MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox




Soul Axiom

Recensione - Soul Axiom

Uno dei generi di maggior successo nella scena indie sono le avventure esplorative in prima persona, soprattutto se fortemente basate su enigmi. Wales Interactive si cimenta proprio in questo genere con Soul Axiom, portandoci in un mondo cibernetico fatto dei ricordi digitali delle persone e rompicato di ogni genere da risolvere. Vediamo insieme con quali risultati.

Il Gioco

Il racconto di Soul Axiom inizia con il protagonista in caduta dal cielo in un mondo digitale, il tutto vissuto in primissima persona da noi stessi, tramite i suoi occhi. Davanti a noi, nelle nuvole illuminate dai tuoni, scorrono ricordi di famiglia, amici, ricordi positivi e negativi di altre persone. Come fosse un sogno però, la morte non è contemplata e presto ci ritroviamo sul primo di questi ricordi che possiamo esplorare liberamente: una futuristica nave pirata, da perlustrare e superare risolvendo qualche primo basilare enigma. Con la possibilità di muoverci abbastanza liberamente come in un normale FPS (con tanto di salto e accovacciamento), l'obiettivo è sempre avanzare all'area successiva trovando l'uscita, solitamente irraggiungibile fino alla risoluzione di certi rompicapo.

Ed è allo stesso modo che passiamo il nostro tempo nelle aree successive, di ricordo in ricordo: poco importa se si è in costruzioni dell'antico Egitto, in astratte creazioni infernali o città distopiche piene di neon, c'è sempre da risolvere enigmi su enigmi per proseguire come in una sorta di incrocio tra un puzzle game alla Portal e un'avventura graficha alla Myst. Pur non essendo presente un inventario, possiamo interagire con i tanti oggetti presenti negli scenari: pad nei quali inserire codici, tubi da girare, tasti da premere e così via, con enigmi che vanno dal classico al fantasioso e insolito.

MX Video - Soul Axiom

Ma come la trama ci spiega (anche attraverso oggetti collezionabili che illustrano le tecnologie dietro a questo mondo di ricordi rivivibili), ci sono tanti modi per interagire col mondo virtuale: non solo manipolando gli oggetti e premendo tasti, ma anche utilizzando i poteri a nostra disposizioni scambiabili grazie a quattro diverse modifiche disponibili. Ecco quindi che acquisiamo l'abilità di spostare oggetti e fermarli a mezz'aria o anche farli sparire e riapparire a nostro piacimento. Tutto ciò naturalmente è funzionale all'avanzamento nei livelli, poiché ogni enigma necessita della giusta soluzione raggiungibile solo con la giusta combinazione di azioni e poteri.

Visivamente le aree del gioco si presentano come molto astratte, piene di colori neon appariscenti: dopotutto ci troviamo in una simulazione al computer. Oltre agli enigmi comunque c'è anche molta esplorazione in aree apertissime, che a volte contengono segreti che vanno ad ampliare la trama del gioco, il tutto mentre viviamo una lunga serie di eventi anche abbastanza shockanti (che eviterò di dettagliare per non fare spoiler) dentro e fuori la simulazione.

La morte non è propriamente contemplata in Soul Axiom, poiché finire in qualche situazione teoricamente mortale all'interno della simulazione causa soltanto un ritorno immediato a uno stato precedente, il tutto in maniera istantanea e senza schermate di caricamento. Ci sono comunque diversi enigmi e sezioni dove è possibile fallire, anche se la difficoltà non risulta mai frustrante per fortuna. Tra esplorazione e risoluzione d'enigmi il gioco ci presenta addirittura una quindicina d'ore di gioco in un singolo playthrough, e vista la presenza di finali multipli e tanti segreti da trovare, anche la rigiocabilità è piuttosto buona seppure ovviamente non ci sia sfida nel rifare enigmi già superati. Soul Axiom è infine interamente in inglese, sia per quel che riguarda il doppiaggio che i sottotitoli e testi a video per cui ci vuole una conoscenza di buon livello della lingua anglosassone per cavarsela.

Amore

Ogni mondo è un'esperienza

- L'aspetto più intrigante di Soul Axiom è l'altissima varietà. Ogni area visitata risulta essere piena di idee geniali e soprattutto totalmente diversa dalle altre. Si passa da mondi in stile Tron a giungle piene di trappole alla Indiana Jones, a navi pirata futuristiche, città distopiche, castelli gotici, costruzioni egizie... tutte vibranti e ricche di luci futuristiche tipiche dell'ambiente puramente digitale nel quale ci troviamo. A ogni angolo ci attende un affascinante scorcio da cartolina: passerete molto tempo a prendere screenshot.

Regole nuove a ogni angolo

- E la varietà non coinvolge solo il design dei mondi, ma anche le meccaniche ed il gameplay: gli enigmi incontrati sono sempre diversi ed anche i poteri utilizzati per interagire con essi cambiano costantemente. Gli enigmi riescono ad essere intuitivi, divertenti e mai frustranti nella loro difficoltà - e se considerate la durata dell'eperienza, 15 ore come già detto, potete immaginare che non sono neanche pochi.

Odio

Realizzazione tecnica approssimativa

- D'altra parte, se per un gioco indipendente una resa grafica non sempre eccezionale può assolutamente essere perdonata, i problemi tecnici lo sono meno. Il frame-rate è davvero incostante e si passa buona parte del tempo sotto la soglia dei 20-25fps, e nonostante questo non sia gravissimo per un puzzle game, rovina comunque molto dell'esperienza. Similmente, i comandi non sono sempre reattivissimi e non hanno un feeling precisissimo, specie per quel che riguarda i salti. Non sono problemi gravi ma certamente pesano sull'esperienza complessiva.

Spazi vuoti

- Soul Axiom presenta anche una scelta di design piuttosto discutibile, cioè gli enormi spazi vuoti. Per via di una velocità di movimento abbastanza bassa, il dover attraversare aree larghe anche centinaia di metri che offrono solo 2-3 elementi di interesse ci porta a lunghe tediose camminate. Contando poi che ci sono occasionali segreti opzionali da trovare, chi vuole completare tutto dovrà passare moltissimo ad esplorare le vastissime aree e la ricompensa è solitamente inesistente. Qualche barriera (anche invisibile) non avrebbe guastato per evitare che il giocatore vagasse nel nulla.

Tiriamo le somme

Soul Axiom è un'avventura in prima persona piena di immaginazione, dai mondi virtuali vividi e ricchi di varietà e dagli enigmi brillanti ma mai frustranti ed altrettanto vari, con una longevità eccellente per una produzione di questo tipo. Purtroppo una realizzazione tecnica approssimativa e qualche scelta di design discutibile gli impediscono di diventare un vero classico senza tempo, ma chi è alla ricerca di un'avventura di qualità con elementi in stile Myst e Portal troverà in Soul Axiom un gioco altamente soddisfacente e pieno di idee interessanti.
8.0

c Commenti


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...