MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox




img Forza Horizon 3
copertina

Recensione - Forza Horizon 3

Sono già trascorsi due anni da quando il Festival Horizon ha letteralmente conquistato le coste mediterranee dell’Europa del Sud, ed è ora arrivato il momento di spostarsi ed espandersi conquistando ancora più pubblico ed importanza. Quale posto migliore per Forza Horizon 3, quindi, della meravigliosa e sconfinata Australia, per esportare il fantastico mix di gare automobilistiche e musica che ha da sempre caratterizzato il franchise? Facciamo il pieno e prepariamoci a un nuovo ed imponente Festival nelle assolate terre del continente australiano.

Il Gioco

Emersa a sorpresa dalle ceneri di Bizarre Creations, Criterion, Ubisoft Reflections e altri studi specializzati in racing games, quattro anni fa Playground Games conquistò i favori del pubblico e della critica con quello che era un esperimento per la serie Forza, da sempre improntata sul realismo ed ai circuiti chiusi: portare la guidabilità della serie in ambienti urbani, aperti e liberamente esplorabili, mettendo magari da parte un po’ di quello spirito simulativo ma al contempo accelerando a tutto gas sul fattore divertimento. Evidentemente se mi trovo a scrivere la recensione di questo terzo episodio, questo spericolato esperimento ha portato i suoi frutti riuscendo nell’ impresa di creare uno spin-off che ha saputo ritagliarsi il suo spazio, arrivando addirittura a mettere in difficoltà il fratello maggiore Motorsport mantenendo la guidabilità tipica della serie, ammorbidendola dove necessario e puntando tutto sul divertimento e l’esplorazione di meravigliosi paesaggi. In origine fu il Colorado, coi suoi canyon ed i paesaggi rurali, poi venne il turno del Mediterraneo con la Costa Azzurra francese ed i meravigliosi borghi medievali italiani ed ora è il momento della sconfinata Australia che ci cala nelle sue rigogliose foreste e nei polverosi deserti dell’entroterra, arrivando fino alle meravigliose strade costiere ed a bellissimi scorci urbani.

A differenza del passato però, il nostro alter ego non è più il classico pilota sconosciuto che vuole battere i propri avversari per diventare il campione: in Forza Horizon 3 vestiamo i panni del nuovo (o nuova, visto che si può scegliere anche una pilota donna) boss del Festival Horizon ed il nostro scopo è quello di invadere questo meraviglioso continente conquistando fan, costruendo ed ampliando quello che è destinato a diventare il più grande Horizon Festival di sempre. Ad aiutarci in questa impresa c’ è quella che è a tutti gli effetti la nostra assistente: Keira. Durante il gioco sarà lei a darci indicazioni utili per aiutarci, proponendo sempre gare o eventi nuovi, il tutto con un solo obiettivo: aumentare a dismisura il numero di fan e di conseguenza la nostra popolarità, rendendo il festival un evento motoristico assoluto, anche in terra australiana.

Naturalmente per fare questo è necessario gareggiare e vincere le gare che Keira mano a mano ci proporrà. Al raggiungimento di un determinato numero di fan abbiamo dapprima la possibilità di espandere il nostro Festival, andando poi ad ampliarlo creandone altri in una delle quattro location che il gioco ci offre: si comincia dai meravigliosi paesaggi costieri di Byron Bay passando poi per i paesaggi rurali e le foreste di Yarra Valley, arrivando nei deserti offerti dal remoto Outback e concludendo la nostra avventura nella meravigliosa cittadina di Surfers Paradise. Sta a noi decidere in quale ordine inaugurare le nuove sedi del Festival e per farlo esiste un solo modo: correre e vincere con stile.

MX Video - Forza Horizon 3

Come da tradizione per la serie, ogni gara e ogni evento a cui noi prendiamo parte ci premia in varie maniere: innanzitutto vincendo guadagneremo crediti, elargiti a seconda dei risultati ottenuti e dal modo in cui guidiamo per farlo, indispensabili per arricchire il nostro garage e per modificare i nostri bolidi preferiti; naturalmente ad ogni vittoria otteniamo anche i classici XP, i punti esperienza che ci fanno salire di livello sbloccando ad ogni level up un giro di wheelspin che metterà in premio crediti e nuove vetture, alcune delle quali già preparate ed infine ogni nostra impresa aumenterà la nostra reputazione in terra australiana, portandoci sempre più fan che altro non sono che la “moneta” necessaria ad ampliare le sedi del nostro Festival ed ad aprirne di nuove. Ad ogni livello del Festival sbloccheremo nuove competizioni, arrivando a disseminare l’intera mappa di gare ed anche in questo caso Forza Horizon 3 usa la stessa formula che ha reso celebre la serie: tantissime gare che spaziano da quelle normali su circuito e su più giri, ai tipici percorsi da punto a punto, arrivando a gare miste su strada e offroad, ma anche a gare esclusivamente fuori strada offrendo un’ esperienza a 360 gradi di quello che è lo sport motoristico.

