MondoXbox

Live your
passion!

Heroes Over Europe

Recensione - Heroes Over Europe

di TheFury87 P 25 set 2009
Dopo aver già pubblicato nell'arco di pochi anni ben quattro esponenti del genere (i due Blazing Angels, Over G Fighters e HAWX), Ubisoft si rituffa nel mondo dei simulatori di combattimento aereo puntando su Heroes Over Europe, sviluppato dal promettente studio di Transmission Games al debutto su Xbox 360. Si tratta di un cavallo vincente? Scopritelo nella nostra recensione.

Il Gioco

Ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, Heroes Over Europe vi metterà nei panni di tre eroi provenienti da diverse parti del mondo ma accomunati da un unico scopo: quello di sconfiggere l’avanzata del Terzo Reich. Ognuno di questi è specializzato nell’utilizzo di una certa categoria di aerei, e tutti giocheranno un ruolo fondamentale nella riuscita delle più pericolose e decisive operazioni aeree del conflitto. La modalità Campagna si dipana lungo 14 missioni tutte ben diverse tra di loro, e vi porterà a pilotare i vostri aerei in missioni sempre più impegnative fino a raggiungere il vostro scopo principale. Ognuna di esse è introdotta da un briefing che assegna gli obiettivi da raggiungere e da filmati d’epoca che vi aiuteranno a calarvi meglio nella terribile atmosfera della WWII. Tra una missione e l’altra, inoltre, i ragazzi dello studio di Transmission Games hanno inserito una serie di graphic novels che vi aiuteranno a conoscere meglio i vostri alter-ego virtuali, raccontando la loro storia, i motivi per cui combattono, le loro convinzioni e le loro paure.

Una volta saliti a bordo dell’aereo Heroes Over Europe si presenta come il più classico dei titoli di combattimento aereo: mappe enormi, tanto piombo, tanti nemici e manovre al limite dell’impossibile. Questo è pressoché tutto quello che c’è da sapere per quanto riguarda la meccanica di gioco: ora entriamo nel cuore della recensione ed analizziamo i punti di forza e debolezza del titolo.

  • img
  • img
  • img


Amore

L’imbarazzo della scelta

- All’inizio di ogni missione è possibile scegliere tra una grande varietà di aerei, a patto di averne sbloccati a sufficienza nel corso del gioco. Ognuno di essi è caratterizzato da un arsenale specifico (Mitragliatrici, Missili o Bombe per attacchi a terra) e da quattro parametri che ne delineano le caratteristiche tecniche: Attacco, Velocità, Agilità e Corazza. Sta poi al giocatore scegliere quale aereo è più adatto ai compiti assegnati durante il briefing, e la scelta a volte può rivelarsi decisiva: ad esempio, per una missione in cui si dovranno attaccare soltanto navi da guerra nemiche sarà più utile un aereo con una grande potenza di fuoco e una corazza abbastanza resistente da sopportare i colpi dei cannoni anti-aerei nemici, mentre si potrà fare a meno di un aereo che ha come caratteristica principale la velocità. Insomma, la possibilità di scegliere quale aereo utilizzare è indubbiamente azzeccata ed aggiunge un minimo di strategia in più ad un titolo che in generale ne presenta ben poca.

Buona varietà

- Accanto ai tipici combattimenti aerei, Heroes Over Europe presenta anche alcune interessanti variazioni sul tema: vi capiterà ad esempio di dover distruggere dall’alto una serie di mine sul mare prima dell’arrivo delle navi alleate, di fuggire da una città nemica sfrecciando a bassa quota tra i palazzi per evitare la contraerea nemica o cercare un nemico infiltrato nel mezzo di uno stormo di bombardieri alleati.

Colpo da Maestro

- Altra interessante caratteristica è il “Colpo da Maestro”: tenendo un aereo nemico nel mirino per un certo periodo di tempo si può attivare una sorta di modalità concentrazione premendo, nella quale il tempo rallenta e si ha a disposizione qualche attimo per mirare uno dei punti deboli del velivolo nemico e colpirlo. Riuscendoci, l’avversario sarà abbattuto con una singola scarica di colpi. Insieme a quanto citato nel punto precedente, questa è una ulteriore aggiunta che garantisce una buona varietà di obiettivi e di modalità di attacco all’interno delle varie missioni, evitando il rischio di ripetitività nel titolo.

