una questione decisamente soggettiva non posso non notare la cura con cui gli scenari ed i personaggi sono stati resi in questo gioco. Anche il design del menu esalta gli eroi dedicando un pieno tributo a Superman e compagnia. Sicuramente un bel regalo per gli appassionati.

Odio

Tutorial inefficace

- Il tutorial è sicuramente utile ma non il massimo che si possa fare, poiché si limita a farvi eseguire le mosse in maniera slegata l'una dall’altra senza contestualizzarle in un vero combattimento. Utile, ma non permette di raggiungere una buona confidenza nell’utilizzo dei comandi principali. Anzi, l’esperienza è così frustrante che si finisce per dimenticare il colpo che si doveva imparare.

Online sensibile

- Forse sarà un problema tipicamente italiano vista la nostra penosa situazione quando si parla di reti di trasmissione, velocità, e tempi di risposta ma durante le mie partite online l’esito delle stesse è stato troppo dipendente dai tempi di latenza della connessione.

Tiriamo le somme

Injustice: Gods Among Us rappresenta un titolo globalmente ben equilibrato che, essendo incentrato sui popolarissimi personaggi DC Comics, non poteva che addolcire la curva di apprendimento per una più ampia fruizione del gioco: un titolo adatto agli appassionati di picchiaduro quanto a ci vi si avvicina unicamente in virtù del set di personaggi presente. Una gradita sorpresa è sicuramente la modalità storia in cui viene offerto un contesto significativo alla catena di combattimenti, cosa tipicamente assente o comunque trascurata nei picchiaduro. I personaggi e le ambientazioni sono ben curate e c’è anche un angolo dedicato agli appassionati DC in cui è possibile sfogliare bozzetti e altri pezzi d’archivio del noto editore. Non può mancare nella collezione degli appassionati di comics né, tantomeno, in quello degli inguaribili picchiatori. 8.0

c Commenti (8)


L'autore

Nato nel 72, cresciuto ad insalate di matematica e libri di cibernetica non poteva che sviluppare una naturale inclinazione verso tutto quello che è tecnologia. Ha iniziato a giocare a Radar Rat Race sul Vic-20, a International Soccer su C64 e da quel momento in poi non ha mai tradito la sua passione, passando per quasi tutte le piattaforme di gioco e finendo ancor oggi per consumare tutto il suo tempo libero tra hobby e lavoro. Sperando che prima o poi coincidano perfettamente: ci siamo quasi.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.