MondoXbox

Live your
passion!

Marvel Avengers: Battaglia per la Terra

Recensione - Marvel Avengers: Battaglia per la Terra

Sin dal lancio di Kinect Ubisoft è sempre stata una paladina dei picchiaduro per il sensore di Microsoft, dapprima con Fighters Uncaged e poi con l'ottimo PowerUp Heroes. Proseguendo su questa strada arriva, in tempo per gli acquisti natalizi, il nuovo Marvel Avengers: Battaglia per la Terra che mette bimbi e genitori nei panni dei più famosi eroi Marvel: eccovi la nostra recensione.

Il Gioco

C'è scompiglio nell'universo Marvel: gli eroi più famosi, sia membri dei Vendicatori che gli altri, hanno iniziato a combattere tra loro portando distruzione ovunque i loro superpoteri si scontrino. Questa è almeno l'apparenza vista dagli occhi dell'uomo comune: in realtà i più forti eroi della Terra stanno affrontando un esercito di Skrull, potenti alieni mutaforma che sono riusciti a trovare il modo di replicare non solo l'aspetto ma anche i superpoteri dei paladini della giustizia e sostituendosi così a molti degli eroi di New York. Questa è la storia che fa da sfondo a Marvel Avengers: Battaglia per la Terra, offrendoci un perfetto pretesto narrativo per mettere in campo feroci battaglie tra i più famosi personaggi Marvel: gli appassionati di comics avranno già capito che la fonte d'ispirazione di Ubisoft è stato il ciclo Secret Invasion dei fumetti dei Vendicatori.

Il gioco ci mette a disposizione una campagna giocabile sia in single-player che in co-op a due giocatori, composta da quaranta scontri sempre più difficili i cui protagonisti sono selezionati di volta in volta dal gioco; sul campo troviamo ad affrontarsi coppie di personaggi che come in un classico picchiaduro "Tag" possono scontrarsi uno alla volta, e la differenza tra single e co-op sta nel fatto che nel primo caso è sempre lo stesso giocatore a comandare le azioni dei due lottatori che si alternano sullo schermo, mentre nel secondo lo scambio tra i personaggi corrisponde anche ad un'alternanza dei giocatori davanti al sensore. Oltre all'avanzamento stesso nella campagna, man mano che vinciamo battaglie veniamo ricompensati con dei Punti Esperienza che hanno lo scopo di farci acquisire titoli sempre più importanti, raprresentati da maschere supereroiche di diversi tipi e colori.

Oltre alla campagna troviamo l'immancabile tutorial ed una serie di sfide atte a farci familiarizzare con le mosse di ogni personaggio; è presente inoltre una modalità Arcade che ci permette di selezionare due eroi e condurli in una serie di battaglie con scenari e nemici scelti di volta in volta dal gioco. C'è poi la possibilità di scontrarci con gli amici a casa nostra grazie alla modalità Versus per combattimenti uno contro uno a schermo diviso, e alla modalità Torneo nella quale un massimo di quattro giocatori si possono alternare in una serie di scontri atti a decretare chi è il più forte. Non manca anche il multiplayer online, che ci permette di affrontare lottatori di tutto il mondo in battaglie classificate o private.

