MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



img Sea of Thieves
copertina

Una valanga di informazioni su Sea of Thieves: nuovi contenuti, Kraken, endgame e molto altro

Un paio di settimane fa Rare ha ospitato presso i propri studi una rappresentanza della stampa videoludica britannica per farli giocare con una versione pre-finale di Sea of Thieves nella quale erano presenti molti più contenuti rispetto a quanto visto nell'Alpha Tecnica e nella Closed Beta del gioco. Dopo aver letto tutti gli articoli prodotti dalle testate presenti all'evento, vi proponiamo di seguito un pratico riassunto di tutte le informazioni emerse. Buona lettura!

  • Il Kraken! - Era già emerso in precedenti data mining, ma ora ne abbiamo la conferma. In Sea of Thieves potremo fronteggiare il Kraken, la leggendaria piovra gigante capace di afferrare con i suoi tentacoli interi vascelli. Rare spiega che gli incontri con il Kraken non faranno parte di specifiche quest ma saranno casuali: durante la navigazione potrà capitare, non sappiamo con quanta frequenza, questa terrificante creatura che cercherà di devastare la nostra nave e la nostra ciurma. Potremo persino imbatterci in altre ciurme impegnate in un combattimento con la creatura, e potremo decidere a quel punto se aiutarle oppure veleggiare al largo. Ed i combattimenti col Kraken non saranno certo una passeggiata: questo essere mostruoso è capace di fare buchi nello scafo delle imbarcazioni così come di afferrare i giocatori per scagliarli in acqua, scaraventarli lontano o addirittura inghiottirli! I pirati potranno invece danneggiarlo con cannoni, barili esplosivi e, se afferrati, colpendone i tentacoli con le loro armi per liberarsi; alla fine di una strenua battaglia, però, se ne emergeremo vincitori riceveremo le laute ricompense che si celano nel ventre della bestia, sotto forma di scrigni preziosi ed altri oggetti.
  • Non solo Kraken - Rare conferma che il Kraken sarà presente al lancio del gioco, ma la natura del titolo come "game as a service" fa sì che questo verrà costantemente espanso con novità di tutti i tipi. Potranno quindi arrivare, dopo il lancio, altri mostri marini da affrontare: su quali gli sviluppatori però non si sbottonano. La presenza degli scheletri di giganteschi serpenti marini sul fondo dell'oceano del gioco ci suggerisce però quale potrebbe essere uno di questi mostri.
  • Personalizzazione personaggi - Il gioco ci permetterà di selezionare l'aspetto del nostro pirata partendo da una scelta di 8 pirati generati casualmente tra milioni di combinazioni diverse, ma se nessuna di queste ci soddisfa potremo richiedere quante volte vogliamo una nuova generazione casuale finché non troviamo quello che più ci soddisfa. L'idea è di far sì che ogni giocatore abbia un personaggio completamente diverso dagli altri, offrendogli al contempo un certo controllo nel processo. Questo non significa però che non potremo personalizzare il nostro pirata: una volta scelto il modello base, potremo cambiarne capigliatura, barba ed addirittura dotarlo di gambe di legno o uncini. Potremo poi personalizzare ulteriormente il nostro personaggio con i numerosi capi d'abbigliamento reperibili nei negozi od ottenuti in premio per specifiche missioni. Attenzione, però, perché una volta scelto il nostro pirata non potremo più cambiarne l'aspetto fisico di base e rimarrà per sempre legato al nostro account Live: Rare vuole infatti che il nostro personaggio diventi un nostro vero alter-ego, rimanendo sempre riconoscibile quando incontreremo amici ed altri giocatori. Un'informazione interessante arriva infine sulle hit-box: non importa se sceglieremo un personaggio molto grasso oppure mingherlino: tutti avranno sempre la stessa hit-box, quindi un personaggio grasso non ci espone di più ai colpi così come uno piccolo non ci terrà maggiormente al sicuro.
