MondoXbox

Live your
passion!

Flashback

Recensione - Flashback

I remake in HD sono uno dei cavalli di battaglia di questa generazione di console e sono sempre di più le “vecchie glorie” che si ripropongono al pubblico in una veste completamente rinnovata, anche se non tutte sono all’altezza delle aspettative. Chi ha amato a suo tempo l'opera di Delphine Software sperava ovviamente con tutto sé stesso che la rimasterizzazione di Flashback fosse all'altezza delle aspettative: scopriamo insieme se il team di VectorCell sia riuscito a mantenere intatto lo spirito del titolo originale.

Il Gioco

Flashback è un nome che i videogiocatori cresciuti nel corso degli anni 90 non possono non conoscere. Il titolo di Delphine Software, pubblicato nel 1992 per Amiga e successivamente convertito per gran parte delle piattaforme esistenti, arricchiva l’esperienza dei titoli platform come Prince of Persia con la presenza di potenziamenti e un'ambientazione fantascientifica senza rinunciare ad un grado di sfida elevato. La trama di Flashback è fedele all’originale e, dopo un rocambolesco filmato iniziale, indosseremo i panni dello smemorato Conrad,un’agente segreto del GBI che dovrà affrontare innumerevoli peripezie ed incarichi per ritrovare la propria memoria e ricostruire gli avvenimenti che lo hanno portato a risvegliarsi nel cuore della giungla braccato dalla misteriosa Titan Corporation. Per farlo dovremo superare varie location strutturate su più livelli, sfruttando le nostre doti atletiche in classiche sezioni platform e abbattendo i nemici alieni armati della nostra fida pistola e di vari gadget tecnologici potenziabili nel corso del gioco. Il sistema di controllo è quello standard del genere, con lo stick sinistro adibito al movimento e quello destro alla gestione della mira, mentre i pulsanti frontali e dorsali permettono di sfruttare tutte le abilità del personaggio senza troppe difficoltà.

Pur mantenendosi fedeli al titolo originale, i programmatori hanno preferito ammorbidire ed attualizzare il remake in HD implementando nel loro titolo alcune caratteristiche moderne come la mini-mappa, utilissima nelle fasi di backtracking, e rendendo i salti e l’uso degli appigli molto più naturali da eseguire. Non potevano poi mancare alcuni aspetti basilari di crescita del personaggio,con livelli e punti abilità da spendere in 3 diverse categorie, e gli immancabili collezionabili che ci spingeranno ad esplorare a fondo tutte le ambientazioni. Alcuni piccoli enigmi e le missioni in realtà virtuale permettono al giocatore di staccarsi per brevi periodi dalla trama principale per dedicarsi alla ricerca di potenziamenti o per migliorare le proprie abilità, mentre i più nostalgici potranno mettersi alla prova impersonando Conrad nella sua prima apparizione con grafica originale direttamente dal menù principale

Amore

Azione senza sosta

- I nemici e le trappole non ci lasciano quasi mai un attimo di respiro e il sistema di puntamento a 360° permette un controllo preciso del nostro personaggio anche durante le situazioni più caotiche. Le sfide in realtà virtuale e le brevi sezioni stealth sono delle piacevoli alternative alla giocabilità classica ed evitano che il gioco possa diventare rapidamente monotono. La presenza di 3 livelli di difficoltà comunque personalizzabili disattivando alcuni aiuti, garantisce una buona rigiocabilità e sopperisce alla brevità della trama principale.

Bello da vedere

- I ragazzi di Vector Cell hanno sfruttato alla perfezione l’Unreal Engine, confezionando un titolo in 2,5D con un impatto visivo splendido. Tutte le ambientazioni sono vive e ricche di dettagli che rendono Flashback una gioia per gli occhi. Ottimo anche il design dei personaggi,apprezzabile soprattutto nel corso delle scene d’intermezzo.

Fantascienza vecchio stile

- L’originale Flashback racchiudeva in sé tutte le peculiarità che hanno reso famoso il genere fantascientifico e sotto questo aspetto il remake è rimasto in tutto e per tutto fedele, per la gioia di tutti gli appassionati. Ambientazione sci-fi, trama a base di alieni ed innesti di memoria, realtà virtuale e gadget tecnologici... insomma, un paradiso per chi adora il genere!

Odio

Alcuni bug di troppo

- Durante la prova sono incappato più di una volta in alcuni fastidiosi bug, ritrovandomi con la visuale e/o il personaggio bloccati e ho quindi dovuto ripetere alcune sezioni. Un vero peccato per un titolo che nel complesso risulta tecnicamente ben concepito.

Doppiaggio scadente

- Flashback è completamente tradotto in italiano ma purtroppo nè il doppiaggio nè la traduzione a schermo risultano soddisfacenti, con un’interpretazione poco credibile ed alcuni errori marcati anche nei sottotitoli. Un maggiore impegno avrebbe sicuramente contribuito a rendere i dialoghi più credibili e meno fastidiosi.

Tiriamo le somme

Flashback è un ottimo esempio di come confezionare un remake di qualità. Pur discostandosi dal gameplay originale, il team di Vector Cell è riuscito a mantenere inalterato il fascino che ha reso famoso l’agente Conrad nel corso degli anni 90. Alcuni piccoli difetti non permettono al titolo di raggiungere il gradino più alto del podio, ma i vecchi fan e tutti gli appassionati di titoli action a sfondo fantascientifico non potranno che apprezzare questo gioco. 8.0

c Commenti (1)


c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
Caricamento commenti...