Naturalmente non possono mancare anche tutte quelle altre attività collaterali che da sempre hanno caratterizzato la serie. Ritornano con la loro dose di spettacolo le gare Evento, competizioni spericolate come abbiamo già potuto provare nella demo ed anche in questo terzo capitolo i ragazzi di Playground Games si sono sbizzarriti: ci troveremo quindi a gareggiare contro una Jeep appesa ad un elicottero, ma anche con un treno e addirittura parteciperemo ad una gara di motoscafi, ovviamente utlizzando un’ automobile! Ritornano anche le gare collegate alla Lista dei Desideri Horizon dove, con un’auto predefinita, dovremo compiere delle vere e proprie imprese che spaziano da gare di Drift, al completare un percorso entro il tempo indicato ad altre tipologie di competizioni più o meno convenzionali. Presenti all’appello anche le intricate ricerche dei Gioielli Dimenticati, auto d’ epoca abbandonate tra le campagne dell’ Australia e, oltre a tutto questo, non possono di certo mancare i classici autovelox o le acrobazie disseminate per tutta la mappa di gioco e, come da tradizione, ogni nostro comportamento al volante ci fa guadagnare dei punti abilità che possiamo spendere nel negozio dedicato.

Rispetto al passato le Abilità a nostra disposizione sono triplicate e sono ora suddivise in tre diverse categorie: i bonus “Boss del Festival” altro non sono che vari upgrade che andranno a migliorare il nostro Festival e che spaziano da una maggiorazione dei crediti ottenuti, un maggiore numero di fan per ogni nostra impresa, ma anche l’interessante modalità Drone: questa ci permette di parcheggiare la nostra auto per utilizzare un piccolo drone e girare liberamente per l’ intera estensione della mappa alla ricerca di meravigliosi scorci da fotografare tramite l’apposita modalità Foto, ma che può rivelarsi utile anche per cercare uno dei Gioielli Dimenticati oppure una delle tantissime insegne bonus presenti sulla mappa. La seconda pagina che ci offre il Negozio Abilità è proprio quella che riguarda le abilità stesse: in questo caso possiamo sbloccare bonus e perks che ci aiutano ad ottenere punti abilità nel minor tempo possibile, spaziando quindi tra vari boost collegati al nostro stile di guida (dalle derapate, alla scia ad esempio), all’ aumento del moltiplicatore disponibile, ma anche al raddoppio dei punteggi ascoltando una precisa canzone, fino alla possibilità di farsi aiutare dai propri compagni di team per trovare collezionabili. Infine abbiamo la pagina dedicata ai Bonus Istantanei, in questo caso investendo i nostri punti Abilità possiamo ottenere immediatamente dei premi in denaro o in XP.

Come avrete notato ho parlato di compagni di team e questa è un’ altra delle novità che ci propone Forza Horizon 3. Ora è infatti possibile arruolare altri 4 Drivatars – l’intelligenza artificiale che, sfruttando il Cloud di Microsoft, ci offre avversari e compagni che ricalcano fedelmente il comportamento dei nostri amici – per girovagare in carovana con loro sbloccando altri bonus.

Un’ altra interessante novità introdotta in questo terzo capitolo è quella rappresentata dal Progetto Horizon. Ogni gara presente sulla mappa è generalmente affrontabile più volte, e queste sono suddivise in varie tipologie: dall’Esibizione che altro non è che un nome un po’ fuorviante per rappresentare la semplice gara singola, alla Gara Campionato se quella determinata sfida fa effettivamente parte di un campionato a punti, arrivando all’ immancabile modalità Rivali dove dobbiamo selezionare una classe di autovettura per poi dominare e battere il tempo del Rivale che il gioco ci propone di volta in volta. Oltre a queste opzioni compare ora il Progetto Horizon. In questo caso siamo noi a creare la nostra gara, andando a selezionare il veicolo, le condizioni meteo, l’ora del giorno e dando anche un nome ufficiale alla nostra creazione; questa sarà poi condivisa con tutti gli altri giocatori di Forza Horizon 3 che potranno quindi sfidarci sul nostro stesso percorso seguendo le nostre regole. Sarà anche possibile modificare ulteriori opzioni come la possibilità di utilizzare o meno la funzione “Riavvolgi” o impostando una visuale obbligatoria. Naturalmente anche noi possiamo cimentarci in una delle mille proposte fatte da altri giocatori, rendendo un gioco già di per se smisurato, praticamente eterno. Già adesso con il titolo non ancora in commercio le gare disponibili sono moltissime, non oso immaginare la quantità di contenuti che invaderà letteralmente il titolo al momento della sua uscita!

