MondoXbox

Live your
passion!

Le Avventure di Tintin: Il Segreto dell'Unicorno

Recensione - Le Avventure di Tintin: Il Segreto dell'Unicorno

Con l'uscita nelle sale del film in computer grafica di Steven Spielberg Le Avventure di Tintin: Il Segreto dell'Unicorno, non poteva mancare l'arrivo nei negozi dell'omonimo adattamento videoludico, realizzato per l'occaasione da Ubisoft. Vediamo insieme se il simpaticissimo reporter Tintin, impegnato in viaggi attorno al mondo insieme al fido Milou e l’irascibile Capitano Haddock alla ricerca del “grande” scoop, abbia le carte in regola per fare breccia nel cuore dei giocatori.

Il Gioco

Per i giocatori più anziani, l’inizio del titolo è un vero tuffo nei ricordi: la mente li riporterà alle due serie animate dedicate al giovane Tintin, tratte dall'opera del fumettista belga Hergé. La trama che fa da sfondo a Le Avventure di Tintin: Il Segreto dell'Unicorno segue gli eventi del film, proponendo al giocatore una miscela incalzante di avventure tratte da tre dei fumetti originali di Tintin: Il granchio d'oro, Il segreto del Liocorno e Il tesoro di Rackham il Rosso. Il gioco inizia con il cane Milou che, grazie al suo infallibile olfatto, conduce Tintin a una bancarella dov'è in vendita un bellissimo modellino raffigurante l’Unicorno, una nave che nel 1968 salpò dalle Antille alla volta dell’Europa. Ammaliato dalla bellezza dell’oggetto, il giovane Tintin lo compra ma ben presto scopre che anche alcuni loschi figuri erano interessati all’acquisto del modellino. Il protagonista vuole vederci chiaro sul perché di tanto interesse e, analizzando con attenzione l’oggetto, scopre che al suo interno vi è un’antica pergamena con scritto “Tre fratelli riuniti. Tre Unicorni veleggianti di conserva nel sole parleranno”. Una frase che all’inizio non ha senso per l’intrepido reporter ma che, al tempo stesso, gli fa intuire che qualcosa di grosso si cela in quelle parole. E’ così che per Tintin e Milou comincia un viaggio elettrizzante che gli farà conoscere il Capitano Haddock, destinato a diventare amico di mille avventure, e lo porterà a scoprire un antichissimo tesoro.

La struttura del gioco è quella tipica dei platform game, farcita con combattimenti mai troppo impegnativi ed enigmi piuttosto semplici da risolvere. Saltando da una piattaforma all’altra si visita una vasta varietà di ambientazioni come il castello di Moulinsart con i suoi ampi sotterranei, la nave del Capitano Haddock, la Karaboudjan, il Palazzo di Ben Salaad e l'esotica città di Bagghar. Tutti gli scenari presentano diramazioni che nascondono oggetti segreti che andranno a sbloccare bonus quali schede dei personaggi, scenette animate inedite e altre chicche che lasceremo a voi scoprire andando avanti nel gioco. Oltre alla campagna principale, Le Avventure di Tintin: Il Segreto dell'Unicorno sfoggia una modalità cooperativa che permette a due giocatori di impersonare Tintin, il Capitano Haddock, Milù, Bianca Castafiore, Dupond, Dupont o Sir Francis Haddock in location differenti da quelle della storia principale. In questa modalità il protagonista è il Capitano Haddock che, divenuto discendente diretto di un famoso cavaliere reale, cade ad un tratto in un sonno profondo: il nostro compito è rimettere in ordine i suoi sogni in un turbinio di eventi nati dalla sua mente confusa, collaborando con il nostro amico in carne ed ossa. Altra modalità fornitaci dagli sviluppatori è Sfida dove, a suon di colpi di spada, dobbiamo sconfiggere avversari sempre più forti battendo ogni record.

