MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Quantic Pinball

Recensione - Quantic Pinball

La passione per il flipper non muore mai, ed anche nei videogiochi troviamo a più riprese interpretazioni più o meno fantasiose del pinball. Quantic Pinball di Shine Research si colloca sicuramente dal lato "fantasioso", proponendoci un'esperienza 2D con un percorso pinball di difficoltà crescente. Scopriamolo insieme.

Il Gioco

Tutti conoscono il flipper: si lancia una sfera su un tavolo pieno di rampe, bumper ed elementi interattivi, martellandola con le due palette per non farla cadere in buca ed ottenere punteggi sempre più alti. Il punteggio è il re della partita, e non conta se lo si ottenga lanciando allo stremo la sfera sempre verso gli stessi elementi oppure se si rischi cercando combinazioni sempre più complicate. l'importante è battere i record. Quantic Pinball prende questo concetto offrendoci però una rappresentazione più retrò, con tavoli 2D e inizialmente più semplici dei pinball moderni, ma non limitando l'esperienza ad un singolo tavolo, proponendoci un vero e proprio "percorso Pinball".

La partita inizia da un tavolo molto basilare: pochi ostacoli, qualche rampa, nessuna complicazione particolare, persino le decorazioni sono al minimo. Completando però un tot di tiri per ogni rampa, si apre un'altra rampa inizialmente bloccata che, una volta imboccata con la sfera, ci porta verso un nuovo livello di complessità e difficoltà superiori. Ci sono, infatti, 6 livelli di difficoltà e complessità crescente che introducono design sempre più tosti, anche se il gameplay rimane pressoché invariato così come il look generale. Ci sono però delle variazioni: a parte i classici multiball, è anche possibile far partire curiose missioni che vanno a stravolgere il gameplay e, in molti casi, anche la fisica del gioco. Alcuni esempi? Una modalità con dei buchi neri che attirano le palle verso di loro, una variante blackout dove solo la parte intorno alle sfere è illuminata (il che rende molto più difficile anticiparne i movimenti), e così via.

MX Video - Quantic Pinball

C'è addirittura una missione dove invece dei flipper si usano dei laser per eliminare mostri in stile Space Invaders, nonché un tavolo bonus dove per eliminare delle creature nemiche bisogna colpirle con palle ben mirate, con i multiball attivati tatticamente per facilitarsi la vita. C'è un tempo limite per ogni ondata di nemici, quindi bisogna essere precisi e veloci.

Questo è quanto, insomma: il gioco non offre altre modalità o variazioni multiplayer, ma ci sono in tutto 7 tavoli differenti compreso quello bonus, e con una difficoltà abbastanza alta verso la fine, completare tutto può richiedere numerosi tentativi, e quindi parecchie ore di contenuto - che comunque risulta onesto per il prezzo di lancio di 4,99 Euro. E' anche presente la localizzazione italiana, per quel che vale in un gioco di flipper, si intende.

Amore

Un percorso pinball

- I livelli di Quantic Pinball non sono limitati nello spazio come solitamente avviene nel genere, e l'obiettivo non è fare punti a non finire su un unico percorso: si deve cercare di completare gli obiettivi di un tavolo per poi poter passare al prossimo, naturalmente più difficile del precedente. Ogni tavolo ha poi i suoi ostacoli, le sue rampe, ma soprattutto le sue modalità speciali, tra complicati blackout, buchi neri, portali e... shoot 'em up?

Un po' di Space Invaders

- Ebbene sì, Quantic Pinball ha come ispirazione anche il classicone arcade Space Invaders, e quest'omaggio videoludico si evince non solo dal look molto retrò ma anche da due modalità specifiche. La prima che può essere azionata in vari livelli prevede che si smetta momentaneamente di usare le palette passando al controllo di una navicella spaziale che spara laser contro alieni 8-bit; l'altra è il livello bonus che torna ad usare le meccaniche del flipper ma invece di colpire rampe o puntare alle combo si devono eliminare ondate di alieni. Due variazioni piuttosto divertenti sul concetto di pinball.

Odio

Fisica approssimativa

- Quando ormai pressoché ogni gioco di flipper da oltre un decennio ha azzeccato perfettamente la fisica delle palline, stona ovviamente quando un titolo la gestisce in maniera un po' sbarazzina. Sia chiaro, si tratta di un titolo indie bidimensionale, è ingiusto paragonarlo ai colossi del pinball, ma il comportamento della pallina è talvolta tutt'altro che realistico o sensato, con accelerazioni improvvise vicino la fine delle rampe, rimbalzi atipici e così via. Ci si abitua, ma una fisica migliore non avrebbe certo guastato.

Alcuni livelli progettati un po' male

- In generale, nessuna delle tavole è disegnata in maniera particolarmente creativa. Rampe, bumper, occasionali flipper aggiuntivi e poco altro, nulla a vedere ad esempio con le pazzesche tavole di Pinball FX; a questo c'è però da aggiungere che alcuni dei livelli sono anche progettati maluccio, con rampe e bumper che se presi in maniera diretta solitamente portano alla palla che finisce in mezzo alle due palette, con zero opzioni per rimediare. Insomma, se per meno di 5 Euro i 6 tavoli più uno bonus sono tanta roba, non si può dire che siano livelli particolarmente riusciti o anche solo creativi. Nulla di ingiocabile, sia chiaro, ma c'è molto di meglio in circolazione.

Tiriamo le somme

Quantic Pinball è un titolo senza troppe pretese, con una reinterpretazione piuttosto originale del classico pinball e con l'aggiunta di meccaniche e minigiochi particolari. La realizzazione tecnica e il gameplay non sono però lontanamente paragonabili ad altri capolavori del genere e la profondità lascia il tempo che trova, ma per chi è alla ricerca di un'esperienza flipper un po' diversa per qualche ora di sano divertimento, potrebbe valere la pena spendere i 4,99 Euro del prezzo d'ingresso.
6.0

c Commenti


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
caricamento Caricamento commenti...