Se questa mole sconfinata di contenuti non vi spaventa, sappiate che l’offerta di Forza Horizon 3 non finisce certamente qui. In questo episodio fanno la loro comparsa anche le Gare Clandestine, rigorosamente in notturna e tra auto elaborate; per avervi accesso sarà prima necessario farsi un nome in queste competizioni, sfidando e battendo gli altri Drivatars in infuocati duelli 1 contro 1. Dopo aver raggiunto un determinato numero di vittorie avremo accesso a queste gare, ma non solo: all’ aumentare delle vittorie potremo anche cimentarci nella Battaglia di Mezzanotte, sfide 1 contro 1 dove il vincitore si porterà a casa l’auto dello sconfitto.

Naturalmente Forza Horizon 3 non si limita ad offrire solo infuocate competizioni automobilistiche, ma un altro dei perni del Festival è certamente la musica che ci accompagnerà durante le nostre scorribande. Anche questo capitolo ci offre una selezione di 8 diverse radio fittizie, a partire dalle celebri Bass Arena e Pulse, arrivando alla nuova frequenza di sola musica classica Timeless FM. Ma non è tutto, sfruttando il servizio di musica in streaming di Microsoft, Groove Music, è ora possibile creare le nostre playlist selezionando i nostri brani preferiti tra i milioni disponibili, creando una vera e propria frequenza extra direttamente disponibile in gioco senza il bisogno di utilizzare altre App. La nota dolente è che Groove Music è un servizio a pagamento e quindi sta a voi decidere se sia il caso di stipulare il contratto. Fortunatamente però il gioco ci consente di approfittare di un periodo di prova gratuito della durata di due settimane.

Non può certamente mancare la componente multigiocatore, evoluzione diretta della già ottima infrastruttura creata in Forza Horizon 2. Ne consegue quindi una componente online che ci ripropone tutte le attività della modalità per giocatore singolo, accompagnati però da altre persone, siano essi perfetti sconosciuti o membri del nostro stesso club. Possiamo continuare a sfruttare la natura free roaming del titolo girando per le strade australiane accompagnati dai nostri amici, magari in cerca di collezionabili, oppure possiamo buttarci in una sequenza infinita di competizioni. Queste sono suddivise in campionati di quattro gare ciascuna ed alla fine del campionato abbiamo una scelta multipla per decidere il successivo. Le modalità offerte sono le stesse disponibili nel gioco in singolo, accompagnate però dalle esilaranti modalità Arena, già viste in passato e che non potevano di certo mancare in questo terzo episodio. In questi casi le abilità di pilota vengono accantonate in favore della pazzia più totale, visto che dovremo scappare dai piloti infetti oppure dare la caccia al re per rubargli la corona o ancora rubare la bandiera per consegnarla a destinazione. Una modalità decisamente caciarona, ma che è perfetta per stemperare la tensione dovuta dalle normali gare, in particolare in compagnia di amici dove le risate sono assicurate. A chiudere l’offerta online di Forza Horizon 3 tornano i Raduni nei quali possiamo sfidare altri piloti in gare di accelerazione, ma anche semplicemente ammirare i loro bolidi e relative grafiche, con la possibilità di comprarli direttamente dalla pagina del Raduno stesso.

E parlando di grafiche e di personalizzazioni estetiche, torna il potentissimo editor che ormai è parte integrante del DNA della serie Forza. Grazie al solito, profondo e semplicissimo editor possiamo sbizzarrirci andando a creare ogni grafica che la nostra fantasia ci fa venire in mente, e se non vi sentite in grado di realizzare dei capolavori non c’è nessun problema, sarà possibile scaricare quelli disponibili online. Se avete provato anche un solo capitolo di Forza, potete benissimo immaginare la qualità di certi gruppi vinili che troverete online. Torna anche la gradita opzione per tutti i designer di importare in Forza Horizon 3 i gruppi di vinili precedentemente creati negli scorsi capitoli del franchise.