Se avete giocato a PowerUp Heroes, troverete il sistema di combattimento di Marvel Avengers: Battaglia per la Terra molto simile: la visuale è posta alle spalle del nostro personaggio e tramite i movimenti del corpo gli possiamo ordinare di sferrare pungni, calci e quattro diversi attacchi speciali unici per ogni eroe: con Iron Man possiamo ad esempio usare i raggi repulsori delle mani oppure quello centrale dal petto, Spider-Man fa ampio uso delle sue ragnatele, Hulk può scagliare enormi massi o creare onde d'urto battendo le mani, Wolverine ha diversi attacchi con i suoi artigli e così via. Man mano che colpiamo i nemici si carica poi un'apposita barra che, una volta al massimo, ci permette di sferrare saltando dei particolari attacchi "Ultra" estremamente devastanti, che possono essere ulteriormente potenziati urlando i gridi di battaglia dei personaggi. C'è ovviamente anche la possibilità di schivare gli attacchi nemici inclinando a destra e sinistra il busto ed in tutte le battaglie, anche quelle multigiocatore, c'è sempre la possibilità di passare all'altro dei due personaggi scelti semplicemente alzando il braccio sinistro. I combattimenti possono diventare anche piuttosto veloci ma non saranno mai iperfrenetici: questo perchè il titolo dà sempre al giocatore il tempo di reagire con gli opportuni movimenti del corpo. Infine, ma dovrebbe essere superfluo dirlo, è bene ribadire che si tratta di un gioco indirizzato principalmente ai bambini e alle famiglie.

Amore

Eroi Marvel

- Questo è ovviamente il motivo più scontato per cui prendere Marvel Avengers: Battaglia per la Terra: la possibilità di combattere con e contro eroi del calibro di Capitan America, Iron Man, Thor, Spider-Man, Hulk, Occhio di Falco e così via rende il titolo estremamente allettante per gli appassionati del mondo Marvel, soprattutto i bambini. E grazie al recente successo al cinema di The Avengers, tali appassionati non mancano di certo.

Sistema di combattimento

- Su Kinect si sono visti finora diversi titoli che hanno provato a reinterpretare e tradurre in formato motion control il genere dei picchiaduro: alcuni hanno fatto meglio di altri e ad oggi trovo che la formula ideata l'anno scorso da Ubisoft Quebec con PowerUp Heroes e trasposta ora in questo nuovo titolo sia la più azzeccata. Visti i tempi di latenza impliciti nel riconoscimento dei movimenti da parte del sensore, ma anche i tempi di reazione del giocatore medio che non è certo un lottatore esperto di kung-fu, un ritmo più rilassato che ci dà il tempo per scegliere e dar vita alle nostre mosse è l'ideale.

Multigiocatore

- Ho molto apprezzato gli sforzi fatti da Ubisoft per rendere il gioco divertente in compagnia, anche quando si è a casa con più amici grazie alle modalità Versus e Torneo; ciliegina sulla torta è poi il multiplayer online, che forse ha meno appeal per bambini e casual gamers ma che sarà comunque gradito dai più appassionati.

Odio

Scarsità di scenari

- La campagna è strutturata su cinque diversi ambienti: Elivelivolo SHIELD, Baxter Building, Manhattan, Terra Selvaggia e la stazione spaziale The Peak. Come potrete immaginare, bastano pochi combattimenti per iniziare a vederceli riproporre ciclicamente, rendendo le ambientazioni fin troppo ripetitive. L'ideale sarebbe stato averne almeno il doppio o il triplo.

Combattimenti ripetitivi

- Questo è probabilmente da considerare un lato negativo principalmente per i giocatori più navigati, mentre bambini e giocatori occasionali non dovrebbero risentirne: la quantità di mosse a disposizione di ogni personaggio è piuttosto limitata e spesso i movimenti per azionarle sono molto simili da personaggio a personaggio, cosa che porta velocemente ad una certa ripetitività nei combattimenti.

Tiriamo le somme

Marvel Avengers: Battaglia per la Terra si domostra un buon picchiaduro per Kinect, con ottime meccaniche di gioco accompagnate dall'innegabile fascino degli eroi Marvel. Sicuramente consigliato per giocatori in erba e appassionati di supereroi in cerca di un'esperienza divertente e non troppo impegnativa. 8.0

c Commenti (1)


L'autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, nel 2002 è cofondatore di MX. Il sito parte per gioco ma diventa una parte sempre più importante della sua vita insieme a lavoro, famiglia e troppi altri interessi: questo lo costringe a rimandare continuamente i suoi piani di dominio sul mondo.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
Caricamento commenti...