MondoXbox

Live your
passion!

UFC Personal Trainer

Recensione - UFC Personal Trainer

Con l’avvento del sensore di movimento Kinect, molte software house si sono concentrate sullo sviluppo di applicazioni per il fitness ed il benessere fisico, con risultati molto incoraggianti. Seguendo questo trend, THQ decide di scendere in campo con il suo UFC Personal Trainer, titolo che come si può intuire mira ad attirare l’attenzione del pubblico facendo leva sul particolare momento di popolarità che stanno vivendo le arti marziali, in particolare le MMA. Sebben la calura estiva non invogli particolarmente ad intensa attività fisica, infilati pantaloncini e maglietta abbiamo testato a fondo il gioco, per scoprire se sia riuscito a trasporre in forma digitale l’intensità e la durezza degli allenamenti praticati dai lottatori.

Il Gioco

UFC Personal Trainer si mostra sin dai primi istanti di utilizzo come un prodotto tutt’altro che rilassante, ma come un sistema di allenamento serio ed impegnativo. Il primo passo da intraprendere prima di poter fruire della nostra palestra virtuale è quello di determinare la nostra attuale condizione fisica, mediante una serie di esercizi che saggeranno la bontà del nostro apparato cardiaco e la sua velocità di recupero a seguito di sforzi aerobici, e la consistenza di alcuni gruppi muscolari sollecitati da esercizi come piegamenti sulle braccia ed addominali, da eseguire quanto più velocemente possibile nell’arco di un minuto. Il conteggio e l’elaborazione di questi dati risulta essenziale per determinare l’intensità degli allenamenti che ci verranno proposti dal nostro personal trainer, calibrati appunto in base alla nostra prestanza fisica.

Le attività proposte da UFC Personal Trainer sono piuttosto numerose e comprendono sia sessioni di allenamento “veloci”, nelle quali provare singolarmente determinati esercizi, che tabelle di allenamento vere e proprie con esercizi da ripetersi nel corso della settimana e strutturati per protrarsi per mesi, aumentando di intensità secondo una logica di graduale potenziamento fisico. Gli esercizi proposti sono piuttosto vari e mirano a sollecitare ogni gruppo muscolare presente: ogni sessione di allenamento è preceduta e seguita da una fase di riscaldamento, stretching e defaticamento, al fine di ottimizzare il lavoro effettuato ed evitare un eccessiva produzione di acido lattico, specialmente durante i primi periodi di allenamento.

Ad affiancare il lavoro di preparazione fisica e potenziamento muscolare, UFC Personal Trainer propone anche una fase di lavoro aerobico basato sull’esecuzione di colpi provenienti da diverse arti marziali quali kick e thai boxe. Queste fasi di allenamento sono presentate come sessioni di training ai focus (i colpitori), o al sacco pesante, allenamenti immancabili e vero pane quotidiano dei vari artisti marziali.

Amore

Qui si fa sul serio

- UFC Personal Trainer non vuole essere un party game o un'applicazione rilassante da mostrare agli amici magari dopo una cena particolarmente abbondante, e non tenta in alcun modo di strizzare l’occhio ad un utenza che fosse alla ricerca di tutto ciò. Il sistema di allenamento proposto da UFC Personal Trainer appare effettivamente solido e funzionale, e se seguito con costanza può davvero portare dei buoni risultati a livello fisico. Gli esercizi possono essere svolti sia a corpo libero che con l’ausilio di manubri (non compresi nella confezione di gioco) per consentire una maggiore sollecitazione muscolare degli utenti più preparati, ed al termine di ogni sessione di allenamento riceveremo una valutazione dal nostro personal trainer, ulteriore incentivo a migliorare le nostre performance nelle future sessioni. Questo di fatto il cuore di un titolo che non deve “intrattenere” ma “migliorare” il nostro corpo, riuscendoci peraltro molto bene.

Odio

Full english

- Assai negativo il fatto che il gioco sia presentato completamente in lingua inglese, sia nel parlato che nelle descrizione testuali degli esercizi e nei menu. Questo fattore potrebbe mettere in difficoltà l’utenza meno avvezza a “lavorare” in palestra, in quanto non conoscendo bene le meccaniche di certi esercizi potrebbe trovare difficile eseguirli correttamente senza comprenderne bene la descrizione. Rispetto ad altri titoli di training per Kinect, completamente localizzati in italiano, questa è senza dubbio una grande pecca.

Rilevamento colpi

- Un problema che ho rilevato durante le sessioni di lavoro ai colpitori è l’incapacità di Kinect di distinguere i diversi tipi di colpi portati durante le sessioni “boxate”. La meccanica di alcuni colpi, come nel caso di gomitate e ganci, è molto simile e non sono rimasto particolarmente sorpreso scoprendo che il software non riusciva a distinguerli. Diverso il discorso nel caso dei diretti, anch’essi “letti” dal sensore alla stregua dei sopraccitati colpi. Diciamo che a livello di esercitazione la cosa può non essere rilevante, è lasciato alla correttezza del giocatore decidere se tirare il colpo richiesto dal coach virtuale o se, piuttosto di sprecare energie in ganci e gomitate, limitarsi a più semplici e meno faticosi diretti, ma da un titolo incentrato proprio sulle arti marziali mi aspettavo qualcosa in più in tal senso.

Grafica e sonoro

- Sicuramente marginale in una produzione del genere, l’aspetto visivo del titolo m’è parso tuttavia troppo grezzo e poco curato. I modelli poligonali dei vari personal trainer presenti, per l’occasione volti assai conosciuti in ambito di arti marziali miste, appaiono piuttosto grezzi ed animati in maniera non certo impeccabile. Anche il look dei menu non è dei più accattivanti, un maggior sforzo nella loro realizzazione non avrebbe assolutamente guastato. Il sonoro, a dispetto di un sottofondo musicale composto da pezzi molto “duri” ed esalta tanti, propone un parlato insoddisfacente, con l’allenatore di turno che cerca di motivarci durante gli esercizi utilizzando sempre le solite due, tre frasi.

Un prodotto per tutti?

- Questo è stato il mio più grande interrogativo accingendomi a recensire il gioco e che mi è più volte balenato in testa nel corso delle sessioni di allenamento. La mia personale esperienza in ambito di arti marziali m’ha conferito una certa familiarità e dimestichezza con molti degli esercizi proposti da UFC Personal Trainer, così come chiare risultano le meccaniche di calci, pugni, gomitate e ginocchiate. Ma un novizio? La corretta esecuzione di alcuni colpi ed esercizi non è certo banale e l’assenza di un trainer in carne ed ossa che possa correggere eventuali errori in tal senso potrebbe ,se non vanificarne, quanto meno ridurne drasticamente l’efficacia.

Tiriamo le somme

Da ex agonista amatoriale di arti marziali posso affermare che UFC Personal Trainer è un sistema di allenamento molto valido sotto il profilo del potenziamento fisico, anche se il lavoro in una palestra vera e propria resta comunque insostituibile e di ben altro spessore. Può risultare indicato a chi avesse poco tempo a disposizione da dedicare all’attività fisica, purché abbia una seppur minima esperienza alle spalle e non abbia grosse pretese per ciò che concerne l’apprendimento delle tecniche delle MMA dato che, aspetto pugilistico a parte, questo nel titolo non viene trattato. 7.4

c Commenti


c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...