  • Endgame: il covo e raid - Lo scopo di ogni giocatore in Sea of Thieves sarà quello di diventare un "pirata leggendario", e questo lo si farà completando tutte le missioni offerte da una delle varie Compagnie presenti sulle isole avamposto. Una volta ottenuto questo obiettivo, ci verranno fornite le chiavi di un covo segreto (che era peraltro presente anche nella Closed Beta ma che nessuno ha trovato) chiamato "La Taverna delle Leggende" nel quale potremo invitare anche i membri della nostra ciurma. Questo diventerà il nuovo punto di partenza per tutte le missioni "endgame", che richiederanno pirati molto esperti ma che ci premieranno anche con tesori inestimabili. Una sorta di "raid" di Destiny, che necessiteranno di molto impegno ma offriranno premi importanti; per affrontare queste missioni non sarà però necessario che tutti i partecipanti siano delle Leggende: basterà che lo sia solo uno, mentre gli altri della ciurma potranno essere anche dei novellini. Questo significa che le Leggende diventeranno pirati molto ricercati dagli altri giocatori, i quali cercheranno di entrare nella loro ciurma per partecipare alle scorribande più esaltanti.
  • I Capitani - Qualche mese dopo il lancio del gioco arriverà il primo grande aggiornamento di Sea of Thieves, e con questo la possibilità di diventare, dopo essere diventati Leggende ed aver svolto diverse missioni "raid", Capitani di una nave tutta nostra. Questo ci darà accesso ad un nuovo tipo di nave fortemente personalizzabile, e chiunque ci incontrerà nei mari capirà subito dall'aspetto del vascello che siamo dei vecchi lupi di mare con molte battaglie alle spalle. Lo stato di Capitani darà poi accesso, in aggiornamenti successivi, a missioni pensate specificamente alle ciurme più esperte e guidate da capitani navigati.
  • Avamposti di scheletri - Chi ha giocato l'Alpha Test o la Closed Beta avrà notato delle isole piene di fortificazioni e torri abbandonate. Nel gioco finale queste saranno il teatro di occasionali scontri con scheletri molto potenti, nascondendo però enormi tesori. Durante la navigazione ci capiterà infatti di vedere in lontananza una enorme nuvola a forma di teschio che ci avvertirà della presenza di uno di questi avamposti. Tutti i giocatori dell'area la vedranno, quindi è probabile che più ciurme si recheranno sul posto per combattere gli scheletri e cercare di appropriarsi dei tesori, con inevitabili scontri tra le varie ciurme che magari fino a poco prima avevano collaborato per far fuori i non morti. Una volta ucciso lo scheletro "boss" dell'isola, infatti, questo rilascerà una chiave che darà accesso ai grandi tesori dell'area, ed è quindi prevedibile che i giocatori combatteranno per il possesso della chiave.
  • Un mondo dinamico - Il mondo di Sea of Thieves sarà dinamico ed in continuo mutamento: nuove isole potranno fare la loro comparsa nel corso del tempo, altre potranno sparire ed anche quanto presente sulle isole stesse potrà cambiare, inclusi i biomi stessi. Immaginate ad esempio che una maledizione venga rilasciata sul mondo, e questo causerà la mutazione di una parte delle isole che diventeranno "maledette", oppure magari per eventi stagionali saranno introdotti elementi specifici delle varie festività.
  • Loot crates no, microtransazioni sì - Rare spiega che nel gioco non sarà presente il tanto criticato meccanismo delle loot crates, casse acquistabili con valuta reale che generalmente rilasciano oggetti random che conferiscono maggior potenza e capacità al giocatore, e che molti hanno ultimamente equiparato al gioco d'azzardo; questo però non significa che non ci saranno microtransazioni, perché ai giocatori sarà data la possibilità di acquistare con valuta in-game o reale anche degli oggetti che saranno però completamente cosmetici e non modificheranno gli equilibri del gioco. I primi "oggetti" di questo tipo saranno degli animali di compagnia, che potremo portare con noi durante le missioni semplicemente per giocarci o averli attorno.

Per ora è tutto: queste informazioni ci confermano come Sea of Thieves sarà un titolo molto più ricco e pieno di cose da fare rispetto a quanto la Closed Beta aveva fatto intendere, e siamo sicuri che sia solo l'inizio: Rare ha sicuramente in serbo molte più sorprese per tutti i novelli pirati. Le scopriremo tutte a partire dal 20 marzo!

MX Video - Sea of Thieves
headerimage

Altro su MondoXbox e sul web

Amazon Offerte in evidenza

TUTTE LE OFFERTE

L'autore

autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, nel 2002 è cofondatore di MX. Il sito parte per gioco ma diventa una parte sempre più importante della sua vita insieme a lavoro, famiglia e troppi altri interessi: questo lo costringe a rimandare continuamente i suoi piani di dominio sul mondo.

c

Commenti

x Invio commenti disattivato per le notizie più vecchie di un mese.
caricamento Caricamento commenti...
logo