MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



The Adventure Pals

Recensione - The Adventure Pals

Dopo aver fatto il pieno di premi in molti festival della scena indie, il comico e surreale platformer cartoonesco The Adventure Pals arriva finalmente nelle nostre case. Scopriamone le caratteristiche.

Il Gioco

Chiunque guardi per la prima volta il bizzarro stile artistico di The Adventure Pals, non può non notare delle nette somiglianze sia con le opere dello studio The Behemoth (gli autori di Castle Crashers, Pit People ed altro) che, soprattutto, con quelle di un italianissimo fumettista e animatore: il folle di Sio, noto soprattutto per le produzioni Scottecs. I disegni cartooneschi e surreali del titolo di Massive Monster, uniti alla trama al limite della follia e del nonsense non sfigurerebbero appunto in qualche opera del fumettista Veronese.

Il gioco ci mette nei panni di un giovane ragazzo che, nel giorno del suo compleanno, riceve il regalo che tutti noi avremmo sempre voluto da piccoli. Una nuova console? Una macchina giocattolo? Caramelle? Macché, si tratta di una vera giraffa dal quoziente intellettivo altissimo. Chi non l'ha mai sognato? Naturalmente, in barba a qualsiasi logica e fisica, questo animale dalla stazza non indifferente entra tranquillamente nello zaino del ragazzo, dal quale spunta solo il suo lungo collo. La festa di compleanno viene però rovinata dal rapimento improvviso del padre del ragazzo, il quale aveva procurato al figliolo questo bizzarro regalo. Sta quindi a noi, insieme alla nostra amica dal collo lungo, esplorare mondi su mondi alla ricerca del genitore perduto.

MX Video - The Adventure Pals

Questo avviene all'interno di un coloratissimo platform game bidimensionale, con un marcato stile fumettistico e una simpatia contagiosa grazie a tante animazioni spassose, personaggi surreali e un umorismo un po' assurdo che rende il gioco molto godibile e che ci fa sorridere più di una volta. Ma The Adventure Pals non è solo umorismo: si basa anche su solidissime meccaniche platform: un inizio tra distese verdi e piattaforme volanti alla Super Mario lascia presto spazio anche a sezioni di combattimento più caotiche, ostacoli e trappole più variegate, piattaforme mobili, tesori nascosti da scovare ma anche mosse avanzate come i salti sui muri, lancio di granate e la possibilità di planare grazie alla fida giraffa che usa la sua lingua a mo' di elicottero.

I livelli sono suddivisi ognuno in molteplici aree più piccole, esplorabili solitamente in pochi minuti ciascuna tra ostacoli, nemici da abbattere e segreti da scovare. Troviamo anche monete da raccogliere per poi spenderle su ulteriori boost per il nostro arsenale, oltre a degli sticker collezionabili molto ben nascosti nei livelli. The Adventure Pals sa inoltre cambiare anche genere di tanto in tanto: oltre parte ai boss che possono avere gameplay molto diversi, troviamo alcune aree dove il gameplay si trasforma in una sorta di brawler a scorrimento stile Castle Crashers, e possiamo anche combattere e trovare vari segreti nelle mappe che fungono da hub tra i livelli esplorabili con visuale dall'alto. Dei veri e propri giochi dentro il gioco insomma, il tutto affrontabile sia da soli che in cooperativa locale.

Tra occasionali enigmi, segreti da scovare, cupcake da dare a un gatto gigante che letteralmente defeca cappelli per il giocatore, abilità aggiuntive, boss giganteschi e spassosi e mondi che vanno dal deserto fino ad aree subacquee, ci sono contenuti per diverse ore. I segreti nascosti, oltre alla possibilità di ricevere valutazioni diverse alla fine di ogni livello, donano inoltre una discreta rigiocabilità al titolo. Manca invece, e purtroppo, la localizzazione italiana: lo spassoso doppiaggio e i testi a video sono tutti interamente in inglese.

Amore

"Perché la giraffa non si gira?"

- "E che si giraffà?" Questa freddura da scuola elementare vi introduce al mood surreale, ironico e altamente assurdo di The Adventure Pals, dove già il concept risulta davvero strano ma nel corso dell'avventura si incontrano le situazioni più atipiche e inattese, come nemici che variano dagli hot dog animati a goffi draghi, boss atipici come un albero in mutande e tanti personaggi folli. Unito al coloratissimo e riuscitissimo stile fumettistico del titolo, tutto questo crea un mix davvero simpatico, spassoso e godibile dall'inizio alla fine dell'avventura.

Gameplay appassionante

- Se per molti momenti The Adventure Pals si accontenta di seguire i canoni del genere platform, senza discostarsi troppo da quanto visto solitamente ma realizzando il tutto in maniera più che egregia, in altri offre degli spunti davvero intelligenti (seppur non troppo innovativi) per cambiare le carte in tavola. Troviamo ad esempio le bizzarre abilità della giraffa, i combattimenti che diventano sempre più variegati, i boss che stravolgono la giocabilità, i cambiamenti di genere in alcune fasi di gioco, le sezioni puzzle, la ricerca di segreti ben nascosti... insomma, pur senza reinventare il genere, la varietà complessiva del titolo è più che sufficiente per risultare divertente dall'inizio alla fine.

Cooperativa: bene...

- Piacevole sorpresa l'inclusione di una modalità cooperativa. Qui un amico (purtroppo in solo locale) può unirsi alla nostra avventura in qualunque momento con una versione di colore diverso del protagonista, condividendo tesori e segreti ma anche rendendo i combattimenti più divertenti e meno impegnativi. Sarà anche un'avventura pensata per il giocatore singolo, ma la variante cooperativa è sicuramente spassosa.

Odio

...ma non benissimo

- A parte l'assenza della co-op online, è anche l'intera struttura di questa modalità che sembra realizzata un po' in fretta e furia. Sia chiaro, è funzionale e divertente, ma il personaggio secondario non è altro che una variante del protagonista, i livelli non sono disegnati per la collaborazione e non ci sono mosse speciali o altro da combinare tra i giocatori, per non parlare del fatto che le abilità sbloccate valgono per entrambi i giocatori, rendendo quindi impossibile sviluppare i due personaggi in maniera differente. Insomma, il secondo giocatore diventa un po' un'ombra del protagonista.

Italiano, questo sconosciuto

- Purtroppo, come spesso accade con i titoli indie, dobbiamo sottolineare la totale assenza dell'italiano in The Adventure Pals. In molti giochi questo è un problema minore, ma qui troviamo tanti dialoghi con un umorismo dell'assurdo anche abbastanza raffinato, e chiaramente chi non ha una buona conoscenza della lingua si perderà tutto ciò.

Tiriamo le somme

Con il suo stile fumettistico surreale, la sua comicità, situazioni memorabili e le solide ed estremamente varie meccaniche platform (ma non solo), The Adventure Pals si presenta come un gioco sicuramente interessante per gli amanti del genere. Non sarà particolarmente innovativo né è esente da difetti, primo tra tutti la mancanza di localizzazione italiana, ma si tratta di un titolo che chi vive di pane e platform dovrebbe sicuramente provare, anche grazie al buon prezzo di lancio al quale è offerto.
7.8

c Commenti


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
caricamento Caricamento commenti...