MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Achtung! Cthulhu Tactics

Achtung! Chtulhu Tactics - impressioni veloci dalla Gamescom

Al di là dei titoli più grandi ed in evidenza, la Gamescom di Colonia è anche l'occasione perfetta per approfondire alcune delle produzioni indie più interessanti, come Achtung! Cthulhu Tactics di Auroch Digital al quale siamo riusciti a dare un primo sguardo approfondito. Ecco cosa abbiamo scoperto.
Parlando alla Gamescom con il producer di Achtung! Cthulhu Tactics, Peter Willington, gli ho spiegato quanto fossi contento del fatto che, da amante della strategia a turni, il genere dei titoli "simil-XCOM" stesse avendo un vero rinascimento negli ultimi anni: c'è stato il reboot stesso della serie Firaxis con 2K, ma poi è arrivato quella meraviglia di Mario + Rabbids: Kingdom Battle a sdoganare definitivamente il genere anche con giocatori, come i più piccoli, che non si sarebbero mai sognati di giocare un titolo simile. Da allora è un fiorire di produzioni simili, seppur principalmente indie, tra le quali troviamo appunto il nuovo interessante titolo di Auroch Digital.

img
Peter mi ha spiegato, durante la mezz'oretta che mi ha dedicato a Colonia, che il suo nuovo titolo si ispira al gioco di ruolo cartaceo Acthung! Cthulhu, nel quale durante la Seconda Guerra Mondiale le forze alleate se la devono vedere non solo con i nazisti ma anche con le mostruose entità cthuloidi che questi ultimi hanno evocato nel tentativo di rovesciare le sorti della guerra. Il gioco sarà esclusivamente single player, ed avrà una campagna basata su una storia ben delineata durante la quale seguiremo un gruppo di personaggi ben noti ai giocatori del GDR carteceo. Questo significa che, a differenza di XCOM, non ci saranno soldati da addestrare ma useremo sempre gli stessi personaggi; questi non potranno "morire" letteralmente, ma qualora vengano abbattuti sul campo di battaglia saranno catturati dai nazisti e dovremo quindi svolgere una missione di salvataggio per recuperarli.

Lo sviluppatore ha proceduto quindi a mostrarmi il gioco sul suo laptop: la visuale è quella isometrica classica dei titoli del genere, e come visto anche in Mutant Year Zero: Road to Eden il gameplay è composto dall'alternanza di fasi esplorative (stavolta però anch'esse a turni e non libere) e fasi di combattimento. I combattimenti sono basilarmente simili a quelli che ci si aspetterebbe da un simil-XCOM, ma con delle differenze fondamentali; il gioco è basato sul concetto di luce ed ombra, aree del campo di gioco identificate dalla presenza o assenza della "Fog of War", ossia la nebbia scura che simula le aree in cui non riusciamo a vedere la presenza dei nemici. Gli alleati si muovono sempre nella "luce", quindi in assenza di FoW, e sparando a nemici presenti anch'essi nella luce avranno risultati migliori. I nazisti, al contrario, essendo ormai dediti alle arti oscure cercheranno sempre riparo nella FoW, dove risulteranno essere più efficaci. Questo meccanismo è stato evidente durante la partita che Peter mi ha permesso di svolgere: mentre avanzavo di turno in turno verso i nemici, sparando ed aggirandoli, questi retrocedevano nella FoW per guadagnare un vantaggio tattico. Il gioco sta quindi anche nel cercare di abbatterli prima che possano retrocedere troppo, finendo magari per coinvolgere altri nemici presenti più avanti sul campo di battaglia.

MX Video - Achtung! Cthulhu Tactics

Altra novità interessante per il genere è quella che, dopo aver mosso un nostro personaggio, dobbiamo anche indicare in che direzione è rivolto: questo influenza il suo cono visivo e di conseguenza la forma dell'area di "luce" attorno ai giocatori, ma anche la visibilità dei movimenti nemici. Se poniamo ad esempio un personaggio in "overwatch" (ossia in guardia) in una direzione specifica, se qualcuno si muoverà alle sue spalle non sarà in grado di vederlo e quindi di sparargli. Ogni personaggio ha delle statistiche fisse come Fortuna (che influenza la facilità con cui può colpire i nemici), la Salute e la Sanità mentale, che dipende da quante creature "cthuloidi" ha incontrato sul campo di battaglia. Per la cronaca, durante questa dimostrazione non ne ho vista neanche una: abbiamo combattuto solo contro nazisti ma lo sviluppatore ha garantito che ci saranno anche minacce paranormali ben più pericolose. Alla fine di un match, inoltre, sarà possibile fare level-up ed equipaggiare i personaggi.

img
Alla luce di quanto visto Achtung! Cthulhu Tactics sembra essere piuttosto interessante, ma la mia preoccupazione principale è sullo stato dello sviluppo: durante la dimostrazione il gioco si è "impallato" più volte con lunghe pause prima di un'azione da parte dei miei soldati, mentre in un caso non riuscivo ad eseguire più nessun'azione e lo sviluppatore è dovuto tornare al menu principale. L'uscita del gioco è prevista entro fine anno, quindi spero riescano a sistemare e ripulire il tutto entro allora perché sarebbe davvero un problema se un concept così interessante fosse rovinato da una scarsa realizzazione tecnica. Lo terremo comunque d'occhio riportandovi tutte le novità!

c Commenti


L'autore

autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, nel 2002 è cofondatore di MX. Il sito parte per gioco ma diventa una parte sempre più importante della sua vita insieme a lavoro, famiglia e troppi altri interessi: questo lo costringe a rimandare continuamente i suoi piani di dominio sul mondo.

c

Commenti

caricamento Caricamento commenti...