Amore

L’equilibrio perfetto

- Questa è forse la caratteristica principale presente sin dal primo Forza Horizon. Da sempre i giochi automobilistici su console sono suddivisi in due macro categorie: arcade e simulazioni. Anni fa Forza Motorsport colpì e si impose al grande pubblico proprio per il suo DNA simulativo, forte di un modello di guida profondo che è andato arricchendosi con il passare degli anni. La serie Horizon ha preso quel punto di partenza, ammorbidendolo dove dovuto e riuscendo a trovare un equilibrio invidiabile. Il gioco è senza ombra di dubbio appartenente alla categoria dei racer arcade, ma questo non implica un’eccessiva semplificazione del modello di guida che si mantiene comunque verosimile e che sa regalare grosse soddisfazioni anche con l’uso di un volante dedicato, aspetto non da poco per un arcade. Guidare a 300 all’ora in mezzo alle foreste australiane è a dir poco adrenalinico, e più di una volta mi è capitato di perdermi a guidare senza una meta, solo per il gusto di farlo. Scusate se è poco.

Tecnicamente Impressionante

- Forza Horizon 3 è senza ombra di dubbio un gioiello tecnologico, facendo letteralmente ruggire Xbox One ed offrendo un colpo d’occhio davvero notevole. Nonostante la natura completamente free roaming del titolo, il gioco è a dir poco spettacolare: il frame-rate è inchiodato ai 30 fps in ogni occasione, anche in presenza di molti avversari contemporaneamente su schermo, e questo nonostante buona parte delle strutture come staccionate, cartelli, arrivando anche ai piccoli alberi ed arbusti siano tutte distruttibili. Il gioco non mostra tentennamenti in nessuna occasione, offrendo anche una profondità del campo visivo davvero notevole. Sono inevitabili alcune piccole magagne come un leggerissimo pop up di piccoli oggetti in lontananza, ma onestamente questi difetti spariscono di fronte alla maestosità di tutto il resto caratterizzato anche da textures di altissimo livello e da un anti-aliasing di altissima qualità facilmente riscontrabile sui sublimi modelli poligonali delle vetture. Il tutto renderizzato nativamente nei tanto decantati 1080p. La situazione migliora ulteriormente in caso siate felici possessori di Xbox One S e di uno schermo compatibile HDR: in questo caso Forza Horizon 3 fa leva anche sul range di colori esteso, regalando scorci ancor più suggestivi.

Il più grande Horizon di sempre

- Il concetto di free roaming che offre Forza Horizon 3 è quanto di più "free" si possa intendere: non esistono limiti all’interno della mappa se non quelli della mappa stessa. Vedete un’enorme scogliera dalla quale volete buttarvi senza alcun motivo apparente? Bene, potrete farlo. Volete fare una corsa controcorrente nel letto di un ruscello nella foresta Australiana? Perché no. Nessun limite, questa è la filosofia accolta dal secondo capitolo e che ritorna in questo terzo. L’estensione stessa della mappa, poi, è davvero enorme ed eterogenea: si passa dalle bellissime ed incontaminate spiagge alle rigogliose foreste, passando per i polverosissimi deserti fino ai rinnovati, e bellissimi, paesaggi urbani. Tutto ciò che vediamo è a nostra disposizione ed il gioco sa offrircelo sapientemente, andando a sfruttare ogni possibile percorso disponibile. Il numero di competizioni presente è enorme, senza contare poi il Progetto Horizon che aumenta ulteriormente una longevità già mostruosa di suo. Oltre a tutto questo anche il parco auto è stato ulteriormente aumentato, superando ora i 300 modelli disponibili, tutti potenziabili e personalizzabili, talvolta anche con dei cattivissimi body kit. C’è da perdersi!