Amore

Gameplay e co-op

- I comandi sono semplici e intuitivi e il gameplay molto vario: oltre a saltare da una pedana all’altra ci si ritrova a sconfiggere i nemici nelle maniere più disparate. E’ possibile affrontarli a viso aperto oppure attaccandoli di sorpresa e alle spalle, cercando di non farci vedere: negli scenari ci sono sempre diversi oggetti utili per nasconderci e prendere di sorpresa il malcapitato di turno. Ad esempio possiamo catapultarci all’interno di un barile e, al passaggio, dei nemici, scaraventargli in testa il coperchio o, anche, stordirli con una grossa palla trovata lungo il cammino oppure farli scivolare su delle bucce di banana. La modalità in singolo offre poi esperienze più insolite come corse adrenaliniche a bordo di un sidecar e combattimenti aerei. Inoltre la possibilità di giocare in modalità cooperativa tra due giocatori in livelli differenti da quelli della campagna principale, rende il titolo ancor più interessante e vario, anche se questo è possibile farlo solo sulla stessa console e non tramite Live. Tale caratteristica è molto appetibile soprattutto per i genitori che vogliono dare la possibilità ai loro figli di giocare insieme a loro, e il gioco Ubisoft è sicuramente adattissimo a tale scopo.

Divertente!

- La dote migliore di questo titolo è probabilmente la verve umoristica che riesce a tenere incollato il giocatore fino alla conclusione, lungo la sua decina d'ore di durata. Se avete esperienza nel mondo di Tintin, Le Avventure di Tintin: Il Segreto dell'Unicorno vi strapperà più di una risata. Le posizioni strampalate che i nemici assumono quando vengono storditi, esattamente come quelle che a volte si sono viste nella serie animata o i goffi detective Thompson & Thomson che risultano anche nel gioco personaggi estremamente carismatici ed accattivanti, sempre pronti a combinarne una delle loro pur di rendersi utili, si rivelano tutti aspetti in grado davvero di divertire chiunque. Ma è tutto il mondo che Ubisot ha creato ad essere riuscitissimo e ricco di situazioni che soprattutto gli estimatori di Hergé non potranno non notare.

Odio

Comparto grafico e sonoro

- Visivamente Le Avventure di Tintin: Il Segreto dell'Unicorno offre uno stile divertente e che non annoia grazie a scenari molto diversi tra loro, ma purtroppo rappresentati da una grafica che non riesce a stupire il giocatore. Le texture che ricoprono i personaggi sono curate e le linee che disegnano i vestiti e i volti ben definite, ma avrei gradito una rifinitura maggiore nelle cut-scenes che appaiono alquanto sgranate e nelle ambientazioni che fanno da cornice all’avventura, decisamente sotto la media. Inoltre, seppur offrendo un doppiaggio italiano di discreta fattura, il titolo è pienissimo delle solite frasi di circostanza che vengono continuamente ripetute dai nemici nel corso dell’azione.

Telecamera

- Un difetto è riscontrabile anche nella telecamera fissa, che non permette in alcuni casi di vedere cosa c’è attorno al protagonista. Mi sono trovata a ripetere spesso alcune sessioni perché non riuscivo a vedere la pedana sulla quale dovevo andare, tentando un salto di fortuna ma ritrovandomi, invece, con Tintin spiaccicato al suolo.

Tiriamo le somme

Nonostante un comparto grafico che non ci saremmo aspettati da uno sviluppatore dell'esperienza di Ubisoft e una telecamera che induce a qualche errore di troppo, Le Avventure di Tintin: Il Segreto dell'Unicorno è un gioco divertente e pieno di azione, capace tanto di divertire i neofiti del personaggio belga, quanto di far riaffiorare la nostalgia nei giocatori che hanno amato il personaggio di Tintin. Consigliato a grandi e bambini per passare qualche ora spensierata in compagnia di simpatici personaggi. 7.5

c Commenti (3)


L'autore

autore

Appassionata da sempre di videogiochi e modellismo, nel 2007 entra a far parte dello staff di MX iniziando a scrivere news e articoli in maniera sempre più entusiasta. Divide questa passione con l'amore per la musica e per la sua famiglia, gattina inclusa.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...