MondoXbox

Live your
passion!

Bastion

Recensione - Bastion

Un mondo devastato da una tremenda calamità, un ragazzo determinato a salvarlo e le sempre presenti forze del male pronte a ostacolarne il suo cammino: questa la premessa di Bastion, titolo Live Arcade di Warner Bros. e Supergiant Games che, dopo aver guadagnato all'E3 il premio di miglior gioco scaricabile, ha l'onore di inaugurare l'iniziativa Summer of Arcade di Microsoft.

Il Gioco

Bastion ci mette nei panni di Kid, un giovane guerriero che si sveglia in un mondo distrutto da una potente calamità, ormai deserto e popolato unicamente dalle statue carbonizzate di coloro che una volta ne erano gli abitanti, oltre che da pericolose creature che ormai ne infestano le lande. Il ragazzo si appresta a raggiungere velocemente il Bastion, un luogo di salvezza che tutta la popolazione aveva scelto come meta in caso di eventi simili. Qui incontra un vecchio saggio il quale gli spiega che, per salvare e ricostruire il mondo, dovrà esplorare le terre devastate alla ricerca dei frammenti necessari per ricostruire il Bastion stesso: una volta trovati tutti i frammenti, potremo salvare l'umanità.

Bastion è un action-RPG fortemente sbilanciato sul lato action del genere, che ci vede esplorare una dopo l'altra le ambientazioni fronteggiando i vari tipi di nemici che il gioco ci porrà contro: durante la nostra avventura scopriremo nuovi tipi di armi di cui dotare il protagonista, equipaggiabili sempre e solo due per volta, potenziamenti per le armi stesse e vari extra con cui variare il gameplay, come delle armi segrete usabili in quantità limitata o talismani che, se attivati, rendono più difficile il gioco aumentando per contro il numero di punti esperienza guadagnabili. I punti esperienza servono per far salire Kid di livello, permettendoci di attivare ad ogni livello sbloccato una pozione che ci fornisce dei bonus o delle abilità speciali da usare in battaglia.

Il gameplay è quello classico degli hack'n'slash, con uso sia di armi corpo a corpo che da lancio come archi, balestre a ripetizione o lanciagranate; i nemici ci attaccano sovente anche in gruppi numerosi e la nostra salvezza è legata, oltre che alla nostra bravura, anche al sistema di ripristino della salute utilizzando delle fiale di guarigione recuperabili lungo il tragitto. Peculiarità uniche del gioco sono il design artistico dei livelli, che oltre a sembrare dei quadri disegnati a mano, si formano dinamicamente man mano che li esploriamo, con pezzi di strade, pavimenti e altri componenti che calano dal cielo posizionandosi davanti a noi, ed il "narratore interattivo" che racconta la storia del gioco mentre avanziamo, commentando anche ogni nostra azione.

Oltre allo svolgimento della storia principale, il Bastion dà accesso inoltre ad una serie di livelli "sfida" speciali, nei quali si deve cercare di resistere il più a lungo possibile oppure fare più punti di tutti, con la possibilità di raffrontare i nostri risultati a quelli di altri giocatori nelle classifiche online: per ogni arma è inoltre presente un'arena di allenamento con diversi obiettivi da raggiungere, ognuno dei quali dà accesso a nuove abilità o caratteristiche dell'arma in questione. Il gioco vi impegnerà infine intorno alle 5-6 ore per completare la storia, dopo di che si sbloccherà la modalità "Nuova partita+" che vi permetterà di ricominciare con tutte le armi e abilità sbloccate fino a quel momento, così da poter proseguire nell'avanzamento del personaggio sbloccando ulteriori extra e potenziamenti.

Amore

Armi, che passione!

