MondoXbox

Live your
passion!

BioShock 2

Recensione - BioShock 2

Due anni e mezzo sono ormai trascorsi da quando 2K Boston riuscì a stupire l' intero mondo videoludico con un gioco innovativo, inimitabile, che riuscì a dare uno scossone alle fondamenta del panorama degli FPS mettendo d' accordo pubblico e critica, insomma un capolavoro. Tocca ora a 2K Marin raccogliere il testimone: sarà riuscito il nuovo team a raggiungere il predecessore? Scopriamolo assieme nella nostra recensione di BioShock 2.

Il Gioco

In BioShock 2 vestiamo i panni, o meglio lo scafandro, di un temibile Big Daddy, enorme creatura che ricordiamo bene dalla nostra prima visita nella megalopoli subacquea di Rapture. In questo caso impersoniamo un modello particolare, appartenente alla serie Delta, con capacità uniche come la possibilità di sfruttare i plasmidi e i tonici genetici. Ma non solo: abbiamo anche un legame speciale con una "sorellina" in particolare, quasi un rapporto paterno, addirittura viscerale con quella Eleanor Lamb fulcro stesso di tutta la vicenda che ci vedrà protagonisti. Il gioco si svolge dieci anni dopo il suicidio fallito del protagonista, forzato a farlo dalla Dottoressa Lamb, madre della nostra sorellina ed intenta a proseguire le folli ricerche della Tenenbaum, vero e proprio ponte narrativo tra i due episodi. Da questo evento scaturisce un susseguirsi di scontri nel tentativo di trovare la verità, seguendo una trama forse non agli ottimi livelli dell' episodio originale, ma comunque ottima, ben sceneggiata e godibilissima.

  • img
  • img
  • img


Essendo un Big Daddy possiamo contare su una maggiore forza, sull' utilizzo dei plasmidi ed un arsenale ben fornito. Novità in questo secondo capitolo è la possibilità di usarli contemporaneamente, dandoci una maggiore capacità distruttiva potendone combinare l' utilizzo e dando vita a scontri assolutamente adrenalinici e soddisfacenti; avere a che fare con i ricombinanti, Big Daddy di vario tipo e le temibili Sorellone dona sempre quella stupenda soddisfazione che pochi giochi sanno regalare. Inoltre possiamo svolgere ciò per cui siamo stati creati: proteggere le sorelline alla ricerca dell' Adam. Una volta strappata una delle piccole al suo Paparino, possiamo condurla con noi alla ricerca del giusto cadavere da cui estrarre l'importantissima sostanza. Facendo ciò diamo il via ad un vero e proprio assalto portato da tutti i ricombinanti della zona, dai quali dovremo proteggere la nostra Sorellina mentre estrae l' Adam. Un'ottima trovata, quasi un gioco nel gioco che ha saputo regalarmi delle belle emozioni. Potendo sfruttare i nostri poteri ed il nostro arsenale ricco di trappole, abbiamo accesso ad un ventaglio di possibilità davvero ragguardevole; sarà difficile, proprio come nel primo episodio se non in maniera ancora più marcata, affrontare degli scontri sempre nello stesso modo. Altra grande innovazione è la gradita presenza di un ottimo comparto multigiocatore su Xbox Live, che ci permette di combattere i nostri amici a suon di plasmidi.

Amore

Giocarci è un piacere

- Non c'è nulla da fare, Bioshock ha saputo reinventare gli FPS, donandoi una maggiore profondità al genere e ritroviamo gli stessi elementi in BioShock 2, ancor più evidenti. La combinazione di plasmidi, tonici, armi potenziabili e con munizioni di vario tipo con effetti sempre diversi, riesce a dare al giocatore sconfinate possibilità di scelta, adatte ad ogni scontro, ad ogni nemico. Tutto questo unito alla buonissima IA degli avversari ci garantisce il gameplay inimitabile ed estremamente tattico che ha reso celebre il nome Bioshock. Giocarci è sempre un piacere.

Il fascino di Rapture

- Sebbene sia presente un certo senso di deja-vu, è innegabile quanto sia forte ed unico il carisma, il magnetismo di questa particolarissima location. E' emozionante vagare per i tetri corridoi di Rapture, sentendo i folli discorsi dei ricombinanti, il rombo della voce di un Big Daddy o le inedite urla di una terribile Big Sister. Tutto questo accompagnato dalla solita colonna sonora, composta da motivi dell' epoca e brani strumentali. Degni di nota questi ultimi, ricchi di archi che si sposano alla perfezione con il clima di tensione presente nell' intera avventura. Ottimo anche il doppiaggio, interamente in italiano e recitato a dovere.

Multiplayer sorprendente

- Non ho mai considerato Bioshock un gioco che potesse aver bisogno di una componente multigiocatore: come molti l'ho sempre interpretato come un grandissimo gioco che non avesse bisogno d'altro. Quanto mi sbagliavo. I ragazzi di 2K Marin son riusciti a confezionare un multiplayer davvero ottimo, riuscendo a fondere un gameplay solido ed appagante, ricco di possibilità e divertente come quello dell' avventura in solitario, ad un efficace sistema di gradi online mutuato da altri titoli, capace di portare il giocatore alla fatidica frase "giuro, faccio l' ultima partita, arrivo a livello X e poi vado a letto". Progredendo di livello abbiamo accesso, oltre a nuove skin dei personaggi ed accessori, a nuovi plasmidi e nuove e letali armi; starà a noi decidere quali equipaggiare per poi sfruttarli a nostro favore. Ottimo anche il netcode, in grado di garantire partite fluide e stabili per la maggior parte delle volte. Divertente e esaltante, questo aspetto del gioco si è forse rivelato la più piacevole delle sorprese. Vestendo i panni del Big Daddy poi...

  • img
  • img
  • img


Odio

Bioshock 1.5 ?

- Una sola pecca, anche se piuttosto evidente. Graficamente, escludendo un ulteriore miglioramento nella gestione della fisica dei liquidi e nella resa dell'acqua, sembra quasi che non siano trascorsi ben più di due anni dal titolo precedente. Alcuni miglioramenti ci sono, non ho assistito a quel fastidioso ritardo nel caricamento delle textures ad esempio, ma è innegabile quanto queste ultime spesso, si rivelino al di sotto degli standard attuali. Basta avvicinarsi per rendersene conto. Aspetto mitigato dall' ispiratissimo level design dell'intera città, ma era lecito aspettarsi di più anche da questo punto di vista, sebbene ciò non intacchi minimamente il coinvolgimento o il divertimento del giocatore.

Tiriamo le somme

Per BioShock 2 era un compito difficilissimo cercare di non sprofondare negli abissi a causa dell'enorme peso dell'altisonante predecessore, ma non posso far altro che applaudire i ragazzi di 2K Marin. Essere riusciti a riproporre qualcosa di ugualmente godibile ed affascinante, contraddistinto sempre da quella vena di genialità e di diversità da tutti gli altri FPS che ha reso celebre Bioshock, non è certamente un' impresa semplice. Aggiungiamoci l'introduzione di un ottimo comparto multiplayer ed il gioco è fatto. BioShock 2 si rivela quindi un prodotto da avere, in grado di affiancare a testa alta il primo capitolo. Prendete un bel respiro ed immergetevi, Rapture vi sta aspettando. 9.5

c Commenti


c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...