MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox




Metrico+

Recensione - Metrico+

Diagrammi, istogrammi, grafici a torta: qualcosa che, statistici e matematici a parte, difficilmente potreste ritenere divertente. Non la pensano però così i ragazzi di Digital Dreams, che con Metrico+ hanno usato tali concetti per creare un puzzle-platformer davvero originale. Scopriamolo insieme.

Il Gioco

Con le tante ambientazioni ideate finora dagli sviluppatori di videogiochi per i loro titoli, è difficile pensare che possano esistere ancora scenari ed idee davvero originali, ma a quanto pare c'è ancora spazio per la creatività: basta scaricare Metrico+, appena approdato su Xbox One tramite il programma ID@Xbox, per accorgersene. Il titolo di Digital Dreams è caratterizzato da una grafica estremamente semplice e da un classico gameplay a scorrimento 2D nel quale dobbiamo muovere il nostro (o la nostra, visto che all'inizio è possibile scegliere il sesso del/la protagonista) personaggio tra salti ed enigmi vari. Insomma, il classico menu dei titoli di genere puzzle-platform, insomma. Dove sta la novità, allora?

L'elemento caratterizzante di Metrico+ è la sua ambientazione: invece di porci in scenari fantastici, fantascientifici o urbani, gli sviluppatori del titolo hanno creato un mondo fatto di istogrammi e grafici a torta, elementi tipici del mondo statistico e dei fogli Excel, da percorrere cercando di scoprirne risolverne di volta in volta i segreti. Sì, perché i molti elementi dei vari livelli del gioco reagiscono alle nostre azioni e movimenti, e sta a noi capire in che modo sfruttare tale sinergia per procedere lungo il percorso.

MX Video - Metrico+

Un esempio semplice: in uno dei primissimi livelli potremmo trovare un altissimo istogramma che ci sbarra la strada. Non c'è modo di superarlo, ma ci accorgiamo che ogni volta che saltiamo questo si abbassa di un po'. Per superarlo allora non dobbiamo far altro che saltare tante volte finché non scende completamente. Poco dopo, invece, potremmo incontrare un altro istogramma stavolta tutto abbassato, quindi superabile, ma che si alza man mano che ci avviciniamo allo stesso. Come fare per superarlo? Saltare sul posto non sembra essere d'aiuto stavolta… ma, procedendo per tentativi, ci accorgiamo che l'istogramma sale solo che ci avviciniamo camminando a terra. Se compiamo un salto in avanti, lo spazio trascorso in aria non lo fa sollevare. A questo punto appare chiaro come superare l'ostacolo, no?

Questi sono solo alcuni esempi tratti dai primissimi livelli del gioco, che ci introducono gradualmente alle meccaniche di "azione e reazione" realizzate dagli sviluppatori, ma man mano che si procede lungo i livelli queste si fanno sempre più complesse richiedendo di scoprire ed utilizzare ogni volta nuovi meccanismi. L'avventura è divisa in 6 mondi diversi ognuno dei quali composto da una dozzina di livelli circa, e ad ogni mondo veniamo inoltre dotati di una nuova abilità. All'inizio possiamo solo saltare e camminare a destra e sinistra, poi vengono introdotti dei punti di respawn attivabili a piacere e che concorrono alla soluzione dei puzzle (alcune strutture si resettano al respawn ma altre no, quindi a volte può essere necessario morire cadendo in burroni per far resettare alcuni istogrammi e lasciarne altri intatti per procedere), più avanti ancora viene introdotto un meccanismo di "sparo" che ci permette di colpire determinati oggetti per ottenere una reazione, ed alla fine otteniamo anche la capacità di scambiare la nostra posizione con quella di piccoli "turbini" posti nei livelli, creando di fatto delle meccaniche puzzle molto originali.

Di sicuro non ci si annoia e le sfide non mancano, anzi: può capitare talvolta di bloccarsi perché non si ha ben chiaro cosa si debba fare in un certo livello, e capiamo magari solo dopo molti tentativi che dovevamo cadere nel vuoto, suicidandoci, per attivare un certo meccanismo. Il tempo totale di gioco dipenderà quindi da quanto velocemente riuscirete a risolvere i vari enigmi: io ho impiegato circa 4 ore per arrivare alla fine facendo alcuni livelli in pochi secondi e rimanendo bloccato decine di minuti in altri, ma alla fine ho sbloccato un solo obiettivo tralasciando numerosi segreti; i completisti potrebbero probabilmente impiegare qualche ora in più, così come se vorrete "barare" seguendo qualche walkthrough che vi sveli tutti gli enigmi potrete completare il gioco in meno di un'ora. Ma ovviamente in quel modo non avrebbe senso giocarlo.

Amore

Enigmi davvero cervellotici

- Metrico+ non è certo il tipo di gioco che vi tiene per mano aiutandovi quando siete bloccati e fornendovi suggerimenti per andare avanti: scoprire come superare ogni livello sta solo a voi e al vostro intuito, ed in questo è molto simile a titoli come Braid, seppur molto diverso sia stilisticamente che per tipo di enigmi. Ci sono livelli in cui la soluzione è piuttosto chiara e li risolverete in un baleno, altri invece in cui vi ritroverete a fissare lo schermo impotenti in cerca di un'idea, provando e provando più volte varie cose finché non scoverete il meccanismo giusto (a volte la stessa nostra morte fa parte dei meccanismi dei puzzle). Ma quando avrete la giusta intuizione e riuscirete a spuntarla, la soddisfazione sarà molta. E' senza dubbio un gioco per veri amanti degli enigmi.

Stile visivo

- Anche se lo stile di Metrico+ è sicuramente minimale e di certo non troppo fantasioso per via dell'ispirazione "matematica", gli sviluppatori di Digital Dreams sono riusciti comunque a renderlo molto piacevole grazie al look 3D degli scenari ed agli sfondi che, man mano che avanziamo, si popolano di piramidi, blocchi circolari e parallelepipedi come se fossero gli elementi costituenti di un mondo in cui alberi e vegetazione sono sostituiti da figure geometriche. Nella sua semplicità è un titolo sicuramente ispirato, con una sua anima.

Odio

Una storia appena accennata

- Il cuore di Metrico+ sono chiaramente i cervellotici enigmi, ma il mercato è pieno di puzzle games che hanno saputo giustificare l'intera esperienza - o comunque arricchirla - accompagnandola con una storia interessante o coinvolgente, talvolta addirittura con interessanti riflessioni filosofiche. Purtroppo qui questo elemento viene a mancare: alla fine di ogni mondo c'è un'animazione che pare accennare ad un qualche tipo di trama sul/la protagonista, ma è troppo vaga e poco chiara per tirarne fuori qualcosa. Alla fine è solo una raccolta di enigmi senza una vera trama alle spalle, e questo sa un po' di occasione sprecata.

Tiriamo le somme

Metrico+ unisce enigmi cervellotici e meccaniche platform in un titolo assolutamente originale che gli amanti delle sfide cerebrali - e di conseguenza dotati di una certa pazienza - apprezzeranno sicuramente: l'ottimo design artistico completa il tutto fornendoci un affascinante "mondo matematico" da esplorare. Se amate i puzzle games, è senza dubbio un titolo da tenere in considerazione.
8.0

c Commenti


L'autore

autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, nel 2002 è cofondatore di MX. Il sito parte per gioco ma diventa una parte sempre più importante della sua vita insieme a lavoro, famiglia e troppi altri interessi: questo lo costringe a rimandare continuamente i suoi piani di dominio sul mondo.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
caricamento Caricamento commenti...