Curva d’apprendimento

- Imparare a comandare alla perfezione i velivoli di Heroes Over Europe richiede ben poco tempo: nel giro di un paio di missioni sarete già in grado di eseguire qualsiasi manovra vi passi per la testa. Ciò contribuisce a rendere l'esperienza abbastanza divertente fin da subito.

Odio

Realizzazione tecnica

- Questo è forse il principale punto debole del titolo in questione: gli aerei sono riprodotti con una buona dovizia di particolari (seppur senza raggiungere il fotorealismo visto in altri esponenti del genere), ma tutto il resto è caratterizzato da una realizzazione sotto la media. I fondali sono costituiti da textures grossolane ed imprecise, ed il difetto è visibile anche senza avvicinarsi troppo al terreno; gli obiettivi di terra come palazzi o veicoli nemici sono realizzati in maniera davvero pessima, non certo ai livelli di ciò che siamo ormai abituati a vedere. Infine, nota di demerito anche per le esplosioni, che raggiungono la sufficienza per quanto riguarda gli aerei in volo ma che sfiorano il ridicolo negli obiettivi di terra, limitandosi ad una macchia arancione che si espande dal luogo dell’esplosione. In generale, la sensazione è che molti di questi aspetti avrebbero potuto (e dovuto) essere lavorati con maggior precisione.

Troppo arcade

- L’immediatezza elogiata in precedenza porta con sé un fardello non da poco: la quasi totale assenza di realismo. Seppur il movimento degli aerei rispecchi fondamentalmente quello dei loro corrispettivi reali, altri aspetti tendono a farci escludere Heroes Over Europe dalla categoria delle simulazioni aeree. Tanto per cominciare, l’aereo comandato dal’utente è pressoché indistruttibile: anche rimanendo sotto il fuoco nemico per diversi secondi si potrà continuare a volare senza alcun problema, e solo dopo aver incassato una gran quantità di piombo l’aereo precipiterà; un discorso simile va fatto per i contatti con il terreno, visto che in alcuni casi vedrete il vostro velivolo rimbalzare letteralmente sul fondale e tornare a volare invece di schiantarsi a terra. Addirittura, ci è capitato di scontrarci in volo con degli aerei nemici e di vedere entrambi gli aerei continuare a volare come se niente fosse. Insomma, la sensazione di avere tra le mani un gioco quasi totalmente arcade è imperante in tutte le sezioni di gioco, e mentre per qualcuno può essere un pregio, a noi non è piaciuto.

  • img
  • img
  • img


Multiplayer inesistente

- Le modalità multigiocatore offerte sono solo due: Duello e Superstite, entrambe in grado di contenere in ogni partita fino a 16 giocatori. Purtroppo non ci è stato possibile testare a sufficienza queste modalità a causa della totale assenza di avversari online, per cui se volete usufruire delle modalità multiplayer di Heroes Over Europe assicuratevi che qualche vostro amico abbia comprato il gioco, altrimenti trovare una partita potrebbe rivelarsi davvero un’impresa impossibile.

Longevità

- Le 14 missioni della Campagna di Heroes Over Europe sono completabili nel giro di poco meno di una decina di ore ed hanno un basso coefficiente di rigiocabilità, a meno che non siate fanatici degli obiettivi. Non esistono modalità aggiuntive, né missioni extra o altri segreti sbloccabili dopo aver finito la storia principale. In più, come già sottolineato, il multiplayer (almeno per il momento) sembra essere completamente deserto, per cui aspettatevi di rimuovere il disco del gioco dal lettore nel giro di pochi giorni.

Tiriamo le somme

In definitiva, Heroes Over Europe è un titolo che si lascia giocare e che non raggiunge quasi mai picchi particolarmente alti di noia durante le varie missioni; d’altra parte, i difetti elencati ne minano la giocabilità pura e il senso di sfida che ogni gioco dovrebbe offrire. Insomma, ci sentiamo di consigliarvi questo gioco solo se in un titolo di combattimenti aerei non cercate un realismo troppo esasperato, altrimenti è il caso di rivolgersi altrove. 6.5

c Commenti


L'autore

Nato con il joypad in mano e cresciuto a pane e Final Fantasy, nel 2006 entra a far parte dello staff di MX. Alla costante ricerca di gemme nascoste del mercato videoludico, con il tempo si specializza soprattutto nella recensione di tutti quei titoli che ogni giocatore sano di mente lascerebbe a marcire sugli scaffali dei negozi.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.