- Anche se il titolo è basilarmente un classico hack'n'slash con progressione lineare tra i livelli, la grande scelta di armi a nostra disposizione, unitamente alla buona varietà di nemici incontrati, rendono l'esperienza sempre varia e appagante. Ogni arma ha i suoi pro e contro: ci sono quelle molto efficaci alla distanza come il mortaio, che però richiede lunghi tempi di mira e ricarica, così come quelle validissime nel corpo a corpo ma inutili contro nemici che attaccano da lontano. Alcuni livelli richiederanno di scegliere adeguatamente la combinazione giusta in base al tipo di nemici incontrati, aggiungendo quel pizzico di tatticità che non guasta. Il tutto è inoltre variegato ulteriormente dalle armi speciali, come mine a contatto, torrette mitragliatrici o altre più creative come quella che fa innamorare di noi dei nemici, per farli accorrere a nostra difesa.

Un mondo dipinto

- Il design di Bastion è assolutamente adorabile, sia per via dell'approccio artistico "disegnato" che per l'idea di far costruire il mondo davanti ai nostri occhi man mano che lo esploriamo: tutto questo contribuisce ad un impatto visivo notevole e sicuramente molto originale, ponendo il gioco tra quelli graficamente più distintivi del Live Arcade insieme a titoli come Limbo, Braid ed altri.

Telecronaca

- Molto bella anche l'idea di far narrare lo svolgimento del gioco ad una voce fuori campo, che non solo ci racconta gli eventi mentre accadono, ma reagisce a quello che facciamo complimentandosi o schernendoci a seconda della situazione. Mi è capitato ad esempio, cadendo più volte nel vuoto, che mi dicesse "dovresti guardare meglio dove metti i piedi", oppure che commentasse le mie abilità di combattimento. E quando ho iniziato a distruggere tutti gli elementi della mappa con la mia spadona, ha commentato che mi ero fatto prendere da un momento di furia distruttiva!

Talismani

- Ad un certo punto durante la storia, ci viene dato accesso ad un tempio in cui possiamo attivare una ventina di diversi talismani: ognuno di questi ci offre dei malus in gioco rendendo i nostri attacchi meno efficaci oppure i nemici più potenti, numerosi e così via, dandoci per contro accesso ad avanzamenti più rapidi e altri premi. Più ne attiverete e più il gioco diventerà difficile, arrivando ovviamente all'impresa più ardua di giocare con tutti i talismani attivati. Per giocatori duri e puri.

Odio

Niente co-op

- Non è detto che i giochi debbano avere tutti un multiplayer competitivo o la co-op, ma mi sono meravigliato nel non vederla qui perchè penso che il tipo di gioco si sarebbe ben prestato ad un'esperienza a due, sia sulla stessa console che online. Forse gli sviluppatori hanno evitato perchè questo avrebbe dato problemi col sistema di narrazione dinamica, ma credo sia comunque un'occasione persa.

Narratore inglese

- Dopo aver elogiato il singolare sistema di narrazione del gioco, devo evidenziarne un lato negativo: il fatto che il narratore parli in inglese, seppur sottotitolato in italiano. Durante le fasi di esplorazione questo non è un problema, perchè ci si può concentrare più facilmente sulla voce o sui sottotitoli, ma mentre siete impegnati a fronteggiare orde di nemici sarà praticamente impossibile leggere i sottotitoli o capire quello che il narratore sta dicendo, a meno che non siate dei quasi-madrelingua e riusciate a comprendere il parlato in sottofondo anche se concentrati nel combattimento. Un vero peccato, perchè così si perde buona parte della brillantezza del titolo.

Tiriamo le somme

Se amate gli action game con componenti RPG, Bastion rappresenterà sicuramente un valido acquisto per i vostri 1200 MSP, anche solo grazie alla caratterizzazione artistica unica e grande varietà di armamenti. Il gameplay non contiene elementi particolarmente innovativi o genialoidi come altre produzioni indipendenti giunte finora sulle spiagge del Live Arcade, ma saprà senza dubbio intrattenervi per diverse ore senza mai stancarvi. 8.5

c Commenti (4)


L'autore

autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, nel 2002 è cofondatore di MX. Il sito parte per gioco ma diventa una parte sempre più importante della sua vita insieme a lavoro, famiglia e troppi altri interessi: questo lo costringe a rimandare continuamente i suoi piani di dominio sul mondo.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...