MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox




Dead Rising 4
copertina

Dead Rising 4 - visto alla Gamescom

Dopo aver inaugurato questa generazione supportando il lancio di Xbox One, la serie zombesca di Capcom torna quest'autunno sulla console Microsoft con Dead Rising 4, episodio che vede il ritorno del primissimo protagonista del franchise, Frank West. Alla Gamescom ci siamo seduti con gli sviluppatori per capire meglio di cosa si tratti: ecco cosa abbiamo scoperto.
Ci sono molti modi, nei videogiochi, di approcciare l'orrore ed il tema "zombi": alcune serie puntanto sulla sopravvivenza, altre sulla tensione e sulla paura del giocatore, ed altre… la buttano sul caos e sull'ironia. Quest'ultima è proprio la strada scelta da Capcom per la serie Dead Rising, che sin dal primo episodio ci ha proposto sì orde infinite di zombi, ma anche massicce dosi di distruzione con protagonisti che non si sono mai presi troppo sul serio e soprattutto sempre lieti di far fuori tutti i non-morti che gli si paravano davanti. E da quanto mi è stato mostrato da Capcom Vancouver nel corso della Gamescom, Dead Rising 4 spinge ancor più l'acceleratore sia sulla distruzione che sull'ironia: insomma, come per gli episodi precedenti, gli zombi sono lì più per fungere da carne da macello che per terrorizzarci.

La dimostrazione svolta dallo sviluppatore nel corso del nostro appuntamento era molto simile al gameplay già visto durante la fiera, quindi eviterò di descriverlo per filo e per segno riportandovi però le informazioni che non traspaiono dalla visione del filmato. Ma prima, qualora non l'aveste ancora visto, eccovi un video di quella demo:

MX Video - Dead Rising 4

Iniziamo con una premessa: Dead Rising 4 è ambientato nella stessa città del primo gioco, Willamette, e vede il ritorno sia del protagonista di quel gioco, il fotografo Frank West, che del centro commerciale che fece da sfondo alla prima avventura. Non è però un remake o un reboot del primo Dead Rising: la storia si svolge infatti 16 anni dopo il fatti del primo gioco e vede il ritorno a Willamette - per motivi al momento oscuri - di un Frank più vecchio. Qui potremo esplorare, oltre al già noto centro commerciale di tre piani, l'intera cittadina: supermercati, scuole, municipio, aree industriali e così via andranno ad ampliare di molto l'area esplorabile. E questo sia in superficie che nel sottosuolo, visto che Capcom ha rivelato che proprio dai sotterranei del centro commerciale si dipanerà una vasta rete di tunnel sotterranei e fogne che faranno da sfondo a molte nostre avventure.

Altra nota importante, prima di parlare delle caratteristiche del gioco, è che la demo portata da Capcom Vancouver alla Gamescom (quella usata in tutti i filmati circolati durante la fiera) aveva volutamente la difficoltà notevolmente abbassata, per permettere a tutti di provare le molte armi senza preoccuparsi del pericolo degli zombi. Quindi il fatto che i video come quello soprastante facciano sembrare i combattimenti una passeggiata, è dovuto a questo; in realtà gli sviluppatori mi hanno spiegato durante il nostro incontro che il gioco saprà dare filo da torcere anche agli amanti delle sfide molto impegnative, immagino tramite diversi livelli di difficoltà selezionabili.

Per quanto riguarda il gameplay vero e proprio, come potete vedere dal video i combattimenti appaiono pesantemente mutuati da Dead Rising 3, con meccaniche molto simili ma con armi stavolta più distruttive e fuori di testa. Se in DR3 potevamo creare armi come la famosa spada fiammeggiante, qui potremo usare - sempre dopo averne trovati i relativi progetti - cose come un fucile congelante, un'ascia spara-fulmini o la lunga asta elettrica denominata "Gandalf". Frank potrà avere con sé sempre tre armi, una per tipo (balistica, da corpo a corpo e da lancio), e potremo passare velocemente dall'una all'altra con la possibilità anche di creare spettacolari combo. Ad esempio una bombola del gas equipaggiata come arma da lancio può essere lanciata tra gli zombi (il cui numero, promettono gli sviluppatori, sarà il più alto visto nella serie), e passando immediatamente ad un fucile a pompa la si può colpire mentre è in volo creando una potente deflagrazione. Questo ovviamente è solo un esempio, ma gli sviluppatori promettono molte diverse combinazioni di questo tipo.

