MondoXbox

Live your
passion!

Wrecked: Revenge Revisited

Recensione - Wrecked: Revenge Revisited

Per la gioia dei numerosissimi fan di Mashed approda sul Live Arcade Wrecked: Revenge Revisited, il successore spirituale dell'amatissimo racing game uscito nel 2004 su PC e PS2 ad opera dello stesso sviluppatore, Supersonic. Varrà l’esborso dei 1200 Microsoft Points richiesti per il download? Scopriamolo insieme.

Il Gioco

Wrecked: Revenge Revisited è un racing game che ci mette alla guida di piccoli veicoli creati dalla mente fantasiosa degli sviluppatori. La modalità in singolo ci vede affrontare in successione 24 gare suddivise in Sfide di Velocità, Sfide Armi, Sfide Abilità e Sfide Elite. In Sfide Velocità è sufficiente soltanto arrivare per primi al traguardo, mentre in Sfide Armi lo scopo consiste nel rimanere gli unici in pista distruggendo tutte le auto avversarie raccogliendo lungo il percorso vari potenziamenti - 15 in tutto - tra cui missili a ricerca, mortai, lanciafiamme, mitragliatrici e altri che lascerò a voi scoprire. Nelle Sfide Abilità ci troviamo di fronte a gare in cui dobbiamo ottenere il maggior punteggio possibile portando a termine sfide sempre più difficili come il raccogliere una quantità prestabilita di monete lungo il percorso o concludere il giro in un tempo limite trainando un pesantissimo caravan o, ancora, arrivare al traguardo con l’acceleratore bloccato alla massima velocità. Le Sfide Elite ci vedono infine alla guida di veicoli equipaggiati con una bomba che esploderà se colpiamo un qualsiasi ostacolo; qui lo scopo è effettuare il giro più veloce senza mandare in frantumi la nostra auto. Indipendentemente dalla modalità, inizialmente abbiamo a disposizione una sola vettura e un unico tracciato, ma vincendo le varie gare si sbloccano altre macchine più performanti, da corsa e da rally e i rimanenti circuiti per un totale di sei.

Non manca il comparto multigiocatore, sia online che in locale in split-screen, che comprende sia la canonica gara dove vince chi arriva per primo al traguardo che altre competizioni che richiedono l’utilizzo dei potenziamenti per distruggere le auto avversarie e portare a casa la vittoria. Durante ogni gara è necessario tenere d’occhio anche la “linea di eliminazione” che si muove a una distanza predefinita dietro il leader: dobbiamo infatti rimanere avanti a questa linea per non essere eliminati definitivamente.

Amore

Conoscenza del territorio

- Wrecked: Revenge Revisited dispone di un sistema di controllo perfetto e di un modello di guida immediato. Questo, però, non deve portarvi a pensare che sia un gioco semplice: per diventare veri campioni è necessario conoscere al meglio tutti i circuiti. Si prova una soddisfazione immensa nell'imboccare al momento giusto una rampa su cui saltare per abbreviare il percorso e raggiungere in minor tempo il traguardo, o una dove è posizionata l’arma più potente che vi permetterà di annientare all’istante i vostri avversari i quali vi daranno non poco filo da torcere grazie ad una intelligenza artificiale davvero ottima.

Aspetto tecnico

- Considerando che abbiamo a che fare con un Live Arcade, la realizzazione è pienamente soddisfacente. I modelli poligonali delle auto, nella loro semplicità, sono riprodotti ottimamente e la graduale distruzione dei mezzi ad ogni colpo subito è ben riprodotta. Lo stesso dicasi per le piste e i paesaggi di contorno, anche se si ha poco tempo per poterli apprezzare data la frenesia delle corse. Anche gli effetti dei potenziamenti sono realizzati splendidamente: i colpi messi a segno verso i nostri avversari sprigionano travolgenti effetti di luce.

In compagnia è sempre più bello

- In singolo è divertente ma concluse le 24 gare il titolo non ha molto altro da offrire; è il Live la parte in cui il gioco esprime tutto il suo potenziale. E’ possibile affrontare ogni competizione in compagnia di altri tre amici, sia in locale che via Xbox Live. I circuiti diventano veri campi di battaglia dove fare sfoggio delle proprie abilità di guida usufruendo, nel contempo, di armi letali per la totale distruzione dei nemici. Nelle partite multiplayer è anche possibile deviare con violenza la propria auto lateralmente per sbattere fuori pista gli avversari, poco sportivo ma estremamente divertente. Il lag è assolutamente assente e non avvengono disconnessioni, tutto questo garantisce un livello di divertimento altissimo che, vi assicuro, durerà per molto tempo.

Odio

Pochi circuiti

- Un appunto agli sviluppatori va mosso sul numero esiguo di circuiti presenti nel gioco, solo sei. Anche se questi sono molto diversi tra loro, il team di sviluppo avrebbe potuto impegnarsi maggiormente per disegnarne altri aumentando ancor di più la longevità globale del prodotto. Vista la natura del gioco, e per ovviare a questo “deficit”, i ragazzi di Supersonic potevano pensare di inserire, magari, una modalità Editor per dare la possibilità agli utenti di creare delle piste personalizzate a seconda dei loro gusti, rendendo così il divertimento infinito. E’ comunque probabile che gli sviluppatori inseriscano altri circuiti tramite il rilascio di DLC dato che è presente una voce nei menu “Scarica contenuto”.

Tiriamo le somme

Wrecked: Revenge Revisited si è rivelato essere molto divertente e potrà durarvi parecchio se avete un amico con cui passare piacevoli pomeriggi; porta una ventata d’aria fresca nel parco titoli racing per Live Arcade. Consigliato a tutti purché amanti soprattutto del gioco in compagnia. Insomma, dategli una chance perché grazie alla sua immediatezza riuscirà a conquistarvi. 8.0

c Commenti (4)


L'autore

autore

Appassionata da sempre di videogiochi e modellismo, nel 2007 entra a far parte dello staff di MX iniziando a scrivere news e articoli in maniera sempre più entusiasta. Divide questa passione con l'amore per la musica e per la sua famiglia, gattina inclusa.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...