Sempre più social, ma non per forza

- Forza Horizon 3 riesce nel non semplice compito di abbracciare completamente la filosofia social tanto in voga in questi anni, senza però scontentare chi vuole godersi il gioco in solitudine. Tutti gli eventi, tutte le gare, tutto quello che il gioco offre è disponibile sia in solitaria che con amici online, senza alcuna distinzione. Possiamo quindi dedicarci alla nostra carriera in beata solitudine, ma nulla ci vieta di affrontarla completamente online, magari accompagnati dai nostri stessi amici. La modalità rivali, disponibile per ogni singola competizione, traccia sempre i nostri risultati paragonandoli con gli altri giocatori e rappresenta da sola un ulteriore incentivo a giocare ancora di più. La presenza dei Club, strutturati come nello scorso capitolo, è un altro motivo per trovarsi con altri giocatori cercando di primeggiare nel nostro stesso Club prima, per poi andare ad affrontare quelli più blasonati. Da segnalare infine la presenza del ForzaThon, una speciale serie di eventi che partirà col botto poco dopo l’uscita del gioco: nel primo evento pianificato da Playground Games sarà messo in palio un Warthog di Halo.

Musica per le mie orecchie

- Come da tradizione per la serie, l’accompagnamento musicale di Forza Horizon 3 è davvero ottimo. Le 8 stazioni radio a nostra disposizione abbracciano ogni genere musicale, si va dalla musica elettronica al rock, passando per rap e musica classica accontentando i gusti di ogni giocatore. La già menzionata presenza di Groove Music arricchisce ulteriormente il catalogo a nostra disposizione, dandoci la possibilità di ascoltare tutte le nostre playlist senza alcun problema ed in modo semplice ed intuitivo, a patto ovviamente di essere abbonati a questo servizio. Da sottolineare anche i campionamenti riservati ai propulsori delle automobili presenti, tutti ottimamente riprodotti.

La casa d’aste

- Dopo anni di assenza ingiustificata, finalmente ritorna l’utilissima casa d’aste dove possiamo partecipare a delle vere e proprie aste per cercare di accaparrarci quel modello che non possiamo ancora permetterci o quel Gioiello Dimenticato che proprio non riusciamo a trovare. Stesso dicasi per i design, ora anch’essi acquistabili direttamente dal menu dedicato. Naturalmente possiamo mettere anche noi in vendita i nostri bolidi o i nostri design, impostando il prezzo di partenza, quello di acquisto diretto e la durata dell’ asta stessa! Bentornata casa d'aste!

Odio

Impostazioni volante limitate

- Questo è un difetto che colpisce solo ed esclusivamente chi, come me, usa un volante. Purtroppo ho notato con disappunto una forte limitazione alla personalizzazione dei comandi. Non è possibile modificare a piacimento tutti i tasti presenti sul volante, lasciando alcuni comandi inspiegabilmente esclusi. Nel mio caso ho impostato il cambio visuale su Y, ma non ho potuto impostare la visuale posteriore su un altro tasto e in nessun caso sono riuscito ad averle entrambe, e la cosa assurda è che, con la mia attuale configurazione, il tasto A non ha alcuna funzione. Stesso dicasi per il clacson, anch’esso precluso a chi utilizza un volante. Un difetto veniale che non inficia in nessun caso la mia valutazione, ma spero che venga sistemato tramite una patch post-lancio.

L’italiano, questo sconosciuto

- Come probabilmente saprete, per la prima volta nella serie Forza Horizon 3 non è interamente localizzato in italiano ma si limita alla traduzione dei soli menu e sottotitoli, lasciando le voci di Keira, Warren il meccanico, di ANNA il navigatore e di tutti i DJ delle frequenze disponibili, in inglese. Naturalmente questo non intacca il valore assoluto del gioco ed è comunque un aspetto marginale in un gioco automobilistico, ma è inutile nascondere che questa decisione provochi un certo senso di disappunto. Spero che questa mancanza non si ripeta in futuro.

Tiriamo le somme

Forza Horizon 3 è un capolavoro, senza mezzi termini. Tecnicamente eccelso da ogni punto di vista, è forte di un gameplay bilanciato alla perfezione capace di soddisfare sia il pilota meno esperto che i patiti di simulazioni che hanno voglia di guidare e soprattutto di divertirsi; a questo aggiungiamo una modalità online sconfinata che si fonde alla perfezione con la tipica carriera offline senza intaccarne in alcun modo il valore e una mole di contenuti semplicemente enorme. Questo è in assoluto il miglior racer arcade mai concepito. I piccoli difetti presenti non possono in alcun modo attenuare la luce di questo titolo che è destinato ad entrare appieno diritto nell’ Olimpo dei giochi di questa generazione. Che aspettate, dunque? Correte a comprarlo: io ed il mio fido Drivatar vi aspettiamo!
9.8

Recensione realizzata grazie al supporto di Xbox.


c Commenti (34)

copertina

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
caricamento Caricamento commenti...