E per quanto riguarda i combattimenti c'è una grande novità: la Exo Suit, un esoscheletro recuperabile da apposite casse che fornisce a Frank un'enorme forza, permettendogli sia di fronteggiare gli zombi a mani nude (esilarante la mossa con cui prende uno zombi per la testa e lo usa a mo' di mazza rotante per far fuori quelli intorno), sia di sollevare o sradicare dal terreno oggetti da usare come potenti armi, come pali dei semafori, insegne stradali o automobili. Vedere Frank utilizzare tutto questo potere, mentre i suoi vestiti si sporcano progressivamente del sangue dei zombi, è decisamente divertente, ed a questo si aggiungono anche le spettacolari mosse finali che potremo fare dopo che un'apposita barra si è riempita. Se considerate che il gioco supporterà anche la co-op online a 4 giocatori, potete immaginare i livelli di distruzione che potranno generarsi quando tutti i membri di un gruppo si daranno da fare con armi potenziate ed esoscheletro.

Frank è però anche un giornalista, e la sua fida macchina fotografica torna ad avere un ruolo anche nel nuovo gioco, con diversi utilizzi. Per prima cosa potrà essere usata per investigare e portare avanti le missioni: la fotocamera può essere infatti puntata sull'ambiente per analizzarne i vari elementi, e dispone inoltre di filtri notturni e ai raggi ultravioletti per individuare le tracce non visibili ad occhio nudo. E diventa stavolta anche uno strumento d'attacco! Se inquadriamo infatti uno zombi di spalle che ancora non s'è accorto della nostra presenza, possiamo attivare l'attacco "Stealthie", ossia un selfie stealth: Frank si avvicina alle spalle dell'essere, porta la fotocamera frontalmente per farsi un selfie col non-morto e poi gli spezza il collo. Preparatevi a vedere una marea di screenshot condivisi sia sul feed Xbox che sui social di amici che si fanno gli Stealthie più strani! Anche perché, come da tradizione della serie, Frank potrà acquisire ed utilizzare abiti di tutti i tipi, dai più classici a quelli più fuori di testa, e sarà difficile resistere a fotografarli in compagnia di un amico zombi.

Anche i mostri si rinnovano per questo quarto episodio della serie: Capcom ce ne ha mostrati in particolare due nuovi: gli "Appena Infetti", ossia gli zombi freschi d'infezione che sono caratterizzati da occhi fiammeggianti, una furia implacabile ed alta velocità, molto difficili da abbattere, e degli zombi dotati dello stesso esoscheletro utilizzabile da Frank, quindi estremamente letali se dovessero riuscire a metterci le mani addosso.

Altri dettagli interessanti sono quello che anche i veicoli guidabili potranno essere costruiti tramite progetti per dar vita a folli combinazioni (ci è stata mostrata ad esempio una dune buggy che monta una torretta lanciarazzi rotante), e quello che, secondo gli sviluppatori, stavolta ci troveremo con un gioco molto più profondo che in passato, nel quale anche l'esplorazione verrà premiata con il ritrovamento di armi, oggetti e nuove aree. Gli sviluppatori hanno inoltre rivelato che anche qui ci saranno, come nel primo gioco, dei superstiti da salvare: questi però saranno completamente opzionali e non faranno parte della storia principale e, come già noto, è stato rimosso il timer con il tempo limite per salvarli ad eccezione della co-op, dove è stato mantenuto per far concentrare maggiormente i giocatori sul compito assegnatogli. E, dulcis in fundo, anche se era prevedibile visto che l'editore è Microsoft, sono riuscito ad ottenere la conferma che il gioco sarà completamente tradotto in italiano.

In conclusione il nuovo titolo di Capcom Vancouver appare come piuttosto interessante, ovviamente non indirizzato agli amanti dell'orrore "spaventoso" ma più a quelli dell'azione più caotica e spettacolare; il motore grafico, seppur non faccia gridare al miracolo, stupisce per come riesce a gestire un'infinità di zombi senza mai cedere un frame, neanche nei momenti più caotici e ricchi di esplosioni e smembramenti, con una simulazione fisica sempre al lavoro: un enorme passo avanti rispetto a DR3. Non sarà magari uno dei capolavori di questo fine anno, ma probabilmente non mira ad esserlo: Dead Rising 4 sembra però confermarsi come un ottimo titolo da giocare per divertirsi con un po' di sana e ironica ultraviolenza, magari in compagnia di qualche amico online. Uscita prevista per il 6 dicembre.

c Commenti (5)

copertina

L'autore

autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, nel 2002 è cofondatore di MX. Il sito parte per gioco ma diventa una parte sempre più importante della sua vita insieme a lavoro, famiglia e troppi altri interessi: questo lo costringe a rimandare continuamente i suoi piani di dominio sul mondo.

c

Commenti

caricamento Caricamento commenti...